Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 41

Discussione: antivirus 2017

  1. #31

    Predefinito

    Sophos for ever

  2. #32
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    740

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Surefire Visualizza Messaggio
    Io sono rimasto assieme a zio Bill a partire da MS DOS, Win3.1 e via via fino a Win10 (escluso solo quell'aborto di Win sVista), certo non sono OS eterni (in media massimo ogni 2 anni formatto e reinstallo tutto daccapo, facendo poi l'immagine di backup) ma non ho mai sentito la necessitá di cambiare.
    Come si dice sempre in campo sicurezza... l'utente é in genere l'anello debole della catena, non l'antivirus o l'OS. Io vedo una grossa differenza da chi come me viene dalla riga di comando e da chi mi guarda storto se invece di "cartella" mi viene "directory".... prima per avere e far girare bene un pc un minimo smanettone lo dovevi essere, ora si é enormemente ingrandito il numero delle persone che hanno un pc ma non é andata alla pari l'esperienza per usarlo, facendo la felicitá di virus, spyware e monnezza varia.
    Ora tralasciando i discorsi tipo "il mac é sicuro come una cassaforte, non ho bisogno di antivirus" visto che lascia il tempo che trova.... Mi pare ovvio che ci siano piú virus/malware & co su una famiglia di OS che da sola occupa attorno al 90% dei sistemi globali... poi infatti i pochi che sono usciti per la mela hanno fatto disastri.... perché nessuno aveva una protezione. Un buon AV a pagamento (sottolineo a pagamento) penso sia vitale al giorno d'oggi. Personalmente vado avanti da anni con Kaspersky, leggendo anche io le recensioni che escono di anno in anno su av-comparatives, visto che rimane sempre sui primi posti.
    Morton AV me lo ricordo ancora per quanto era pesante (del resto lo mettevano come prova su tutti i pc nuovi.... altrimenti non se lo calcolava nessuno ), mentre i vari Windows Defendes & co non hanno mai brillato per capacitá.

    L'unico portatile in cui non ho nessun antivirus é quello con Kali Linux.... per ovvi motivi
    Il discorso è un po più complicato e strutturato ma cerco di riassumerlo in breve;

    siamo tutti d'accordo che l'anello debole della catena è l'utente questo è innegabile ma ti assicuro è altrettanto innegabile che Windows rende un gioco da ragazzi mettere su siti trappola/truffe o inganni.

    Su Windows se hai bisogno di un software siamo abituati ad andare da San Google e cercare il nostro programmino in balia di qualsiasi sito truffa, virus, trojan ecc ecc scaricandoci un file exe impossibile da identificare fedelmente se non "su fiducia del sito ospitante", su Linux e Apple questa strada seppur possibile è l'ultima da prendere in considerazione in quando esiste da sempre un "centro pacchetti" dove vengono racchiusi tutti i software necessari che un utente può cercare, lo trovi clicchi installa e hai il tuo software bello e pronto. Ultimamente si sta cercando di creare collaborazioni con le più note case software affinchè mettano su un loro server che funga da repository a cui questi "centri pacchetti" si collegano e sia possibile acquistare il software e installarlo o nel caso la software house non voglia accollarsi le spese di tenere attivo un server per un sistema comunque usato in percentuale di meno rispetto ad altri, di mettere a disposizione un formato pacchetto particolare per cui avremo poi l'installazione "alla Windows" con tanto di Setup utilty e i bei pulsantini "Accetto, Avanti" che piacciono tanto.

    Fidati anche che un eventuale "cryptoloker" ideato per il mondo Linux non farebbe neanche il 10 % di danni che provoca su un sistema made in Microsoft perchè proprio tecnicamente è impossibile.

    Citazione Originariamente Scritto da Presidiatore Visualizza Messaggio
    Sophos for ever

    Ottima scelta
    Ultima modifica di ValerMic; 08-02-20 alle 20: 37
    >>> Valerio <<<

  3. #33
    bartok
    Guest

    Predefinito

    ValerMIC,
    siamo tutti d'accordo che l'anello debole della catena è l'utente questo è innegabile
    E' innegabile sì, ma anche lapalissiano, perché il terminale di qualunque rete connessa, è appunto... il terminale, cioè l'utente, l'utilizzatore, il produttore e il detentore d'informazioni. Niente avrebbe senso senza di esso ed è l'unico vero obiettivo.

    Su Windows se hai bisogno di un software siamo abituati ad andare da San Google e cercare il nostro programmino in balia di qualsiasi sito truffa, virus, trojan ecc ecc scaricandoci un file exe impossibile da identificare fedelmente se non "su fiducia del sito ospitante"
    non condivido. A parte che alcuni siti sono obiettivamente sicuri, ma poi, proprio per evitare rischi, uno deve avere un appropriato antivirus.

    su Linux e Apple questa strada seppur possibile è l'ultima da prendere in considerazione
    diciamoci la verità... su Linux e Apple questa è la strada della disperazione, perché in pratica non si trova niente. Non trovando niente, si rischia anche poco.

    in quando esiste da sempre un "centro pacchetti" dove vengono racchiusi tutti i software necessari che un utente può cercare, lo trovi clicchi installa e hai il tuo software bello e pronto.
    Immagino che molti di questi software siano a pagamento. Se la mettiamo sul "pagamento", anche Windows è super sicuro: qualunque cosa si cerchi, volendo, si trova un prodotto a pagamento "certificato". Se poi parliamo di software non a pagamento, siamo sicuri che la magica Apple ci fornisca tutto, ma proprio tutto, in questi pacchetti? E' gratis un programma che permetta di cambiare massivamente e in modo selettivo i metadati e parti dei nomi dei file? E' gratis il programma che permette di recuperare file cancellati? E' gratis il programma che permette di estrarre la traccia audio dai video, o di generare file video con diverse compressioni, o di convertire file audio in altri formati? Beh... con Microsoft tutta questa roba si trova gratis come open source.

    Ultimamente si sta cercando di creare collaborazioni con le più note case software affinchè mettano su un loro server che funga da repository a cui questi "centri pacchetti" si collegano e sia possibile acquistare il software e installarlo
    sì, ma perché pagare per una cosa che posso trovare gratis, con Microsoft, come open source? Ok... con Windows devo stare più attento. Beh, starò più attento, me ne assumo la responsabiltà! Fatto sta che costa meno, ci faccio tutto quel che devo fare e molte cose le trovo gratis.
    L'unica cosa su cui la Apple è obiettivamente superiore a qualunque altro competitor, è l'iphone. Ma uno smartphone non necessita dell'elasticità che serve ad un computer. Per cui, sull'iphone, le poche cose che ci si possono fare, ma ben pensate, rigide, efficienti e veloci, rendono il prodotto ottimo.

    Il "problema" principale di Microsoft e di Windows, è l'estrema facilità di uso e il costo contenuto. Lo credo che chi ha Linux non si becca i virus. Chi usa Linux è un nerd che sa benissimo cosa sta facendo. Chi usa Windows è spesso un adolescente che va sui siti porno, o l'utonto che non capisce perché Windows ci mette 40 anni ad avviarsi, o che si lamenta di essere obbligato a fare gli aggiornamenti. La realtà, è che pure Windows, come Linux, va saputo usare (e non è semplice, in realtà). A me Windows 10 si avvia in 20 secondi e gli aggiornamenti li faccio quando pare a me, generalmente una volta ogni 6 mesi.
    In linea di massima, per capire il grado di competenza informatica di qualcuno, basta guardare quante icone ha sul desktop. se uno tiene tutto sul desktop, non ha cognizione nemmeno di cosa sia una directory e non ci si può certo aspettare un computer "pulito".
    Ultima modifica di bartok; 08-02-20 alle 23: 06

  4. #34
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    740

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bartok Visualizza Messaggio
    ValerMIC,

    non condivido. A parte che alcuni siti sono obiettivamente sicuri, ma poi, proprio per evitare rischi, uno deve avere un appropriato antivirus.
    Questa è il "pensiero" che mamma Microsoft con tanta felicità delle software house di antivirus ci ha ormai fatto passare per "normalità" ma ti assicuro che non è cosi.

    Da quando l'utilizzatore finale deve porsi il problema di porre rimedio a difetti congeniti e cronici di un prodotto ?

    Se ti vendessi una moto da enduro e ti dicessi "guarda pui farci tutti gli sterrati che vuoi ma occhio perchè prima devi proteggere il motore con dei prodotti a pagamento di altre case altrimenti rischi che le forti vibrazioni dovute al fondo stradale lo mandano in blocco completo" diresti "ah va bene grazie per avermelo detto" o ti girerebbero un po visto che comunque paghi il prodotto in questione con soldi veri e forse dovrebbe essere quanto meno privo di bug e falle che si porta dietro da più di 20 anni ormai ?

    Escono versioni di Windows ogni 4 anni ma ce ne fosse una che veramente ha portato rivoluzioni vere. Hai gli stessi problemi che aveva Windows 95; devi provvedere alla sua/tua sicurezza (ok da Windows 8 hanno parzialmente risolto con il loro antivirus già attivo di prima installazione), devo fermarmi X tempo al mese (dico mese ma dipende molto da come si usa il PC) per provvedere a pulizia, scansione antivirus, deframmentazione, upgrade che durano ore e quant'altro, mai pensato che nel 2020 mi obblighi ad usare un file system NTFS del 1993 ? La frammentazione di questo file system è tra le più elevate tra tutti i suoi simili che ci sono oggi e tu dopo 30 anni ancora demandi all'utente il dover "mettere in ordine il disco" ? Avevano provato nel 2003 con WinFS che doveva risolvere tali problematiche inglobandolo in Vista per il 2006 ma fu un fallimento epico che infatti falli' .

    Citazione Originariamente Scritto da bartok Visualizza Messaggio
    ValerMIC,
    diciamoci la verità... su Linux e Apple questa è la strada della disperazione, perché in pratica non si trova niente. Non trovando niente, si rischia anche poco.
    A parte che man mano che il tempo passa la situazione pian piano cambia; noto sempre più spesso versioni per il mondo Linux di software che fino a poco tempo fa era disponibile per Windows e OS X ma quello su cui voglio soffermarmi è l'affermazione in grassetto. Niente di meno vero Non ci sono le basi per far si che un software maligno possa anche solo scalfire qualche file di vitale importanza per il sistema stesso ed un eventuale danno collaterale rimarrebbe confinato esclusivamente nei "confini virtuali dell'utente che ha avviato/ricevuto la minaccia". Per farla breve, un eventuale cryptoloker eseguito da un utente senza pemessi di root potrebbe nella peggiore delle ipotesi trovarsi criptati i dati nella propria home ma li finisce e li resta.

    È tutta una questione di volontà politica di voler fare le cose; nel 2004 anno in cui ho cominciato seriamente ad abbandonare gradualmente XP, per installare i drvier ufficiali di schede video ATI e Nvidia arrivavi certe volte a dover andarti a toccare e ricompilare parte del kernel di base. Nel 2007 data in cui è stata una scoperta del mondo Linux ci fu la grande magia e sui siti ufficiali sono cominciati a comparire i pacchetti autoinstallanti fino ad oggi dove ti vengono proposti praticamente già in fase di installazione. LO stesso Android è Linux, ha la stessa organizzazione logica e strutturale eppure ci gira tutto com'è ?

    Ho tirato fuori la parola "driver" è già questi incubi viventi per chiunque si trovi a installare Windows ! Pensa, io mi ritrovo un sistema "pronto all'uso" tu rischi che neanche la connessione ad internet funziona perchè non sia mai aprire e modificare parti di un kernel NT praticamente immutato dai tempi di XP nel 2001.

    Citazione Originariamente Scritto da bartok Visualizza Messaggio
    ValerMIC,

    Immagino che molti di questi software siano a pagamento. Se la mettiamo sul "pagamento", anche Windows è super sicuro: qualunque cosa si cerchi, volendo, si trova un prodotto a pagamento "certificato". Se poi parliamo di software non a pagamento, siamo sicuri che la magica Apple ci fornisca tutto, ma proprio tutto, in questi pacchetti? E' gratis un programma che permetta di cambiare massivamente e in modo selettivo i metadati e parti dei nomi dei file? E' gratis il programma che permette di recuperare file cancellati? E' gratis il programma che permette di estrarre la traccia audio dai video, o di generare file video con diverse compressioni, o di convertire file audio in altri formati? Beh... con Microsoft tutta questa roba si trova gratis come open source.

    Questa non l'ho capita bene...

    Mi viene il dubbio che credei che Apple e Linux siano la stessa cosa... OS X e una qualsiasi distribuzione Linux sono lontani parenti di Unix ma c'entrano ben poco se non per gli stessi concetti logici in ambito di installazione software e di sicurezza.

    Immagini male perchè su Linux i software della comunità sono tutti gratuiti e come dicevo, se sono a pagamento li paghi direttamente nel gestore dei pacchetti non vai su internet allo sbaraglio.

    E sia chiaro che io non amo Apple forse anche più che Microsoft

    Citazione Originariamente Scritto da bartok Visualizza Messaggio
    ValerMIC,

    sì, ma perché pagare per una cosa che posso trovare gratis, con Microsoft, come open source? Ok... con Windows devo stare più attento. Beh, starò più attento, me ne assumo la responsabiltà! Fatto sta che costa meno, ci faccio tutto quel che devo fare e molte cose le trovo gratis.
    L'unica cosa su cui la Apple è obiettivamente superiore a qualunque altro competitor, è l'iphone. Ma uno smartphone non necessita dell'elasticità che serve ad un computer. Per cui, sull'iphone, le poche cose che ci si possono fare, ma ben pensate, rigide, efficienti e veloci, rendono il prodotto ottimo.
    Qui entriamo nell'eterna sfida Android & Apple / OS X che c'entra poco con la discussione ma anche qui guarda un po..dipende!

    Nel 2020 pago 1.200 € un telefono e devo sentirmi dire quello che posso e non posso farci ? Un telefono Android lo colleghi ad un PC e come logica vuole mi viene riconosciuto come una penna USB ! Un iPhone no, loro devono essere chic e tutto quello che voglio farci deve passare tramite iTunes ! Però l'importante è "avere un prodotto ottimo" (fino a quando Apple non deciderà che deve ricevere altri 1.200 € da te perchè il tuo iPhone è vecchio, lento e brutto invece che 2 fotocamere quello nuovo ne ha 3, aggiungo io ) Mentre io nell'identica situazione posso (e sottolineo il posso) tenermi un Galaxy S3 del 2010 con Android uscito nel 2016 (il sottoscritto fino a 3 anni fa usava il suddetto telefono in questo modo quando la casa madre Samsung aveva deciso ben 4 anni prima che tale device doveva morire)

    Ah qui noi stiamo parlando in ambito "domestico" o anche di "ufficio" ma se poco poco includiamo anche l'ambito "networking" il discorso neanche merita di iniziare.

    Credimi che hai un idea del mondo Linux un po datata dai tempi in cui veramente dovevi "sporcarti le mani" per utilizzarlo.
    >>> Valerio <<<

  5. #35

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ValerMic Visualizza Messaggio
    Credimi che hai un idea del mondo Linux un po datata dai tempi in cui veramente dovevi "sporcarti le mani" per utilizzarlo.
    Eh, beati quei tempi... ricordo ancora la mia primissima distribuzione: Puppy Linux quando ancora si basava su Slackware. Installi il sistema operativo (installare era una parola grossa, dal momento che lo caricavi soprattutto in RAM) e puntualmente non funzionava nulla delle periferiche. Poi, come dici tu, è arrivato il vero Linux per desktop... e lì le cose hanno cominciato a funzionare veramente. Se posso permettermi, però, da utente Debian-affezionato, solamente con Ubuntu si è avuto uno sprint incredibile in avanti. E forse questo è un peccato a metà, dal momento che, purtroppo, a dettare le condizioni sono Fedora/Red Hat... quando, invece, dovrebbe essere la gigantesca comunità di Debian a farlo...

    P.s.: io stesso ho abbandonato Debian per Ubuntu e, francamente, sento che i tempi del dovermi compilare da solo i pacchetti su Puppy sono ben lontani. Non capisco coloro che hanno il terrore di Linux e lo confinano all'area nerd. Io sono un utonto... e dal 2006/2007 anch'io balzello da una distribuzione all'altra. Ho fatto i miei danni con Linux... ma ho anche ricevuto tanto in cambio.

  6. #36
    Utenti Storici L'avatar di Surefire
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Somewhere
    Messaggi
    1,723

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ValerMic Visualizza Messaggio
    Questa è il "pensiero" che mamma Microsoft con tanta felicità delle software house di antivirus ci ha ormai fatto passare per "normalità" ma ti assicuro che non è cosi.


    Da quando l'utilizzatore finale deve porsi il problema di porre rimedio a difetti congeniti e cronici di un prodotto ?


    Se ti vendessi una moto da enduro e ti dicessi "guarda pui farci tutti gli sterrati che vuoi ma occhio perchè prima devi proteggere il motore con dei prodotti a pagamento di altre case altrimenti rischi che le forti vibrazioni dovute al fondo stradale lo mandano in blocco completo" diresti "ah va bene grazie per avermelo detto" o ti girerebbero un po visto che comunque paghi il prodotto in questione con soldi veri e forse dovrebbe essere quanto meno privo di bug e falle che si porta dietro da più di 20 anni ormai ?


    Escono versioni di Windows ogni 4 anni ma ce ne fosse una che veramente ha portato rivoluzioni vere. Hai gli stessi problemi che aveva Windows 95; devi provvedere alla sua/tua sicurezza (ok da Windows 8 hanno parzialmente risolto con il loro antivirus già attivo di prima installazione), devo fermarmi X tempo al mese (dico mese ma dipende molto da come si usa il PC) per provvedere a pulizia, scansione antivirus, deframmentazione, upgrade che durano ore e quant'altro, mai pensato che nel 2020 mi obblighi ad usare un file system NTFS del 1993 ? La frammentazione di questo file system è tra le più elevate tra tutti i suoi simili che ci sono oggi e tu dopo 30 anni ancora demandi all'utente il dover "mettere in ordine il disco" ? Avevano provato nel 2003 con WinFS che doveva risolvere tali problematiche inglobandolo in Vista per il 2006 ma fu un fallimento epico che infatti falli' .

    Non so se tu abbia una moto, ma ad esempio se vuoi andare in pista con una moto DA PISTA, é MOLTO consigliabile metterci mano (tubi freno in treccia, dischi a margherita, pasticche adatte, un olio motore ad hoc rispetto a quello che ti dá la casa, gomme piú adatte, ...) parlando solo della parte "sicurezza" e non di quella della "potenza".
    Questo perché la moto, nonostante la categoria ultrasportiva (ho giusto giusto una R6 che uso solo per questo ) esce comunque per un utilizzo "sportivo ma non ultra spinto" come puó essere un circuito. Per caritá, ci puoi entrare pure con una moto stock appena uscita dal concessionario, ma la parte meccanica risentirá dello stress eccessivo (i tubi si scaldano e si allargano, l'olio motore durerá la metá, ....) e avrai comunque meno sicurezza (le gomme andranno oltre la temperatura, i dischi freno e le pasticche non garantiranno una frenata ottimale, ....). Del resto, come si dice, il meno é comprare la moto.... il problema di tutti i motociclisti sono gli accessori


    Se hai una macchina windows e la usi come un bravo utente medio, ossia film, office, internet stile notizie o videogiochi originali.... piú o meno sopravvivi, SE SEI SVEGLIO, se invece inizi a cliccare su banner "sei il milionesimo utente, clicca qua per andare al premio" o a farti dare il gioco craccato dall'amichetto che pure ci capisce poco (= inizi a fare una gara con un'altra moto per strada) inizia il rischio.... e lí un buon antivirus (= un kit di freni migliori) ti puó aiutare a passare incolume dall'errore che hai fatto (= riesci a frenare in tempo al semaforo e non succede nulla).


    Poi tutto questo per...? L'equivalente di 2 o 3 caffé al mese? Magari ti fai un Alienware da 2000 euro ma non ti puoi permettere una manciata di euro all'anno per una cosa che puó effettivamente esserti utile? (O ti fai una moto e compri giacca e casco al supermercato....)


    Per il discorso deframmentazione... credo si sia estinta da quando sono usciti gli SSD, quindi il problema non si pone (e ormai li mettono ovunque)... la pulizia, se mantieni un livello di ordine decente, non c'e nemmeno bisogno di farla (se non pulisci casa per 6 mesi mi pare normale che alla fine ci devi buttare una giornata solo per spazzare!). In quel modo il sistema sopravvive per anni.... se si fa danni, c'e il classico disco di ripristino a prova di utenti storditi.
    Poi il discorso é diverso se vuoi andare sul fine.... io ad esempio avere due partizioni su uno stesso disco (OS e "magazzino") é una cosa che non ho mai concepito.... Quando formatto i driver e i programmi me li installo uno per uno a mano.... Ma perché sono farmacista io e sono abituato ad avere un diverso standard.


    Ho tirato fuori la parola "driver" è già questi incubi viventi per chiunque si trovi a installare Windows ! Pensa, io mi ritrovo un sistema "pronto all'uso" tu rischi che neanche la connessione ad internet funziona perchè non sia mai aprire e modificare parti di un kernel NT praticamente immutato dai tempi di XP nel 2001.

    Questo mi conferma che sei rimasto a WinXP
    Credo che giá da Millennium Edition, sicuramente da Win7, non ci fosse piú il problema di trovare driver proprietari per una periferica... (quasi) tutto quello che inserivi veniva riconoscito ed i driver installati automaticamente. Del resto pure Win é passato da una manciata di floppy a qualche Gb..


    Poi pure lí, se vuoi fare il farmacista puoi andare a cercare quelli ad hoc, ma non é certo una cosa necessaria al funzionamento corretto del sistema. La moto va, ma certo una mappatura a banco... la fa andare di piú XD






    Qui entriamo nell'eterna sfida Android & Apple / OS X che c'entra poco con la discussione ma anche qui guarda un po..dipende!


    Nel 2020 pago 1.200 € un telefono e devo sentirmi dire quello che posso e non posso farci ? Un telefono Android lo colleghi ad un PC e come logica vuole mi viene riconosciuto come una penna USB ! Un iPhone no, loro devono essere chic e tutto quello che voglio farci deve passare tramite iTunes ! Però l'importante è "avere un prodotto ottimo" (fino a quando Apple non deciderà che deve ricevere altri 1.200 € da te perchè il tuo iPhone è vecchio, lento e brutto invece che 2 fotocamere quello nuovo ne ha 3, aggiungo io ) Mentre io nell'identica situazione posso (e sottolineo il posso) tenermi un Galaxy S3 del 2010 con Android uscito nel 2016 (il sottoscritto fino a 3 anni fa usava il suddetto telefono in questo modo quando la casa madre Samsung aveva deciso ben 4 anni prima che tale device doveva morire)
    su questo... niente da dire, applausi e basta!
    Anche io ho un certo odio verso la mela, ma mi piace essere oggettivo, quindi oltre a dire che i loro cellulari sono una CxxxTA per una marea di motivi (alcuni li hai detti tu, ma vorrei specificare che di quei 1200 euro che spendi, di hardware ce ne saranno forse la metá, il resto é brand.... oltre a TANTI altri motivi.... tipo il BT che almeno nei primi modelli potevi usare SOLO per gli auricolari....ecc ... ecc....) ammetto che se fossi un DJ o un progettista e volessi un computer esclusivamente per il lavoro, farei un pensierino sui Mac, che sono intrinsecamente ultra stabili (visto il sistema chiusissimo che hanno)
    “The difference,” I answered carefully, “lies in the field of civic virtue.
    A soldier accepts personal responsibility for the safety of the body politic of which he is a member,
    defending it,
    if need be, with his life. The civilian does not.” [Robert Heinlein, Starship Troopers]

  7. #37
    Utenti Storici L'avatar di Surefire
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Somewhere
    Messaggi
    1,723

    Predefinito /

    Citazione Originariamente Scritto da blasonario Visualizza Messaggio
    Non capisco coloro che hanno il terrore di Linux e lo confinano all'area nerd. Io sono un utonto... e dal 2006/2007 anch'io balzello da una distribuzione all'altra. Ho fatto i miei danni con Linux... ma ho anche ricevuto tanto in cambio.
    Io figurati che ho avuto il terrore quando sono passato da XP (dove conoscevo a memoria cosa cercare e dove in qualsiasi caso) a 7...
    A parte quello, io uso uno specifico linux solo da un paio di anni quindi posso parlare da niubbo completo, se non ci fosse stato google e parecchie ore a fare ricerche guarderei ancora "APT" con un punto interrogativo sopra la testa.... Ti assicuro che sono pochi quelli che vogliono imparare ad "USARE" un sistema operativo.... e Win rimane anni luce piú semplice da usare. Il Mac ancora di piú, ma ormai lo considero piú una consolle che un computer....

    Sono abbastanza certo che il livello di "esperienza informatica" di un utente medio Linux sia piú elevata di un utente medio MS, per riallacciarmi a bartok
    Ultima modifica di Surefire; 13-02-20 alle 01: 04
    “The difference,” I answered carefully, “lies in the field of civic virtue.
    A soldier accepts personal responsibility for the safety of the body politic of which he is a member,
    defending it,
    if need be, with his life. The civilian does not.” [Robert Heinlein, Starship Troopers]

  8. #38
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    740

    Predefinito

    Ciao Surefire

    Potremmo stare ore e ore a parlare di tutto questo e personalmente lo faccio con molto piacere, mi è sempre piaciuto il confronto su tematiche e opinioni diverse dal sottoscritto

    Sono motociclista anche io ( DD 1.2) non ho ancora messo piede da pilota motociclista (di auto si fortunatamente ) in pista malgrado abbia tutta "l'attrezzatura" necessaria per mancanza di tempo ma ho capito perfettamente il tuo esempio però...c'è un però!
    Probabilmente intendiamo con "uso normale" e "uso spinto" cose diverse e attenzione che non sto certo affermando che la mia visione sia giusta e l'altra completamente errata anzi probabilmente quasi 15 anni di uso Linux mi hanno fatto cambiare questi due concetti, mi spiego..

    Parliamoci molto chiaramente e non consideriamo per ora le versioni di Windows dall'8 al 10 dove come ho ricordato io stesso a installazione completata ti ritrovi il Windows Defender già attivo e funzionante (e anche bene aggiungo io). Installare una qualsiasi versione di Windows e dare il suddetto PC al 95 % degli utenti comuni senza provvedere a installare nessun tipo di antivirus equivale a suicidarsi senza se e senza ma e chi prima e chi dopo si ritroverebbe un computer infettato come pochi altri. Ecco per me questo non è accettabile e non riesco ad accettarlo come "normalità".
    Il tuo esempio mi permetto di dire che non è perfettamente calzante in due punti:
    1. l'olio motore è un elemento essenziale per il corretto utilizzo di qualsiasi propulsore di qualsiasi categoria non averlo equivale a grippare, fondere ecc.. L'antivirus non lo è e lo è diventato per porre rimedio a un difetto strutturale del prodotto, è molto sottile la differenza ma ti assicuro che è fondamentale comprenderla
    2. il fatto dell'olio motore per uso stradale e uso pista non mi trova d'accordo perchè è come se Yamaha fino a 2 modelli fa dell'R6 ti vendeva il tutto senza olio motore lasciando a te l'onere di provvedere prima della messa in moto e solo da pochi anni ti vende lo stesso modello con un minimo di olio motore.

    Riguardo il fatto "che se usi una macchina Windows come l'utente medio ben o male ti salvi" qui la penso diversamente anche per esperienza personale. Ho lavorato per anni in un centro di assistenza sia di smartphone sia soprattutto di informatica e ne ho viste praticamente di tutti i colori dal tragicomico al tragico vero e il fattore comune tantissime volte era sempre il dover porre rimedio a qualche problema di Windows. Chi aveva la fissazione di scaricare sempre gli ultimissimi aggiornamenti tramite Windows Update e trovarsi ore e ore in ufficio bloccato ad aspettare la fine di qualche installazione e non di men trovarsi poi il PC visibilmente lento, macchinoso e "strano", chi voleva rimanere nella sfera della legalità installandosi software gratuito senza sapere che in fase di installazione bisognerebbe tenere in vista le spunte che si trovano selezionate in maniera predefinita facendoti installare software-mondezza proprio perchè gli stessi sviluppatori sanno benissimo che su Windows "si può fare" o a chi ha cambiato un componente hardware da solo e non è riuscito a trovare il driver corrispondente a quella nuova periferica trovandosi il PC "zoppo". Come vedi sono tutti problemi che nascono da mancanze più meno gravi del sistema operativo e che oggi ormai abbiamo assimilato per essere normali ma ti dirò che di normale c'è molto poco. L'assemblarmi un PC da usare in salotto sotto la TV per vederci film,musica ecc insomma per un uso "media center" e dovermi preoccupare della "sicurezza" ti assicuro che non è tecnicamente parlando normale.
    Sempre citando il tuo esempio non credo che verrebbe tanto accettato il fatto che se due case come Yamaha e Aprilia fanno si che la prima ti vende una moto dicendoti "guarda ad anadare va e anche bene ma occhio perchè se non ci installi il prodotto X prima o poi qualcosa si sfascia" mentre la seconda ti dicesse "prendi montaci sopra e vai" , è tutto un discorso relativo alla fine.

    Mi hai citato il problema della frammentazione e il fatto che non costituisca più un problema sugli SSD, niente di più vero ma non vorrei apparire come ripetitivo ne che ho qualcosa di personale contro Microsoft ma non è certo merito di quest'ultima se non costituisce più un problema anzi in realtà il problema seppur irrilevante su queste unità c'è tutt'ora basta che analizzi la frammentazione di C su un qualsiasi SSD per renderti conto che arrivi a percentuali molto elevate che in qualsiasi altri file system dopo anni e anni anche di assiduo utilizzo neanche ti ci avvicini.

    Riguardo la configurazione migliore ovviamente dipende da tanti fattori ma in generale preferisco sempre uno o più SSD per sistema e programmi e un HDD classico per magazzino dati (ovviamente ricordandoci di un backup da qualche altra parte di questi ultimi lo dirò sempre fino alla nausea, troppe persone di ogni età e sesso sono arrivate al punto di piangermi davanti dopo avergli detto che i loro dati come foto matrimonio, filmini bimbi ecc erano irrecuperabili al 100%). A casa per esempio sul mio PC personale ho 2 SSD uno per Windows 7 e uno per Linux + un HDD classico per storage dati.

    Per quanto riguarda Windows XP, negativo Abbandonato se ricordo bene intorno al 2014 data (del tutto casuale però) in cui usci dal supporto completo, passando a Win7 che personalmente ritengo il migliore Windows sfornato da Ms e che utilizzo tutt'oggi.

    Come ti ho già riportato sopra, non mi trovi per nulla "sintonizzato" riguardo il discorso driver, si ok rispetto a XP con 7 ci sono stati grandi miglioramenti in tal senso ma credimi la comica finestra "Rilevato dispositivo hardware di rete ma causa mancanza driver non è possibile utilizzarlo, cerco driver su internet ?" è ancora attualissima

    La piacevole parentesi "storica" mi ha fatto venire in mente ben 3 episodi passati personalmente vissuti

    L'approdo di Windows 98 che specie nella versione SE fu una vera rivoluzione rendendo l'uso del PC molto più alla portata di tutti anche rispetto al precedente Win95 e precedenti dove ancora si era troppo dipendenti da MS-DOS seppur 98 e tutta la serie 9.x lo era.

    L'unione delle versioni NT da ufficio e 9.x dedicate agli utenti domestici con Windows XP a fine 2001, credo grazie a mio padre che fui uno dei primissimi a metterci mano e trovarmelo installato non scorderò mai quando mi diede il CD con questo mai sentito XP quando tutti avevano il 98 classico

    Le prime prove sul mondo Linux nel 2003 con Suse e Fedora all'epoca ritenute facili per poi con l'uscita di Ubuntu nel 2004-2005 il quasi definitivo passaggio e scoperta di questo mondo

    Windows e Microsoft in generale hanno sicuramente avuto l'idea indubbiamente vincente di un "pc per ogni scrivania" epica frase di Bill Gates con la presentazione di Windows 95 ma sono convito che si sono molto adagiati sugli allori.

    In ultimo per ciò che riguarda Android ed Apple personalmente di questi ultimi mi piace la qualità fisica dei loro prodotti che nessun telefono Android secondo me ancora oggi può eguagliare, quelle scocche in vetroresina seppur molto delicate mi piacciono veramente tanto ma la loro politica del "se resti nel nostro universo ok se no ti metto i bastoni sulle ruote" non posso accettarla.

    Citazione Originariamente Scritto da blasonario Visualizza Messaggio
    Eh, beati quei tempi... ricordo ancora la mia primissima distribuzione: Puppy Linux quando ancora si basava su Slackware. Installi il sistema operativo (installare era una parola grossa, dal momento che lo caricavi soprattutto in RAM) e puntualmente non funzionava nulla delle periferiche. Poi, come dici tu, è arrivato il vero Linux per desktop... e lì le cose hanno cominciato a funzionare veramente. Se posso permettermi, però, da utente Debian-affezionato, solamente con Ubuntu si è avuto uno sprint incredibile in avanti. E forse questo è un peccato a metà, dal momento che, purtroppo, a dettare le condizioni sono Fedora/Red Hat... quando, invece, dovrebbe essere la gigantesca comunità di Debian a farlo...

    P.s.: io stesso ho abbandonato Debian per Ubuntu e, francamente, sento che i tempi del dovermi compilare da solo i pacchetti su Puppy sono ben lontani. Non capisco coloro che hanno il terrore di Linux e lo confinano all'area nerd. Io sono un utonto... e dal 2006/2007 anch'io balzello da una distribuzione all'altra. Ho fatto i miei danni con Linux... ma ho anche ricevuto tanto in cambio.
    Ubuntu con Canonical indubbiamente ha dato la definitiva spinta a rendere il mondo Linux per tutti questo è innegabile, quello che mi auguro e forse ci stiamo svegliando è che ci si concentri "uniti" verso un obiettivo comune, non ho mai dato contro a società del calibro di Adobe ecc che fino a ieri giustificavano la mancanza dei loro software per il fatto che dovrebbero adattare i loro prodotti a distribuzioni molto varie, le debian based, le RPM, ecc ma indubbiamente nell'immaginario collettivo l'idea che per avere un sistema utilizzabile bisogna ancora compilare, mettersi gli occhialini e il grembiule è ancora attuale.
    Ultima modifica di ValerMic; 13-02-20 alle 10: 32
    >>> Valerio <<<

  9. #39

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ValerMic Visualizza Messaggio


    Ubuntu con Canonical indubbiamente ha dato la definitiva spinta a rendere il mondo Linux per tutti questo è innegabile, quello che mi auguro e forse ci stiamo svegliando è che ci si concentri "uniti" verso un obiettivo comune, non ho mai dato contro a società del calibro di Adobe ecc che fino a ieri giustificavano la mancanza dei loro software per il fatto che dovrebbero adattare i loro prodotti a distribuzioni molto varie, le debian based, le RPM, ecc ma indubbiamente nell'immaginario collettivo l'idea che per avere un sistema utilizzabile bisogna ancora compilare, mettersi gli occhialini e il grembiule è ancora attuale.
    Hai ragionissima... però, il problema ancora più grande di Linux, secondo me, è sì la grande frammentazione delle forze, ma anche il fatto che esiste uno standard, ma tale standard è, di fatto, un non standard. Mi spiego: il formato RPM dovrebbe essere lo standard, ma una distribuzione come Debian ha maggior diffusione di una come Fedora, quindi il formato DEB è altrettanto se non più diffuso. Forse occorre davvero concentrare le forze solamente su pochissime distribuzioni... ma ogni anno dobbiamo assistere alla nascita di distribuzioni talmente inutili e fini a se stesse che, secondo il mio modesto parere, potrebbero benissimo neppure nascere.

  10. #40

    Predefinito

    Ora il sistema Windows 10 non ha bisogno di usare software antivirus, è sufficiente Windows Defender. https://pctempo.com/windows-defender...ome-antivirus/

Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •