Pagina 16 di 23 PrimaPrima ... 61415161718 ... UltimaUltima
Risultati da 151 a 160 di 226

Discussione: Vivere in carcere da detenuto

  1. #151
    Caporale
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    153

    Predefinito

    figurati
    Il fermoposta costa 3 euro come riportato sul sito..ma 3 euro+0,70 cent è davvero tanto per una lettera soprattutto se anche voi vi scrivere quasi ogni giorno.
    Anche io avevo i tuoi stessi dubbi..io non potevo ricevere a casa perchè mia madre già aveva saputo della sua detenzione e non l'aveva presa bene, per cui dovevo per forza trovare un modo alternativo per sentirlo Non potevo far pagare a lui 3,75 euro per ogni lettera, così chiamai il numero delle poste dove mi diedero risposte ambigue: uno mi disse che doveva essere per forza pagato dal mittente e l'altro invece che il servizio potevo pagarlo io ricevente ma l'importante era che vi fosse l'affrancatura ordinaria di 70 cent.
    Così abbiamo fatto una prova con una lettera...lui ha messo il francobollo normale da 0,70 cent e dopo 3 giorni mi è arrivata in posta.. Mi sono recata al CPM e siccome sulla busta non vi è alcun timbro di carenza di affrancatura loro me la diedero senza dirmi nulla....Quindi non so se dipende dalla flessibilità dell'ufficio postale.

    Cmq sia se dovessero a lui bloccarla in partenza e non farla arrivare al tuo ufficio postale, a lui torna indietro, quindi non va persa... ma spero che anche da te ci sia questa flessibilità...( in passato il fermoposta era gratuito)
    Nel mio caso era davvero l'unica alternativa e con i soldi che avevo ( non lavoro ma andavo all'università) non avevo la possibilità di pagare ogni volta 3 euro ...

    Si nel fermoposta non vieni avvisata, ma devi recarti tu ogni giorno o con una certa frequenza... Loro la tengono in giacenza fino a 30 giorni.

    Ma il carcere dove è lui è nella tua stessa città? se è nella stessa città non penso ci siano problemi per i 3 euro dal momento che il fermoposta coincide con il centro in cui la posta normale viene portata per essere smistata dal postino, solo che invece appunto farla portare a casa tua, resta lì...
    Nel mio caso, lui era in sicilia e io puglia...era più difficile ma non ho avuto problemi
    Ultima modifica di qwertyy; 10-11-14 alle 20: 15

  2. #152
    Soldato
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    34

    Predefinito

    No, non è nella mia città.. Siamo nella stessa provincia ma comunque lontani..
    In effetti anche per me pagare 3€ ogni volta non è il massimo, e anche farli pagare a lui non mi va..
    Però non mi va che arrivi a casa, mia mamma lo ha saputo ma appunto non vorrebbe che lo sentissi, e preferirei che non lo sapessero gli altri membri della famiglia.. Ora devo spedire la lettera, volevo farlo domani, dici di provare a scrivergli di provare col fermoposta?
    In non vorrei che la prossima lettera venga trovata da altri qui a casa,ma non vorrei creargli problemi..

  3. #153
    Caporale
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    153

    Predefinito

    Era la stessa mia identica situazione...
    A lui non dai problemi, lui può scrivere a chi vuole... si digli di provare a scriverti per fermoposta. VEdi come va con la prima lettera... sicuramente andrà cmq bene, non ti preoccupare.

  4. #154
    Soldato
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    34

    Predefinito

    Sì intendevo problemi nel mettere fermoposta, ma al max gli torna indietro se non l'accettano..
    Speriamo bene, ti ringrazio per le risposte, sei gentilissima!!
    Gli hai anche spedito qualcosa? Tipo so che per i pacchi ci sono delle regole, ma se ad esempio mando delle foto vanno bene?

  5. #155
    Caporale
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    153

    Predefinito

    Figurati...per qualsiasi cosa puoi scrivermi
    Comunque non dai problemi a lui assolutamente . Si io gli mandavo sempre le foto, me le chiedeva sempre ... le mettevo nella busta da lettera (non rientra tra i pacchi per cui non ci sono limiti) , gli ho mandato anche CD di musica (sempre in busta da lettera) e gli comprato anche una maglietta ..
    Per i pacchi vanno a peso, lui può ricevere 20 kg al mese massimo e massimo 4 pacchi..per cui dovrai informarti con la famiglia se vuoi spedire qualcosa...
    Cmq nel mio caso, quando a lui ho spedito la maglietta so che non l'hanno fatta conteggiare nei 4 pacchi, era cmq a fine mese.

    Sul sito delle poste troverai scritto anche che le buste devono essere bianche..ma anche di questo non ti devi preoccupare perchè puoi disegnarci su...lui mi mandava buste tutte disegnate e colorate fatte da lui

  6. #156
    Soldato
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    34

    Predefinito

    Grazie domani penso che gli manderò la lettera, poi speriamo bene.
    Poi gli chiederò info su quello che posso mandargli, e spero tanto di poterlo vedere anche..
    Già è dura saperlo lì, quindi spero di poterlo andare a trovare..

  7. #157

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mavr Visualizza Messaggio
    Curiosità.. I colloqui come si svolgono? In una stanza a tu per tu? Cioè si può avere un contatto fisico con i detenuti?
    E per le persone che non sono parenti? Come va fatta la richiesta?
    Dopo quanto tempo dalla data di reclusione si può andare a trovare un detenuto?
    Scusate le molte domande, e mi scuso anche se utilizzo termini scorretti, ma sono ignorante in materia..
    Citazione Originariamente Scritto da mavr Visualizza Messaggio
    Grazie qwertyy!! sì ovviamente intendevo contatto fisico nel senso che l'incontro avviene nella stanza con lui, non attraverso un vetro..
    Se voglio vedere il mio ragazzo, mi sembra un ragionevole motivo, no? XD
    Ho letto l'altro tuo post in cui cercavo il tuo amico, quindi dato che hai più "esperienza" di me in questo, chiedo a te puoi chiedere loro di non mettere il mittente sulla lettera? La prima me l'ha scritta con indirizzo del carcere, ma per le prossime vorrei evitare perché non sono sola in casa, quindi mi chiedevo se sono obbligati a metterlo o no, o se dipende dal carcere..
    Grazie in anticipo!!
    Allora...la disciplina dei colloqui è contenuta nell'art 18 della legge 354/1975 e negli artt 37 e 38 del regolamento d'esecuzione di cui al DPR 230/2000. Nello specifico , come hanno già detto giustissimamente, per le persone diverse dai familiari (entro il 4 grado) e conviventi occorrono "ragionevoli motivi" mentre per le telefonate "ragionevoli e verificati motivi".
    Ciò detto, i colloqui si svolgono in locali senza mezzi divisori o in spazi all'aperto sotto controllo visivo del personale addetto. Ovviamente per ragioni sanitarie o di sicurezza i colloqui possono svolgersi con mezzi divisori (esempio detenuti 41 bis) o addirittura in infermeria.
    Ovviamente vale la pena precisare che le persone che accedono ai colloqui sono sottoposti ai prescritti controlli di sicurezza.
    Durante il colloquio deve essere tenuto un comportamento corretto tale da non arrecare disturbo ad altri pena la sospensione dal colloquio e l'eventuale esclusione su disposizione dell'Autorità Dirigente.
    Infine non c'è un tempo minimo che deve trascorrere, salvo motivata disposizione dell'AG, per i colloqui ma bisogna tenere presente che se si tratta di imputato fino alla pronuncia di primo grado occorre anche il nulla osta dell'A.G procedente.

    Per quanto riguarda il mittente nella corrispondenza in uscita è OBBLIGATORIO PER LEGGE, così come è obbligatorio nella corrispondenza in entrata.
    Il Poliziotto Penitenziario è l'ultimo baluardo dello Stato Italiano in una terra di confine fra la legalità e l'illegalità che è l'istituto penitenziario


    Stai cercando un vecchio commilitone?

  8. #158
    Caporale
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    153

    Predefinito

    @antony : il mittente si , però il nome del carcere no... almeno lui non l'ha mai messo nelle mie lettere...scriveva solo nome, cognome, indirizzo..

    @marv : ti auguro di riuscire a vederlo . Lo so , è durissima pensarlo li... per me è stata una cosa inaspettata , si ha paura di tutto .
    Ultima modifica di qwertyy; 10-11-14 alle 21: 46

  9. #159
    Soldato
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    34

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da A_N_T_O_N_Y Visualizza Messaggio
    Allora...la disciplina dei colloqui è contenuta nell'art 18 della legge 354/1975 e negli artt 37 e 38 del regolamento d'esecuzione di cui al DPR 230/2000. Nello specifico , come hanno già detto giustissimamente, per le persone diverse dai familiari (entro il 4 grado) e conviventi occorrono "ragionevoli motivi" mentre per le telefonate "ragionevoli e verificati motivi".
    Ciò detto, i colloqui si svolgono in locali senza mezzi divisori o in spazi all'aperto sotto controllo visivo del personale addetto. Ovviamente per ragioni sanitarie o di sicurezza i colloqui possono svolgersi con mezzi divisori (esempio detenuti 41 bis) o addirittura in infermeria.
    Ovviamente vale la pena precisare che le persone che accedono ai colloqui sono sottoposti ai prescritti controlli di sicurezza.
    Durante il colloquio deve essere tenuto un comportamento corretto tale da non arrecare disturbo ad altri pena la sospensione dal colloquio e l'eventuale esclusione su disposizione dell'Autorità Dirigente.
    Infine non c'è un tempo minimo che deve trascorrere, salvo motivata disposizione dell'AG, per i colloqui ma bisogna tenere presente che se si tratta di imputato fino alla pronuncia di primo grado occorre anche il nulla osta dell'A.G procedente.

    Per quanto riguarda il mittente nella corrispondenza in uscita è OBBLIGATORIO PER LEGGE, così come è obbligatorio nella corrispondenza in entrata.
    Grazie mille per la risposta..
    Ma i ragionevoli motivi quali possono essere?

  10. #160
    Soldato
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    34

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da qwertyy Visualizza Messaggio
    @antony : il mittente si , però il nome del carcere no... almeno lui non l'ha mai messo nelle mie lettere...scriveva solo nome, cognome, indirizzo..

    @marv : ti auguro di riuscire a vederlo . Lo so , è durissima pensarlo li... per me è stata una cosa inaspettata , si ha paura di tutto .
    Grazie qwertyy, lo spero davvero..
    Sì, il fatto di potergli stare vicino per lettera è già qualcosa, ma vederlo sarebbe meglio..
    Perché chi sta in carcere è ovvio che ha sbagliato, ma ha cmq bisogno di sentire le persone care vicine..
    È stata una cosa inaspettata anche per me, ma ha bisogno di sapere che gli sono vicina.

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •