Pagina 4 di 22 PrimaPrima ... 2345614 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 217

Discussione: La Corea del Nord e le minacce di guerra

  1. #31

    Predefinito

    gia oggi ho sentito al telegiornale che gli americani hanno mandato una portaaerei...io spero davvero che non venga fuori un nuovo fronte dopo iraq e afghanistan perchè sarebbè il colmo dai...

    poi non capisco proprio questo gesto da parte della corea del nord

  2. #32
    Soldato L'avatar di MAIEMI
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Rimini (RN)
    Messaggi
    31

    Predefinito

    Come ho già postato in un topic analogo nella sezione internazionale del forum, io penso che non succederà niente nemmeno questa volta.
    La Corea del Sud senza l'appoggio degli USA non va da nessuna parte e gli US di sicuro non si possono permettere di scatenare una guerra che dal punto di vista economico sarebbe una mazzata enorme per un'economia già in crisi e in recessione. La mazzata non sarebbe data tanto dalle spese belliche e dai danni ma dal dopoguerra, dal dover ricostruire un paese e curare e sfamare una popolazione (quella nordcoreana) che definirla morta di fame sarebbe riduttivo. Questo proprio perchè, finché Kim Jong Il tiene chiusi i confini e gioca a braccio di ferra spando un colpo ogni tanto, il mondo può far finta di non vedere la catastrofe umanitaria che sta andando avanti nella Corea del Nord da decenni, e che negli ultimi anni ha raggiunto il culmine. Se invece scoppia la guerra indovinate chi, una volta finito tutto, dovrà accalcarsi le spese per la ricostruzione e per risolvere i gravissimi problemi di quel paese?
    E inutile dire che con la crisi economica in atto gli americani considerano un'opzione del genere "out of the question"

  3. #33
    Bannato
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Barcellona Pozzo di Gotto (ME)
    Messaggi
    26,710

    Predefinito

    Ma io mi chiedo soltanto.
    Dal 1953 possibile che non sia stato possibile risolvere il conflitto tra le due Coree ?
    Sono caduti il muro di Berlino, è finita la Cortina di ferro, ma il muro tra le due Coree no.
    Mi chiedo come mai.

  4. #34

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FRANCODUE Visualizza Messaggio
    Ma io mi chiedo...

    Mah! Forse perchè la Cina non ha mai fatto mistero del suo desiderio di veder la Corea del Nord trasformata nella sua quarta provincia orientale?...

  5. #35
    Bannato
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    134

    Predefinito

    Forse nei primi anni '50 era diversa la situazione. Nel '53 ad avere l'atomica erano solo USA (qualche suo alleato) e URSS... oggi ad averla (oltre alla stessa Nord Corea) è pure la Cina che, attualmente, risulta essere la seconda potenza militare nucleare del pianeta. Andare a rovesciare un regime comunista tra due potenze nucleari... non credo assolutamente sia prudente.
    Ultima modifica di schulz; 26-11-10 alle 18: 02

  6. #36
    Caporale L'avatar di anteo
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    115

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FRANCODUE Visualizza Messaggio
    Ma io mi chiedo soltanto.
    Dal 1953 possibile che non sia stato possibile risolvere il conflitto tra le due Coree ?
    Sono caduti il muro di Berlino, è finita la Cortina di ferro, ma il muro tra le due Coree no.
    Mi chiedo come mai.
    molto semplice caro amico, il problema stà nel consiglio di sicurezza dell'ONU in particolare nei membri permanenti che hanno diritto di veto, i membri sono: CINA; RUSSIA (EX U.R.S.S.);U.S.A. GRAN BRETAGNIA e FRANCIA.
    Vi spiego con un esempio cosa succede: gli USA vogliono trattare la questione coreana, basta che uno di questi membri ponga il veto sull'argomento e la questione viene abortita cioè non verrà più trattata.
    il veto è stato posto dalla Cina alleata con la Corea del nord.
    in un altro post, abbiamo trattato della NATO se andasse " aggiornata", alla luce delle mutazioni geo-politiche avvenute negli ultimi 20anni, ma anche l'ONU a mio modestissimo parere andrebbe rivisto.

  7. #37
    Utenti Storici L'avatar di IceSergei
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Italia
    Messaggi
    161

    Predefinito

    La crisi è ricominciata, dopo l'attacco dei nord coreani sull'isola del sud, la corea del sed ha avviato insieme agli usa una massiccia esercitazione militare congiunta, per adesso sono tutti atti dimostrativi finalizzati a spaventare l'avversario, stessa cosa avvine in nord corea dove almeno 1 volta al mese c'è una massicci esercitazione di massa di tutte le forze armate..

    Curiosità Nord Korea, in relazione alla popolazione, è l'esercito più numeroso al mondo, dispongono di armi e mezzi a sufficienza per poter incominciare e mantenere una guerra con seul e usa, tuttavia, se dovessero incominciare le ostilità, la popolazione sarebbe molto penalizzata dato he la guerra prevede spese esose e in un paese comunista dove l'economia è già fragile, non durerebbe molto prima che la popolazione incominci a morire di fame...

    Che voi sappiate, la popolazione è favorevole al regime? secondo me no, non lo è nessuno... nemmeno i soldati stessi... solo che se non si arruolano muoiono di fame....
    Per me ci saranno altre scaramucce, ma non penso in un nuovo conflitto tipo vietnam, in questo caso è la nord corea che ha provocato, e cerca rogne, non sono gli stati uniti che vanno a svegliare can che dorme...
    inoltre una guerra del genere non si limiterebbe solo tra 3 stati, ma data la gravità della popolazione e la posizione geografica, secondo me coinvolgerebbe tutte le nazioni della nato, se non l'onu visto che è una dittatura comunista e la popolazione è quasi priva di diritti...

    Chiedo info più dettagliate a chi è più informato di me, tipo Orange o Sangria ecc.

    Ciao a tutti notte

  8. #38

    Predefinito

    Se si vanno a guardare le cose da vicino... Da molto vicino, ci accorgiamo che la Corea, le Coree, sono pedine... Anzi ostaggi di un meccanismo immensamente più grande di loro.
    La penisola coreana è di fatto considerata da Pechino come la quarta provincia orientale della -Terra di mezzo (Zhonguo)- mentre dall'altra parte, per l'occidente, rappresenta la testa di ponte dell'ennesimo tentativo di colonizzazione del continente asiatico, una colonizzazione economica ma anche e sopratutto culturale, da parte di un sistema, il nostro, basato principalmente sul capitale...
    In parole semplici per comprendere veramente la crisi coreana dobbiamo confrontarci con parole e concetti che pensavamo passati, trascorsi: imperialismo e colonialismo...
    Concetti che credevamo svaniti... Dissolti nel post della seconda guerra mondiale, epoca che ha fittiziamente regalato l'indipendenza alle ex colonie degli imperi dell'Europa... Ma che di fatto ha solo cercato altre soluzioni, altre vie, che quelle militari per controllare, sfruttare e sottomettere altri sistemi.
    Quel cambiamento di strategia, dopo la seconda guerra mondiale fu causato da una serie di motivi, pratici e politici...
    Primo tra tutti l'avvento dell'era atomica, con lo spauracchio della distruzione globale, che ha messo di fatto fuori gioco lo strumento militare, strumento inteso come fattore determinante per esercitare una supremazia... del resto tutte le guerre successive al secondo conflitto mondiale lo hanno ampiamente dimostrato e l'attuale crisi degli USA e quella dell'URSS qualche anno fa, hanno origine proprio da ciò.
    I nuovi eserciti sono piuttosto da identificarsi, da quel momento con le grandi compagnie industriali e le grosse società commerciali alla continua ricerca di sbocchi internazionali... Di nuovi mercati e di materie prime.
    Accade così che mentre lo schema ottocentesco di occupazione coloniale, basato su frontiere e presidi militari, è andato dissolvendosi, un nuovo sistema basato sul mercato, sui prodotti, sulla dipendenza da questi, sul consumo, si è sviluppato fino a divenire il fulcro intorno a cui far ruotare tutto...
    Per prodotto dobbiamo intendere ciò che consumiamo... Dal pane allo spot pubblicitario... Tutto ciò che rappresenta il nostro stile di vita e che ci è più o meno indispensabile.
    Quando parliamo di sistemi di potere dobbiamo sempre andare a cercare la base sulla quale poggia il sistema stesso...
    E se nell'imperialismo puro la base era da rintracciare nell'interesse e nel guadagno dello stato, il colonialismo non è mai stato puro, gli interessi e i guadagni sfumavano spesso anche in sistemi più ambigui, con aspetti meno vincolati dall'etica (regole e leggi)...
    L'imperialismo, come la Cina ci dimostra, non è scomparso, si è adattato alle nuove regole, a nuovi stili... Sacrificando per prima cosa proprio quel barlume di etica che poteva esser sempre rintracciato sotto le bandiere...
    Ecco quindi che il confronto tra sistemi è andato via, via allargandosi, che ha trovato nuovi spazi ed è divenuto alla fine, totale:... Questa è la globalizzazione.... Un teatro dove si misurano le libertà, la democrazia, gli interessi e le remunerazioni... Un teatro dove il fattore umano è sempre meno incidente... Il contesto dove tutto questo è più evidente è proprio quello del lavoro, dove la perdita di valore del lavoro ha allargato la concorrenza commerciale a dismisura e dove le nuove regole hanno determinato anche una pericolosa perdita di valori morali...
    Ma se per noi occidentali il lavoro è talmente importante da essere lo strumento sul quale si fondano le costituzioni, se il lavoro si carica di significati che vanno oltre la semplice remunerazione, negli aspetti della concorrenza sfrenata imposta dalla globalizzazione c'è molto di più di quel libero mercato, del guadagno che è stato l'unico fine dichiarato dal capitale e dai capitalisti... C'è uno scontro di civiltà, la legge del più forte, che l'occidente così a lungo ha imposto agli altri nel mondo alla fine ci si è rivoltata contro ci ha investito e rischia, oggi, di travolgerci...
    La frontiera dove si confrontano i sistemi torna a sfumarsi, i limiti geografici netti perdono d'importanza, una nuova guerra si sta già combattendo da tempo...I moderni limes sono le casse dei centri commerciali... I bancomat... La caldaia del riscaldamento domestico... La pompa di benzina... Luoghi dove è necessario esibire robuste credenziali per farsi riconoscere e dove è ben udibile solo l'eco delle cannonate sparate con l'intento primario di ricostruire, ricostruirsi, una autostima sempre più in bilico... Luoghi dove si fa strada la consapevolezza del fatto che questa volta non ci saranno trionfatori...
    Del resto lo sterminato esercito dei "nemici" ha un soldo di 0,90 cent l'ora... E combatte già per non morir di fame..
    Ultima modifica di capt.sparrow; 27-12-10 alle 21: 00

  9. #39
    Caporale L'avatar di anteo
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    115

    Predefinito

    cpt hai fatto centro. La corea del Nord è come un gigante con le gambe d'argilla.

  10. #40
    Militariforum.it
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1,242

    Predefinito Nord Corea e USA ?


    Secondo quanto riportato dall'agenzia Knca, Pyongyang avrebbe disposto che l'esercito si tenga pronto ad attaccare "le basi Usa continentali, delle Hawaii e di Guam" appartenenti agli Usa



    08:26 - Le forze armate nordcoreane sono in "assetto da combattimento" avendo per obiettivo gli Stati Uniti. Lo riporta l'agenzia ufficiale Kcna, secondo cui il target sono "le basi Usa continentali, delle Hawaii e di Guam". "Da questo momento, il Comando Supremo dell'Esercito coreano metterà in assetto da combattimento tutte le unità di artiglieria a lungo raggio con obiettivo le basi nemiche degli Stati Uniti" riporta la Kcna.
    Quasi come una litania, i media locali si limitano a ripetere il comunicato delle autorità. "Le forze armate del Nord sono pronte a entrare in azione, mentre le unità di artiglieria con i razzi a lungo raggio sono pronte al tiro."


    "Da questo momento, riporta la Kcna, il Comando supremo dell'Esercito popolare di Corea è in posizione da combattimento cosi' come le unità di artiglieria a lungo raggio, incluse quelle strategiche con i razzi a lungo raggio che hanno per obiettivo tutti i target nemici negli Usa, come le basi continentali, delle Hawaii e di Guam".


    Fonte: Tgcom24

    http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo...ttimento.shtml
    ~ Se non hai tentato, non hai mai vissuto

Pagina 4 di 22 PrimaPrima ... 2345614 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •