Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 23 di 23

Discussione: Chiarimenti sul crollo del ponte Morandi

  1. #21
    Responsabile di Sezione L'avatar di bartok
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    3,024

    Predefinito

    Interessante. Ormai era già assodato che fosse stato uno strallo a cedere, ma il fatto che ciò ora sia formalizzato, è un passo fondamentale.
    Anche questo passaggio è indicativo, ma non l'ho capito bene:

    Gli ispettori spiegano che fra il 1980 e il 1999 è stato speso l’equivalente di 1,3 milioni all’anno per interventi «strutturali» sul ponte; dal ‘99 (privatizzazione di Autostrade) all’agosto 2018 sono stati 23 mila,

    dal 1980 al 1999 sono stati spesi 1,3 milioni all'anno, cioè circa 25 milioni. dal 1999 al 2018 23.000. cioè, 23.000 € all'anno?

  2. #22
    Capitano L'avatar di altairV
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    2,262

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ippogrifo Visualizza Messaggio
    Quasi certamente il fatto è stato innescato dal passaggio di un camion che trasportava rotoli di acciaio,e il cui conducente si è miracolosamente salvato...
    Detto così sembra che se NON fosse passato QUEL camion NON sarebbe caduto il ponte.

    Dalle mie reminescenze scolastiche del secolo scorso direi che, superato il limite che avrebbe potuto sopportare, il tirante si sarebbe rotto, qualunque cosa passasse sul ponte.

  3. #23
    Moderatore L'avatar di Ippogrifo
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    5,379

    Predefinito

    Si,ma proprio il peso di quel camion ,gli ha fatto superare il limite,in quel momento.
    Quel camion presentava la caratteristica di avere moltissimo peso,concentrato in poco spazio,sollecitamdo maggiormente la parte a sbalzo del ponte.
    In gergo tecnico si dice "Caricare in Punta"

    Se non fosse passato quel camion,il ponte non sarebbe crollato....quel giorno!
    Ma sarebbe crollato comunque in seguito di li a poco,visto che le condizioni dei tiranti erano oramai compromesse.

    La resistenza dei cavi interni era oramai ridotta al limite, e più tempo passava,meno poteva sopportare.

    Se avessero chiuso il ponte, privandolo delle sollecitazioni del traffico,il ponte sarebbe comunque crollato dopo pochi mesi,sotto il suo stesso peso...

    Uno dei capi d'accusa più efficaci ,riguarda il fatto che si sia provveduto alla sostituzione dei tiranti solo ad uno dei tre piloni del ponte.
    Dato che sono stati costruiti tutti allo stesso tempo, si presume che gli effetti del degrado siano stati i medesimi su tutti e tre,e decidere di sostituirli solo in uno è stata una decisione folle.
    Tanto più che recenti rilievi hanno stabilito che i tiranti del secondo pilone (quello che sta ancora trattenendo la parte di ponte sospeso,al di sopra delle case) sono in condizioni peggiori di quello che è crollato!

    In parole povere....se il camion fosse transitato in direzione opposta,il pilone che sarebbe crollato con certezza,sarebbe stato quello sulle case....

    Con le conseguenze che possiamo facilmente immaginare!
    ESSE QUAM VIDERI (Essere,piuttosto che sembrare - Cic.)



    Sei appena arrivato? Presentati QUI.
    Qui puoi trovare il Regolamento Militari Forum.

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •