Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Per Polizia Provinciale-Esame trichinoscopico

  1. #1

    Predefinito Per Polizia Provinciale-Esame trichinoscopico

    Buongiorno, qualcuno di voi ha giÓ fatto un verbale per omessa prova dell'esame trichinoscopico a seguito di abbattimento di cinghiale?
    Mi servirebbe norma precetto, norma sanzionatoria, autoritÓ competente a ricevere il ricorso, importo della sanzione, ente competente a cui sono devoluti i proventi ecc. Tutto ci˛ insomma che serve per redigere il verbale.
    Grazie e buon lavoro.

  2. #2
    Responsabile di Sezione L'avatar di Vinfer
    Data Registrazione
    Jan 2015
    LocalitÓ
    Ottaviano
    Messaggi
    480

    Predefinito

    Per quanto riguarda il produttore primario (cacciatore):
    violazione a quanto prescritto dal Regolamento (CE) n. 852/2004 sanzionata dall'art. 6 comma 4 DLGS 193/07.
    Sanzione amministrativa pecuniaria da euro 250 a euro 1.500.
    Ente competente a ricevere proventi e ricorsi: Regione (in Campania Ŕ UOD Prevenzione e sanitÓ pubblica veterinaria).
    Operatore valuta se effettuare sequestro amministrativo al fine di far successivamente procedere a distruzione quanto rinvenuto.


    A meno che non sussiste pi¨ grave fatto penale.
    Ultima modifica di Vinfer; 26-11-19 alle 14: 14

  3. #3

    Predefinito

    ringrazio, buona serata

  4. #4
    Responsabile di Sezione L'avatar di Vinfer
    Data Registrazione
    Jan 2015
    LocalitÓ
    Ottaviano
    Messaggi
    480

    Predefinito

    Questo per quanto riguarda l'autoconsumo e la distribuzione al consumatore finale. Possono essere richiamate anche le attinenti normative regionali.
    Ad esempio per la Regione Campania Ŕ il REGOLAMENTO del 6 dicembre 2011, n. 10 che prevede il campionamento da parte del cacciatore (ma non prevede sanzioni, le quali si deducono dal sopra citato DLGS 193/07).

    Se il cacciatore invece vende ad esercizio commerciale (quindi la carne non Ŕ per autocosumo o cessione a consumatore finale), la sanzione Ŕ la medesima, ma da citare Ŕ il Reg. 853/2004. Questo per come io interpreto le norme, visto che non esiste una sanzione "settoriale" e "specifica".

    In caso di dubbi io applicherei anche l'ipotesi penale direttamente ovvero il 444 CP. Questo articolo lo applicherei sicuramente se trovassi carne di cinghiale in vendita presso esercizi commerciali senza certificazioni sanitarie ma ben calzerebbe anche al cacciatore che "distribuisce per il consumo", quindi al di fuori di contesti commerciali. Vi sarebbe da appurare tuttavia la concreta "distribuzione per il consumo", ovvero ungulato giÓ sezionato e pronto per il successivo consumo senza aver espletato il campionamento.

  5. #5

    Predefinito

    ok. gentilissimo. grazie

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •