Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 59

Discussione: Gravi episodi, crisi di valori nell'Arma ?

  1. #1
    Caporale L'avatar di remole
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Pontassieve FI
    Messaggi
    124

    Predefinito Gravi episodi, crisi di valori nell'Arma ?

    Abito in provincia di Firenze e quindi ovviamente in Toscana. Nella mia regione e specialmente a Firenze, negli ultimi tempi sono accaduti fatti gravi che hanno visto coinvolti appartenenti all'Arma. Dagli arresti nelle caserme della Luligiana, per abusi sugli arrestati e fermati, al gravissimo episodio della presunta violenza carnale su due ragazze americane da parte di due carabinieri del radiomobile ( scrivo presunta perché il reato deve essere dimostrato, i due carabinieri dicono che le ragazze erano consenzienti, ma è ovvio al di la di questo, le gravi mancanze dei due militari in servizio, che fanno salire le giovani sulla macchina di servizio per poi portarle a casa, lasciano la macchina in strada per avere con loro un rapporto sessuale sulle scale, queste sono cose certe), fino all'ultima notizia di ieri sera, una bandiera di guerra Nazista, appesa nelle camerate del Battaglione Toscana. Bandiera che si vedeva dalla strada e che è stata fotografata e messa sul web.Sono fatti che come ex Carabiniere ausiliario, mi sconvolgono e mi amareggiano. Non hanno ovviamente nessun filo conduttore, sono svincolati e diversi l'uno dall'altro. Mi fanno solo pensare ad una crisi di valori, che forse ai miei tempi non c'era, o che io non vedevo. Tanto per dirne una il Maresciallo mi controllava come tenevo l'armadio personale. Cosa sta succedendo ?? o si tratta solo di uno sfortunato periodo pieno di brutte concomitanze.

  2. #2
    Responsabile di Sezione L'avatar di AlexanderAvi
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    3,194

    Predefinito

    Si, questo è un brutto periodo per l'Arma. Si stanno susseguendo tutta una serie di eventi (a breve distanza uno dall'altro per giunta) che, purtroppo, hanno come riflesso quello di minare la credibilità di un'istituzione che, da secoli, è accanto ai cittadini ed ha l'obiettivo primario di garantirne la sicurezza in ogni luogo e in ogni tempo.
    L'Arma è composta da Carabinieri, tanti Carabinieri, più di 115 mila. Credo sia fisiologico che tra tutte queste persone, ci possa essere qualcuno che perda di vista quelli che sono i valori su cui poggia l'Istituzione, anche se non capisco come sia possibile (è molto difficile "dimenticarsi" di essere un Carabiniere, anche quando, terminate le tue ore di servizio, dismetti l'uniforme per indossare gli abiti civili) e soprattutto come sia "condivisibile" da parte di altri militari (i fatti di Firenze sono stati eseguiti da due militari e non da uno; è mai possibile che nessuno dei due abbia detto all'altro, intenzionato in tal senso, "ma che diavolo stai dicendo? Ma cosa vuoi fare?"...sarebbe bastato questo per scongiurare il verificarsi di tale triste episodio, e lo stesso si può dire per ciò che è accaduto alla caserma Baldissera, composta da molti Carabinieri).
    Ovviamente, in virtù del numero dei tristi episodi che si verificano e il numero totale di Carabinieri che prestano servizio nell'Arma, non posso che considerarli "episodi isolati". Infatti non ritengo affatto giusto accomunare TUTTI i Carabinieri, che svolgono il proprio dovere diligentemente, a coloro che invece Carabinieri non possono definirsi. Non posso definire la popolazione italiana una popolazione di stupratori, solo perchè ogni anno si verificano numerosi reati di violenza sule donne, oppure l'intera popolazione siciliana una popolazione di mafiosi soltanto perchè sull'isola insiste quella organizzazione criminale. Mai fare di tutta l'erba un fascio.
    Questo, purtroppo, accade spesso per l'Arma, ma anche per le altre forze di polizia: l'errore di uno, getta fango su tutta l'Istituzione e ogni volta, ripristinarne l'immagine, non è semplice.

    Detto questo, io non credo che si tratti di crisi di valori dell'Arma, nel modo più assoluto. Sono episodi isolati (e con isolati non intendo dire che se ne verifica uno ogni morte di papa, ma che non possono essere estesi ad una crisi di valori generale dell'Istituzione), che a mio avviso potrebbero essere evitati già col solo aiuto del collega accanto. E' giusto reprimere tali comportamenti in maniera esemplare, perchè i tutori della legge non possono permettersi nemmeno il minimo errore in un settore così delicato e che sono chiamati a sostenere e difendere.
    Non ritengo che si debbano fiscalizzare i controlli da parte dei Superiori, perchè credo che controllare la stanza o l'armadio ad un Carabiniere con 15-20 anni di servizio o più (non parliamo quindi di Allievi o militari alle prime armi) sia demoralizzante per lo stesso oltre a far denotare scarsa fiducia in lui. Dovrebbe essere adulto e vaccinato ed essere cosciente di ciò che è e ciò che può/non può fare. Le sue mancanze quindi, qualora riscontrate, devono essere punite e questo, sicuramente, costituirà monito per tutti gli altri.

    Comunque, giusto per precisare, la bandiera esposta nella camera del militare non richiama assolutamente al nazismo, ma si tratta di una bandiera della Marina Militare tedesca risalente alla Prima Guerra Mondiale. Ecco, questo è un altro problema: basta una notizia scritta male per formare il pensiero, distorto, dell'opinione pubblica e screditare un'intera Istituzione.
    Ultima modifica di AlexanderAvi; 03-12-17 alle 12: 38
    Rendere la propria vita agli altri senza nulla ricevere in cambio, se non la stima della gente orgogliosa di averci al suo fianco. Ecco cosa significa essere CARABINIERI
    Prendi in mano la tua vita e fanne un capolavoro (Giovanni Paolo II)
    I sogni restano tali se non li insegui...fino alla fine!

    Se sei un nuovo utente, Benvenuto! Ricordati di presentarti QUI

    Prima di aprire nuove discussioni e di postare messaggi, dai un'occhiata al REGOLAMENTO

  3. #3

    Predefinito

    Però secondo me qualcosa è fallito nella catena di comando, ci deve essere qualcosa che non va. Va bene non controllare la camera come se fossero alla Legione Allievi (parliamone eh, ci sono ufficiali che vanno a controllare il colore del muro dell'ufficio dei Comandanti di Stazione) però nessun collega ha notato quella bandiera? Nessuno ha fatto notare che andava contro i principi dell'Arma? Non dico rivolgersi subito ad un superiore ma in primis parlarne con lui? Al Nucleo Radiomobile nessuno aveva notato comportamenti strani di quei due carabinieri? Sulle caserme della Luligiana, i superiori dove erano? Come è possibile che nessuno si accorga di nulla? Magari esagero, ma io sono cresciuto amando (sopratutto) la divisa dell'Arma e chiedo che venga tutelata ed onorata.

  4. #4
    Caporale L'avatar di remole
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Pontassieve FI
    Messaggi
    124

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da AlexanderAvi Visualizza Messaggio
    Si, questo è un brutto periodo per l'Arma. Si stanno susseguendo tutta una serie di eventi (a breve distanza uno dall'altro per giunta) che, purtroppo, hanno come riflesso quello di minare la credibilità di un'istituzione che, da secoli, è accanto ai cittadini ed ha l'obiettivo primario di garantirne la sicurezza in ogni luogo e in ogni tempo.
    L'Arma è composta da Carabinieri, tanti Carabinieri, più di 115 mila. Credo sia fisiologico che tra tutte queste persone, ci possa essere qualcuno che perda di vista quelli che sono i valori su cui poggia l'Istituzione, anche se non capisco come sia possibile (è molto difficile "dimenticarsi" di essere un Carabiniere, anche quando, terminate le tue ore di servizio, dismetti l'uniforme per indossare gli abiti civili) e soprattutto come sia "condivisibile" da parte di altri militari (i fatti di Firenze sono stati eseguiti da due militari e non da uno; è mai possibile che nessuno dei due abbia detto all'altro, intenzionato in tal senso, "ma che diavolo stai dicendo? Ma cosa vuoi fare?"...sarebbe bastato questo per scongiurare il verificarsi di tale triste episodio, e lo stesso si può dire per ciò che è accaduto alla caserma Baldissera, composta da molti Carabinieri).
    Ovviamente, in virtù del numero dei tristi episodi che si verificano e il numero totale di Carabinieri che prestano servizio nell'Arma, non posso che considerarli "episodi isolati". Infatti non ritengo affatto giusto accomunare TUTTI i Carabinieri, che svolgono il proprio dovere diligentemente, a coloro che invece Carabinieri non possono definirsi. Non posso definire la popolazione italiana una popolazione di stupratori, solo perchè ogni anno si verificano numerosi reati di violenza sule donne, oppure l'intera popolazione siciliana una popolazione di mafiosi soltanto perchè sull'isola insiste quella organizzazione criminale. Mai fare di tutta l'erba un fascio.
    Questo, purtroppo, accade spesso per l'Arma, ma anche per le altre forze di polizia: l'errore di uno, getta fango su tutta l'Istituzione e ogni volta, ripristinarne l'immagine, non è semplice.

    Detto questo, io non credo che si tratti di crisi di valori dell'Arma, nel modo più assoluto. Sono episodi isolati (e con isolati non intendo dire che se ne verifica uno ogni morte di papa, ma che non possono essere estesi ad una crisi di valori generale dell'Istituzione), che a mio avviso potrebbero essere evitati già col solo aiuto del collega accanto. E' giusto reprimere tali comportamenti in maniera esemplare, perchè i tutori della legge non possono permettersi nemmeno il minimo errore in un settore così delicato e che sono chiamati a sostenere e difendere.
    Non ritengo che si debbano fiscalizzare i controlli da parte dei Superiori, perchè credo che controllare la stanza o l'armadio ad un Carabiniere con 15-20 anni di servizio o più (non parliamo quindi di Allievi o militari alle prime armi) sia demoralizzante per lo stesso oltre a far denotare scarsa fiducia in lui. Dovrebbe essere adulto e vaccinato ed essere cosciente di ciò che è e ciò che può/non può fare. Le sue mancanze quindi, qualora riscontrate, devono essere punite e questo, sicuramente, costituirà monito per tutti gli altri.

    Comunque, giusto per precisare, la bandiera esposta nella camera del militare non richiama assolutamente al nazismo, ma si tratta di una bandiera della Marina Militare tedesca risalente alla Prima Guerra Mondiale. Ecco, questo è un altro problema: basta una notizia scritta male per formare il pensiero, distorto, dell'opinione pubblica e screditare un'intera Istituzione.
    Sono perfettamente d'accordo.

  5. #5
    Caporale L'avatar di remole
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Pontassieve FI
    Messaggi
    124

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da AlexanderAvi
    Comunque, giusto per precisare, la bandiera esposta nella camera del militare non richiama assolutamente al nazismo, ma si tratta di una bandiera della Marina Militare tedesca risalente alla Prima Guerra Mondiale. Ecco, questo è un altro problema: basta una notizia scritta male per formare il pensiero, distorto, dell'opinione pubblica e screditare un'intera Istituzione.
    E' comunque usata dai gruppi neo Nazisti e di estrema destra proprio perché essedo della prima guerra mondiale, esporla non comporta reato, ma ovviamente serve a far capire come la si pensa.
    Ultima modifica di AlexanderAvi; 03-12-17 alle 13: 23 Motivo: No scrittura in stile sms.

  6. #6
    Responsabile di Sezione L'avatar di AlexanderAvi
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    3,194

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da remole Visualizza Messaggio
    E' comunque usata dai gruppi neo Nazisti e di estrema destra proprio perché essedo della prima guerra mondiale, esporla non comporta reato, ma ovviamente serve a far capire come la si pensa.
    Non sono proprio d'accordo. Nel senso ch non si può presumere l'orientamento politico di una persona per il solo fatto che detenga degli oggetti di valore storico.
    Ad esempio non posso definire fascista una persona che detiene presso la sua abitazione il busto di Mussolini o qualche cimelio storico risalente alle truppe nazi-fasciste. Sinceramente non ci troverei nulla di male ad avere (o collezionare) tali oggetti. Magari è una semplice passione.
    Così come non posso desumere l'orientamento politico di una Istituzione territoriale per il solo fatto che in quel Comune sono ancora in piedi molte opere che riportano il nome del Duce, o fatte costruire dallo stesso durante il fascismo. Ho allargato un po' il discorso, ma solo per precisare come la penso.
    Rendere la propria vita agli altri senza nulla ricevere in cambio, se non la stima della gente orgogliosa di averci al suo fianco. Ecco cosa significa essere CARABINIERI
    Prendi in mano la tua vita e fanne un capolavoro (Giovanni Paolo II)
    I sogni restano tali se non li insegui...fino alla fine!

    Se sei un nuovo utente, Benvenuto! Ricordati di presentarti QUI

    Prima di aprire nuove discussioni e di postare messaggi, dai un'occhiata al REGOLAMENTO

  7. #7
    Caporale L'avatar di remole
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Pontassieve FI
    Messaggi
    124

    Predefinito

    Si, in parte è vero, ma vedrai che non è questo il caso. Purtroppo.

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    10,643

    Predefinito

    Oggi ogni informazione è presa per buona ancora prima di essere verificata. Basta una foto sul web e subito la sentenza social-mediatica è bella che pronunciata.
    Ci sono problemi? Sì, è innegabile: ci sono. Fanno parte di quella progressiva destrutturazione, di quel "lascia fare" che in ogni pubblica amministrazione sta facendo più danni della sifilide. L'Arma dei Carabinieri ha resistito a lungo a questo genere di mentalità (che invece in Polizia è diventata pressoché la regola dacché abbiamo dismesso le stellette) grazie al militarismo assolutamente permeante che da sempre l'ha contraddistinta. Oggi forse anche nella Benemerita si è aperta una piccola breccia che ha allentato in qualche modo le maglie dei controlli. Un piccolo esempio? Le ispezioni negli alloggi di servizio. Un tempo la regola, oggi un qualcosa di più blando. C'erano tempi in cui in camerata non potevi attaccare nemmeno uno sticker dei calciatori o la foto della morosa: se il sottufficiale d'ispezione te la trovava, la consegna era garantita. Oggi vedo alcune camerate che sembrano il Bazar di Agadir....
    Duole tuttavia notare come certa politica non perda l'occasione di berciare alla luna il proprio rancore per tutto ciò che prevede l'uso di una divisa; quando leggo di un'esponente di partito che dice che è ora di pensionare il concetto di Patria poiché obsoleto, mi domando davvero cosa diavolo vogliamo aspettarci da questa gente...
    Assistente Capo della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e www.polizianellastoria.it
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  9. #9

    Predefinito

    diciamoci la verità: io non credo che ci sia questa crisi di valori più di quanto potesse esserci in passato per le stesse mele marce o teste calde che potevano esserci anche in passato (e che sicuramente ci saranno anche in futuro).. la verità è anche un'altra: che oggi tutti abbiamo gli smartphone, si possono creare profili sui social, blog e chi più ne ha più ne metta. documentare una cosa del genere (e possibilmente nel più o meno anonimato) è una cosa che si può fare in pochi secondi, per condividere poi ci vuole anche meno. se trent'anni fa un passante avesse notato una cosa del genere per segnalarlo avrebbe dovuto metterci la faccia e il nome. secondo voi sarebbe stato altrettanto facile/proficuo? ne dubito fortemente... la conseguenza è deducibile
    ormai siamo alla frutta... anzi, all'ammazzacaffè!

  10. #10
    Responsabile di Sezione L'avatar di Vinfer
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Ottaviano
    Messaggi
    368

    Predefinito

    Premesso che quella non era una bandiera nazista e come al solito siamo il paese della gogna mediatica da due lire, premesso questo, rimane il fatto che la camerata non è la stanzetta di casa tua e quindi non appendi nulla. Comunque concordo con tutto quello che ha scritto Kojak, parola per parola e solo chi ha vissuto determinate esperienze potrà comprendere appieno.

Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •