Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 26 di 26

Discussione: Riorganizzazione forze speciali E.I

  1. #21
    Utente Expert
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    344

    Predefinito

    Dimenticavo...costruire una pista di atterraggio per sbarcare 500 richiede Uomini Materiali Mezzi e Tempi ( se si è in un ambiente ostile , lavorare è impossibile e comunque sono richiesti tempi elevati , senza contare che la sorpresa sfuma ) mentre con il lancio , metti sul terreno 500 uomini dieci minuti .
    Con 12 ore di approntamento e 12 di trasferimento .....Obiezione : " Perchè non usare elicotteri " , per 500 uomini ne servirebbero moltissimi ( che NON abbiamo )
    e l' autonomia di un elicottero è limitata ....SINTESI : PER QS ESISTONO I PARACADUTISTI .
    Ultima modifica di renatoski; 24-08-19 alle 13: 50

  2. #22
    Utente Expert
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    344

    Predefinito

    SINTESI DELLA SINTESI : Striscia di atterraggio 5 gg di lavoro visibile con lavoro evidente con ruspe eccetera...intanto i ribelli continuano a fare la bua agli italiani ;
    IMPIEGO PARACADUTISTI : in 10 minuti 500 Uomini Combat Ready DI SORPRESA in territorio ostile . Ovvio che si tratti di un impiego strategico ( vale a dire politico e per qs aspetto siamo nel gatto - di politica strategica in Italia non c è una seppia ).
    Renatoski

  3. #23
    Soldato
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    61

    Predefinito

    Riguardo al 13º Battaglione "Aquileia", reparto semi sconosciuto di cui se ne parla poco, non avrebbe senso collocarlo sotto l'ombrello del COFS?

  4. #24

    Predefinito

    hai toccato il punto come sempre Renatoski avvalorato dalla tua lunga esperienza.

  5. #25

    Predefinito

    Riguardo al 13º Battaglione "Aquileia"
    dici bene reparto semi sconosciuto... è già inserito nella brigata informazioni tattiche.
    Puoi dirci qualcosa in più sul reparto? come viene selezionato il personale e che addestramento riceve?
    Altro reparto di eccellenza dell'esercito di cui si conosce poco.
    Ultima modifica di hellas; 29-08-19 alle 22: 07

  6. #26
    Utenti Storici L'avatar di Surefire
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Somewhere
    Messaggi
    1,723

    Predefinito

    Ragà toglietevi dalla testa i film dove la gente si butta in TCL in mezzo al territorio nemico, belli, perfetti, stabilissimi, con uno zainetto da 10 litri fanno 6 settimane sul terreno.

    SE PROPRIO PROPRIO si vuole fare un lancio di inserzione tattico (=piccoli team in zona nemica), non c'è altro modo che HALO o HAHO. E comunque che io sappia, NESSUNO fa più da anni, perchè nel 99,99% dei casi altre modalità di inserzione sono MOLTO meno pericolose (gli americani quando lanciano i vincolati, calcolano un 20% in più come personale necessario.... vuol dire che se vogliono 100 persone a terra ne lanciano 120 perchè sanno che mediamente una ventina si perdonono o si scassano all'atterraggio) e più reminerative quando si tratta di calcolare pro e contro.
    Gli Americani possono vantare un comparto di FS (e dico FS....) con un numerico superiore ad una nostra brigata. Questo vuol dire che, avendo i numeri per dividere il personale in settori, una minima chance di fare una op tramite AVL halo/haho la possono pure avere. Oltre a "piccoli" dettagli, come alcuni sottomarini costantemente in standby esclusivamente per il loro comparto FS...
    l'Italia (ma tendenzialmente tutti i colleghi europei) ha una manciata di persone che devono saper fare un pò di tutto, con quello che c'è.

    TCL ormai lo reputo alquanto inutile, piuttosto ala vincolata (che era stato anche proposto per i plotoni esploranti).

    Vincolato.... ancora può avere un minimo di senso... classico lancio di massa (anche se COMUNQUE sarebbe più remunerativa l'ala vincolata)... ma le invasioni di massa su un altro territorio nemico.... quand'è stata l'ultima?

    Stiamo parlando di tecniche e tattiche che si utilizzavano nella guerra fredda... Ora (o almeno... negli ultimi 10 anni?) le tecniche di combattimento sono di guerriglia.
    A parte gli americani. Ma loro quando arrivano in un nuovo teatro semplicemente fanno sbarcare direttamente qualche migliaio di humvee.....
    Ultima modifica di Surefire; 30-08-19 alle 21: 22
    “The difference,” I answered carefully, “lies in the field of civic virtue.
    A soldier accepts personal responsibility for the safety of the body politic of which he is a member,
    defending it,
    if need be, with his life. The civilian does not.” [Robert Heinlein, Starship Troopers]

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •