Pagina 1 di 65 1231151 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 649

Discussione: A.N.C. - Associazione Nazionale Carabinieri

  1. #1
    Utenti Storici L'avatar di GIULIUS
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Gattinara (VC)
    Messaggi
    3,241

    Predefinito A.N.C. - Associazione Nazionale Carabinieri

    Scopi dell'ANC
    Scopi fondamentali dell'Associazione, che è apolitica, sono:
    # promuovere e cementare i vincoli di cameratismo e di solidarietà fra i militari in congedo e quelli in servizio dell'Arma, , e fra essi e gli appartenenti
    alle altre forze armate ed alle rispettive associazioni.
    #

    tenere vivo fra i soci il sentimento di devozione alla Patria, lo spirito di corpo, il culto delle gloriose tradizioni dell'Arma e la memoria dei suoi eroici caduti;
    #

    realizzare, nei limiti delle possibilità, l'assistenza morale, culturale, ricreativa ed economica a favore degli iscritti e delle loro famiglie


    Quanti siamo e dove siamo

    Il sodalizio è oggi costituito da 1696 sezioni:
    # 1673 sezioni nel territorio nazionale;
    #

    24 sezioni all'estero: Canada (Montreal, Ottawa, Toronto, Vancouver, Calgary), Brasile (San Paolo, Valença), Uruguay (Montevideo), Argentina (Buenos Aires, Rosario), Australia (Adelaide, Perth, Sydney, Melbourne), Gran Bretagna (Londra), USA (New York, Boston), San Marino, Francia (Parigi), Belgio (Bruxelles), Sud Africa (Johannesburg), Svizzera (Lugano, San Gallen) Germania (Saarbrucken);
    # oltre 205.000 soci (di cui circa 1.000 all'estero) in congedo dell'Arma o familiari;
    # oltre 115.000 carabinieri in servizio.


    Chi può iscriversi all'ANC?

    # soci effettivi:militari (anche di altre Armi, Corpi e servizi) che prestano o hanno prestato servizio nell'Arma dei Carabinieri.

    # soci familiari: gli appartenenti al "nucleo familiare", gli ascendenti, discendenti, fratelli, sorelle e rispettivi coniugi di coloro che abbiano prestato o prestino servizio nell'Arma. Presso le Sezioni estere i Soci discendenti sono equiparati a tutti gli effetti ai Soci effettivi, pertanto hanno diritto di elettorato attivo e passivo.

    # soci simpatizzanti: :coloro che condividono i valori, lo spirito e le finalità statutarie dell'ANC. L'ammissione di soci simpatizzanti è approvata dal Consiglio sezionale.

    Tutti i soci, di qualsiasi categoria, devono essere maggiorenni.

    Modalità d'iscrizione

    Consultare l'elenco "L'ANC in Italia e all'estero" ed individuare la sezione competente sul comune di residenza o domicilio e prendere contatto con i dirigenti della stessa.
    I documenti da presentare sono:
    # n. 2 foto formato tessera;
    # copia del certificato di congedo o atto equipollente (per i soci effettivi);
    # copia di un documento del familiare in servizio, in congedo o defunto, attestante l'appartenenza all'Arma dei Carabinieri (per i soci simpatizzanti)
    # autocertificazione o idonea documentazione attestante la buona condotta morale;
    # sottoscrizione della dichiarazione valida ai fini del Codice sulla Privacy.
    # i soci effettivi "in attività di servizio": sono iscritti presso la sede centrale dell'ANC (Roma). La domanda può essere presentata al Reparto di appartenenza ovvero alla sezione ANC più vicina, sul modulo predisposto.
    # Per tutte le altre tipologie di soci la domanda viene inoltrata attraverso questo modulo.


    Vantaggi derivanti dall'iscrizione

    In tema assistenziale, alla riduttiva formula del sussidio in denaro, sono stati aggiunti alcuni "servizi" diretti a soddisfare giuste esigenze dei soci:
    # Assicurazione infortuni per soci che ricoprono incarichi istituzionali (volontaria);
    # Assicurazione per morte o grave invalidità (20%) derivante da attività extraprofessionale (automaticamente estesa a tutti i soci in regola con la quota sociale);
    # Abbonamento gratuito alla rivista "le Fiamme d'Argento", che contiene reportages di attualità e di costume, servizi di cultura, l'impegno nel volontariato, pagine di storia e un'ampia selezione della vita delle sezioni;
    # Agevolazini offerte da ditte fornitrici di servizi, catene ed esercizi commerciali, alberghi che riservano al socio sconti ed agevolazioni (i nomi e gli indirizzi sono inseriti nel sito alla voce "agevolazioni").


    Uniforme sociale

    Il consiglio delibera l'adozione delle uniformi come di seguito indicato:

    1. IN OGNI OCCASIONE
    Per tutti i Soci: (.)
    - giacca blu, pantaloni grigio scuro, camicia azzurra;
    - nel periodo estivo è consentita la sola camicia azzurra;
    - cravatta sociale, logo dell'Associazione al taschino;
    - distintivo sociale all'occhiello (facoltativo);

    2. NELLE MANIFESTAZIONI UFFICIALI
    Per i Soci effettivi: (..)
    - copricapo a busta con granata e gradi;
    - basco o altro copricapo – con granata e gradi – per i Soci che, durante il servizio attivo, hanno fatto parte dei Reparti Mobili o Speciali dell’Arma ove quel particolare indumento sia in dotazione;
    - sopracolletto con alamari e granate.
    Per i Soci familiari, i Soci benemeriti non provenienti dall’Arma e i Soci simpatizzanti:
    - copricapo tipo baseball blu con logo dell’Associazione;
    - sopracolletto con «minilogo» sul bavero.

    3. BENEMERITE (:.)
    Per le Socie effettive:
    - tailleur blu (o giacca e pantaloni);
    - camicia azzurra con cravatta sociale;
    - copricapo di foggia militare con granata e gradi
    - basco o altro copricapo – con granata e gradi – per le Socie che, durante il servizio attivo, hanno fatto parte dei Reparti Mobili o Speciali dell’Arma ove quel particolare indumento sia in dotazione;
    - sopracolletto con alamari (nelle manifestazioni ufficiali).
    Per le Socie familiari e simpatizzanti:
    - tailleur blu (o giacca e pantaloni);
    - foulard ANC con logo in metallo;
    - copricapo di foggia «militare» con logo;
    - mantella di colore blu con fodera in tinta d’inverno.

    4. VOLONTARIATO
    - dì protezione civile: come da delibera del Consiglio nazionale 15.12.2005 disposizioni a parte impartite dal SECOV;
    - generico: uniforme sociale di cui ai precedenti paragrafi con le varianti: bracciale «volontariato» sulla manica sinistra e copricapo tipo baseball blu con logo dell'Associazione.

    (.) I Soci effettivi in attività di servizio intervengono alle manifestazioni in uniforme sociale o di servizio.
    (..) Il copricapo a busta ed il sopracolletto di panno, con alamari, sono conformi ai modelli di cui al Regolamento n.162 in data 02.02.1950.
    I Soci effettivi, che abbiano prestato servizio nell’Arma dei Carabinieri, pur non essendo Carabinieri, portano sul copricapo e nel sopracolletto distintivi, mostrine e gradi dell’Arma o Corpo di appartenenza.
    I Soci effettivi, che abbiano prestato servizio nell’Arma dei Carabinieri per poi transitare in altre Arme, Corpo o servizio portano solo i gradi conseguiti nell’Arma dei Carabinieri.
    (:.) Tutte le Socie, a qualunque categoria appartengano, assumono la denominazione di “Benemerite”.

    Ultima modifica di GIULIUS; 01-10-10 alle 13: 24

  2. #2
    Utenti Storici L'avatar di GIULIUS
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Gattinara (VC)
    Messaggi
    3,241

    Predefinito

    A PROPOSITO DI TESSERA ANC

    Non è solo un documento di identità

    Le considerazioni sulla forma e sulla sostanza relativamente alla tessera dell’Associazione, espresse dal Gen. Colavito, Presidente nazionale ANC, nell’Editoriale del n. 3 marzo scorso della nostra Rivista sociale, mi trovano d’accordo. È indubitabile la maggiore pratica modernità di una tessera plastificata (tipo Bancomat). Ma proprio per i profondi significati etici che noi vogliamo conferire ad un documento che altrimenti potrebbe essere banalizzato dal proposto (solo da qualcuno) ammodernamento, pensiamo di conservare l’ormai tradizionale tessera per la quale non è richiesto un particolare dinamismo operativo e non deve quindi essere esibita in sede di turbinose attività istituzionali come potrebbe capitare ai Carabinieri in servizio), ma serve come «certificazione» di un lungo ed onorato servizio nell’Arma dei Carabinieri. E quindi... rimaniamo antichi: queste ed altre considerazioni che non cito, mi hanno stimolato a raggruppare idee ed immagini di tessere succedutesi nel tempo. secondo vesti tipografiche e stilistiche adeguate a ciascun tempo, al clima socio-politico esistente in ciascuna epoca ed alle possibilità offerte dalla tecnologia. Così sono stato indotto a ricercare nel mio archivio personale tessere a volte ingiallite dal decorso del tempo, appartenute a me o ad alcuni lettori che le hanno cortesemente inviate via email. Ve le propongo senza pretesa di completezza, né tanto meno di organicità: intendiamo soltanto offrirvi un’occasione per rivedere, attraverso le immagini qui riprodotte delle vecchie tessere, uno stralcio del passato, sperando di suscitare qualche sorriso, qualche nostalgia ed un sospiro per il troppo tempo passato. Questi documenti costituiscono una patente di nobiltà perché testimoniano l’appartenenza ad una Istituzione resa «Benemerita» dal sacrificio dei suoi Figli migliori. Anche per questo ogni tessera acquista una veste di sacralità che la differenzia da ogni altro documento di identità. Avere il diritto di esibire la tessera dell’Arma in servizio comporta dei particolari doveri giuridico-sociali e conferisce importanti poteri sanciti dalla legge. La tessera di appartenenza all’Associazione Nazionale Carabinieri non conferisce alcun potere materiale, ma comporta altrettanto precisi doveri morali ed attesta la continuità del servizio reso alla società civile con onore e dignità. Patente di nobiltà, dunque, che - così com’è - basta a gratificare una intera esistenza.



    FIAMME D' ARGENTO - LUGLIO 2008

    di Nicolò Mirenna

  3. #3
    Utenti Storici L'avatar di GIULIUS
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Gattinara (VC)
    Messaggi
    3,241

    Predefinito

    ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI
    UNIVERSITA' DEI SAGGI "FRANCO ROMANO"


    L'Università dei Saggi "Franco Romano" nasce da un'idea del Generale Franco Romano, Comandante della Regione Carabinieri Piemonte e Valle d'Aosta, perito in un incidente di elicottero il 14 dicembre 1998 a Volpiano (TO), e si è concretizzata in un Centro Culturale con Sede presso la Presidenza Nazionale dell'A.N.C.

    L'Università dei Saggi è costituita in forma di Associazione con struttura e contenuti democratici, è indipendente ed apolitica e trae ispirazione dai principi etici ed ideali contenuti nello Statuto Organico dell'ANC. Ha durata illimitata e non ha fini di lucro.

    Promuove la cultura del volontariato e della solidarietà nelle sue varie espressioni.

    Si propone di valorizzare i soci ANC interessati a rappresentare la loro esperienza di vita e di carriera professionale legata all'Arma dei Carabinieri, attraverso diverse forme di espressione culturale, d'arte ecc...

    Seleziona opere artistiche e letterarie realizzate da soci ANC per l'eventuale pubblicazione.

    Promuove giornate di studio, convegni, incontri, visite culturali e viaggi organizzati.

    Mira ad avvicinare i soci ANC alle tecnologie informatiche e multimediali.

    Favorisce l'istituzione di Centri di Studio di interesse sociale, culturale, artistico in Italia ed all'Estero quale emanazione dell'Università dei Saggi "Franco Romano".

    Promuove e realizza ogni altra attività volta alla crescita dell'associazione nell'ambito delle finalità sopra indicate.

    Tra i Saggi milita, tra gli altri, un mio grandissimo amico, il S.TEN C.C. in congedo Barrocu Franco di Ravenna, scrittore.

  4. #4
    Utenti Storici L'avatar di GIULIUS
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Gattinara (VC)
    Messaggi
    3,241

    Predefinito

    Virgo Fidelis


    Alla chiusura di ogni anno sociale si celebra la festa per la “VIRGO FIDELIS” Celeste Patrona dell’Arma dei Carabinieri Il concetto giuridico di “Patronato” ha la sua origine nell’epoca romana. Patrono significava capo di una famiglia gloriosa, attorno al quale si riunivano i cittadini per essere difesi contro la violenza ed il sopruso. La chiesa ereditò dalla cultura romana questo concetto, ma inserito nella sacra scrittura lo spiritualizzo e lo applicò oltre che agli Angeli anche agli Apostoli e ai Santi.

    In senso religioso quindi il Patrono è un Santo che viene per tradizione venerato in particolar modo dal clero, ma anche dal popolo e da appartenenti di una determinata classe o professione, come interlocutore e avvocato presso Dio. Anche all’Arma dei Carabinieri, come alle altre specialità dell’esercito, è stato assegnato un Patrono: “LA VIRGO FIDELIS”.

    Il titolo di “Virgo Fidelis” racchiude i sé tutto il significato della vita di Maria e della sua missione di Madre e di corredentrice del genere umano affidatogli da Dio. Questo glorioso titolo non ha mai avuto una risonanza universale e un culto particolare nella chiesa. Nella liturgia non esiste una speciale festa. Il merito maggiore della diffusione e dell’affermazione del culto della “Vergine Fedele” è della “Benemerita” e “Fedelissima” Arma dei Carabinieri.

    Nell’Arma il culto della “Virgo Fidelis” iniziò dopo la seconda guerra Mondiale e precisamente otto anni dopo la battaglia di “CULQUABER”. La data del 21 novembre 1941 rappresenta infatti un giorno memorabile, un evento eroico e drammatico che coinvolse un intero battaglione di Carabinieri in terra d’Africa. La battaglia è considerata una delle pietre militari della storia dell’Arma.

    In quella occasione la sua Bandiera è stata insignita di medaglia d’oro al valore militare. Proprio in ricordo di questa data, S.E. Mons. Carlo Alberto Ferrero di Cavellerone, Ordinario Militare d’Italia, e P. Apolloni S.J Cappellano Militare Capo, proposero al Santo Padre Pio XII di riconoscere la vergine Maria, con il titolo di “Virgo Fidelis”, quale Patrona dell’Arma dei Carabinieri. Anche il Comandante Generale prese a cuore l’iniziativa, e bandì un concorso artistico per un opera che raffigurasse la Patrona dei Carabinieri.

    Vinse lo scultore Giuliano Leopardi, il quale rappresentò la Vergine in atteggiamento raccolto mentre, alla luce di una lampada, leggeva in un libro le parole profetiche dell’apocalisse “SII FEDELE SINO ALLA MORTE”. L’11 novembre del 1949 il Papa Pio VII in Castelgandolfo, sotto l’anello del pescatore, firmò la bolla e accolse la proposta dichiarando la Beatissima Vergine Maria “Massima Patrona Celeste” presso Dio della grande famiglia chiamata Arma dei Carabinieri d’Italia.

    PREGHIERA DEI CARABINIERI

    Dolcissima e gloriosissima Madre di Dio e nostra, noi Carabinieri d'Italia a Te reverente il pensiero, fiduciosa la preghiera e fervido il cuore!

    Tu, che le nostre Legioni invocano confortatrice e protettrice con titolo di "VIRGO FIDELIS", Tu accogli ogni nostro proposito di bene e fanne vigore e luce per la Patria nostra.

    Tu, accompagna la nostra vigilanza, Tu consiglia il nostro dire, Tu anima la nostra azione, Tu sostenta il nostro sacrificio, Tu infiamma la devozione nostra!

    E da un capo all'altro d'Italia suscita in ognuno di noi l'entusiasmo di testimoniare, con fedeltà sino alla morte, l'amore di Dio e ai fratelli italiani. E così sia!


  5. #5
    Maresciallo L'avatar di SER
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Località
    CATANIA
    Messaggi
    651

    Predefinito

    ciao GUILIUS, (Il topic vecchio l'avevo creato io, ma penso che questo sia molto migliore del mio) volevo sapere, io sono un socio familiare e forse diventero anche volontario, ma cosa fa esattamente il volontario dell'anc???
    Arma Inter Caritas
    Milite CM-CRI

  6. #6
    Maresciallo L'avatar di carabiniere
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    gorizia
    Messaggi
    679

    Predefinito

    ti rispondo io
    La sezione di protezione civile dell ANC, svolge appunto mansioni di protezione civile, interviene in situazioni di pubblica calamità, è presente in grandi manifestazioni ( una specie di ordine pubblico, chiaramente, però non hanno mansioni di pubblico ufficiale, ma svolgono volontariato)
    http://www.assocarabinieri.it/
    Nei Secoli Fedele

  7. #7
    Maresciallo L'avatar di SER
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Località
    CATANIA
    Messaggi
    651

    Predefinito

    Si questo lo sapevo, volevo sapere se dopo essere un volontario anche se ho 15anni posso andare fuori dalla sicilia tipo in abruzzo, perche in cri pionieri no
    Arma Inter Caritas
    Milite CM-CRI

  8. #8
    Utenti Storici L'avatar di GIULIUS
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Gattinara (VC)
    Messaggi
    3,241

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SER Visualizza Messaggio
    Si questo lo sapevo, volevo sapere se dopo essere un volontario anche se ho 15anni posso andare fuori dalla sicilia tipo in abruzzo, perche in cri pionieri no
    Essendo ancora minorenne, penso che potresti avere delle limitazioni d' impiego anche nell' ANC.....

    All' interno dell' Associazione, in genere, nelle Sezioni ANC più grandi e organizzate, ci sono anche dei gruppi di volontari, che non fanno parte, necessariamente, dei nuclei di PC e sono a disposizione del Comune per eventi che richiedono la presenza di persone con addestramento particolare, in collaborazione stretta con le Forze dell’ Ordine.
    Le mansione principali che i soci svolgono sono: il controllo di aree verdi e, quando viene richiesto, la vigilanza presso mostre, musei e fiere, in supporto ai Vigili Urbani, durante le feste popolari e davanti alle scuole, quando escono gli studenti, durante raduni o manifestazioni pubbliche, civili o sportive, celebrazioni religiose, ecc...
    Ultima modifica di GIULIUS; 05-07-09 alle 09: 15

  9. #9
    Utenti Storici L'avatar di GIULIUS
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Gattinara (VC)
    Messaggi
    3,241

    Predefinito

    Associazione Radioamatori Carabinieri COTA

    E' costituita l'Associazione culturale e di promozione sociale senza finalità di lucro denominata Associazione Radioamatori Carabinieri “COTA” (in seguito ARC “COTA”) con lo scopo di raccogliere l’adesione di tutti i Carabinieri di ogni ordine, grado e specialità, in servizio permanente effettivo, in quiescenza o in congedo, e dei loro familiari uniti dalla passione per la radio.

    La sede legale dell’ ARC “COTA” è stabilita in via D. Bramante, 38 a Castelfidardo (AN) .

    L'Associazione potrà comunque esplicare la propria attività sull'intero territorio comunitario ed anche all'estero. Con delibera del Consiglio Direttivo potranno essere istituite diverse sede operative senza la necessità di integrare lo statuto. La durata dell'associazione è a tempo indeterminato.
    L’ARC “COTA” è senza fini di lucro, apolitica ed apartitica, non riconosce alcuna differenza di razza e religione fra i suoi membri, non svolge attività sindacale a nessun livello ed è indipendente da organizzazioni sindacali.

    Le finalità dell’ ARC “COTA” sono:

    Promuovere l’immagine dell’ARC “COTA” nel mondo attraverso l’uso amatoriale della radio

    Promuovere tutte le attività radioamatoriali

    Stabilire l’amicizia fra le persone

    Aiutare tutte le persone bisognose di aiuto e per le quali ARC “COTA” può provvedere

    Istituire “ diplomi “ e “ concorsi “ di carattere radioamatoriale senza alcun fine di lucro per evidenziare la preparazione tecnica degli operatori e per creare momenti di incontro

    Mettere a disposizione delle Autorità competenti, su loro richiesta, la propria opera nell’ambito delle radiocomunicazioni in caso di emergenze, calamità e protezione civile

    Promuovere ed incentivare gli scambi culturali e tecnici con altri analoghi Radio Club, sia italiani che esteri.
    Come requisito indispensabile per tutte le figure degli aspiranti soci, ad eccezione per i Soci CC RT, è il possesso dell’Autorizzazione per esercitare una stazione Radioamatore o Autorizzazione all’ascolto SWL.

    COME ISCRIVERSI

    All'Associazione COTA, che non ha finalità di lucro, possono aderire tutti i Carabinieri di ogni ordine, grado e specialità, in servizio permanente effettivo, in quiescenza o in congedo, uniti dalla passione per la radio in possesso di licenza (o autorizzazione generale) di stazione di radioamatore o SWL; si è inoltre voluto tributare un doveroso omaggio ai Carabinieri Radiotelegrafisti ammettendoli nel gruppo in una categoria dedicata. Possono altresì aderire in qualità di soci simpatizzanti i familiari, di ambo i sessi, che siano discendenti o congiunti di militari in servizio o in congedo dell’Arma dei Carabinieri, rimane il requisito del possesso di licenza (o autorizzazione generale) di stazione di radioamatore o SWL.

    L'Associazione ha fissato la propria sede legale in Castelfidardo (AN), via Soprani 5/C.

  10. #10

    Predefinito

    Ma il tesserino vale come documento di riconoscimento?

Pagina 1 di 65 1231151 ... UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •