Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 39

Discussione: antivirus 2017

  1. #21

    Predefinito

    Il software antivirus che hai elencato è anche il mio preferito, in particolare Bitdefender è davvero eccezionale.

  2. #22
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    13,019

    Predefinito

    @NOON
    Come nuovo utente sei tenuto a presentarti nell'apposita sezione del forum. Trovi il link nella mia firma. Grazie.
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  3. #23

    Predefinito

    OK, Ho completato.

  4. #24

    Predefinito

    Ho una domanda, il BitDefender che uso è sempre pagato, perché c'è una versione gratuita menzionata in questo articolo? http://sbloccafacebook.info/i-10-mig...ere-il-tuo-pc/

  5. #25
    Sergente
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    265

    Predefinito

    quindi quale sarebbe un buon antivirus a titolo gratuito?

  6. #26
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    13,019

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Roboris Visualizza Messaggio
    quindi quale sarebbe un buon antivirus a titolo gratuito?
    Come dico sempre, il miglior antivirus è il non comprare un PC.
    Ma visto che coi PC ci lavoriamo, a mio parere non esiste un antivirus free davvero buono. Se lo vuoi, lo devi pagare. Gli antivirus free ti offrono una protezione parziale, molto spesso incompleta soprattutto verso i malware e gli spyware, che costituiscono il problema attualmente più grande. Protezione parziale perché prima o poi ti chiederanno l'upgrade alla versione full, naturalmente a pagamento....
    Personalmente qui in casa lavoro con due PC, uno in piattaforma iOS e l'altro in piattaforma Win (che uso come "muletto").
    Il primo è senz'altro molto più affidabile, sia perché esce già di suo con una altissima protezione, sia perché comunque il sistema operativo è decisamente meno soggetto ad attacchi. Per sicurezza gli ho installato anche Avira, con il quale ogni tanto faccio una scansione cautelare.
    Il secondo invece è una monnezza: Windows è estremamente appetibile e vulnerabile e qui il mio Kaspersky a pagamento trova sempre qualcosa da bloccare. Ma ricordiamoci che molto spesso sono le stesse case produttrici a immettere nuove porcherie per costringerti ad aggiornare i loro prodotti!

    C'è una terza via che sperimentai anni fa con il più alto livello di sicurezza: Linux, o il suo surrogato Ubuntu. Assoluta assenza di virus o altro di simile, una velocità di navigazione come una schioppettata. Se lo usi solo per navigare, è l'ideale! Le uniche due note stonate sono che devi resettare la tua mente dai metodi di lavoro con cui sei abituato e che i programmi "collaterali" sono estremamente pochi. Ma del resto Linux era nato come sistema per programmatori....
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  7. #27

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Kojak Visualizza Messaggio
    C'è una terza via che sperimentai anni fa con il più alto livello di sicurezza: Linux, o il suo surrogato Ubuntu. Assoluta assenza di virus o altro di simile, una velocità di navigazione come una schioppettata. Se lo usi solo per navigare, è l'ideale! Le uniche due note stonate sono che devi resettare la tua mente dai metodi di lavoro con cui sei abituato e che i programmi "collaterali" sono estremamente pochi. Ma del resto Linux era nato come sistema per programmatori....
    Ma Ubuntu è una distribuzione Linux... non un surrogato. Io definirei surrogati di Linux i sistemi BSD... ma è errato anche questo, in quanto si tratta di due kernel differenti, sebbene le distribuzioni basate su entrambi i kernel facciano riferimento a GNU.

    Io uso esclusivamente Linux in varie distribuzioni, in particolare Fedora e Ubuntu. In molti anni ne ho provate molte e non sono mai tornato indietro a Windows. Ovviamente, vale un semplice discorso: se una persona può permettersi di rinunciare a certi software, allora può passare a cuor leggero ad una distribuzione Linux. Oltretutto, Linux desktop è veramente migliorato: ci sono in giro distribuzioni veramente a prova di persone a digiuno totale in informatica. Il passaggio a Linux, almeno per me, ha significato dire addio ai software antivirus.
    Per una persona che non sa neppure che cosa sia Linux, OpenSuse, Ubuntu oppure KDEneon, POP OS o elementary OS sono eccellenti. Ultimamente, io sto pensando di provare MX.

  8. #28
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    739

    Predefinito

    La prossima settimana dopo praticamente 11 anni di servizio, Windows 7 esce dal supporto di Microsoft, questo significa che eventuali bug non verranno più presi in considerazione ne tanto meno corretti.

    Ricordo a tutti perchè l'ho costatato sulla mia pelle che l'antivirus annesso con tale sistema operativo, consigliato anche dal sottoscritto, il Microsoft Security Essential smetterà di funzionare o meglio non sarà più possibile aggiornare i relativi database. Io ho riscontrato tale blocco già ad inizio Dicembre ma ammetto che non ho indagato più di tanto. A questo punto come sostituto io consiglio il Bitdefender free o Avast sempre tra quelli gratuiti ovviamente.

    Per il resto mi dispiace molto che tale sistema operativo muoia cosi, per me era il sistema più stabile di Microsoft anche sopra il glorioso XP.

    In ultimo ricordo che con questo "fine vita" non significa che il giorno stesso dobbiamo assolutamente smettere di utilizzare 7 anzi, piano piano se non lo abbiamo fatto precedentemente si possono scaricare tutti gli update dal servizio relativo nel pannello di controllo e andare avanti cosi con un antivirus qualsiasi per i prossimi 2-3 anni senza problemi e rischi. Cominceremo ad avere noie con tutti i software e hardware usciti da adesso in poi, in fin dei conti XP, sistema del 2001 durato fino a metà 2014 è stato possibile utilizzarlo senza alcun problema anche 2-3 anni dopo la morte ufficiale.

    Riguardo il (fantastico) mondo GNU/Linux io da 1 annetto ho abbandonato Kubuntu (Ubuntu in versione KDE) in favore di KDE Neon distribuzione portata avanti dallo stesso team KDE e molto molto stabile. Ha l'enorme pro di fornire un ambiente ridotto al minimo senza nessun software aggiuntivo (un po come siamo abituati con Windows dove dopo l'installazione di quest'ultimo non abbiamo altro) e l'utente si deve installare quello che vuole. Molto consigliata e stabile ovviamente se ci piace l'ambiente KDE
    Ultima modifica di ValerMic; 06-01-20 alle 03: 48
    >>> Valerio <<<

  9. #29
    Utenti Storici L'avatar di Surefire
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Somewhere
    Messaggi
    1,723

    Predefinito

    Io sono rimasto assieme a zio Bill a partire da MS DOS, Win3.1 e via via fino a Win10 (escluso solo quell'aborto di Win sVista), certo non sono OS eterni (in media massimo ogni 2 anni formatto e reinstallo tutto daccapo, facendo poi l'immagine di backup) ma non ho mai sentito la necessitá di cambiare.
    Come si dice sempre in campo sicurezza... l'utente é in genere l'anello debole della catena, non l'antivirus o l'OS. Io vedo una grossa differenza da chi come me viene dalla riga di comando e da chi mi guarda storto se invece di "cartella" mi viene "directory".... prima per avere e far girare bene un pc un minimo smanettone lo dovevi essere, ora si é enormemente ingrandito il numero delle persone che hanno un pc ma non é andata alla pari l'esperienza per usarlo, facendo la felicitá di virus, spyware e monnezza varia.
    Ora tralasciando i discorsi tipo "il mac é sicuro come una cassaforte, non ho bisogno di antivirus" visto che lascia il tempo che trova.... Mi pare ovvio che ci siano piú virus/malware & co su una famiglia di OS che da sola occupa attorno al 90% dei sistemi globali... poi infatti i pochi che sono usciti per la mela hanno fatto disastri.... perché nessuno aveva una protezione. Un buon AV a pagamento (sottolineo a pagamento) penso sia vitale al giorno d'oggi. Personalmente vado avanti da anni con Kaspersky, leggendo anche io le recensioni che escono di anno in anno su av-comparatives, visto che rimane sempre sui primi posti.
    Morton AV me lo ricordo ancora per quanto era pesante (del resto lo mettevano come prova su tutti i pc nuovi.... altrimenti non se lo calcolava nessuno ), mentre i vari Windows Defendes & co non hanno mai brillato per capacitá.

    L'unico portatile in cui non ho nessun antivirus é quello con Kali Linux.... per ovvi motivi
    Meine Ehre Heisst Treue (Il mio Onore si chiama Fedeltà)
    Tra Motociclisti Salutarsi è... Salutare!!
    Si Vis Pacem Para Bellum
    “The difference,” I answered carefully, “lies in the field of civic virtue.
    A soldier accepts personal responsibility for the safety of the body politic of which he is a member,
    defending it,
    if need be, with his life. The civilian does not.” [Robert Heinlein, Starship Troopers]

  10. #30

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Surefire Visualizza Messaggio
    Io sono rimasto assieme a zio Bill a partire da MS DOS, Win3.1 e via via fino a Win10 (escluso solo quell'aborto di Win sVista), certo non sono OS eterni (in media massimo ogni 2 anni formatto e reinstallo tutto daccapo, facendo poi l'immagine di backup) ma non ho mai sentito la necessitá di cambiare.
    Come si dice sempre in campo sicurezza... l'utente é in genere l'anello debole della catena, non l'antivirus o l'OS. Io vedo una grossa differenza da chi come me viene dalla riga di comando e da chi mi guarda storto se invece di "cartella" mi viene "directory".... prima per avere e far girare bene un pc un minimo smanettone lo dovevi essere, ora si é enormemente ingrandito il numero delle persone che hanno un pc ma non é andata alla pari l'esperienza per usarlo, facendo la felicitá di virus, spyware e monnezza varia.
    Ora tralasciando i discorsi tipo "il mac é sicuro come una cassaforte, non ho bisogno di antivirus" visto che lascia il tempo che trova.... Mi pare ovvio che ci siano piú virus/malware & co su una famiglia di OS che da sola occupa attorno al 90% dei sistemi globali... poi infatti i pochi che sono usciti per la mela hanno fatto disastri.... perché nessuno aveva una protezione. Un buon AV a pagamento (sottolineo a pagamento) penso sia vitale al giorno d'oggi. Personalmente vado avanti da anni con Kaspersky, leggendo anche io le recensioni che escono di anno in anno su av-comparatives, visto che rimane sempre sui primi posti.
    Morton AV me lo ricordo ancora per quanto era pesante (del resto lo mettevano come prova su tutti i pc nuovi.... altrimenti non se lo calcolava nessuno ), mentre i vari Windows Defendes & co non hanno mai brillato per capacitá.

    L'unico portatile in cui non ho nessun antivirus é quello con Kali Linux.... per ovvi motivi
    Con tutta franchezza, io mi sentirei di dire ai neofiti che, per un uso meramente casalingo del PC, cioè una navigazione indirizzata alla raccolta di informazioni e/o visione di film, suite d'ufficio, qualche software per il gioco e per il fotoritocco, basta anche l'antivirus con firewall integrato di Windows. Se, invece, un utente vuole altro da internet, allora occorre un antivirus serio a pagamento, come Kaspersky.

    Io, dal canto mio, mi sento sicuro solamente con distribuzioni Linux.... Chiariamoci: esistono malware anche per il pinguino, ma sono molto pochi e i danni sono evitabili grazie alla stessa architettura di una distribuzione basata su kernel Linux.

    Non sono d'accordo con l'affermazione che Windows è più colpito perché copre il 90% dell'utenza: in verità, Windows copre soprattutto utenti domestici. Linux, al contrario, copre soprattutto server che, come sappiamo bene, sono i più ghiotti obiettivi di attacchi cibernetici. Dunque, per questo ragionamento, un attacco contro Linux sarebbe più appetibile. Invece, esso mantiene la sua inviolabilità... ma solamente grazie alla sua stessa struttura. Fosse stato un kernel ibrido, fosse stato un sistema non Unix-like, allora la storia sarebbe davvero diversa... ma Linux è Linux, e chi lo usa sa che non bisogna dare assenso ad applicazioni che non si conoscono. L'utente del pinguino si salva così...

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •