Pagina 57 di 57 PrimaPrima ... 747555657
Risultati da 561 a 567 di 567

Discussione: Libri

  1. #561
    Responsabile di Sezione
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    4,256

    Predefinito

    In una quindicina di giorni mi sono letteralmente fumato tre libri che consiglio a tutti gli appassionati.
    Il primo è "Soldier I", di Pete Winner. Pete Winner è un veterano del SAS, uno dei sopravvissuti della battaglia di Mirbat, ha in seguito preso parte alla guerra delle Folklands, alle operazioni in Irlanda del Nord e all'assedio dell'ambasciata iraniana a Londra. Il libro è un'autobiografia, su per giù sullo stesso stile di McNab (citato anch'esso nel testo oltre che autore dell'introduzione), forse leggermente più malinconico verso la fine.

    Il secondo è "No Hero" di Mark Owen. L'autore è lo stesso di "No Easy Day", incentrato perlopiù sul raid ad Abbottabad. Questa volta Owen si sofferma su alcuni punti focali della sua carriera, e ogni capitolo è accompagnato da un tratto emotivo caratteristico di chi, secondo l'autore, riesce ad avere successo non solo come Seal ma anche nella vita.

    L'ultimo è l'attesissimo "Cuore di Rondine", scritto da un operatore del GIS sotto lo pseudonimo di Comandante Alfa. Devo dire che avevo enormi aspettative su questo libro -credo sia l'unico scritto da un operatore delle FS nostrano- ma ne sono rimasto deluso. Rispetto alla bibliografia di genere l'ho trovato veramente poco grintoso, e ci sono passi che ho dovuto leggere due volte perché non riuscivo a crederci. Un libro sui Seal o sul Sas, almeno quelli che ho letto, si possono riassumere con "ci addestriamo duramente e poi usciamo a uccidere il nemico. Non è bello e sono cose che ti lasciano ferite invisibili per sempre, ma siamo guerrieri ed è questo che facciamo, meglio noi che le persone che amiamo".
    Qui il pensiero di fondo è più o meno lo stesso, ma quando, anche in tv, dicono che l'operazione del GIS è veramente riuscita solo se non ci sono vittime, beh, sembra sia davvero così! Una pagina intera per spiegare che due banditi morti in un'operazione in Italia sono una macchia quasi troppo grande nella storia del GIS; addirittura durante un'altra operazione era stato ''consigliato'' di ferire i criminali -in questo caso dei sequestratori- e gli operatori infatti a malincuore li avrebbero uccisi.
    Non sto muovendo critiche, per carità, non sono nessuno per giudicare chi ha dedicato la sua vita anche alla mia sicurezza, solo sono rimasto un po' stupito da certi passaggi.
    La vita comincia quando non si hanno più certezze

    Se sei un nuovo Utente, ricordati di presentarti nella sezione Benvenuto, Presentati!! e di leggere il Regolamento !

  2. #562
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,831

    Predefinito

    Non sto muovendo critiche, per carità, non sono nessuno per giudicare chi ha dedicato la sua vita anche alla mia sicurezza, solo sono rimasto un po' stupito da certi passaggi.
    I GIS (così come i NOCS) sono rotelle dello stesso ingranaggio. Che è e resta un ingranaggio POLITICO. Morti non ne vogliono, e questo vale anche nei casi-limite quando l'eliminazione del target sarebbe indispensabile per la buona riuscita dell'operazione. E qui mi fermo.
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  3. #563

    Predefinito

    Qualcuno di voi ha letto "Orione 1943" ? cosa ne pensate?
    (sono indeciso le gerre questo o un altro libro)

  4. #564
    quantico
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da beowuff Visualizza Messaggio
    Il secondo è "No Hero" di Mark Owen. L'autore è lo stesso di "No Easy Day", incentrato perlopiù sul raid ad Abbottabad. Questa volta Owen si sofferma su alcuni punti focali della sua carriera, e ogni capitolo è accompagnato da un tratto emotivo caratteristico di chi, secondo l'autore, riesce ad avere successo non solo come Seal ma anche nella vita.
    Stesse mie impressioni. Molto bello e altrettanto motivante.

  5. #565
    Caporale
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    130

    Predefinito

    Parlando di McNab, per chi ha letto Azione Immediata ha senso comprare Plotone Sette? Non sono tutti e due la sua autobiografia?

  6. #566
    quantico
    Guest

    Predefinito

    Titolo: Io sono un'arma. Memorie di un Marine.
    Autore: David Tell.

    David Tell racconta la sua esperienza nei Marines, dall'addestramento di Parris Island all'ingresso nel FAST CO (Fleet Antiterrorism Security Team). E' un libro brutale e molto cinico, soprattutto quando scrive nel dettaglio (ma dettaglio dettaglio dettaglio) l'addestramento ricevuto a Parris Island. In confronto Full Metal Jacket è una barzelletta e Hartman un pivello.

    L'ho comprato perché incuriosito dalla recensione (per me un po' troppo faziosa...) di Roberto Saviano. E il libro mi è piaciuto molto. David Tell vive in Italia e usa questo pseudonimo per coprire la sua verà identità.

    Speravo di trovare un libro diverso dai vari McNab ed Ex-SEAL (Mark Owen a parte) e l'ho trovato. In quasi 600 pagine si racconta come un 17enne possa diventare un uomo e poi un'arma e a 22 anni come possa trovarsi già polverizzato... Interessante e veramente bello. Lo consiglio.
    Ultima modifica di quantico; 29-11-15 alle 15: 04

  7. #567
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,831

    Predefinito

    Giulio Quintavalli

    Da Sbirro a investigatore, Polizia e investigazione dall'Italia liberale alla Grande guerra
    disponibile da fine giugno 2017. Aviani & aviani editore, Udine.
    Sui prossimi Polizia Moderna, Fiamme d'Oro e Fiamme d'Argento informazioni sull'acquisto.


    Il Sostituto Commissario della Polizia di Stato Giulio Quintavalli, appartenente all'Ufficio Storico del Ministero dell'Interno, ha appena dato alle stampe quello che è a tutti gli effetti il più completo compendio storico e iconografico sulla Polizia italiana a cavallo tra l'Ottocento e il Novecento.
    Tantissime fotografie, cartoline e tavole sinottiche (oltre che una magistrale narrazione) conducono per mano il lettore nello studio di una delle epoche più travagliate della nostra Nazione e della nostra Polizia.
    Consigliatissimo!!!
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

Pagina 57 di 57 PrimaPrima ... 747555657

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •