Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: Le strade di roma

  1. #1
    Responsabile di Sezione L'avatar di bartok
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    2,922

    Predefinito Le strade di roma

    Lo troverò. O meglio, li troverò! E quando li avrò trovati, organizzerò una pubblica lapidazione con ghigliottina finale. Di chi parlo? Parlo di quei personaggi loschi che nottetempo, quando la gente dorme, fanno esplodere panetti di tritolo da 100 grammi sulle strade, si allenano con colpi di mortaio e, per puro dispetto, distruggono con martelli pneumatici silenziosi ciò che rimane delle strade di Roma e che poi alle prime luci, spariscono, senza lasciare traccia.

    Perché secondo me è questo che accade. Io questi personaggi così evasivi e furtivi non li ho mai né visti, né sentiti. Nessuno l'ha fatto, ma devono esistere, per forza. Non c'è altra spiegazione logica. Qualunque altra spiegazione è ancora più assurda e significherebbe ipotizzare che l'asfalto di Roma sia idrosolubile e autoesplodente.

    Immaginate la vostra città. Immaginate un pezzo di strada particolarmente dissestato, ma di quelli proprio MOLTO dissestati. Ecco: quello è un tipico esempio dei tratti di strada che a Roma si rivelano essere, raramente peraltro, messi un po' meglio della media.

    Se si dovesse cercare un indizio del perché di questa situazione con il classico metodo del "cui prodest?", cioè "a chi conviene", dovrei ipotizzare che esista a Roma una terribile mafia dei gommisti, carrozzieri e venditori ammotizzatori e sospensioni. Saranno loro che devastano le strade di Roma?

    La situazione è tale che supera veramente ogni immaginazione: se non l'hai visto e non ci sei passato sopra, non sai cos'è. Potrei scrivere un trattato, un poema: ne avresti solo una vaga idea. Da che sono a Roma, Roma è sempre stata piena di buche, ma da un anno a questa parte la situazione, già fuori controllo (perché se non fosse chiaro, la situazione è fuori controllo già da MOLTO TEMPO), è andata così "oltre", ma così "oltre", da rendere completamente INUTILE - anzi: deleterio - il fatto stesso che le strade siano asfaltate. Con il maltempo degli ultimi giorni poi, sono un vero percorso di guerra, ma di quelli in cui si rischia la vita!

    Io non propongo che le strade di Roma vengano asfaltate, perché è chiaro che O non le sanno fare, O non ci sono i soldi per farle, O entrambe le cose. E sappiamo che con il Fiscal Compact e l'obbligo del pareggio di bilancio in Costituzione, Roma non può tirar fuori soldi che non ha per fare delle strade. Chi afferma che le strade di Roma vadano asfaltate, O lo fa senza sapere che non si può fare, O lo dice mentendo e sapendo di mentire, O è disposto farlo nonostante ci siano degli obblighi di legge che lo impedisco, e questo porterebbe a conseguenze politiche (auspicabili), ma per cui ci vogliono le palle.

    Sapendo che niente di tutto ciò è possibile, io a questo punto auspico una soluzione da "decrescita felice": l'asfalto? TOGLIETELO! Lasciateci lo sterrato.

    E' più sicuro e ne gioverebbe anche il comfort della guida: uno sterrato potrà essere sconnesso, ma non ha buche improvvise profonde anche 30 cm, perché per la natura stessa di uno sterrato, il bordo di una buca non è a spigolo vivo, ma è più "morbido", con uno spigolo smussato.

    Sto scherzando? Certo! Come scherzo quando dico molte cose dicendole molto sul serio! Se io potessi veramente decidere, toglierei l'asfalto e lascerei lo sterrato.
    Ultima modifica di bartok; 11-03-18 alle 18: 02

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    11,609

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bartok Visualizza Messaggio
    ...
    Sto scherzando? Certo! Come scherzo quando dico molte cose dicendole molto sul serio! Se io potessi veramente decidere, toglierei l'asfalto e lascerei lo sterrato.
    Oltre a te, sarebbero contenti i rivenditori di SUV!!!
    Diciamo che le strade di Roma (e non solo...) rispecchiano lo stato in cui versa l'Italia intera. I soldi ci sono, ma sono male impiegati. I sindaci sono spesso troppo presi dal loro charme politico e sempre meno attenti alle reali esigenze del luogo da essi amministrato. Indolenza, menefreghismo, incompetenza, connivenze con la malavita organizzata (parliamo della gestione dei rifiuti?..) mi fanno invocare una guerra termonucleare globale che ci spazzi via tutti. Tra molti milioni di anni, terminata la decontaminazione radioattiva, mi piace pensare a un pianeta in cui il genere dominante siano le farfalle....
    Assistente Capo della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e www.polizianellastoria.it
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  3. #3
    Capitano
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    2,855

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Kojak Visualizza Messaggio
    mi piace pensare a un pianeta in cui il genere dominante siano le farfalle....
    Ehm ma perché oggi "la farfalla" non è "dominante"?
    è o non è, insieme a soldi, potere ed amore, uno dei "motori" del mondo?������

    @bartok
    Tocca tener duro ancora un po'.
    Appena si insedia il nuovo governo, decretino ad hoc e via ��
    quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare,vi è un prezzo da pagare,ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare

  4. #4
    Tenente L'avatar di Pol
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,536

    Predefinito

    L'Italia è uno stato ipercentralista con enti locali farlocchi;
    Non è assolutamente possibile tenere un ente locale in un regime di indipendenza tributaria se non è direttamente voluto dal governo;
    Non è possibile che un ente locale garantisca adeguati servizi in autonomia senza leggi-provvedimento del governo centrale;
    Il governo centrale manovra una grandissima cisterna d'acqua con tante pompe, e decide in base a ragionamenti politici (e non) quale pompa deve avere più acqua, quale ne deve avere poca e quale deve addirittura esser strozzata con un nodo;
    Prima lo si capisce che è tutta fuffa meglio è
    "chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" - P.Borsellino

  5. #5
    Responsabile di Sezione L'avatar di bartok
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    2,922

    Predefinito

    Kojak,
    Oltre a te, sarebbero contenti i rivenditori di SUV!!!
    il SUV non basta, in fondo è solo una macchina grossa. Il veicolo più adatto sarebbe un fuoristrada di quelli veri, anche se concepito per gli sterrati. In realtà nessun veicolo, è adatto a buche profonde e a spigolo vivo!

    fatality,
    @bartok
    Tocca tener duro ancora un po'.
    Appena si insedia il nuovo governo, decretino ad hoc e via
    io non credo basti un "decretino". Si tratterebbe di rifare centinaia, forse migliaia di chilometri di asfalto, il che già di per sé classificherebbe la cosa come "grande opera". In più, ciò andrebbe fatto in una zona di svariati chilometri quadrati, al 100% caratterizzati da traffico intenso e oltretutto caotico. Una simile cosa richiede 1-tanti soldi, 2-pianificazione, 3-mezzi. Tralascio il discorso "capacità", dandolo per buono giusto perché sono un ottimista di natura, ma io non vedo: né soldi, né pianificazione, né mezzi. Quindi il "decretino", sarebbe in realtà un "decretone", ma a parte questo, purtroppo e dico sul serio, il pareggio di bilancio non permette di fare spese che non abbiano coperture finanziarie. Quindi, un'ipotetica riasfaltatura potrebbe esser fatta solo aumentando drasticamente le tasse locali, a discapito naturalmente di altro, che già versa in cattive acque. Seguendo le regole attuali e finché qualcuno non deciderà di "fregarsene" passando oltre per far fronte a problemi drammatici, il problema non ha soluzione, semplicemente: ed è ora di cominciare a dirlo chiaramente.

  6. #6
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    709

    Predefinito

    Avverto che con me con questa storia toccate un nervo scoperto...

    Io sono nato, vivo e lavoro a Roma ho una moto e un auto e ti dico che più o meno è sempre stato cosi ma negli ultimi 5 anni c'è stato una discesa verso il basso senza precedenti e da quando ero bambino ne ho viste di tutti i colori;

    Tombini mai e poi mai livellati o troppo alti o troppo bassi oppure "metà e metà", proprio vicino casa c'è una strada fatta di sampietrini dove c'è un tombino che ha uno dei suoi angoli molto al di sopra del livello stradale mi chiedo se un giorno dovessi dimenticarmene e prenderlo in pieno con la moto (ma anche con la macchina non cambia molto il discorso) cosa potrebbe succedere, vi lascio immaginare il livello generale di questa strada...

    Non capisco per quale strabenedetto motivo ancora abbiamo strade con i sampietrini !! Diventano pericolossissimi in caso di pioggia ancora di più in moto, saltano su che è una bellezza ma perchè ?? Trovi delle strade che per il 99% sono asfaltate poi di punto in bianco senza alcuna logica ti trovi sui sampietri..

    Vicino casa mia c'è una linea tranviaria (il famoso tram 8 per chi sa) che ovviamente è provvisto di appositi binari, beh negli incroci e cambi di direzione dove tagli a metà la sede tranviaria in moto sembra di stare sulle giostre ! Su e giù su e giù che è un piacere, ma cristo santo ma che ci vuole a farlo a livello ?! A Vienna sono stato a capodanno/befana; in auto non ti accorgi di quando passi sui binari (a dire la verità neanche sui tombini)

    Mettiamoci una nostra innata comicità da Stanlio e Ollio a fare le cose: per lavoro mi trovo a passare tutti i giorni nel quartiere Prati che collega la zona sud/ovest al Foro Italico, bene ricordo benissimo che il tratto è stato asfaltato a Novembre 2017 completamente (e dico completamente da destra a sinistra perchè ultimamente stiamo asfaltando solo la parte centrale delle strade perchè è inutile in nome del risparmio asfaltare zone dove ci sono auto parcheggiate e non sto scherzando) con tanto di segnaletica orizzontale fatta pochi giorni dopo, insomma un lavoro stranamente come cristo comanda e fatto per km finalmente (da piazzale degli Eroi allo stadio Olimpico stranamente è tutto perfetto). Io vi giuro che sono ormai 2 settimane se non pure un mese che è arrivata l'Italgas e ha transennato un intera carreggiata di questa strada e ha aperto una trincea... Quando ho visto questa cosa volevo mettermi a piangere ma non potevate coordinare il tutto e fare PRIMA i lavori e DOPO asfaltare ??!! E questa cosa l'ho vista fare sempre, anche da Enel, Acea, Telecom da tutti insomma. Un mio caro amico che lavora proprio in Italgas mi ha spiegato che il motivo è quasi del tutto burocratico e cioè gli enti statali non hanno la possibilità di dialogare con gli enti comunali/provinciali per cui questi ultimi organizzano una ristrutturazione di un arteria senza sapere il magari tra 2 settimane deve passare Acea ad aprire tutto. Nel 2018 ancora ste cose tocca sentire ??

    Fragilità del sottosuolo; nel mio quartiere si stanno aprendo delle voragini, l'ultima vicino la Portuense c'è la foto di una buca dove non si vede il fondo! Ma non mi stupisce perchè è successo tante di quelle volte per tutta Roma che ormai...

    Qualità degli interventi generale; cosa ci vuole a chiudere una buca livellando l'asfalto ?! Non credo serva una laurea insomma voglio dire gli americani sono andati sulla Luna e noi non riusciamo a livellare l'asfalto ? Ma chi li fa sti lavori ??? Le ditte che si occupano di questo prendono l'appalto su assegnazione perchè ai bandi pubblici non si presenta nessuno ! Devo aggiungere altro ?
    Percorrete Gregorio VII in questi giorni, io esattamente Venerdi ho avuto la bella idea di farla in moto dal LungoTevere, meno male che era sera tardi per cui non avevo praticamente nessuno dietro di me e andavo a 2 all'ora evitando dei veri e propri crateri..

    Oltre il problema delle buche c'è anche quello che ho notato maggiormente negli ultimi anni che in caso di lavori non viene al termine di questi tolto il "brecciolino" che è micidiale sulle due ruote, bisogna aspettare un temporale per vederle pulite.

    Ci sono strade dove ai lati o al centro ci sono alberi secolari con le loro "bellissime" radici; bene è praticamente impossibile percorrere tali arterie stradali rimanendo dall'inizio alla fine sulla stessa carreggiata a meno che non prendi in pieno tali radici, la Cristoforo Colombo per esempio. Ma è possibile una cosa di questo tipo ?!

    Aggiungo altre due cose che c'entrano marginalmente:

    1. indicazioni stradali degne di un film comico; non ci sono indicazioni per niente a parte l'auditorium dove trovi il cartello praticamente ovunque (girava su Facebook anni fa la foto del cartello di direzione "Auditorium" sulla Luna). Nei pressi dello stadio Olimpico (prendo questo come esempio perchè lavoro da quelle parti) non c'è un indicazione che sia una per esso, ogni volta che c'è una partita europea i tifosi stranieri che li vedi proprio smarriti che non sanno dove andare e ti chiedono a te dove sia l'impianto che magari si trova a 300 metri dietro di loro...
    2. è anche vero che adesso Roma sta sui TG nazionali per le strade ma non scorderò mai un estate in vacanza in moto a Napoli come il centro sia ridotto mai visto niente del genere neanche qui da me quindi sicuramente sono stra sicuro ci sia comunque di peggio in Italia.

    La Raggi lo ha dichiarato che per una semplice ristrutturazione generale delle strade (tappabuche) servono 17 milioni mentre per un asfaltare completamente il tutto ne servono 39 e non ci sono...

    Io ormai anche se c'è il sole sto usando sempre l'auto perchè in moto non riesco a stare sereno è impossibile.

    Ricordiamoci che abbiamo il primato in Italia del "morto delle buche", una ragazza per la precisione che prese in pieno con il suo scooter un cratere sommerso d'acqua e cadde rimanendoci...
    Ultima modifica di ValerMic; 12-03-18 alle 23: 19
    >>> Valerio <<<

  7. #7
    VxVendetta
    Guest

    Predefinito

    Vieni a vedere l'hinterland milano.

  8. #8
    Responsabile di Sezione L'avatar di bartok
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    2,922

    Predefinito

    ValerMic,
    La Raggi lo ha dichiarato che per una semplice ristrutturazione generale delle strade (tappabuche) servono 17 milioni mentre per un asfaltare completamente il tutto ne servono 39 e non ci sono...
    E ha ragione, è così.

    Qui, se vogliamo ipotizzare di venirne un giorno a capo (e questo vale per le strade di Roma, come per tutto il resto in Italia), bisogna cominciare a capire dove sta il problema. L'Italia è una macchina che non va, e si dà la colpa al volante. Magari è vero che il volante non è quello di un tempo, è vero che magari c'è di meglio, ma forse quello che non va è l'asse dello sterzo, magari non va il motore, magari le gomme solo lisce, oppure, addirittura, è proprio la strada che è sbagliata, perché è ghiacciata.

    E questo è il caso dell'Italia: percorre una strada ghiacciata. E invece, di cambiar strada, si dà la colpa al volante, cioè al Sindaco, che certo ha le sue colpe.

    La Raggi non è granché come Sindaco, secondo me, ma con una coperta così corta da esser ridotta ad una toppa (che funge da coperta), non è più questione di "tutto dipende da dove i soldi vengono investiti". I soldi, semplicemente, non ci sono. Forse quei pochi che ci sono potrebbero essere investiti un po' meglio, ma non cambierebbe praticamente niente. Per cui potrebbe esserci qualunque altro Sindaco e verrebbe comunque criticato.

    Il problema vero sta altrove e non dipende dalla Raggi. La prendo larga: Salvini dice che se sarà il caso, sforerà il 3% del rapporto deficit/PIL, perché serve fare investimenti. E' ovvio ed è ciò che servirebbe per risolvere il problema delle strade di Roma: assumere, asfaltare tutto, stampare denaro, e pagare: ciò che va fatto va fatto. E le strade così sono pericolose. Ma NON si potrà fare, perché adesso ci solo regole, leggi e regolamenti che IMPEDISCONO che ciò avvenga. Questo concetto del pareggio di bilancio, è addirittura in Costituzione. Se anche Salvini avesse preso la maggioranza dell'80%, non lo potrebbe categoricamente fare comunque, perché governare non autorizza a infrangere la legge ed entrerebbero in campo altri meccanismi di controllo: la Corte dei Conti, la Consulta, la Magistratura. Per poter fare ciò che va fatto, occorrerebbe prima cambiare una gran quantità di leggi: asfaltandole. Questa va fatto per risolvere il problema. Ma anche nell'ipotesi di avere una maggioranza assoluta e plebiscitaria, ciò richiederebbe ANNI, tale è il danno che è stato fatto.

    per cui, a meno che Salvini o chi per lui non abbia finalmente palle, autorità e autorevolezza per togliere l'obbligo ridicolo di stare su una "strada ghicciata", la Capitale d'Italia non avrà altro destino che sprofondare nelle sue buche, nella più totale incuria e menefreghismo.

    http://www.ilgiornale.it/news/cronac...e-1504761.html

    Ecco perché dico che è meglio lo sterrato! Al momento, sarebbe teoricamente la soluzione migliore.

    Un mio caro amico che lavora proprio in Italgas mi ha spiegato che il motivo è quasi del tutto burocratico e cioè gli enti statali non hanno la possibilità di dialogare con gli enti comunali/provinciali per cui questi ultimi organizzano una ristrutturazione di un arteria senza sapere il magari tra 2 settimane deve passare Acea ad aprire tutto. Nel 2018 ancora ste cose tocca sentire ??
    Il motivo è puramente "disorganizzativo", altro che burocratico!

    Pol,
    L'Italia è uno stato ipercentralista con enti locali farlocchi;
    Non è assolutamente possibile tenere un ente locale in un regime di indipendenza tributaria se non è direttamente voluto dal governo;
    Non è possibile che un ente locale garantisca adeguati servizi in autonomia senza leggi-provvedimento del governo centrale;
    Il governo centrale manovra una grandissima cisterna d'acqua con tante pompe, e decide in base a ragionamenti politici (e non) quale pompa deve avere più acqua, quale ne deve avere poca e quale deve addirittura esser strozzata con un nodo;
    Prima lo si capisce che è tutta fuffa meglio è
    la cisterna è "grandissima", ma per uno Stato una cisterna è comunque poca roba: è la toppa che non basta per tutto. Il bilancio armonizzato della contabilità pubblica (che tra l'altro come concetto secondo me è sacrosanto perché responsabilizza gli enti locali ed inoltre tenere d'occhio i conti è fondamentale), non permette grandi "aggiustamenti", se non stampando moneta. Così com'è si può dare una "spruzzatina lì, una qui", ma senza una grande visione d'insieme.
    Ultima modifica di bartok; 13-03-18 alle 20: 56

  9. #9
    Tenente L'avatar di Pol
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,536

    Predefinito

    Il problema è che senza spruzzatine non è assolutamente possibile tenere in ordine un bilancio;
    Pensate a Napoli ad esempio : abbiamo un sindaco che, per quanto possa o meno star simpatico ha decamorrizzato il comune, ha puntato fortissimo "ed è riuscito" su polizia ambientale, reparti di emergenze sociali che ai voglia se funzionano e potenziamento di polizia metropolitana; La terra dei fuochi ad esempio nel comune di napoli grazie ad importanti controlli ambientali non ha avuto modo di arrivare;
    Ha rilanciato fortissimo sul turismo ed ha sfruttato fino all'ultimo centesimo i bandi UE, che spesso le amministrazioni colluse fanno sparire o vengono revocati per incompetenza tecnica;
    Tutto questo mentre, nonostante una gestione pulita, non abbiamo visto il benché minimo investimento statale come invece si vede per Milano oggi e si vedeva per Roma prima dell'avvento della signorina colpa sua anche se grandina o colpa sua se Gesù è stato messo in croce, e vi garantisco che erano le stesse cose che si sentivano dell'attuale sindaco di napoli quando tra lo stupore generale venne eletto;
    Oggi gode di un importante appoggio popolare...dunque come provare ad affossare Napoli ? mah si, blocchiamo il comune invocando i debiti del terremoto in irpinia....debiti contratti dall'ex governo centrale DC, e che sono stati messi direttamente a bilancio del comune di napoli;
    Debiti scientifici, insanabili, creati ad arte per permettere al governo di bloccare un comune se il colore politico è "antipatico", e sbloccarlo e rilanciarlo se questo colore cambia...
    Per questo dico...allo stato attuale è molto difficile credere in una piena responsabilità degli enti locali...il meccanismo impedisce una qualsivoglia indipendenza...
    Sono favorevole ad una maggiore indipendenza degli enti locali...purché sia vera....
    "chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" - P.Borsellino

  10. #10
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    709

    Predefinito

    Giusto per dire... nelle ore in cui io scrivevo il post sopra, succedeva questo a 1 Km da casa mia:

    http://www.romatoday.it/cronaca/auto...nicolense.html

    Sono passato li il pomeriggio e quella Duster era parcheggiata li senza il minimo sospetto di cosa sarebbe successo poche ore dopo..

    Secondo me invece allo stato attuale delle cose quello che volete voi (praticamente una sorta di federalismo) non è possibile per come siamo messi oggi..
    Ultima modifica di ValerMic; 14-03-18 alle 22: 51
    >>> Valerio <<<

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •