Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Encomio

  1. #1

    Predefinito Encomio

    Buongiorno a tutti i colleghi,
    mi farebbe ricevere un'opinione su un fatto accadutomi alla fine dello scorso anno, per la quale ritengo di aver subito un'ingiustizia(ma potrebbe anche essere che esagero io). Nel corso di un servizio di viabilità io ed il collega notavamo improvvisamente un uomo che in forte stato di alterazione psichica inveiva senza motivo contro un veicolo fermo al semaforo rosso,, ed avvicinandosi ad esso tirava fuori un grosso sasso col quale prima colpiva il retrovisore laterale spaccandolo, e poi tentava di lanciare lo stesso sasso dentro l'abitacolo per colpire il passeggero. A questo punto io ed il collega intervenivamo, prima interrompendo l'azione della persona e poi cercando di fermarlo. Come risposta la persona proferiva al nostro indirizzo frasi sconnesse e ci minacciava tenendoci sotto tiro con il sasso che teneva ancora in mano. a questo punto intervenivano anche 2 carabinieri in transito sul posto ed in 4 riuscivamo a bloccarlo ed ammanettarlo, l'individuo veniva poi preso in consegna dai carabinieri. Rientrati negli uffici relazionavamo l'accaduto, e nei giorni successivi il nostro diretto superiore scriveva al comandante di gruppo proponendo un encomio per l'azione.Il giorno successivo il fatto veniva anche riportato da alcune testate giornalistiche. In quasi 10 anni di servizio non mi era mai capitata un'altra occasione nella quale mi sentissi realmente in pericolo come quella volta, e comunque avendo avuto in passato una serie di compiacimenti scritti (che tuttavia ai fini di eventuali progressioni non contano assolutamente nulla) mi faceva piacere la cosa, oltre ad essere un'occasione per vere punteggio in più in caso di progressioni. Il comandante non mi ha mai convocato nemmeno per sapere cosa fosse accaduto quel giorno, e comunque avendo visto che da noi vengono dispensati encomi per molto molto meno ho deciso di giocarmi il tutto per tutto facendone una questione di principio. Circa 3 mesi dopo il fatto mi sono quindi rivolto ad un sindacalista, che alla fine come unica risposta ovviamente mi ha detto di non poterci fare nulla, ma come "premio di consolazione" mi ha proposto per un premio annuale che viene conferito a tutti gli operatori di polizia d'italia per meriti particolari. Non ho mai voluto chiedere un colloquio col dirigente,perchè mi sembrava di essere troppo pretenzioso e comunque queste onoreficienze vengono sempre conferite in automatico, non ma va di elemosinare nulla. So che il conferimento di un encomio non è un atto dovuto da parte di un dirigente, ma in presenza di una segnalazione scritta da parte del D responsabile del mio settore, e considerando che a volte gli encomi vengono dispensati per le più disparate cavolate (ad.es. se indossi correttamente l'uniforme!) cosa potrebbe aver influenzato negativamente la decisione del dirigente?

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,492

    Predefinito

    @FRANKFOXTROT
    Come nuovo utente sei tenuto a presentarti nell'apposita sezione del forum. Trovi il link nella mia firma. Grazie.
    Assistente Capo della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,492

    Predefinito

    Ringraziandola per la presentazione effettuata, alla luce di quanto descritto bisogna innanzitutto capire cosa dice al riguardo il suo regolamento di servizio.
    In generale, l'encomio è conferito "al personale che, fornendo un rilevante contributo all'esito di un importante servizio o attività istituzionale, abbia dimostrato di possedere spiccate qualità professionali". Tale valutazione è demandata all'organo che sta al vertice dell'amministrazione di appartenenza su proposta del dirigente o comandante del proprio ufficio. Non rileva la percezione soggettiva del pericolo come quando lei dice
    In quasi 10 anni di servizio non mi era mai capitata un'altra occasione nella quale mi sentissi realmente in pericolo come quella volta
    né gli eventuali premi o compiacimenti percepiti in precedenza.
    La richiesta di colloquio con il proprio comandante rientra nelle facoltà concesse al dipendente, ma nel caso specifico può costituire una lama a doppio taglio poiché - vista dalla loro prospettiva - viene interpretata come una messa in dubbio delle loro capacità valutative.
    Assistente Capo della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  4. #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Kojak Visualizza Messaggio
    La richiesta di colloquio con il proprio comandante rientra nelle facoltà concesse al dipendente, ma nel caso specifico può costituire una lama a doppio taglio poiché - vista dalla loro prospettiva - viene interpretata come una messa in dubbio delle loro capacità valutative.
    Innanzitutto grazie per la risposta. Avevo fatto una valutazione simile anche io. A parte che richiedendo un colloquio potrei risultare agli occhi del dirigente come qualcuno che pretende qualcosa, in secondo luogo anche la considerazione sul mettere in dubbio le sue capacità risulta plausibile. Ovviamente per principio non penso che ritirerò il premio per meriti che mi verrà conferito dall'associazione non ufficiale, per una semplice questione di coerenza. Permangono tuttavia i miei dubbi sugli effettivi criteri di valutazione, anche se a questo punto mi viene da pensare che ogni accadimento costituisce un evento a se,non paragonabile ad altri.

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,492

    Predefinito

    mi viene da pensare che ogni accadimento costituisce un evento a se,non paragonabile ad altri.
    Questo è vero. E purtroppo la soggettività fa da padrona.
    Assistente Capo della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •