Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Ex militare con la voglia di ripartire

  1. #1

    Predefinito Ex militare con la voglia di ripartire

    Salve a tutti,
    voglio descrivere brevemente la mia esperienza.
    Attualmente sono uno studente di medicina al terzo anno di 26 anni (nato a settembre).
    Subito dopo il liceo non avevo le idee molto chiare e ho frequentato per un anno la facoltà di ingegneria con scarsi risultati.
    Dopo un anno e mezzo decisi di intraprendere la via del militare sotto consiglio di un parente quando all'epoca fu emanato un concorso nel corpo forestale dello stato.
    Da lì in poi non mi sono più fermato e ho provato svariati concorsi in diverse forze armate finchè nel 2012 superai il concorso marescialli in Marina Militare.
    Nel frattempo studiai per diventare Ufficiale ed entrare in Accademia Navale e alla fine riuscii a superare il concorso nell'anno 2013.
    Dopo due mesi lì tuttavia non sono riuscito a trovare le spinte giuste per affrontare quel percorso e decisi di ritornare nel mondo civile per dedicarmi alla studio.
    In quel momento l'unica cosa che mi venne a mente era di studiare medicina.
    Sono riuscito a superare i test di ingresso e adesso eccomi qui: da un mesetto non riesco più a trovare le giuste motivazioni ed ecco che mi ritorna in mente la situazione che ho vissuto in accademia e gli inevitabili paragoni.
    Premetto che l'idea di onestà, di giustizia, di impegno in me sono molto forti e al centro della mia vita sono sempre presenti quei sani principi morali. Inoltre la voglia di concretizzare questo mio attaccamento è sempre molto forte: non per caso scelsi medicina per dare una mano a quelle persone che ne avevano bisogno.
    Ma quando le motivazioni vengono meno anche questi valori scemano.
    Ora volevo chiedere a tutte quelle persone che hanno vissuto o stanno vivendo una esperienza simile o a tutti coloro più saggi e più esperti di me un parere sincero.
    E' possibile secondo voi riprovare all'età di 26 anni a ritornare nelle forze armate?
    Non in Marina Militare, ma in corpi di stato più affini al mio modo di vivere la vita in primis Polizia e Carabinieri.
    Un grazie di cuore a chi mi risponderà.

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,595

    Predefinito

    Mah.... qui non è questione di età anagrafica, ma di stimoli.
    Inizi ingegneria, molli...
    Entri in Accademia, molli...
    Inizi medicina, stai per mollare....
    Cosa ti dice che non accadrà lo stesso in qualunque altro settore vorrai cimentarti?
    Le FF.AA. e le FF.P. non sono un ufficio di collocamento né un parcheggio in attesa di fare chiarezza dentro di sè, senza contare il fatto che partecipare a un concorso, magari vincerlo e poi mollare lascerebbe fuori una persona che al posto tuo avrebbe dato di più a quell'amministrazione.
    Assistente Capo della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  3. #3

    Predefinito

    Sig. Kojak lei ha ragione,
    non sono una persona impeccabile o meglio credo di essere una persona che si mette continuamente in discussione e che vuole capire quale può essere la sua strada migliore.
    Per quanto mi riguarda un vero e proprio parcheggio è stata la facoltà di ingegneria e non certo le altre due.
    Sono sicuro che non accadrà nel momento in cui capirò il settore in cui voglio cimentarmi in modo da non lasciare nessuno che potrebbe dare più di me in quel settore appunto.
    Inoltre non sto dicendo di punto in bianco di voler lasciare medicina ma questo topic voleva essere una riflessione a cuor sincero e qualche onesto parere o meglio esperienza potrebbe aiutarmi a fare chiarezza sul come gestire la voglia di ritornare e la mia attuale situazione.
    Ultima modifica di cifiello; 22-03-18 alle 12: 12

  4. #4
    Responsabile di Sezione L'avatar di bartok
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    3,074

    Predefinito

    cifiello,
    fossi in te, lascerei proprio perdere la strada militare. Hai vinto in concorso per Maresciallo e hai mollato, hai vinto quello per Ufficiale e hai mollato. E' ovvio che non fa per te. Sono parentesi che hai aperto, senza chiuderle e rimarranno così. Inoltre hai 26 anni e non mi viene in mente nessuna strada che tu possa percorrere per arruolarti. Le uniche possibilità sarebbero AUFP, o riserva selezionata, o nomina diretta. Ma in tutti questi casi, sarebbe vincere un terno al lotto e, a parte - forse - qualcosa come AUFP, serve laurea e abilitazione professionale.

    Comunque la questione io ormai non credo che sia "fare quello che ti piace", ma cominciare qualcosa e finirla. Inoltre che ti vengano i dubbi se finire una cosa quando ormai è da 3 anni che la fai, è qualcosa che dovrebbe preoccuparti. Smetti di fare medicina e butti via 3 anni per fare qualcosa di "entusiasmante", poi dopo magari 4 anni ti rendi conto che neanche quello ti va bene. E cosa ti rimane in tasca di tutto ciò? NIENTE. Non una laurea e nemmeno la soddisfazione di essere uno che comincia una cosa e la finisce. E questo potrebbe pure diventare il modo di vivere la tua vita. Per me, o finisci medicina... o vai a lavorare.

  5. #5
    Maresciallo
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Chieti
    Messaggi
    507

    Predefinito

    Certo che arrivare a 26 anni e non sapere ancora cosa si vuole fare della propria vita, mi lascia senza parole, per non parlare del fatto che hai avuto anche diverse opportunità da quanto scrivi tra università e concorsi.
    Pensa a chi vorrebbe intraprendere un percorso universitario e non può permetterselo, o a chi prova concorsi da anni e non riesce a passarli, e poi pensa a cosa ne hai fatto tu di queste opportunità... forse è arrivato il momento di deciderti.
    --- Vincitore 1148 A.A. PdS --- "...dopo 3 anni di agonia la naja è passata!" cit.

  6. #6
    Responsabile di Sezione L'avatar di Vinfer
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Ottaviano
    Messaggi
    453

    Predefinito

    Investirei in Medicina e cercherei di diventare un medico eccellente e motivato. Punto. Già entrare in questa facoltà è stata una vittoria. Sono migliaia i giovani che non entrano e sognano di fare i medici. Inoltre essere medico ti offrirà possibilità che nelle FFAA te le sogni. Ma noi nelle FFAA ci siamo lo stesso e le amiamo comunque. Ma un medico di sicuro ha, in prospettiva, possibilità di carriera notevoli con tutti i privilegi di lavorare a casa, economici, ecc. Investi in medicina, ora ci sei, basta. Le FFAA lasciale perdere, non è una critica, semplicemente non è la tua strada. Poi magari dopo esserti laureato, specializzato e abilitato quindi alla professione, ti iscrivi nella Riserva Selezionata o provi un concorso Nomina Diretta.

  7. #7

    Predefinito

    Ringrazio tutti per i vostri commenti.
    Non sono né pretendo di essere una persona perfetta.
    Ma proprio non riesco a fare qualcosa che probabilmente non mi andrà giù.
    Ho capito troppo tardi forse come vorrei portare avanti la mia missione di vita (sei anni "persi" sembrano troppi in questo mondo).
    Proverò a trovare le motivazioni per terminare il mio percorso e vedere cosa ne esce fuori.

  8. #8
    Caporale L'avatar di CheyTac
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    117

    Predefinito

    Ciao, da quello che leggo sei una persona capace e ti faccio davvero i complimenti, hai valicato muri che per alcuni sono invalicabili. Io ti consiglierei di concludere il tuo percorso in Medicina e una volta abilitato decidere se continuare in medicina quindi specializzarti o tentare qualche concorso a nomina diretta nelle FF.AA o FF.OO.

  9. #9

    Predefinito

    Grazie a tutti per i vostri pareri.
    Molto probabilmente riproverò la strada del ruolo normale fintanto che ne ho ancora le possibilità (farò 28 anni nel fine 2019).
    Inoltre anche la possibilità di entrare come AUFP del RS dove il limite di età è molto più alto e viene richiesto solo il diploma non mi dispiacerebbe (di certo più lunga).
    I concorsi a nomina diretta li escludo perchè i posti riservati per ogni tipo di laurea sono 1/2.
    Ultima modifica di cifiello; 18-11-18 alle 13: 35

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •