Pagina 3 di 7 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 66

Discussione: L'inspiegabile (e spiegabilissima) passione per l'uniforme

  1. #21
    Soldato L'avatar di BlackTie
    Data Registrazione
    Mar 2017
    Località
    Mantova
    Messaggi
    35

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Kojak Visualizza Messaggio
    Sarebbe meglio niente selfie.....
    Con me non c'è pericolo, è una cosa che non concepisco a prescindere
    ∀ individuo ∈ Società ∃ individuo | individuo =

  2. #22

    Predefinito

    Ci tengo a condividere il mio pensiero con voi.
    La passione per l'uniforme nasce dalla possibilità di poter aiutare chiunque ed in qualsiasi circostanza.
    Sembrano cose scontate, dette da tutti, ma quello che mi spinge ad amare questo lavoro non è l'uniforme per quello che è, ma l'uniforme per quello che rappresenta (sacrifici, dedizione ad aiutare il prossimo e sacrificare la propria vita per gli altri).
    Certo, fa sempre piacere avere una bella divisa addosso, saremo dei bugiardi se dicessimo il contrario, ma non è questo il motivo trainante della mia (e spero anche della vostra) passione per la "divisa".
    Il dolore e la sofferenza temprano l'uomo ma non l'abbattono.

  3. #23
    Soldato L'avatar di BlackTie
    Data Registrazione
    Mar 2017
    Località
    Mantova
    Messaggi
    35

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PoliceManMP Visualizza Messaggio
    Ci tengo a condividere il mio pensiero con voi.
    La passione per l'uniforme nasce dalla possibilità di poter aiutare chiunque ed in qualsiasi circostanza.
    Sembrano cose scontate, dette da tutti, ma quello che mi spinge ad amare questo lavoro non è l'uniforme per quello che è, ma l'uniforme per quello che rappresenta (sacrifici, dedizione ad aiutare il prossimo e sacrificare la propria vita per gli altri).
    Certo, fa sempre piacere avere una bella divisa addosso, saremo dei bugiardi se dicessimo il contrario, ma non è questo il motivo trainante della mia (e spero anche della vostra) passione per la "divisa".
    La bella divisa è bella quando passa una fanciulla, però quando ella volta l'angolo c'è il resto del malloppo da portare a termine
    Sto cercando di dare un nome al mix di emozioni che si provano quando si ha questa vocazione, ma è davvero difficile. Si vuole e basta
    ∀ individuo ∈ Società ∃ individuo | individuo =

  4. #24

    Predefinito

    Mi rivedo in molte delle cose scritte in questa discussione, pure io fin da bambino ho sempre voluto indossare l'uniforme,ho sempre visto gli appartenenti delle ffoo non come quelle persone che potrebbero multarci ecc, bensì come quelle persone a cui puoi rivolgerti se qualcosa non va.

    Per quanto riguarda i trasferimenti, di solito (sottolineo di solito) i militari di truppa o sottoufficiali vengono assegnati in un posto dopo il corso e non vengono trasferiti. Teoricamente potresti vivere la dove verrai mandato per tutta la vita. Puoi chiedere tu il trasferimento se vuoi avvicinarti ai tuoi parenti, ma la vita da girovago la fanno solo gli ufficiali (oppure marescialli cc comandanti di stazione magari). Mi riferisco specialmente ai carabinieri o comunque ai corpi di polizia, da quello che ho capito è questo che a te interesserebbe (quindi polizia di stato e gdf ).
    Dipende dal corpo o forza armata di cui fai parte (un conto è la polizia di stato, un altro conto la marina o l'esercito), il mio consiglio è di valutare tutto bene, pensaci davvero bene e te lo dice uno che studiava medicina , che per quanto nobile come professione e ben retribuita, non era la mia "vocazione"... ora sto per partire per la scuola della guardia di finanza, credimi le emozioni che ho provato durante il concorso, specialmente ora che aspetto di partire non hanno prezzo..

  5. #25
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,872

    Predefinito

    @scalatore
    il tuo post fa abbastanza confusione quindi è meglio fare chiarezza.
    Bisogna preliminarmente distinguere l'arruolamento in un Corpo MILITARE e l'assunzione in un Corpo CIVILE. In ciascuna di queste realtà bisogna poi distinguere se ti arruoli come UFFICIALE/FUNZIONARIO, SOTTUFFICIALE o MILITARE/AGENTE SEMPLICE.

    La regola aurea nei Corpi MILITARI è che tu sei a disposizione della tua amministrazione che potrà trasferirti anche d'ufficio a seconda delle sue prioritarie esigenze. Il turnover dei trasferimenti d'ufficio sarà tanto più elevato quanto alto sarà il posto occupato nella scala gerarchica.

    Nelle amministrazioni CIVILI la situazione è più tranquilla poiché come agente (o equiparato), al di là della prima destinazione data dal ministero, potrai chiedere di essere successivamente trasferito dove vuoi e di lì non essere più movimentato se non a tua richiesta o in caso di sopravvenuta incompatibilità ambientale. Questo discorso vale fino alla categoria dei sottufficiali. Per i funzionari continua a essere applicato il trasferimento d'ufficio, di solito però sulla base del gradimento della nuova sede che viene loro proposta.

    Spero di avere fatto chiarezza.
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  6. #26

    Predefinito

    Chiedo venia, non volevo creare confusione , volevo solo dire a blacktie che i trasferimenti dipendono dal Corpo di appartenenza e dal grado rivestito .
    Magari nella carriera che lui intraprenderà non ci saranno trasferimenti, quindi meglio informarsi bene sulle varie possibilità e non fasciarsi la testa

    La scelta è certamente difficile, sta a lui valutare i pro e i contro e darne il giusto peso .

  7. #27
    Soldato L'avatar di BlackTie
    Data Registrazione
    Mar 2017
    Località
    Mantova
    Messaggi
    35

    Predefinito

    Ho omesso un particolare che può essere significativo. Nel mio caso la persona con cui sto è destinata a prendere le redini dell'azienda di famiglia. Nonostante sia disposta a seguirmi (ne abbiamo parlato molto tempo fa) sono stato io a rifiutare. Concederle di seguirmi significherebbe farle perdere un'attività, oltre alle tante amicizie che ha in zona. In primis ogni carriera inizia, dopo aver vinto il concorso, con un periodo di tot anni di addestramento/formazione. Già qui ci sarebbe un primo ostacolo in termini di distanza. In secondo luogo il mio primo impiego potrebbe essere in una zona dove c'è maggior bisogno, può essere ovunque, dal nord al sud. Anche se posso far richiesta di trasferimento, passerebbe del tempo prima di ottenerlo, ciò non lo accetto. Se devo scegliere la via militare, devo essere disposto ad essere trasferito sempre e comunque, con il massimo entusiasmo per il nuovo incarico ricevuto. Quando ho concorso per l'Accademia Navale ero disposto a fare tutto questo, perché ero solo. Dal momento in cui sono stato scartato alle attitudinali ho cambiato totalmente i miei piani (anche grazie all'incontro con questa ragazza di cui vi ho parlato). Per il carattere che ho, devo avere la mente totalmente libera da distrazioni per impegnarmi in un contesto simile, cosa che attualmente non ho più
    Ultima modifica di BlackTie; 21-11-19 alle 10: 05
    ∀ individuo ∈ Società ∃ individuo | individuo =

  8. #28
    Caporale
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    244

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Kojak Visualizza Messaggio
    @scalatore
    il tuo post fa abbastanza confusione quindi è meglio fare chiarezza.
    Bisogna preliminarmente distinguere l'arruolamento in un Corpo MILITARE e l'assunzione in un Corpo CIVILE. In ciascuna di queste realtà bisogna poi distinguere se ti arruoli come UFFICIALE/FUNZIONARIO, SOTTUFFICIALE o MILITARE/AGENTE SEMPLICE.

    La regola aurea nei Corpi MILITARI è che tu sei a disposizione della tua amministrazione che potrà trasferirti anche d'ufficio a seconda delle sue prioritarie esigenze. Il turnover dei trasferimenti d'ufficio sarà tanto più elevato quanto alto sarà il posto occupato nella scala gerarchica.

    Nelle amministrazioni CIVILI la situazione è più tranquilla poiché come agente (o equiparato), al di là della prima destinazione data dal ministero, potrai chiedere di essere successivamente trasferito dove vuoi e di lì non essere più movimentato se non a tua richiesta o in caso di sopravvenuta incompatibilità ambientale. Questo discorso vale fino alla categoria dei sottufficiali. Per i funzionari continua a essere applicato il trasferimento d'ufficio, di solito però sulla base del gradimento della nuova sede che viene loro proposta.

    Spero di avere fatto chiarezza.
    Quindi diciamo nella Polizia di Stato e nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (grado agente/sottufficiale) è più fattibile prestare servizio nell'area di nascita/residenza rispetto a un parigrado (agente/sottufficiale) della Guardia di Finanza,Esercito Italiano, Arma dei Carabinieri? Ho capito? Mentre per il ruolo ufficiale si hanno le stesse possibilità in qualsiasi FFAA/FFPP?

  9. #29
    Utente Expert Marina L'avatar di Charlie 2
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    3,134

    Predefinito

    Dipende dalla Forza Armata di appartenenza.
    In Marina TUTTI, Ufficiali, Sottufficiali e Truppa, devono assolvere i periodi giuridici di imbarco, che dipende dal Ruolo, Corpo e Grado (per Ufficiali) e dalla Categoria e Grado (per Sottufficiali e Truppa); in ogni caso si parla di minimo 6 anni.
    Inoltre TUTTI devono assolvere ad i periodi minimi di fuori sede (destinati fuori area di preferenza) per almeno 5 anni. Infine ci sono i periodi di istruzione durante la carriera (differente da quella di arruolamento) che possono essere sia in Italia che all'Estero. Questi sono obbligatori per tutti se designati (non tutti possono essere inviati ai corsi professionali successivi).
    Chi semina raccoglie, ma chi raccoglie si china......... è a quel punto è un attimo......

  10. #30
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,872

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Roboris Visualizza Messaggio
    Quindi diciamo nella Polizia di Stato e nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (grado agente/sottufficiale) è più fattibile prestare servizio nell'area di nascita/residenza rispetto a un parigrado (agente/sottufficiale) della Guardia di Finanza,Esercito Italiano, Arma dei Carabinieri? Ho capito? Mentre per il ruolo ufficiale si hanno le stesse possibilità in qualsiasi FFAA/FFPP?
    Per quanto riguarda la P.S., sì. Fino al ruolo ispettori si mantiene la sede fino a propria richiesta di trasferimento o fino a insorgenza di cause di incompatibilità ambientale. I funzionari seguono invece il trasferimento d'ufficio man mano che salgono di grado: l'unica "agevolazione" è che in linea di massima il trasferimento viene loro proposto, con possibilità di rifiuto. Ovvio che così facendo la progressione nella carriera dirigenziale sarà ben più lenta.
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

Pagina 3 di 7 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •