Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 39

Discussione: antivirus 2017

  1. #11
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    739

    Predefinito

    C'è da fare alcune considerazioni però:

    il sistema operativo di mamma Microsoft ci ha abituato da quasi 30 anni ridendo e scherzando a vivere e anche pensare in un modo a mio modestissimo parere completamente sbagliato sia (soprattutto) sul fronte sicurezza che anche sul fronte prettamente tecnico/pratico. Due esempi:

    1. All'utente finale viene demandato obbligatoriamente il compito di dotarsi di un software antivirus/anti-qualsiasicosa a sue spese. Una parte del potenziale del mio PC viene perso per proteggermi da virus e schifezze varie per colpa di un sistema concepito a inizio anni '90 in maniera anche al quanto discutibile delle volte paradossali.

    Per fare un esempio più concreto è come se oggi il marchio Y di automobili facesse uscire delle auto che possono funzionare solo su determinati posti e ti dica prima dell'acquisto "ma guardi non c'è comunque nessun problema, basta dotarsi di questo ottimo strumento dal costo X che ti segnalerà prima di entrare in quel posto se puoi andarci o meno". Non credo che una tale si possa verificare e rimanga comunque in piedi per più di qualche mese prima che tale azienda chiudi completamente.

    Su Windows invece ormai accettiamo come fosse normalissimo accollarci la spesa di un software di protezione che deve tappare dei bug ad un sistema mal progettato ormai. Ricordo giusto per correttezza che la base dei sistemi Windows è il caro e vecchio MS-DOS degli anni '80 e per fare il precisino le versioni di Windows recenti (da Windows 2000 in su) hanno come base la tecnologia NT anch'essa ormai ridendo e scherzando sulle spalle si porta 20-25 anni che nel campo informatico sono "più di un era".

    Molti si chiedono il perchè Microsoft non prenda spunto da tali critiche per tirare fuori un prodotto migliore. Le risposte sono infinite, c'è chi dice tra quelli che io chiamo "i complottisti sempre e comunque" che sia la stessa Microsoft che vuole che le cose vadano cosi altrimenti le società di sicurezza andrebbero a quel paese io non credo a questo ma credo più ad un fatto di "non voler toccare ciò che l'utente comune ormai ha imparato"...

    2. Oltre il comparto sicurezza possiamo parlare anche di altri aspetti di tipo tecnico: nel 2017 devo utilizzare unicamente con Windows il loro file system NTFS (anch'esso guarda un po progettato a metà anni '90 con minuscole modifiche negli anni) che è il file system (insieme al fratellino più vecchio FAT32 sempre di Microsoft) che soffre più di frammentazione. Questo fa si che all'utente viene demandato il compito di "deframmentare" ogni tot tempo il proprio disco fisso che comunque porta via abbastanza tempo poi i più precisi mi potranno dire che da Windows 8 tale operazione avviene in automatico ed è verissimo ma ciò non toglie che una buona percentuale di capacità prestazionale viene persa per porre rimedio a difetti cronici di questo prodotto. Non parliamo neanche del problema di pulizia di file,librerie DLL, registri di sistema ecc che sempre all'utente viene demandato il compito di pulire a meno di non volersi trovare dopo un po di tempo un PC che per essere usato alle 8 di mattina devo accendere almeno un ora prima.
    Non parliamo neanche dell'installazione dei software; su Windows deve essere l'utente che deve andare sul sito X e cercare (eventualmente pagare) il software e scaricarlo a suo rischio e pericolo di non essersi presi un virus o una truffa. Sui sistemi Linux e Apple (che tengo a precisare quest'ultimo non mi piace e non lo uso) il concetto è completamente opposto: l'utente che stia cercando un qualsiasi software a pagamento o gratuito apre un semplice programma chiamato "Gestore Software- Gestore App- Store..-Apple Store ecc." e cerca al suo interno il software da scaricare rimanendo più che sicuro che quello che scarica è già a monte filtrato. Le case software non fanno altro che rigirare alle rispettive società dei sistemi operativi un semplice link che da accesso ai loro server oppure è la stessa casa del sistema operativo che dietro pagamento ospita il software. L'utente non deve andare in giro per il web a cercare di scaricarsi chi sa cosa pregando che non sia una truffa o un virus. È esattamente quello che avviene con Android ed il Google Play Store.

    Tutti questi problemi non esistono sui sistemi Apple e Linux che guarda caso pochi sanno sono cugini neanche tanto lontani visto che entrambi condividono la base Unix (un po come MS-DOS e Windows) e pochi ancora sanno che Android deriva da Linux tanto è vero che la struttura organizzativa dei file sugli smartphone è al 100% quella che si ha usando una distribuzione Linux.

    Molti dicono che Ubuntu o varie distribuzioni sono difficili. È solo la nostra mente che è abituata a ragionare alla "Windows maniera" perchè paradossalmente posso assicurare che il sistema operativo più diffuso in campo domestico-lavorativo e cioè Windows tutto è tranne che più facile da usare rispetto a Linux. Il kernel di quest'ultimo per fare un esempio lampante (oltre quello che ho fatto sopra riguardo l'installazione di un qualsiasi software) integra già in maniera nativa i driver delle periferiche più diffuse. Una volta installata una distribuzione Linux il massimo che ti viene chiesto è se vuoi scaricarti automaticamente (sottolineo automaticamente) un driver per la scheda video e/o wifi basta poi fare click su "OK" e fa tutto lui al contrario di Windows che ti dice "non ho il driver adesso vai a prendermelo io ti aspetto qui". Che semplicità !!

    Il perchè però Windows è il sistema comunque più diffuso anche se posso assicurarvi che anche rispetto a "solo" 10 anni fa è molto calata la quota di mercato in favore di Apple e distribuzioni varie di Linux ?

    Per due motivi; il primo è perchè Microsoft fa accordi commerciali con praticamente tutte le case che producono pc pre-assemblati quindi ti ritrovi il tuo bel Windows praticamente su tutti i PC, accordi governativi come quello fatto nel 2007 con il nostro paese per utilizzare Windows e i pacchetti Office nelle scuole di tutti i gradi e terzo perchè le case software più grandi hanno la scusa di sviluppare il loro software per il sistema più utilizzato. Prima tra tutte la Adobe che fino a 15 anni fà produceva tutto solo per Windows, poi le quote per il mondo Apple sono aumentate e guarda un po sono usciti i primi Photoshop per Apple nativamente. Potrei citare anche lo scandaloso aggiornamento che fu effettuato nel 2007 sul pacchetto Office dove un comunissimo file .doc è passato ad essere un bel .docx giustificandosi con presunti grandi miglioramenti ma nella realtà dei fatti andando solo a evitare per buoni 2 anni l'apertura di questi documenti con suite gratuite che solo nel 2009 sono riuscite a colmare il gap e secondo proprio per il motivo appena riportato, costringere l'utenza a passare ad Office 2007/2010 ecc se volevano continuare a utilizzare il nuovo formato che grazie al fatto che il loro pacchetto è il più usato in tutto il mondo tutti avevano e non potevi "dire di no"...
    >>> Valerio <<<

  2. #12
    Responsabile di Sezione L'avatar di bartok
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    3,116

    Predefinito

    ValerMic,
    anche se è ovvio che sull'argomento te ne intendi molto più di me, non sono d'accordo su molte cose.

    Per dirne una:
    Non parliamo neanche del problema di pulizia di file,librerie DLL, registri di sistema ecc che sempre all'utente viene demandato il compito di pulire a meno di non volersi trovare dopo un po di tempo un PC che per essere usato alle 8 di mattina devo accendere almeno un ora prima.
    Io ho un portatile del 2009 e ho installato Windows 7. Va fatta una premessa: siccome non voglio trovarmi con programmi preinstallati, comprai proprio Windows 7 Professional. Dunque formattai il computer che aveva Windows Vista e installai Windows 7. E' da allora che ho Windows 7 e posso assicurarti che il mio computer, in questi 8 anni, non è diventato più lento.

    E per evitare che diventasse più lento, non ho mai effettuato "pulizia librerie DLL, registri di sistema" o altre cose strane. Il motivo del rallentamento di Windows è tutto risolvibile con MSCONFIG. Purtroppo quasi ogni cosa che s'installa, si va a precaricare nel settore di avvio, in modo che poi avviare l'applicazione sia una cosa più rapida. E' questo che rallenta il PC. Togliendo tutte le spunte inutili (cioè praticamente tutte) da "Servizi" e "Avvio", il computer torna ad essere veloce.

    1. All'utente finale viene demandato obbligatoriamente il compito di dotarsi di un software antivirus/anti-qualsiasicosa a sue spese. Una parte del potenziale del mio PC viene perso per proteggermi da virus e schifezze varie per colpa di un sistema concepito a inizio anni '90 in maniera anche al quanto discutibile delle volte paradossali.
    [...]
    Non parliamo neanche dell'installazione dei software; su Windows deve essere l'utente che deve andare sul sito X e cercare (eventualmente pagare) il software e scaricarlo a suo rischio e pericolo di non essersi presi un virus o una truffa. Sui sistemi Linux e Apple (che tengo a precisare quest'ultimo non mi piace e non lo uso) il concetto è completamente opposto: l'utente che stia cercando un qualsiasi software a pagamento o gratuito apre un semplice programma chiamato "Gestore Software- Gestore App- Store..-Apple Store ecc." e cerca al suo interno il software da scaricare rimanendo più che sicuro che quello che scarica è già a monte filtrato.
    E invece, è proprio qui che sta la potenza di Windows. Diciamo che con Windows cerchi i programmi a tuo rischio pericolo. E sta a te scegliere dove trovarli. Molte cose, per non dire tutte quelle veramente utili, su App-Store non si trovano a condizioni "vantaggiose". E il vantaggio che si ha ad usare Windows, val bene il prezzo e l'ingombro di un Antivirus!
    Non voglio negare che Apple sia ottimo, per esempio io ho un iphone e mi trovo benissimo. Il livello di qualità di Apple è assolutamente eccezionale, però va anche detto che sul telefonino, una volta che posso fare le foto e giocare con la mia applicazione "Chess" con il mio arcinemico di scacchi, sono a posto così: non ho bisogno di altre cose o di jailbreak. Insomma: mi trovo bene con l'iphone perché le restrizioni insite nel meccanismo che lodi, in questo caso, non mi tangono. Ma certo non è così per il PC. Preferisco in tutta coscienza i discendenti delle macchine IBM!

    Molti dicono che Ubuntu o varie distribuzioni sono difficili. È solo la nostra mente che è abituata a ragionare alla "Windows maniera" perchè paradossalmente posso assicurare che il sistema operativo più diffuso in campo domestico-lavorativo e cioè Windows tutto è tranne che più facile da usare rispetto a Linux. Il kernel di quest'ultimo per fare un esempio lampante (oltre quello che ho fatto sopra riguardo l'installazione di un qualsiasi software) integra già in maniera nativa i driver delle periferiche più diffuse.
    A me rarissimamente è capitato di dover cercare personalmente dei driver. Magari per chi lavora in rete è diverso.

    Potrei citare anche lo scandaloso aggiornamento che fu effettuato nel 2007 sul pacchetto Office dove un comunissimo file .doc è passato ad essere un bel .docx
    [...]
    costringere l'utenza a passare ad Office 2007/2010 ecc se volevano continuare a utilizzare il nuovo formato
    sei un po' severo nel giudizio! Office, nel 2007, è cambiato radicalmente, passando dai "tasti sparsi in alto alla rinfusa", ai RIBBON. E credo che sia stato un salto di qualità veramente notevole, perché l'intuitività e la razionalità dell'interfaccia sono notevolmente aumentati. quindi il passaggio da DOC, XLS, ecc, a DOCX, XLSX, ecc, è sono una delle innovazioni. E penso, tra l'altro, che questo passaggio abbia in effetti introdotto importanti migliorie, tra cui l'aumento del foglio Excel, cosa che ho avuto modo di apprezzare personalmente. Ma non solo: le dimensioni dei file DOCX e XLSX, sono sensibilmente minori dei corrispondenti DOC e XLS. Inoltre, i file del nuovo formato e protetti da password, sono più difficili da forzare.
    A parte questo, a parte la "X", non è che Microsoft abbia fatto niente di nuovo: Word 95, che usava i file DOC, mica apre i file DOC fatti con Word 2003!
    Inoltre, Microsoft metteva a disposizione per i possessori di Office 2003, una patch per usare appieno i nuovi formati. Non è colpa della Microsoft se nei reparti questa cosa non l'ha capita praticamente nessuno.
    Ultima modifica di bartok; 26-09-17 alle 10: 36

  3. #13
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    13,038

    Predefinito

    La scelta del SO è indubbiamente personale.
    Tornando all'argomento principale (gli antivirus), qui come altrove vige il principio economico del massimo rendimento col minimo sforzo. L'attaccabilità di un sistema, la sua vulnerabilità sono a mio avviso ampiamente previsti e voluti dalla stessa Casa Madre poiché l'indotto dei guadagni è stratosferico. Non mi si tacci di complottismo, ma credo non valga nemmeno la pena di soffermarsi sul fatto che moltissimi dei virus che colpiscono un sistema "domestico" sono fatti ad arte per costringere l'utente ad acquistare i vari prodotti e i loro relativi aggiornamenti. E più la torta è ghiotta, più i commensali sono golosi....
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  4. #14
    herman
    Guest

    Predefinito

    @valerimic le tue considerazioni sono quindi negative su Avira,Panda e Symantec mentre esponi un giudizio positivo su Kasperski ed Eset ritenendoli superiori a Intel Security vero?
    Allora ciò che ti chiedo Valerio è cosa mi dici di
    Bullguard e Trend Micro?

  5. #15
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    739

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da herman Visualizza Messaggio
    @valerimic le tue considerazioni sono quindi negative su Avira,Panda e Symantec mentre esponi un giudizio positivo su Kasperski ed Eset ritenendoli superiori a Intel Security vero?
    Allora ciò che ti chiedo Valerio è cosa mi dici di
    Bullguard e Trend Micro?
    Ciao Herman, il lavoro mi sta tenendo lontano dal forum ho letto l'MP

    BullGuard lo conosco eccome, Antivirus inglese nato a inizio anni 2000, è un ottimo antivirus e suite di sicurezza in generale e si è piazzato tra i primissimi posti per l'anno 17-18 come risultati complessivi tra sicurezza, prestazioni e prezzo. Ricordo però che il suo motore interno si basa su quello di Bitdefender anche se si è "ramificato" in maniera diversa nel corso del tempo (e secondo me in meglio rispetto a quest'ultimo). Se continuano di questo passo secondo me arrivano tranquillamente a superare in toto il Nod32, tra l'altro ha una bella interfaccia che lo rende abbastanza intuitivo senza però nascondere le impostazioni più avanzate. Non l'ho citato perchè almeno personalmente l'ho visto in uso su un numero veramente basso di PC oserei dire che si contano sulle dita di due mani al massimo ma magari è solo un mio caso


    TrendMicro idem con patate per ciò che riguarda la sua diffusione; visto usare pochissimo ma al contrario di Bull non mi piace almeno a me. Sono rimasto a 2-3 anni fa ma anche confrontandoci con dei colleghi abbiamo visto che concordavamo più meno tutti sul fatto che soffriva molto di falsi-positivi che alla lunga stancavano e le prestazioni andavano un po calando eccessivamente sui pc utilizzatori. Cosa invece scandalosa è che continuano ad avere il supporto tecnico anche ad utenti "domestici" completamente a pagamento e il rinnovo della licenza è di tipo "chi tace acconsente" ci siamo trovati infatti con un po di problemi per questa cosa e non so se vale ancora oggi.

    Direte voi "il supporto tecnico per un antivirus ?!". Posso assicurarvi che anche a gente esperta molte volte può essere molto utile sentire il produttore del proprio antivirus anche per scongiurare che una problematica riscontrata sul PC sia imputabile al loro prodotto. Per dire poche settimane fa in un ufficio di un ministero sono diventato idiota... I siti web di enti pubblici non c'era modo di aprirli in alcun modo ma tutto ok su qualsiasi sito "normale" con connessione non criptata. I PC avevano tutti il Nod32 e siccome l'esperienza non è mai troppa davo per scontato che non c'entrasse nulla anche perchè disattivando completamente ogni sua protezione il problema rimaneva come niente fosse. Ho perso una mattina e metà pomeriggio provando di tuttoad un certo punto ho cominciato ad effettuare prove senza senso (sostituiamo temporaneamente il cavo della portante, il router, lo switch) ma niente. Poi una micro-intuizione: Windows Update (del quale il sottoscritto non si vergogna a dire che lo tiene disattivato e lo riattiva 1-2 volte l'anno possibilmente in periodi di festa senza avere l'utilizzatore dietro le spalle) era un anno e mezzo quasi due che era completamente disattivato, l'ultimo aggiornamento era stato installato un qualcosa come Febbraio 2016 e tale situazione era cosi per tutti i 12 PC. Prima di avviare il servizio cosciente del fatto che una volta partiti i vari download tra installazioni e riavvi si parlava di rendere operativo quell'ufficio probabilmente il giorno dopo anche dopo pranzo decido di fare una ricerca mirata cominciando a scrivere frasi come "Windows 7, Eset, Windows Update" e vengo a sapere che ci sono stati degli aggiornamenti che andavano a modificare integrandoli delle DLL comuni all'antivirus. Chiamo il supporto e mi dicono che non basta scaricarli dal supporto Microsoft ma bisogna fare una certa procedura per rendere poi le nuove DLL compatibili da entrambi i servizi. Chiamato poi il servizio clienti pubblici di Microsoft mi hanno indicato un altra procedura ulteriore da fare oltre quella indicata dal supporto Eset. Sono tornato a casa con il mal di testa Se non ci fosse stato tale supporto tecnico non so come sarebbe andata a finire...
    Ultima modifica di ValerMic; 05-02-18 alle 16: 20
    >>> Valerio <<<

  6. #16

    Predefinito antivirus

    Ho cercato un po' sul web e ho visto che tra i migliori ci sono questi: Bitdefender, Panda, Norton, McAfee e altri.
    Bitdefender è il più conveniente e dicono sia il migliore voi cosa ne pensate? che antivirus a pagamento avete voi?

    https://pcora.org/miglior-antivirus-per-windows/

  7. #17
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    739

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da enos Visualizza Messaggio
    Ho cercato un po' sul web e ho visto che tra i migliori ci sono questi: Bitdefender, Panda, Norton, McAfee e altri.
    Bitdefender è il più conveniente e dicono sia il migliore voi cosa ne pensate? che antivirus a pagamento avete voi?

    https://pcora.org/miglior-antivirus-per-windows/
    Per nulla d'accordo ma ovviamente sono pareri.

    A pagamento ti direi Nod32 o Kaspersky.
    A gratise ti direi quello di Windows/Microsoft o Avast
    >>> Valerio <<<

  8. #18
    Sergente
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    293

    Predefinito

    Secondo voi invece com'è Sophos Home? È in beta penso, lo danno per un anno in prova

  9. #19
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    739

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Baer Visualizza Messaggio
    Secondo voi invece com'è Sophos Home? È in beta penso, lo danno per un anno in prova
    E' tutto scritto al mio 4 post
    >>> Valerio <<<

  10. #20
    Sergente
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    293

    Predefinito

    Io ho visto il commento su sophos al tuo primo post, però era un po' generico e riferito probabilmente principalmente alla sua branca aziendale. Sophos Home Premium penso ci sia da pochi mesi, forse quando hai scritto il tuo primo commento non era ancora presente, è una beta ed è gratuito solo in virtù di questo fatto. È completamente user friendly e non ci vuole assolutamente nulla a utilizzarlo, per questo il tuo primo commento non rispecchiava quello che è sophos allo stato attuale delle cose, quindi magari ti era capitato di vedere la nuova versione non-governativa che peraltro vanta di avere alcune delle features garantite, appunto, a banche e governi

Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •