Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 29

Discussione: Inquinamento mondiale e il fenomeno-Greta Thunberg

  1. #11
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    13,020

    Predefinito

    @Iker
    Credo che i punti da te delineati non siano in discussione. Infatti io non ne faccio una questione di ambientalismo, in cui solo un pazzo può auspicare la diffusione dell'inquinamento. Io ne faccio una questione soggettiva di una neo adolescente gettata ancora da bambina nell'universo mediatico, con ritagliato addosso l'abito di un personaggio che avrebbe potuto vestire da ben più grande e soprattutto in modo molto più consapevole. Gli esempi di Trump, di Gandhi e di altri grandi personaggi sono tutti condivisibili, ma sono personaggi che le loro scelte le hanno fatte DA ADULTI RESPONSABILI, non DA BAMBINI. La fanciullezza strappata a questa bambina è il peggiore dei delitti, sia per i danni nel suo naturale sviluppo evoluzionistico, sia per la condanna a vita che le hanno decretato: fra qualche anno, quando su di lei si spegneranno inevitabilmente i riflettori del mondo, non mi stupirei di leggerla sui giornali come alcolizzata o come eco-terrorista. Vi ricordo che nessuno dei bambini-prodigio che la storia ci ha consegnato ha avuto una granché bella vita.....
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  2. #12
    Caporale
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Messaggi
    109

    Predefinito

    @ValerMic

    Partirei nel risponderti per quanto riguarda la smaltimento dei rifiuti ad alta radioattività (che sono quelli che ci interessano maggiormente), ed in misura inferiore a media radioattività, questo infatti è sicuramente un tema di fondamentale importanza per il futuro della tecnologia nucleare. A mio parere però questo indubbio problema è stato ingigantito, soprattutto in Italia.*Usando i dati provenienti da Ispra attraverso un*articolo del Corriere della Sera (https://www.corriere.it/ambiente/15_...176948ef.shtml) , 15000 m3*di rifiuti nucleari ad alta radioattività devono essere smaltiti in Italia. Tuttavia, se consideriamo le dimensioni di un campo di calcio regolamentare (105 m x 68 m) ed uno strato di rifiuti di 2.1 metri, possiamo notare come un solo rettangolo di gioco sarebbe sufficienti a contenere tutti i rifiuti ad alta radioattività prodotti dall’Italia in 50 anni!
    È dunque necessario, non solo leggere i dati, ma interpretarli alla luce della razionalità, soprattutto, quando si considera un tema come la gestione dei rifiuti radioattivi. Per quanto riguarda il resto partendo dal presupposto che se nei prossimi anni non riduciamo di netto i consumi di energia da fonti fossili che pesano nell'utilizzo globale ancora per un preoccupante 80%, le conseguenze sarebbero disastrose. Tra le tanti fonti fossili, il carbone è il più inquinante soprattutto in termini di CO2, quindi a mio parere la priorità deve diventare la decarbonizzazione. Le rinnovabili sono sicuramente fondamentali in questo senso, c'è un però ossia come ci ricorda Bill Gates, tra i tanti, il tempo non è dalla nostra parte... La soluzione serve adesso e ad oggi il nucleare è l'unica fonte di energia carbon-free, questa soluzione ovviamente non può essere quella definitiva bensì deve considerarsi come una pezza ad una situazione emergenziale , il futuro devono essere obbligatoriamente le rinnovabili, per il presente però purtroppo non mi sembra abbiamo molte opzioni. Prontissimo a cambiare opinione il nucleare non mi entusiasma la mia è un opinione basata sulla obbligatorietà di essere rapidi e incisivi.

  3. #13
    Caporale
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Messaggi
    109

    Predefinito

    @Kojak Tu poni la questione da un punto di vista passami il termine "etico", e dal quel punto di vista mi trovi in parte d'accordo, il fatto però, parliamoci chiaro, è che Greta è un simbolo e in quanto tale è estrema nell'idea ma soprattutto è una possibile "martire". Ed è normale che sia così, se la sua protesta ha raggiunto la portata che ha raggiunto è soprattutto grazie alla sua età, se avesse avuto 40 anni a quest'ora molto probabilmente non staremo qui a parlare di lei. Io ho pochissimi anni in più di lei e personalmente ritengo che un 2003, e ne conosco abbastanza, con tutti i limiti che uno a 16 anni può avere e a meno che non sia uno stupido a livelli allucinanti, abbia un livello di consapevolezza adeguato per comprendere le conseguenze che determinati comportamenti potrebbero portare. Per questo non penso che Greta sia Dio sceso in terra ma ritengo che debba avere TUTTO il nostro appoggio e la nostra stima per quello che sta facendo senza vittimizzarla, il peggiore approccio che voi adulti potreste avere nei confronti di Greta, a parte gli insulti, è quello di fare i genitori premurosi che si preoccupano per la tenuta psicologica ecc questo perché tutto ciò andrebbe semplicemente a spostare il focus dal fatto PRINCIPALE, ossia che NON possiamo più permetterci di vivere come stiamo facendo. Tutto il resto è un di più che ADESSO non serve. Questa ovviamente è la mia opinione non ho la presunzione di credere che sia il Vangelo, ma come me tanti altri la pensano così.

  4. #14
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    13,020

    Predefinito

    @Iker
    La tua opinione è degna di rispetto anche perché denota una valida capacità di analisi del problema. Da parte mia non c'è alcuna "eticità" in ciò che scrivo. Ma leggere di una "Greta-simbolo" o - peggio - di una "Greta-martire" non lo posso accettare prima di tutto come padre. Soprattutto quando dici che "è normale che sia così". Ripeto, è una tua opinione che però non mi vede d'accordo.
    Il problema dell'inquinamento, dell'aumento demografico, dell'esaurimento delle risorse è cosa risaputa da quando ero bambino: mi ricordo che in quinta elementare la maestra ci fece fare pure una ricerca! Già allora restai scandalizzato da una situazione che agli occhi di un bambino appariva mostruosa: ed era il 1982. Ma l'appoggio che ha Greta oggi, non ce l'avrà domani: la vita ti insegnerà che i paladini della giustizia sono purtroppo destinati al dimenticatoio. Potrei accettarlo se si trattasse di un adulto. Non lo posso accettare invece se riferito a una ragazzina che non è mai stata bambina. E lo posso accettare ancora meno perché è stata USATA da altre persone, in primis i genitori, che hanno capito il guadagno facile che avrebbero ottenuto sulle spalle di questa bambina. Io sono padre di due bambine: il pensiero che una di loro possa avere fatto un simile percorso mi fa venire i brividi. Non possiamo privare i bambini della loro fanciullezza, nemmeno in nome di ideali così nobili come l'ecologia o la pace nel mondo. Perché il mondo è destinato ad andare avanti; un bambino diventato subito uomo invece no.
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  5. #15
    Caporale
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Messaggi
    109

    Predefinito

    @Kojak

    Non saresti orgoglioso di avere una figlia che arrivi a fare quello che ha fatto Greta? Aldilà di tutto del fatto che sia usata o meno addirittura dai genitori che comunque seppur plausibili rimangono ipotesi/opinioni, ecco tralasciando tutto ciò veramente non saresti orgoglio se tua figlia per il proprio impegno riuscisse ad arrivare a parlare all'ONU, e a diventare nei fatti la rappresentante di un movimento che venerdi ha portato 7 milioni e passa di studenti in piazza in tutto il mondo?

    A parte ciò che comuqnue è un discorso abbastanza personale, ci terrei a sottolineare che se ad oggi abbiamo bisogno di una ragazza di 16 anni è proprio per questo, ossia è già dal 1982 se non prima che se ne parla e ad oggi ancora NESSUNO ha fatto qualcosa di incisivo per arginare questa piaga, dovresti essere contento di quello che sta facendo Greta ovvero dare voci agli scienzati che da ANNI lanciano moniti inascoltati a maggior ragione perché hai 2 figlie immagino piccole, Greta è fondamentale perché è UTILE, ed è utile in virtù della persona che è, ovvero una ragazza di 16 anni con l'asperger ecc, nessun'altro/a persona soprattutto se più grande come ho già detto sarebbe riuscita a fare quello che ha fatto lei, il simbolo di una battaglia epocale come questa non può che venire da chi è più minacciato dai cambiamenti climatici e chi è più minacciato se non le nuove generazioni? E questo ce lo insegna la storia se Martin Luter King fosse stato bianco o Nelson Mandela olandese a quest'ora molto probabilmente sui libri studieremo altro. Per questo secondo me è giusto e importante che Greta sia una dei "nostri", anche perché di scienzati e altre persone che con più qualifiche di Greta dicono le stesse cose ce ne sono da 100 anni, il problema è che se non ti si fila nessuno tanto è vero che in 40 anni nonostante gli scienziati il consumo dei fossili è "sceso" dal 82% al 80% siamo punto e a capo. Greta è FONDAMENTALE se vogliamo, perlomeno, provare a fare qualcosa per quello che rappresenta/simboleggia aldilà di TUTTO.

  6. #16

    Predefinito

    @Iker Greta Thunberg è l'emblema di una rivolta conservativa. Ma sicuri che stiamo parlando della stessa Greta? Colei che ha stretto la mano a Barack Obama, premio Nobel per i bombardamenti umanitari, o vicina a Junker o Lagarde...vabbè non scendiamo in particolari.
    L'ambiente è un problema serissimo ma guarda caso coloro i quali scendono per gli scioperi in piazza mai si sognano di proporre un mutamento nei modelli di sviluppo, mai si sognano di indicare come aspramente aggressivo il nostro modello economico già da tempo estremamente capitalista e consumista. Per caritá... e be', qui parliamo di aria fritta ma in fondo va bene così. Qualora invece le masse popolari scendano in piazza per manifestare il proprio dissenso verso una società con grosse diseguaglianze e "classista" ecco che invece non ci sono tappeti rossi e le prime pagine dei giornali piene...probabilmente troveremo un po' di disprezzo...e qualche manganellata.

  7. #17
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    13,020

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Iker Visualizza Messaggio
    @Kojak

    Non saresti orgoglioso di avere una figlia che arrivi a fare quello che ha fatto Greta?
    Proprio per niente. Voglio che le mie figlie crescano rispettando i ritmi e gli step della loro età: a parlare con i grandi capi e a salvare il mondo ci penseranno da grandi. Anche perchè non sarà la Greta di turno a mutare le cose. Macron (che non nutre le mie simpatie) ha detto giusto stigmatizzando l'aggressività e il radicalismo di questa ragazzina. Di solito, se non incanalato nel verso giusto, il radicalismo adolescenziale sfocia in una cosa che si chiama terrorismo, che sempre per -ismo finisce ma ha ben altre connotazioni.....

    Vedi, @Iker, l'ambientalismo funziona come una gigantesca lavatrice per le coscienze in cui forse l'1% approccia con la coerenza necessaria per definirsi ambientalista; tutti gli altri partecipano semplicemente a una kermesse. Senza scomodare i massimi sistemi del mondo, limitiamoci all'analisi delle "domeniche ecologiche", quelle col blocco del traffico e altre balle analoghe. Per un giorno, tutti ammantati dalle bandiere arcobaleno, vedi questi giullari sfilare con i mezzi a trazione animale (umana compresa) più disparati, gridando slogan "green" solo perchè "così fan tutti". Il giorno dopo, gli stessi "ambietalisti" torneranno ad affumicare la città in cui vivono chi con il potente SUV, chi con l'utilitaria Euro 0; lasceranno aperto il rubinetto dell'acqua mentre si lavano i denti e le luci accese nelle stanze vuote; riprenderanno a gettare a terra le carte delle caramelle (perchè tanto c'è sempre chi è pagato per raccoglierlie...) così come al mare lasceranno la bottiglietta di plastica sulla battigia o in montagna il sacchetto dei panini su un prato; continueranno a cambiare smartphone con la stessa frequenza con cui io mi cambio le mutande e a cibarsi degli stessi hamburger la cui produzione è costata 800 litri di acqua per bovino. Ma tanto avranno la coscienza pulita perchè sono andati un giorno in bicicletta.....
    Qualcuno più sopra ha scritto che FORSE la Natura troverà il modo per bilanciare tutto questo scempio, magari trovando il modo di inglobare la stessa plastica nell'ecosistema. Io credo invece che la vera soluzione sarà il meteorite. Tutto il resto, a parte quell'1% di VERI ambientalisti, è solo opportunismo.
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  8. #18
    Caporale
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Messaggi
    109

    Predefinito

    @Kojak

    Il tuo discorso sul lavaggio delle coscienze forse vale per gli adulti ma sicuramente non per i mie coetanei, io sono andato a fare un giretto in manifestazione e per questo non mi sento più bravo, intelligente, "smacchiato" ecc e come me la maggior parte dei mie amici che sono andati. Molti sono andati perché ci credono veramente (soprattutto le ragazze) e molti altri semplicemente perché "ci vanno tutti" (soprattutto i ragazzi), chi voleva "bigiare" è stato direttamente a casa o è andato a fare altro. Ritengo però che approcciarsi a queste manifestazione in quest'ottica equivalga a guardare il dito e non la luna, 1 milione di studenti in tutta Italia, 0 scontri, 0 sputi, 0 di tutto e tra tutta questa gente c'erano sicuramente quelli che vanno in curva, i centri sociali, gli anarchici ecc quindi tutta gente abituata a fare casini ed a utilizzare la violenza, eppure sono stati buoni. Quello che voglio dire è che l'importanza di partecipare a queste manifestazioni andava oltre alle motivazioni che hanno spinto a manifestare o alla percentuale di coerenza ambientalista chiamiamola così di ogni singola persona, io in primis per esempio non mangio al mc da anni ormai per un fattore sportivo/salutare più che ambientale, però quando vado all'Old Wid West, Roadhouse ecc una bella bistecca o un mega paninazzo me lo faccio volentieri, ho cambiato abbastanza telefoni ecc e come la maggior parte dei mie amici che sono andati in manifestazione. Detto ciò però per esempio vicino a casa mia c'è una "casa dell'acqua" e da quando l'hanno installata, le bottigliette d'acqua di plastica le ho fatte bandire da casa mia, obbligando anche i mie nonni anziani e quindi molto abitudinari a smetterla di comprarne. Così come sto cercando di far fare riuscendoci in parte agli amici che abitano vicino a me. Dove riesco risparmio, riciclo, raccolgo ecc per questo mi sento un paladino? Assolutamente no, anche perché appunto la bistecca la mangio volentieri e i vestiti nuovi pure. Ma ripeto l'importante non era questo ma bensì innanzitutto il cambio di abitudini che è fondamentale, ed inoltre più sopra Vinfer scriveva che i governi se ne fregano del fattore clima e che cominceranno a fregarsene quando la situazione sarà davvero così critica da intaccare seriamente gli interessi economici, io non sono d'accordo gli interessi economici possono essere intaccati anche da una parte di popolazione che capisce la gravità della situazione e che riesce attraverso l'esempio a guidare un altra grande parte di popolazione, ed è quello che sta facendo Greta, cambiare le abitudine non è facile ma neanche impossibile e una volta che quelle sono cambiate le aziende si adeguano, i governi si adeguano ecc se un domani dovesse andare di moda essere vegetariani, non comprare più plastica ecc il mercato si adeguerebbe di conseguenza. Trump per esempio perché dopo aver perculato Greta su Twitter e aver visto le migliaia di piazze in tutto il mondo piene di ragazzi che chiedevano di chiudere le centrali a carbone, ha dichiarato con nonchalance che ne aprirà di nuove? Perché ancora li conviene, perché per esempio nel centro America le rinnovabili hanno fatto chiudere fabbriche e i minatori e gli operai hanno protestato e votato Trump, perché a loro non gliene frega nulla di passare alle rinnovabili se questo comporta perdere il lavoro, soprattutto grazie a loro Trump ha vinto, ma se un domani gli stessi operai spinti dai propri figli dovessere voltare le spalle a Trump siete sicuri che con la stessa tranquillità farebbe lo sbruffone come ha fatto? Non sono solo gli interessi economici a muovere il mondo, anche il consenso che porta potere fanno la differenza e una possibilità di perdita di questi due fattori farebbe svegliare molti addormentati. E ripeto questo è proprio quello che sta facendo Greta con il FridaysForFuture e sempre per questo aldilà delle motivazione e della coerenza dei singoli era importante essere in tanti venerdì, la gente porta gente, la tendenza al conformismo delle persone per determinati argomenti può diventare un vantaggio.

    @Karling

    Le tue, senza polemica, sono NON argomentazioni, a cui a mio parere non andrebbe neanche risposto perché creano solo confusione ma farò un eccezione. Critichi Greta perché a 16 anni ha incontrato Obama e gli ha stretto la mano... Il 90% di quelli che scrivono queste cose su personaggi importanti se li incontrassero se li limonerebbero pur di farci una foto, però oh sta disgraziata a 16 anni ha osato stringere la mano a Barack Obama che gran delitto... e inoltre è "vicina" (di casa?) a Lagarde e Juncker (non Junker), perché ovviamente tu l'ultima volta che hai provato a salvare il mondo sei andato a parlare al presidente del San Marino vero? Mica da chi ha veramente il potere di fare qualcosa. Dai su detrattori e complottisti vari non pensate di potere fare di più a livello di fantasia? Mia sorella alle elementari riuscirebbe a scrivere critiche più e adeguate e costruttive.

    Citazione Originariamente Scritto da Karling
    ma guarda caso coloro i quali scendono per gli scioperi in piazza mai si sognano di proporre un mutamento nei modelli di sviluppo, mai si sognano di indicare come aspramente aggressivo il nostro modello economico già da tempo estremamente capitalista e consumista.
    Questa chi te l'ha detta? Hai mai sentito un discorso di Greta? E se si quale parte di "Sembra che le nostre uniche preoccupazioni siano il denaro e la crescita. È il momento di essere chiari: risolvere la crisi climatica è la sfida più grande e complessa che l'umanità abbia mai affrontato" o di "Finché non vi concentrerete su cosa deve essere fatto anziché su cosa sia politicamente meglio fare, non c’è alcuna speranza. Non possiamo risolvere una crisi se non la trattiamo come tale: dobbiamo lasciare i combustibili fossili sotto terra e dobbiamo focalizzarci sull’uguaglianza" non hai capito? L'aria fritta sta nelle frasi fatte come " scioperano ma non criticano il capitalismo, il consumismo e bla bla bla " salvo poi non aver mai sentito neanche mezzo discorso della ragazza. E comunque per concludere Karling almeno sull'ambiente dovremmo essere uniti perché siamo tutti sulla stessa barca. Non sei soddisfatto? Prova a proporre tu qualcosa e a farlo diventare abbastanza grande da essere utile in qualche modo al posto di denigrare e basta.

  9. #19
    Capitano
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    2,948

    Predefinito

    probabilmente dietro tanto scetticismo per non dire odio nei confronti di greta, c'è il fatto che si fa una gran fatica a queste latitutidini ad accettare che una persona con determinati requisiti tra cui in particolare due: SESSO FEMMINILE e GIOVANE ETA', possa essersi DEMOCRATICAMENTE (altro concetto molto difficile da digerire) conquistata uno spazio mediatico-culturale tale da mettere spalle al muro i governi di tutto il mondo che, casualmente, hanno tutti, chi più chi meno, messo in agenda interventi volti ad affrontare le tante questioni sollevate da questa ragazza e da tutto ciò che le ruota intorno.

    personalmente trovo inoltre davvero brutto che nessuno si sia indignato per le frasi sessiste, cariche di odio e quant'altro che si sta sentendo su social ed altri mass media, mentre si riescono a fare salti mortali degni della precrime che millantano fantomatiche "bombe eco-terroriste" volte evidentemente a dire qualcosa che suona così:"visto che questi sono giovani e non incalanati nei canoni ideologici che ci piacciono, accusiamoli preventivamente di essere dei potenziali terroristi così magari qualche illuminato statista ne vieterà le manifestazioni in via preventiva ".
    quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare,vi è un prezzo da pagare,ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare

  10. #20

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Iker Visualizza Messaggio
    ......
    @Karling

    Le tue, senza polemica, sono NON argomentazioni, a cui a mio parere non andrebbe neanche risposto perché creano solo confusione ma farò un eccezione. Critichi Greta perché a 16 anni ha incontrato Obama e gli ha stretto la mano... Il 90% di quelli che scrivono queste cose su personaggi importanti se li incontrassero se li limonerebbero pur di farci una foto, però oh sta disgraziata a 16 anni ha osato stringere la mano a Barack Obama che gran delitto... e inoltre è "vicina" (di casa?) a Lagarde e Juncker (non Junker), perché ovviamente tu l'ultima volta che hai provato a salvare il mondo sei andato a parlare al presidente del San Marino vero? Mica da chi ha veramente il potere di fare qualcosa. Dai su detrattori e complottisti vari non pensate di potere fare di più a livello di fantasia? Mia sorella alle elementari riuscirebbe a scrivere critiche più e adeguate e costruttive.



    Questa chi te l'ha detta? Hai mai sentito un discorso di Greta? E se si quale parte di "Sembra che le nostre uniche preoccupazioni siano il denaro e la crescita. È il momento di essere chiari: risolvere la crisi climatica è la sfida più grande e complessa che l'umanità abbia mai affrontato" o di "Finché non vi concentrerete su cosa deve essere fatto anziché su cosa sia politicamente meglio fare, non c’è alcuna speranza. Non possiamo risolvere una crisi se non la trattiamo come tale: dobbiamo lasciare i combustibili fossili sotto terra e dobbiamo focalizzarci sull’uguaglianza" non hai capito? L'aria fritta sta nelle frasi fatte come " scioperano ma non criticano il capitalismo, il consumismo e bla bla bla " salvo poi non aver mai sentito neanche mezzo discorso della ragazza. E comunque per concludere Karling almeno sull'ambiente dovremmo essere uniti perché siamo tutti sulla stessa barca. Non sei soddisfatto? Prova a proporre tu qualcosa e a farlo diventare abbastanza grande da essere utile in qualche modo al posto di denigrare e basta.
    Veramente molto toccante il suo discorso nel quale sostiene che le mie siano "NON ARGOMENTAZIONI". Voi scendete in piazza ma non sapete contro chi state protestando, non avete le idee ben chiare di chi sia il nemico. Ah beh si, in quella frase messa lì così in cui esorta a lasciare sotto terra i combustibili fossili allora lei si schiera in maniera decisa e forte. Mai un nesso tra capitale, globalizzazione , compressione salariale ecc ecc ...sisi qui davvero siamo ai livelli scuola elementare, altro che sua sorella. E non sono complottista (tralaltro mi ha sempre fatto schifo questa parola). Precari, sfruttati fino al midollo, a momenti senza nemmeno la possibilitá di farsi una famiglia, ma ehi, scendiamo in piazza a urlare ambiente mentre un Juncker (grazie per la correzione) o un Trump di turno ci applaudono compiaciuti. Per non parlare che gli stessi che pendono dalle labbra della piccola Greta sono gli stessi a favore del Tav e delle trivellazioni in Val di Susa. Ma di cosa stiamo parlando? È questo che volevo intendere con la prima parte del messaggio, ma lei è ancora lì che pensa alla stretta di mano ad Obama e al presidente del San Marino. Vorrei tanto raccontarle un aneddoto sui gilet gialli in Francia ma sarei troppo lungo...magari in un prossimo messaggio.
    Giusto per curiositá, lei quanti anni ha? (Solo a titolo informativo sia chiaro).
    Ultima modifica di Kojak; 01-10-19 alle 12: 05

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •