Pagina 7 di 8 PrimaPrima ... 5678 UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 78

Discussione: Suicidi in divisa: nessuno ne parla, proviamoci noi...

  1. #61
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,872

    Predefinito

    Però una visita specialistica per chi fa un lavoro sotto stress e gira armat, mi sembra molto piu logico e fattibile.
    Si vede che non hai mai fatto un percorso di psicoterapia e che quindi non ne conosci le tempistiche di realizzo.

    Che poi non credo che siano tutti fini agenti segreti capaci di burlarsi di provate tecniche psicologiche.
    Credi che un minnesota basterebbe?...

    ....se avvaloriamo la teoria che è proprio la divisa che li porta a suicidarsi....
    Nessuno lo ha mai detto.

    Quindi questo forse è un topic inutile, un vicolo cieco, una strada senza uscita.
    Libero quindi di non parteciparvi.
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  2. #62
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    733

    Predefinito

    Il GIS non credo proprio sia intervenuto per salvare le bambine che sono state uccise esattamente dopo l'omicidio della moglie al piano terra dello stabile il tutto infatti è avvenuto tra le 5.30 e le 6 dove i testimoni hanno sentito i tre colpi sparati agli indirizzi della moglie e poi un numero imprecisato di ulteriori colpi provenienti però dall'interno dell'appartamento.

    Il gruppo speciale è arrivato sul posto intorno alle 9.30-10 di mattina non per un irruzione ma per scongiurare altre situazioni di pericolo ulteriore per gli altri, subito dopo infatti è stata interrotta la fornitura di gas e corrente elettrica e tutti gli edifici pubblici e privati nei pressi dello stabile sono stati evacuati oltre la scuola esattamente di fronte l'abitazione in questione che è stata evacuata immediatamente dopo la sua apertura intorno alle 7-8.

    Per come la vedo io quindi il GIS è stato chiamato per "monitorare la situazione" nel caso il soggetto si rendesse pericoloso verso altri e allora si che in questo caso sarebbe intervenuto, ma non si sarebbe mai verificata un irruzione da film americano per il semplice fatto che si sapeva già tutto sulle bambine per cui un intervento "di forza" avrebbe significato la quasi sicura morte del soggetto che non poteva essere tollerata stando cosi le cose dove la vita di qualsiasi soggetto è al primo posto. Se le bambine fossero rimaste in vita durante l'arrivo dei GIS dubito comunque che avremmo assistito a scene da Swat Usa (per fortuna) ma sicuramente la vita del padre passava in secondo piano sicuro ma è ovviamente impossibile stabilire cosa sarebbe avvenuto.

    In queste situazioni estremamente particolari e a rischio intervengono sempre gli assistenti psicologici delle rispettive amministrazioni (infatti in questo caso era tutto di competenza dell'Arma) che infatti erano presenti sul posto anche prima dei GIS in quanto si cerca di annientare mentalmente il soggetto.

    Per quanto riguarda il prevenire di tali situazioni io ammetto che sono un po pessimista per mia natura su queste cose forse perchè non quasi nessuna fiducia nei "test psicologici" e forse lascerò un po basito chi legge ma sono convinto che a tali situazioni non ci sia molto che si possa fare. E' impossibile prevedere che un soggetto possa reagire in un modo più tosto che in un altro. Ok le visite psicologiche obbligatorie ma (ed è la storia che c'è lo dice) i soggetti che vanno incontro a tali situazioni tendono a nascondere il loro stato di malessere ed è proprio per questo che poi di punto in bianco "scoppiano" perchè non c'è la fanno letteralmente più, per cui cosa facciamo ? Ad ogni membro di una FFOO che si sta separando/divorziando/lasciando togliamo l'arma e lo mandiamo ai lavori d'ufficio ? Spero veramente che qualcuno non si svegli la mattina e proponga una cosa del genere.

    Qual'è la soluzione quindi ? Sinceramente non so, è troppo complesso il problema; qualità complessivo del lavoro svolto, paghe e stipendi fermi dai tempi di mio nonno, poca soddisfazione, eterno avere a che fare con il mondo della criminalità, situazione generale della nostra società in questi anni, problemi personali e chi sa che altro.
    Ultima modifica di ValerMic; 02-03-18 alle 00: 27
    >>> Valerio <<<

  3. #63
    Maggiore L'avatar di mib
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    3,996

    Predefinito

    In parte concordo con ValerMic.
    Per il resto: struzzi

  4. #64
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    733

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mib Visualizza Messaggio
    In parte concordo con ValerMic.
    Per il resto: struzzi
    Ciao mib

    Perchè non motivi un po le tue convinzioni ? Dove pensi che si sia sbagliato in questa situazione ?
    >>> Valerio <<<

  5. #65
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,872

    Predefinito

    Quanto alla Polizia di Stato, suggerisco la lettura di questo articolo.
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  6. #66
    Maggiore L'avatar di mib
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    3,996

    Predefinito

    Parlavo di struzzi, relativamente al nascondere la testa sotto la sabbia per non vedere la realtà, ma mi rendo conto che la situazione è molto delicata e parlarne da esterno puo offendere a livello personale qualche tutore dell'ordine, dal momento che potrebbero vedere una critica verso il loro corpo come un'offesa personale o, peggio, un reato di oltraggio a pubblico ufficiale.


    Citazione Originariamente Scritto da Kojak Visualizza Messaggio
    Credi che un minnesota basterebbe?...
    Non c'è solo il Minnesota (o MMPI) ma almeno anche altri 20:
    15FQ+: Fifteen Factor Questionnaire Plus
    16PF: Cattell Sixteen Personality Factors Test
    ACL: Adjective Check List
    BFQ: Big Five Questionnaire
    CBA: Cognitive Behavioural Assessment
    CPI: California Psychological Inventory
    CPS: Comrey Personality Scales
    DiSC-PPS: Personal Profile System
    EPPS: Edwards Personal Preference Schedule
    EPI (o EPQ): Eysenck Personality Inventory (o Questionnaire)
    GPP e GPI: Gordon Personal Profile e/o Gordon Personal Inventory
    GZTS: Guilford-Zimmerman Temperament Survey
    HPI: Hogan Personality Inventory
    ITAPI-G: Italia Personality Inventory
    JPI-R: Jackson Personality Inventory
    JTI: Jung Type Indicator
    MBTI: Myers Briggs Type Indicator
    MCMI-III: Millon Clinical Multiaxial Inventory
    MMPI: Minnesota Multiphasic Personality Inventory
    MPQ: Tellegen's Multidimensional Personality Questionnaire
    OPP: Occupational Personality Profile
    SESAMO: Sexrelation Evaluation Schedule Assessment Monitoring
    SF: Seven Factors
    SFPQ: Six Factor Personality Questionnaire
    TCI: Cloninger's Temperament and Character Inventory


    Citazione Originariamente Scritto da Kojak Visualizza Messaggio
    Nessuno lo ha mai detto.
    E invece sarebbe il caso di dirlo, perchè le cause sono proprio quelle. Anzi le cause sono sempre le solite tre: famiglia, debiti e lavoro.
    Se la famiglia è di difficile risoluzione (soprattutto per un meridionale, e i tutori dell'ordine sono spesso meridionali e quindi sanguigni, gelosi e poco inclini al compromesso), se i debiti uno su un milione li risolve delinquendo, rimane il problema delle stress lavorativo, che va risolto.



    Citazione Originariamente Scritto da Kojak Visualizza Messaggio
    Libero quindi di non parteciparvi.
    Il punto non è questo. Il punto è che un post dove i tutori dell'ordine non possono parlare liberamente (anche dei propri problemi lavorativi) per paura di esser controllati e rimetterci la carriera, è un post inutile. Non serve a risolver nulla.
    Ma li capisco, se non diranno mai nulla.


    Citazione Originariamente Scritto da ValerMic Visualizza Messaggio
    E' impossibile prevedere che un soggetto possa reagire in un modo più tosto che in un altro. Ok le visite psicologiche obbligatorie ma (ed è la storia che c'è lo dice) i soggetti che vanno incontro a tali situazioni tendono a nascondere il loro stato di malessere ed è proprio per questo che poi di punto in bianco "scoppiano" perchè non c'è la fanno letteralmente più, per cui cosa facciamo ?
    Controllando, periodicamente o a campione, i soggetti, si possono prevedere con ragionevole margine di dubbio, eventuali cambi di personalità negativi.
    Nel campo delll'HUMINT, ad esempio, si è a volte arrivare a capire quando il sorvegliato stava per "mettersi" in moto", tipo facendo qualcosa di risolutivo in base ad alcuni indizi, dettagli comportamentali ben analizzati.

    Citazione Originariamente Scritto da ValerMic Visualizza Messaggio
    Ad ogni membro di una FFOO che si sta separando/divorziando/lasciando togliamo l'arma e lo mandiamo ai lavori d'ufficio ? Spero veramente che qualcuno non si svegli la mattina e proponga una cosa del genere.
    Sarebbe almeno da monitorare. Magari con estrema discrezione e non facendolo sapere al soggetto. Se poi è uno che abitualmente picchia la moglie, anche in pubblico, magari dovrebe scattare una chiacchierata chiarificatrice col suo superiore.

    Citazione Originariamente Scritto da ValerMic Visualizza Messaggio
    qualità complessivo del lavoro svolto, paghe e stipendi fermi dai tempi di mio nonno, poca soddisfazione, eterno avere a che fare con il mondo della criminalità, situazione generale della nostra società in questi anni, problemi personali e chi sa che altro.
    Sono quasi tutti motivi che solo il corpo di appartenenza (o lo Stato) potrebbe risolvere:
    - qualità complessiva del lavoro svolto
    - paghe e stipendi fermi dai tempi di mio nonno
    - poca soddisfazione
    La soluzione è: tratta meglio i tuoi "dipendenti" e non avrai mai problemi dai tuoi "dipendenti". E non lo dico io, ma è una filosofia attuata da alcune grandi aziende americane e nordeuropee, ad esempio.

    Citazione Originariamente Scritto da Kojak Visualizza Messaggio
    Quanto alla Polizia di Stato, suggerisco la lettura di questo articolo.
    E' solo un elenco di casi simili, che cerca di sviare l'attenzine sulle probabili colpe accennate anche da ValeMic, virando le eventuali motivazioni solo su problemi personali o di cuore. Non ha il coraggio di osare, di proporre, di supporre, di ipotizzare.

    Da come la vedo io, nessun tutore del'ordine senza problemi, dirà mai che la colpa è del proprio lavoro, se si spara. E' un dato di fatto. Piuttosto darà la colpa alle mogli, alle fidanzate, ai politici, a noi cittadini che delinquiamo troppo, ma mai al suo corpo e al trattamento lavorativo ricevuto.
    Che poi non si voglia far nulla (anche a livello sindacale) lo capisco: ogni suicida in piu è un motivo in piu per chiedere migliori trattamenti, anche economici. Anche per fare iin modo che una morte non sia stata inutile.
    La morte di quest'ultimo carabiniere e delle sue due figlie, sarà stata inutile, o porterà qualche cambiamento, in futuro? Dubito che ci sia una risposta, sia da parte delle istitituzioni, sia da parte dei singoli operatori del settore.

  7. #67
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,872

    Predefinito

    Non c'è solo il Minnesota (o MMPI) ma almeno anche altri 20:
    .....
    Ripeto: basterebbero?

    Anzi le cause sono sempre le solite tre: famiglia, debiti e lavoro.
    E secondo te non esistono anche altre categorie di lavoratori che si dibattono negli stessi problemi? Un giretto in cronaca e vedresti che molti altri omicidi-suicidi sono stati posti in essere da chi la divisa addosso non l'ha mai portata.

    Il punto è che un post dove i tutori dell'ordine non possono parlare liberamente (anche dei propri problemi lavorativi) per paura di esser controllati e rimetterci la carriera, è un post inutile.
    Il post l'ho aperto io e di sicuro io ne posso parlare apertamente perché non temo alcuna ripercussione sulla mia carriera né altre forme di ritorsione scelbine...

    Sarebbe almeno da monitorare. Magari con estrema discrezione e non facendolo sapere al soggetto. Se poi è uno che abitualmente picchia la moglie, anche in pubblico, magari dovrebe scattare una chiacchierata chiarificatrice col suo superiore.
    Assolutamente d'accordo con te. Ma per i vertici è troppa la paura di cadere nel tranello della privacy violata, in un Paese dove vengono sempre prima i diritti del singolo a scapito dei suoi doveri verso la collettività, specie se indossa una divisa.

    - qualità complessiva del lavoro svolto
    - paghe e stipendi fermi dai tempi di mio nonno
    - poca soddisfazione
    Sul primo punto si potrebbe lavorare molto.
    Sul secondo anche, salvo il fatto di dire "non basta mai"...
    Sulla soddisfazione, uno se la deve cercare nell'addormentarsi la notte sapendo di avere fatto il proprio dovere.

    Che poi non si voglia far nulla (anche a livello sindacale) lo capisco: ogni suicida in piu è un motivo in piu per chiedere migliori trattamenti, anche economici.
    Questo è il vero nocciolo della questione!
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  8. #68

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mib Visualizza Messaggio
    E invece sarebbe il caso di dirlo, perchè le cause sono proprio quelle. Anzi le cause sono sempre le solite tre: famiglia, debiti e lavoro.
    Se la famiglia è di difficile risoluzione (soprattutto per un meridionale, e i tutori dell'ordine sono spesso meridionali e quindi sanguigni, gelosi e poco inclini al compromesso), se i debiti uno su un milione li risolve delinquendo, rimane il problema delle stress lavorativo, che va risolto.
    Ma sei serio? Secondo te tutti i meridionali sono così? L'ultima volta che ho guardato il calendario era il 2018 e non il 1908! Se le tue opinioni sono tutte basate sul pregiudizio allora non sono nemmeno opinioni.

    Tornando all'argomento più che test psicologici obbligatori io punterei su una maggiore collaborazione della truppa con l'Istituzione. Ovvero, se io vedo che il mio collega è nervosissimo, fa discorsi strani etc non lo copro ma segnalo il tutto ad un superiore e lo faccio proprio per proteggere in primis lui dal fare sciocchezze!

  9. #69
    Maggiore L'avatar di mib
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    3,996

    Predefinito

    Kojak, forse non basterebero neppure gli altri 20 test, kma saebbe meglio di niente. Se uno ha ricevuto l'idoneità all'epoca dell'arruolament, non è detto che sia ancora idoneo anni dopo: bisognerà controllare, visitare, vagliare. Tra l'altro, suicidi per cause lavorative, depressioni o insoddisfazini, si registrano anche e soprattutt tra le guardie giurate, per cui sì: anche anche categorie lavorative hanno analoghi problemi...ma non tutti girano armati H24!!
    Per quanto sia stressante, pesante e gravoso l'operaio in fonderia o il camionista, hai mai visto tali categorie lavorative eccedere oltre le statistiche del suicidio? O del suicidio-omicidio?

    Scorpionbag, concordo pienamente con te sulla maggior collaborazione tra truppa e istituzioni, è un'ottima idea.

  10. #70
    Capitano
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    2,927

    Predefinito

    io ho già espresso, liberamente, il mio parere al riguardo in questa discussione e continuo a ribadire senza alcun problema che il luogo di lavoro e le condizioni in cui lo stesso si viene messi in condizione di esercitarlo, fa ampiamente la sua parte.
    così come reputo da ignoranti qualificati i discorsi del tipo "gli psicologi non servono a niente o sono roba per i pazzi".
    soprattutto alla luce del fatto che per prevenire e men che meno risolvere le problematiche derivanti dal deteriorarsi o dal rompersi dei rapporti familiari, poco o nulla si può fare.

    quindi, per essere ancora più chiari ed espliciti, e tornando all'esempio dell' "acqua nel vaso" che facevo qualche post fa, ritengo doveroso che lo STATO (così come ogni altro datore di lavoro, sia chiaro) faccia la propria parte, partendo dal dare applicazione alle norme vigenti in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e stress lavoro correlato.
    perchè se anche una parte (perchè nei confronti di colui a cui un solo aspetto della propria vita, quello familiare, viene meno per far "riempire di botto il vaso", poco ci si può fare) di suicidi e omicidi/suicidi si possono evitare dando attuazione CONCRETA alle norme emanate dal legislatore nella materia suddetta, ED IO SONO CONVINTO DI QUESTO, sarebbe già un grande passo in avanti.
    quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare,vi è un prezzo da pagare,ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare

Pagina 7 di 8 PrimaPrima ... 5678 UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •