Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 23

Discussione: Chiarimenti sul crollo del ponte Morandi

  1. #11
    Responsabile di Sezione L'avatar di bartok
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    3,024

    Predefinito

    Kojak,
    Tu sei persona dalla provata intelligenza. Non comprendo questo tuo “accanimento” su fulmini e telecamere...
    Circa i primi, la spiegazione più plausibile è quella che ti ho dato pochi post sopra, basta solo fare memoria sugli esperimenti di fisica fatti al liceo; circa le seconde, @Ippogrifo è stato ancora più convincente. A volte la vena “plotist” porta solo problemi.
    Cos'è la vena "plotist"? Se è la vena "complottista", secondo me oggi la gente vede complotti ovunque e, se non vede complotti, vede gente che vede complotti. Il mio interesse per fulmini e telecamere non è dovuto al fatto che io sostenga un'ipotesi complottista e non voglio parlare di questo. Il mio interesse è dovuto semplicemente al fatto che quei lampi, la disattivazione delle telecamere e i lavori urgenti fatti la notte prima del crollo, sono fatti chiaramente collegati al crollo stesso e DEVONO ESSERE capiti. E certo non saremo noi qua a capirli, ovviamente, perché non abbiamo gli elementi per poterlo fare. Ma il fatto che noi non lo si possa fare, non ci deve neanche far pensare che li si possa liquidare con faciloneria, del tipo: "è normale che ci siano i lavori sulle autostrade". E quindi? non dovrebbe destare interesse sapere che lavori sono stati fatti proprio lì, poche ore prima del crollo, e perché? Oppure: "Perché le webcam non funzionavano più? Che domanda stupida! Si saranno rotti i cavi della fibra ottica!". La domanda non è stupida: si sono tranciati veramente i cavi della fibra ottica? qualcuno l'ha confermato ufficialmente? Oppure ci si deve far andar bene un'ipotesi, liquidando la domanda come stupida e complottistica? una domanda è una domanda. Ripeto, non saremo noi a trovar le risposte, ma che si sia almeno d'accordo che sono domande che devono esser fatte. Quei lampi probabilmente non saranno niente di importante, però ci sono stati e sono chiaramente collegati al crollo. Non sono chiaramente fulmini, non sono paranormali fenomeni di riverberazione delle lenti avvenuti putacaso proprio nel punto nel tempo e nello spazio coincidente a quello del crollo e difficilmente possono essere cavi dell'alta tensione ferroviaria, situati decine di metri più sotto. E non sono neanche esplosivi, per i motivi che dice Ippogrifo. Potrebbe essere quella "gabbia di Faraday" che dicevi tu dovuta alle armature e dovuta ai fulmini. Ma dei fulmini hanno effettivamente colpito il ponte?? Anche questo è un punto incognito. C'è stato un temporale, magari con dei tuoni in lontananza, ci sono stati dei lampi sul ponte ed è stata fatta l'associazione "fulmini che hanno colpito il ponte". Ma è andata veramente così? penso che tutti sappiano l'incredibile boato che fa un fulmine quando cade anche a 5 Km di distanza. Un fulmine caduto sul ponte, vicinissimo alle auto e a poche decine dall'abitato, avrebbe prodotto un rumore estremamente forte e violento da non passare certo inosservato, o meglio: inascoltato. Il rumore sarebbe stato così forte che le persone più vicine sarebbero rimaste sotto shock. E poi, un fulmine che colpisce PROPRIO il pilone che, guardacaso, era quello che poi si è scoperto essere più pericolante? che coincidenza! Il fatto, è che tutte le ipotesi fatte su quei lampi, dai fulmini alla gabbia di Faraday, sono tutte una più fantasiosa dell'altra. Nessuna di esse può essere considerata una risposta soddisfacente. Quindi prendiamo quei 3 lampi come un dato di fatto di nessun interesse? E come possiamo stabilire che non hanno interesse, se non si è capito cosa sono? Io non mi sento di stabilirne l'insignificanza a priori. Ecco perché chiedevo se c'era un cavidotto dell'alta tensione che passava sul ponte. In tal caso, esso potrebbe fornire una spiegazione plausibile. O magari esistono altre spiegazioni plausibili. Ho aperto questo topic per questo scopo. Se poi per adesso nessuno lo può né confermare, né smentire, pazienza. Magari qualcuno prima o poi lo saprà e lo scriverà.

    Detto questo, mi si consenta un pensiero di carattere assolutamente generale. Non riduciamo questo topic a livello di ciò che si legge sui social, dove in cinque minuti tutti sono diventati ingegneri, sismologi, tecnici e periti. Le risposte alle nostre domande le potremo avere dai veri esperti che stanno già lavorando. E ci vorrà tempo.
    infatti non ho parlato di questi aspetti. Anche perché su di essi, è già tutto piuttosto chiaro. Certo, ci dovrà essere l'indagine della Magistratura per individuare i soggetti coinvolti e le responsabilità personali, ma a parte questo, che la colpa sia di Autostrade è un fatto già acclarato in partenza, essendo il Concessionario e del come del perché il ponte sia crollato quando stava già cadendo a pezzi da anni, pure. E lo dico per inciso, mi fa un po' pena anche il ponte, perché lui aveva "avvisato" con largo anticipo che "non ce la faceva".
    Ultima modifica di bartok; 21-08-18 alle 14: 48

  2. #12
    Moderatore L'avatar di Ippogrifo
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    5,379

    Predefinito

    ...In ogni caso,se il problema dovessero essere i dubbi su quei due video mancanti dalle webcam,dico che tutti possono stare tranquilli.

    So da fonti certe ,pubbliche e verificabili,che la Procura di Genova ha acquisito oltre cinquanta video, ovvero tutte le telecamere nel giro di oltre un kilometro,che inquadravano anche solo parzialmente o in lontananza, il ponte.

    Pertanto tutte le telecamere di sorveglianza della zona (solo il parcheggio dell'IKEA distante un centinaio di metri,ne conta una decina),quelle di sicurezza dei privati e quelle delle caserme della zona,limitatamente a quelle puntate nella direzione del ponte.

    Date il tempo tecnico di vedere tutti i filmati e di analizzarli con cura,e avremo le risposte.

    Ricordo comunque che esistono anche tre testimoni oculari che hanno assistito al crollo,e che lo hanno descritto nei dettagli,arrivando persino a descrivere le ondulazioni armoniche a cui il ponte è stato sottoposto al momento della rottura dello strallo e subito prima del collasso totale.

    Quindi il materiale su cui lavorare non manca,i testimoni e la documentazione nemmeno.

    State tranquilli che la verità si conoscerà a breve,supportata dalle necessarie prove per chiedere i danni ai responsabili.
    ESSE QUAM VIDERI (Essere,piuttosto che sembrare - Cic.)



    Sei appena arrivato? Presentati QUI.
    Qui puoi trovare il Regolamento Militari Forum.

  3. #13
    Moderatore L'avatar di Ippogrifo
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    5,379

    Predefinito

    Do anche due notizie ufficiali,verificabili.

    La prima è che le telecamere della rete Autostrade,funzionano a fibra ottica,e che la stessa passava nei fasci cavi del ponte (per ovvi motivi di praticità e manutenzione).Accanto a quei cavi passavano anche quelli per la rilevazione della velocità e che davano informazioni su pannelli a led,sulle velocità di percorrenza degli utenti,visto che il ponte era sottoposto a precisi limiti di velocità specialmente per i camion.

    La seconda riguarda i fulmini.Da un consulto (che ognuno può fare) sui siti meteo della zona,e guardando le localizzazioni di caduta dei fulmini,si può vedere chiaramente che nessun fulmine è caduto sul ponte negli orari in questione (ma nemmeno prima o dopo...) e che il fulmine più vicin è caduto nei pressi della Collina degli Erzelli,circa 1,5 Km di distanza.
    Quasi certamente uno di quelli che ha contribuito a qualcuno dei famosi "bagliori"

    Alcuni utenti di passaggio sul ponte invece,pare abbiano notato alcuni "Fuochi di Sant'Elmo" in corrispondenza di alcune punte del ponte.
    Anche se non verificabile,questa cosa conforterebbe la teoria esposta da Kojak circa la fortissima carica statica accumulata dal ponte,durante il temporale.

    Ma che non ha avuto alcun ruolo nel collasso del ponte.
    ESSE QUAM VIDERI (Essere,piuttosto che sembrare - Cic.)



    Sei appena arrivato? Presentati QUI.
    Qui puoi trovare il Regolamento Militari Forum.

  4. #14
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,292

    Predefinito

    I dati forniti da @Ippogrifo dono molto importanti e offrono il destro per ulteriori approfondimenti.
    A partire proprio dalle condizioni meteo. In quel momento su Genova si stava abbattendo un autentico nubifragio (fonte: aeronautica militare, servizio di meteorologia) con uno scontro molto violento di correnti cicloniche e anticicloniche proprio in corrispondenza della costa. La caduta di fulmini a circa 1,5 km dal ponte avvalora la tesi della gabbia di Faraday: il fulmine crea intorno a sè una sorta di ombrello di energia statica residuale che non ha trovato modo di scaricarsi a terra assieme al fulmine principale. Questa energia statica di solito viene riassorbita dall’atmosfera andando a creare altri fulmini, fino a esaurimento del fenomeno temporalesco. Dico “di solito” perché possono intervenire fattori più importanti che catalizzano l’energia eletttica residuale. Uno di questi è ad esempio il parafulmine, la cui importanza è non tanto e non solo quella di assorbire il fulmine principale, ma quella di scaricare tutta l’energia residuale (o collaterale) definita “parassita”, spesso ben più pericolosa: ricordo infatti che se nessuno ti può salvare se il fulmine principale viene a colpire la struttura dove ti trovi, i danni arrecati dalla “parassita” a qualsiasi impianto elettrico ancorché dotato di scaricatori può essere di rilevante entità.
    Un caro amico, ufficiale pilota elicotterista della Gdf, mi faceva proprio l’esempio della pericolosità della statica accumulata dai rotori del velivolo, soprattutto in fase di atterraggio. Le oscillazioni sempre più accentuate del ponte, a seguito della verosimile rottura del primo strallo, non hanno fatto altro che caricare elettrostaticamente l’intera struttura, creando una sorta di corsia preferenziale di scaricamento a terra di tutta la statica atmosferica residuale. Di qui i tre bagliori visto subito dopo il crollo della campata.
    Un altro dato su cui riflettere, e che fa propendere proprio per la gabbia di Faraday creata dal ponte: nessuno dei veicoli rimasti illesi (ma anche nessuno di quelli coinvolti nel crollo) ha patito lesioni da termoconduzione. La gabbia di Faraday infatti convoglia AL SUO ESTERNO l’energia elettrica proteggendo ciò che si trova AL SUO INTERNO. Almeno in questo, il ponte ha funzionato benissimo....
    Assistente Capo della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  5. #15
    Responsabile di Sezione L'avatar di Vinfer
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Ottaviano
    Messaggi
    444

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ippogrifo Visualizza Messaggio
    L'ipotesi di uso di esplosivo è talmente fantasiosa da sconfinare nel ridicolo!
    Io trovo assolutamente deprimente che sia anche solo stata pensata una ipotesi del genere. Per i complottisti non può esistere negligenza, imperizia, incuria, ecc. NO, devono sempre trovare un colpevole oscuro (non rendendosi così conto di giustificare indirettamente tutto il resto). L'esplosivo, sinceramente ancora stento a credere che qualcuno abbia paventato un'ipotesi del genere, da pazzi.
    Comunque credo che la dettagliata disamina di Ippogrifo abbia risposto a numerose domande.

  6. #16
    Responsabile di Sezione L'avatar di bartok
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    3,024

    Predefinito

    https://youtu.be/gL7h1SqHZoo

    tutto molto interessante, ma soprattutto dal minuto 13:50.

  7. #17
    Capitano L'avatar di altairV
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    2,262

    Predefinito

    Chiedo spesso sul tubo, sotto ai video che parlano di esplosivi e demolizione controllata, ma nessuno mi risponde: chi ci guadagnerebbe da una demolizione controllata con esplosivi, da un'azione terroristica insomma?

  8. #18
    Maresciallo L'avatar di Zoppo
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Liguria
    Messaggi
    504

    Predefinito

    Se la causa del crollo potesse anche solo lontanamente essere imputabile ad un attentato, i primi a supportarla sarebbero proprio coloro che, in questo modo si manleverebbero dalle loro responsabilità e in primis chi ne doveva curare la manutenzione e l'assicurazione che lo copriva.
    Se non lo fanno nemmeno loro, che senso ha che lo faccia qualcun altro?
    Io non lampeggio per comunicare la presenza di posti di blocco.

  9. #19
    Moderatore L'avatar di Ippogrifo
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    5,379

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bartok Visualizza Messaggio
    https://youtu.be/gL7h1SqHZoo

    tutto molto interessante, ma soprattutto dal minuto 13:50.
    Ho visto il filmato.
    Si fa riferimento alla telecamera "Dome" montata sulla rampa d'accesso,che è ruotabile manualmente.

    Confermo che le uniche due telecamere sul ponte hanno smesso di funzionare istantaneamente al momento del crollo,in quanto le rispettive alimentazioni sono state tranciate.

    Questa telecamera Dome,normalmente inquadra la rampa d'accesso al ponte, e solo dopo che le altre telecamere hanno fatto mancare le loro immagini,gli operatori hanno ruotato questa per inquadrare il ponte e cercare di capire la causa del guasto.

    Oltre al fatto che sono disponibili pubblicamente le immagini di questa telecamera mentre sta effettivamente ruotando,il narratore non ha notato che la telecamera da come inquadra non può essere fisicamente sul ponte,ma si trova lateralmente a diverse decine di metri,alimentata da un'altro circuito

    Anche le sue illazioni sui motivi secondo i quali il Magistrato avrebbe tenuto riservate le immagini delle telecamere acquisite,sono pura fantasia!
    Nessuno a Genova vuol coprire nulla,ma sono soltanto normali procedure per evitare che vengano condizionati/inquinati eventuali testimoni,nel caso si debba procedere con Incidente Probatorio.

    Chi mastica un po di Diritto, sa bene che è la procedura normale.

    Conoscendo molto bene il Procuratore di Genova,io non ho il minio dubbio che stia procedendo con il massimo del rigore ed imparzialità, e chi mi conosce bene sa che ho avuto spesso parole poco tenere nei confronti di certi Magistrati....Ma in questo caso,sono certo che le indagini siano condotte da una delle persone più adatte,e sono certo che tra non molto conosceremo fatti e presunti colpevoli.

    Il fatto stesso che il Procuratore non se ne sia stato dei documenti prodotti da Autostrade,ma abbia ordinato una perquisizione,che ha ricondotto a documenti ben più importanti di quelli depositati all'inizio,dovrebbe far comprendere che le possibilità di prendere per il naso il titolare dell'inchiesta,siano veramente scarse...
    ESSE QUAM VIDERI (Essere,piuttosto che sembrare - Cic.)



    Sei appena arrivato? Presentati QUI.
    Qui puoi trovare il Regolamento Militari Forum.

  10. #20
    Moderatore L'avatar di Ippogrifo
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    5,379

    Predefinito

    L'ipotesi che avevo formulato il giorno 21/08/18 si è rivelata quella giusta.

    Il ponte è crollato a causa del cedimento di un tirante,che ha causato a catena il collasso progressivo della restante struttura.
    Come sempre è stato sufficiente guardare la disposizione dei rottami al suolo per arrivare vicini all'ipotesi corretta.

    Quasi certamente il fatto è stato innescato dal passaggio di un camion che trasportava rotoli di acciaio,e il cui conducente si è miracolosamente salvato.

    Nonostante l'analisi dei resti del tirante abbia già fugato ogni dubbio,lo stesso sarà mandato a un ente terzo a Zurigo,per le controanalisi di rito,a tutela di qualsiasi obiezione,presente o futura.

    http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2..._tirante.shtml

    Fissato questo primo tassello,adesso si procederà ad attribuire le responsabilità personali.

    Seguiremo con la massima attenzione anche queste,confermando la massima fiducia e professionalità del lavoro del Procuratore Cozzi,di cui non abbiamo mai dubitato.
    ESSE QUAM VIDERI (Essere,piuttosto che sembrare - Cic.)



    Sei appena arrivato? Presentati QUI.
    Qui puoi trovare il Regolamento Militari Forum.

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •