Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Navi italiane cedute all'URSS come risarcimento IIGM

  1. #1
    Sergente L'avatar di Gera
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Località
    Campania
    Messaggi
    469

    Predefinito Navi italiane cedute all'URSS come risarcimento IIGM

    Buonasera, spero di aprire questa discussione nella sezione giusta (ero indeciso se aprirla nella sezione della MM, se mi sono sbagliato che un moderatore pazienzoso possa spostarla nella sezione giusta ) apro questa discussione per parlare di questo fatto storico poco conosciuto, uno dei tanti della guerra che ci ha segnato fino ai giorni nostri. L'Italia fu costretta a cedere come debito di guerra una serie di navi (tra velieri, torpedinieri, sottomarini e navi da guerra) all'Unione sovietica dopo aver rispettato l'armistizio di cassabile, dando dimostrazione di fedeltà e di onore verso il proprio Re (che probabilmente non l'avrebbe meritata) Questo fatto davvero mi ha lasciato con l'amaro in bocca, com'è possibile che sia successo? A tutti coloro che hanno combattuto per la presunta liberazione questo non ha dato il disgusto? Ho aperto questa discussione anche per parlare di una dolce rivincita o vendetta (anche se si sa poco di questa vicenda) tra il bottino sottratto senza motivo, figurava la nostra nave da guerra "Giulio Cesare" che nel 1955 affondò causando la morte di più di 600 sovietici. Una teoria valida riporterebbe l'accaduto come una vendetta di reduci incursori della X^ MAS, che non ci stavano a lasciare il nostro tesoro in mano a quei "bravi ragazzi" dei sovietici. Voi che ne pensate? Non si dovrebbe gioire della morte altrui, però sarebbe un'orgoglio se gliela avessero fata pagare in questo modo!
    MEMENTO AUDERE SEMPER!

  2. #2
    Moderatore L'avatar di gagliardi
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    je suis partout
    Messaggi
    7,699

    Predefinito

    A parte il fatto che "pazienzoso" non esiste, e si dice "paziente", ti faccio notare le seguenti cose:
    a) l'armistizio di Cassibile era un armisitizio, cessazione di belligeranza in attesa della fine di più grandi ostilità e dello stabilimento d'un trattato di pace da definirsi.
    b) è successo che nelle trattative di pace l'invasione italiana dell'URSS nel 1943 ha pesato molto, e se non ci fossero stati in seguito armistizio e co-belligeranza le condizioni sarebbero state anche più dure.
    c) è inutile rivolgersi a chi ha combattuto nella guerra di liberazione, perché ormai sono quasi tutti morti: esistono però molti testi e documenti sulla storia di quegli anni che, sia detto per inciso, chiunque pare conoscere meglio di te
    d) la liberazione non è stata presunta, ma reale, e la tua apologia strisciante e viscida del fascismo, con tutti i disastri che ha causato all'Italia (non ultimo la sconfitta nella seconda guerra mondiale) dimostra soltanto quanto tu di storia e politica nulla sappia e nulla capisca.
    e) l'affondamento in tempo di pace di una nave militare appartenente a uno Stato con cui non v'è belligeranza è solo un vile crimine, di quelli che certo gli incursori di Marina non compivano e non compiono. La "teoria" che attribuisce l'affondamento della corazzata 10 anni dopo la fine del conflitto a reduci di un Reparto disciolto 10 anni prima, è una tale fregnaccia che si commenta da sé
    f) gioire per la morte di tante persone non è niente di cui essere orgogliosi, ma qualcosa di cui profondamente vergognarsi.
    Ultima modifica di gagliardi; 29-07-16 alle 22: 22
    Se sei un nuovo utente, Benvenuto! Ricordati di presentarti QUI

    Prima di aprire nuove discussioni e di postare messaggi, dai un'occhiata al REGOLAMENTO

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,973

    Predefinito

    No, scusa, vabbè che sono alla quarta pinta di succo di malto....ma l'armistizio "breve" di Cassibile non era stato fatto con gli angloamericani?...
    I russi da dove saltano fuori?....
    Vendetta della X° MAS?..in quale romanzo?...
    Scusa, Gera, ma davvero non ti seguo....
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  4. #4
    Moderatore L'avatar di gagliardi
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    je suis partout
    Messaggi
    7,699

    Predefinito

    @Gera,
    ti rammento che su MF non si fanno discorsi politici, come quelli del post oscurato. Il web è pieno di siti cui puoi rivolgerti con maggior soddisfazione che qui
    Se sei un nuovo utente, Benvenuto! Ricordati di presentarti QUI

    Prima di aprire nuove discussioni e di postare messaggi, dai un'occhiata al REGOLAMENTO

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,973

    Predefinito

    La "tua" nazione è stata umiliata da un duce che ci ha gettato allo sbaraglio in una politica estera che, valutata nella sua globalità, ha tutti i connotati di una tragedia annunciata.
    I piani di affondamento delle navi da guerra era uno già stati predisposti da Supermarina con dispacci telegrafici inviati ai vari comandi. La stessa cosa aveva fatto Superaereo per la Regia Aeronautica e Superesercito per quanto riguarda le nostre postazioni militari terrestri ritenute nevralgiche. Quindi, nulla di nuovo. La teoria di Nikolaj Čerchašin mi vede a dir poco scettico.
    Infine, definire Cassibile come un armistizio è puro eufemismo. I suoi connotati furono quelli di una vera e propria resa incondizionata, mitigata soltanto in parte dalle posizioni intransigenti americane a quelle leggermente più moderate volute da Churchill, in questo caso assolutamente lungimirante.
    Ma poi, scusa eh.... dopo tre anni di guerra mondiale e due anni di guerra civile....ma mi vuoi dire che cosa volevamo ancora pretendere dal tavolo della pace?...
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  6. #6
    Moderatore L'avatar di gagliardi
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    je suis partout
    Messaggi
    7,699

    Predefinito

    I tuoi sproloqui sono ovviamente oscurati, da me, il motivo è che sono sproloqui e violano continuamente il Regolamento.
    Se sei un nuovo utente, Benvenuto! Ricordati di presentarti QUI

    Prima di aprire nuove discussioni e di postare messaggi, dai un'occhiata al REGOLAMENTO

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,973

    Predefinito

    @GERA
    Non ti preoccupare, il tuo messaggio lo posso leggere. E sono perfettamente d'accordo col collega @Gagliardi circa la sua inopportunità.
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,973

    Predefinito

    Non avrei voluto che Mussolini si fosse alleato alla Germania nazista
    Credo che non lo avesse voluto (e non lo voglia) alcun essere con q.i. superiore a quello di una pietra....
    la nostra guerra sarebbe potuta essere completamente diversa
    La "nostra" guerra avrebbe addirittura potuto non esserci affatto. E sarebbe stato meglio per tutti.
    sederci al tavolo dei vincitori dalla parte migliore sarebbe stato completamente diverso, oggi avremmo un ruolo completamente diverso nell'Ordinamento mondiale.
    In qualche romanzo di Isaac Asimov potrei essere stato anche d'accordo. Nella realtà per l'Italia non ci sarebbe stato comunque mai alcun tavolo dei vincitori. Parlare di "posto diverso nell'ordinamento mondiale" suona come un accordo di LA maggiore in una sonata in MI bemolle.....
    Ho letto che molti soldati della Marina, tra cui ufficiale e comandanti, avrebbero preferito affondare le navi piuttosto che consegnarle ai russi ed infatti prima di essere consegnate i porti erano sotto stretta sorveglianza terrestre e marina.
    Io non so di che testi sia composta la tua biblioteca. Nella mia trovo solo indicazioni di rifiuto di consegna delle armi AGLI ANGLOAMERICANI (come previsto dalla resa....scusa, ma chiamarlo armistizio mi è proprio impossibile...) e solo in omaggio alla fedeltà al Re cui le FF.AA. avevano prestato giuramento.
    Hanno liberato il suolo italiano dal l'occupazione tedesca per poi piantarci basi, bloccare qualsiasi sviluppo e assicurarsi che nessuna minaccia potesse più nascere.
    Se scrivi su un forum con tutta questa libertà lo devi ANCHE a loro.....
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  9. #9
    Sergente L'avatar di Gera
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Località
    Campania
    Messaggi
    469

    Predefinito

    Mi scusi kojak ma dal lato dei vincitori non saremmo dovuti ripartire da meno di zero e magari avremmo avuto un posto totalmente diverso nella NATO, come tutte le potenze vincitrici. Provi a dare un'occhiata sul web alle cose che le ho detto quando ha tempo, così magari mi potrebbe dare un parere più diretto. Teorie e complotti regnano sovrane sul web, il problema è collocarle in una precisa realtà storica. Comunque se scrivo su questo forum non le devo solo agli alleati, ma alla democrazia nata in Italia per un susseguirsi di ragioni, una delle più importanti é proprio lo scempio nelle scelte del nostro alleato che ci ha portato alla guerra e al disastro .
    MEMENTO AUDERE SEMPER!

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,973

    Predefinito

    E' un po' la storia del cane che gira intorno a se stesso per mordersi la coda...
    Io sono un accanito sostenitore del principio metodologico che va sotto il nome di "rasoio di Occam": non considerare la pluralità delle cose quando non è necessario. In altre parole, la soluzione di un problema è sempre quella più diretta.
    Ora, io non voglio fare il "saputo" ma quando leggo la sua ostinazione nel vederci seduti al tavolo con le potenze vincitrici tende a uscirmi fuori il "vernacolo"....
    Le darò così due spunti di riflessione, poi andrò a farmi la quinta pinta di birra di cui a questo punto sento l'assoluta necessità!

    1) L'Italia degli anni Quaranta non avrebbe saputo vincere una partita a Risiko, figuriamoci una qualsiasi guerra! Se lei si dà la pena di esaminare TUTTI i conflitti militari in cui ci siamo imbarcati, noterà che siamo sempre tornati a casa con le ossa rotte: la campagna di Russia, quella di Grecia e Albania, quella jugoslava... anche il nostro impiego sul fronte spagnolo ci vide quasi soccombere, sebbene in quel caso non si sia trattato di un conflitto regolamentare ma di una guerra civile in cui ci insinuammo per il solo tentativo di garantire ai vertici del fascismo una possibile quanto improbabile via di fuga quando le cose - come accadde - si fossero messe male. E non mi venga a tirare fuori l'epopea delle Colonie! Anche lì rischiammo di farcelo sfondare da un manipolo di soggetti armati di lance e spade e dovemmo molto cavallerescamente ricorrere ai gas nervini per riuscire ad avere la meglio! Dovettero quindi intervenire i nazisti come atto di estrema pietà verso di noi...

    2) La democrazia è nata in Italia proprio grazie all'intervento degli alleati! A poco servirebbe spiegarle che un loro disinteresse per le sorti dell'Italia avrebbe significato cadere nell'orbita del Patto di Varsavia. Ancora a meno servirebbe farle notare che fino al 1954 era ancora aperta la questione del "confine orientale", con Trieste ancora nelle mani del Governo Militare Alleato e con il "baffone" cui Togliatti aveva promesso l'Italia fino al fiume Tagliamento (e parliamo dell'odierna provincia di Pordenone!), con l'accettazione indefessa delle foibe e la negazione degli aiuti ai nostri connazionali ancora prigionieri nei gulag dopo la campagna di Russia.

    Tutte le altre sue affermazioni le trovo molto vicine alla farneticazione.
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •