Pagina 52 di 57 PrimaPrima ... 2425051525354 ... UltimaUltima
Risultati da 511 a 520 di 567

Discussione: Libri

  1. #511
    Maresciallo L'avatar di capodifiume
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    salerno
    Messaggi
    681

    Predefinito

    Qualcuno di voi ha letto il libro Eroi silenziosi di Angelo Jannone ex ufficiale dei CC ?

  2. #512
    Maresciallo L'avatar di capodifiume
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    salerno
    Messaggi
    681

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da capodifiume Visualizza Messaggio
    Qualcuno di voi ha letto il libro Eroi silenziosi di Angelo Jannone ex ufficiale dei CC ?
    Bellissimo!!!

  3. #513
    Maresciallo L'avatar di domas
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    739

    Predefinito

    AAA Libro cercasi!!!

    entro fine luglio ho bisogno di trovare un libro, spero qualcuno lo abbia letto. Ho cercato su internet ma niente.

    Tratta della guerra nelle Falkland nel 1982
    non so se è il personaggio principale, ma si parla del Caporal Maggiore Southwart, comandante di squadra contro carri di un Reggimento paracadutisti, sbarcati a porto San Carlos.

    Qualcuno ne ha mai sentito parlare?
    Grazie in anticipo

  4. #514
    Maresciallo L'avatar di capodifiume
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    salerno
    Messaggi
    681

    Predefinito

    Chi di voi ha letto oppure possiede "Operazione Avalanche 1943" di Angelo Pesce?

  5. #515
    Asami
    Guest

    Predefinito

    Per caso, ho trovato forse due testi (però in inglese) che potrebbero interessarLa.
    (Si parla però del Maggiore Southby e non Southwart. Southby guidò 8 LCUs e 8 LCVPs dalla nave HMS Intrepid al Porto di San Carlos
    I libri sono stati scritto dallo stesso Maggiore.

    Ewen southby-tailyour: falkland islands shores;
    Oppure:
    Amphibious Assault Falklands: The Battle of San Carlos Water

  6. #516
    Maresciallo L'avatar di domas
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    739

    Predefinito

    Davvero interessanti,
    darò subito un'occhiata, il personaggio non è lo stesso, ma come accennato su è molto probabile che il caporal maggiore in riferimento non sia il personaggio principale del libro. Quindi potrebbe essere proprio quello.

    Per la lingua vorrà dire che mi addentrerò ancor di più con l'inglese.

    Gentilissima davvero, io ho cercato tempo fa ma non trovai nulla.
    Grazie Asami

  7. #517
    Caporale L'avatar di gtr
    Data Registrazione
    May 2013
    Messaggi
    157

    Predefinito

    Tra i romanzi ho amato moltissimo "Shantaram" di Gregory David Roberts, una sorta di autobiografia molto romanzata dell'autore, un personaggio controverso e dalla vita censurabile in molte sue parti, ma dotato di una prosa fantastica. L'incipit del libro è di rara bellezza.

    Ho amato molto anche "L'azteco" di Gary Jennings

    E banalmente "Il conte di Montecristo", con tutte le sue esagerazioni forse la piu' bella storia mai scritta, a mio parere si intende

    Invece parlando di saggi et similia

    "Il premio" di Daniel Yergin racconta la storia del petrolio e quindi anche del nostro ultimo secolo e mezzo. Forse un po' agiografico nei confronti delle compagnie petrolifere, ma credo che l'autore abbia pagato un prezzo per accedere ai loro archivi...cio' nonostante rimane un libro interessantissimo e molto ben documentato

    "A secret hystory of the IRA" di Ed Moloney, un mattonazzo ma dettagliatissimo

    "I numeri dell'universo" di John D. Barrow che racconta perchè il nostro universo è fatto cosi' e quanto diverso potrebbe essere compatibilmente con la nostra esistenza

    "Freefall: America, free markets and the sinking of the world economy" di Joseph Stiglitz, premio Nobel per l'economia 2001. E' tradotto anche in italiano credo con il titolo "Bancarotta". Un libro sicuramente di parte, l'autore è certamente un progressista di orientamento politico democratico, ma molto interessante sulle cause e le conseguenze della crisi americana che ha poi dato il via allo sfacelo di cui siamo testimoni tutti noi.

    Dimenticavo che credo di aver letto "Cose di cosa nostra" non meno di 5 volte :-)

    Ciao!

  8. #518
    Wiseman
    Guest

    Predefinito

    Il mio libro dell'estate, quest'anno, è un vecchio saggio (del 1944) di Salvatore Satta, De Profundis, edito da Adelphi.

    Con il pretesto di ragionare sulla conclusione del conflitto mondiale e dell'italico destino nel traversarlo, l'autore (uno dei maggiori giuristi del secolo scorso) traccia un feroce, inconfutabile profilo psico-sofico del cittadino italiota, diacronicamente negli anni.

    Quale attualità, quale drammatica precisione. E quale notevole eleganza stilistica.
    Da cambiare, forse, solo la data di stesura: perché sembra raccontare dell'oggi, e non di novanta anni fa.

    Raccomandatissimo

  9. #519
    Maresciallo L'avatar di domas
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    739

    Predefinito

    "La forza della ragione" di Oriana Fallaci.

    Datato perché mancano gli ultimi anni (dalla morte della Fallaci ad oggi), ma tende a spiegare, anche tramite sue interviste, come mai abbiamo chiuso gli occhi dinanzi alla luce!

    Raccomando a chi è poco influenzabile, ma certe cose bisogna saperle. Prendere atto di ciò che accade, ma di non prendere alla lettera tutto il suo pessimismo nell'avvenire, che a suo parere si sta muovendo in una sola direzione.
    Apre gli occhi su ciò che tutta la politica, anche europea se non sopratutto, ha fatto o NON ha fatto

  10. #520
    quantico
    Guest

    Predefinito

    Titolo: L'Italia del silenzio. 8 Settembre 1943
    Autore: Gianni Oliva

    Mi è piaciuto. Un po' provocatorio, ma mi è piaciuto particolarmente. Come da recensione, Gianni Oliva racconta un altro 8 settembre: il giorno del silenzio, silenzio della morale, della ragione, della volontà. Anche là dove brulicava la confusione di soldati che si muovevano senz'ordini o di cittadini che arraffavano nei depositi abbandonati, la scena era dominata dalla paralisi delle energie e dall'esaurimento psicologico. Ricostruendo ora per ora gli eventi drammatici del 1943-45 che "sconvolsero" l'Italia, Oliva racconta di un'atmosfera antieroica, dove l'elemento dominante fu in larga misura quello dell'attesa, "eterna psicologia italiana che aspetta dagli stranieri la salvezza". [...] Sulla base di queste premesse Gianni Oliva ridisegna con scrupolo e attenzione i termini di un dibattito storiografico e culturale che non smette di alimentare accese polemiche e sterili contrapposizioni ideologiche. Che, come sempre accade, allontanano dalla verità.

    Consigliato.

Pagina 52 di 57 PrimaPrima ... 2425051525354 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •