Pagina 13 di 13 PrimaPrima ... 3111213
Risultati da 121 a 126 di 126

Discussione: Leva obbligatoria 2016? bufala o realta?

  1. #121

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da blasonario Visualizza Messaggio
    Vorrei offrire, come direbbero i britannici, i miei miseri 2 centesimi alla discussione.

    Qualche anno fa ho avuto la fortuna e l'onore di effettuare qualche mese di Sar-El presso tre diverse basi militari israeliane. Premetto che non sono ebreo e non ho antenati ebrei, quindi parlo da persona completamente estranea alla filosofia e alla cultura dello Stato d'Israele (vabbé, ho studiato un po' di ebraico quando ero stato in seminario per pochi mesi... poi ho capito che le donne erano e sono meglio della vita contemplativa).

    Ciò che ho respirato in quelle basi era una totale coesione tra i soldati di leva. Una persona istruita ma poco inserita nel mondo ebraico potrebbe avere l'impressione che il fattore religioso sia l'autentico collante tra i giovani (per es. atti di nonnismo non si vedono praticamente mai), invece, dopo alcuni mesi trascorsi in mezzo agli israeliani, si comprende come le divisioni all'interno del mondo ebraico siano moltissime. Allora, ci deve essere qualcosa d'altro a tenere insieme con un'armonia che non vedo da nessun'altra parte i giovani: è l'idea di sentirsi parte di un progetto comune al di là dell'appartenenza etno-religiosa ad un certo tipo di ebraismo (per esempio, io là ho visto ebrei est-asiatici, gli ebrei di Kaifeng, ed ebrei indiani, o Bnei Menashe, nonché ebrei neri dallo Zimbabwe, i Lemba) o di religione diversa dall'ebraismo (come i Drusi oppure i Maroniti, questi ultimi solamente volontari, da quel che ho capito).

    Io ho visto che per loro il servizio militare contiene anche quello che nelle nostre scuole chiamiamo progetti di inclusione e i giovani vengono allenati alla comprensione di chi si ha accanto: maschio, femmina, musulmano, ebreo di qualsivoglia etnia, cristiano, persona affetta da sindrome particolare. Infatti, ho visto anche persone affette da sindrome di Down inquadrati nell'IDF: erano, ovviamente, inseriti in unità non combattenti.

    Mi sembrava quasi che gli anni trascorsi all'interno della base fossero come la continuazione della scuola per i giovani israeliani. Poi, è vero che c'è sempre l'altra faccia della medaglia: alcuni graduati di truppa, ormai agli sgoccioli del proprio servizio di leva, mi avevano detto che pochi israeliani vanno all'università proprio perché per tre anni sono impegnati con il servizio militare.

    Allora io mi domando: perché non imparare da Israele e da ciò che fa? Perché non provare l'esempio dell'Austria, che ha una leva di sei mesi? Perché non possiamo noi italiani migliorare i punti in cui Israele e l'Austria sono carenti?

    Secondo me, manca la volontà: è vero che un esercito di leva ha più senso anche con una popolazione omogenea e mal si adatta ad una popolazione che va sempre più verso la globalizzazione... tuttavia, mi sentirei di dire che all'indomani dell'Unità d'Italia, gli italiani non si sentivano tali ed era tutto alla stregua di uno stato multietnico... eppure... La volontà dovrebbe essere quella di rendere il cittadino tale a 360°: un cittadino che non difende il proprio Paese o non è educato ad effettuare qualche sacrificio per esso è un cittadino a metà. La nostra cultura occidentale post ancien régime fonda proprio la sua identità sull'esempio della Francia rivoluzionaria, un Paese che ha reputato necessario, alla luce dell'uguaglianza, della fraternità e della libertà, caricare il cittadino dell'onere della difesa della Patria. E, credetemi, il servizio militare che serve al cittadino per esserlo al 100% non se lo sono inventato gli illuministi: lo hanno preso dalla più antica democrazia del mondo... Atene.
    Nonnismo non è il termine adatto, probabilmente si sarà trattato di intemperanze o malintesi. Nonnismo è quel vergognoso fenomeno che mi é costato un servizio di leva che desideravo tanto e a cui rinunciai a malincuore. Sono un grande estimatore dell'Esercito Israeliano, lo considero un modello da applicare anche alle nostre Forze Armate.
    In un documentario di qualche anno fa vidi che, se proprio ci si trovava male, era possibile congedarsi anche dopo solo pochi mesi di servizio. Tu che hai avuto un'esperienza diretta puoi confermare?

  2. #122

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da GuerrieroVerde Visualizza Messaggio
    Nonnismo non è il termine adatto, probabilmente si sarà trattato di intemperanze o malintesi. Nonnismo è quel vergognoso fenomeno che mi é costato un servizio di leva che desideravo tanto e a cui rinunciai a malincuore. Sono un grande estimatore dell'Esercito Israeliano, lo considero un modello da applicare anche alle nostre Forze Armate.
    In un documentario di qualche anno fa vidi che, se proprio ci si trovava male, era possibile congedarsi anche dopo solo pochi mesi di servizio. Tu che hai avuto un'esperienza diretta puoi confermare?
    Hai ragione, infatti il nonnismo non esiste in Israele... esistono più che altro piccoli malintesi, che, almeno io, nelle basi prettamente di logistica, non ho mai visto.

    Per quanto riguarda la tua domanda, io non ho avuto riscontro di ciò, ma potrebbe essere dovuto al fatto che non ho approfondito più di tanto quel particolare che ti interessa, anche perché ho raccolto testimonianze di persone che per qualche ragione erano state escluse in prima analisi dal servizio e hanno fatto di tutto per farsi arruolare, quindi, mi è sembrato fin da subito che gli israeliani credono nell'istituzione IDF quanto credono nell'istituzione Stato d'Israele.

    Mi dispiace per quello che hai vissuto... anche mio padre mi aveva parlato di episodi di nonnismo dove aveva fatto lui il servizio militare. Nelle basi IDF io ho visto grande armonia tra tutti e nessuno mi ha mai dato l'idea di voler essere altrove. E' vero che io, in quanto partecipante al Sar-El, ho solamente visto basi logistiche, specialmente che si occupavano di medicina da campo, di basi per trasmissioni e basi di intelligence. Potrebbe darsi che presso basi puramente di unità combattenti, come quelle che ospitano i Golani, la tensione sia più alta, ma non posso, purtroppo saperlo.

    Io, dal canto mio, ti consiglio vivamente di provare l'esperienza Sar-El... è una maniera per conoscere Israele dall'interno e per rendersi conto che può esistere servizio militare quasi senza alcun lato negativo interno. Essendo io un linguista, poi, ho tratto anche ottime notizie sulle particolari lingue caucasiche parlate dai Circassi presenti in IDF e anche di alcuni particolari dialetti indiani parlati dagli ebrei indiani (sono un indoeuropeista). La mia impressione è che, però, tutti possono trarre qualche insegnamento secondo i propri interessi da un'esperienza simile. Oltretutto, ho avuto l'occasione di conoscere persone incredibilmente ben collocate nella società che utilizzavano le proprie ferie per dare manforte al proprio Stato! Chi tra noi italiani farebbe ciò a cuor leggero? E' proprio una realtà da toccare con mano.

  3. #123

    Predefinito Nuova "naja"?!

    https://www.tecnicadellascuola.it/ma...i-forza-italia
    Che ne pensate? Secondo voi si farà? Servirà veramente a qualcosa o siete dell'idea che il classico vfp sia meglio?

  4. #124

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da niceva Visualizza Messaggio
    https://www.tecnicadellascuola.it/ma...i-forza-italia
    Che ne pensate? Secondo voi si farà? Servirà veramente a qualcosa o siete dell'idea che il classico vfp sia meglio?
    Secondo me, guardando i risultati ottenuti alla Camera, al 95% passerà, in quanto sono a favore Lega, m5s, Pd, forza Italia. Comunque se non ho capito male è sempre su base volontaria. Se poi permetterà di avere titoli preferenziali per l'arruolamento vero e proprio alle forze armate, potrebbe essere anche una cosa interessante.

  5. #125
    Responsabile di Sezione L'avatar di bartok
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    3,064

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da niceva Visualizza Messaggio
    https://www.tecnicadellascuola.it/ma...i-forza-italia
    Che ne pensate? Secondo voi si farà? Servirà veramente a qualcosa o siete dell'idea che il classico vfp sia meglio?
    Secondo me, è una buffonata. Il servizio militare, o è tale, o è qualcos'altro.

    Si prevede un semestre di formazione non retribuita con corsi di studio in modalità [b]e-learning]/b], periodi di permanenza presso le strutture formative, operative e addestrative delle forze armate individuate dal Capo di Stato maggiore della difesa, in forme di apprendimento pratico per il raggiungimento di specifici e indicati obiettivi.
    "e-learnig", significa che si può fare da casa.

    "in forme di apprendimento pratico per il raggiungimento di specifici e indicati obiettivi", non significa di per sé assolutamente niente, ma verosimilmente significherà "test" a crocette sull'"e-learning" di cui sopra.

    Il progetto costerà 1 milione di euro nel 2020 e 500mila nel 2021.
    d'altra parte, con questi fondi, non credo si possa fare molto di più.

    Al termine dello svolgimento del progetto sperimentale di formazione in ambito militare l’amministrazione della Difesa sarà tenuta a rilasciare un attestato che certifichi l’esito positivo del percorso formativo svolto.
    che non servirà assolutamente a niente.

    L’attestato potrà essere utilizzato, all’atto della collocazione sul mercato del lavoro, quale titolo attestante le specifiche esperienze maturate e costituirà, inoltre, titolo valutabile ai fini della nomina ad ufficiale di complemento.
    cosa attesterà? non attesterà assolutamente niente di utile sul mercato del lavoro, sarà una delle tante fregnacce per allungare il brodo sul CV. Per quanto riguarda l'"ufficiale di complemento", non c'è assolutamente da illudersi: non si diventerà mai ufficiali di complemento per questa fesseria. Tutt'al più potrà valere tipo mezzo punto come titolo di merito nei concorsi.

    Lo svolgimento con esito positivo del progetto sperimentale di formazione in ambito militare consentirà, inoltre, l’acquisizione di un massimo di 12 crediti formativi universitari, nei termini che dovranno essere stabiliti con apposita circolare del Miur.
    e questa poi è anche una cosa sbagliata che non ha nessun sesnso: non vedo proprio che valore abbiano 12 crediti acquisiti così in un percorso universitario per esempio di "Fisica"!


    Ma poi vorrei sapere, in questi 6 mesi nelle FFAA (ma come e-leearning, cioè in pratica per il 95% da casa, a parte forse qualche visita "tipo gita" in qualche caserma) è previsto che si spari con il fucile? non pare... è una cosa RIDICOLA.

  6. #126
    Maresciallo L'avatar di ValerMic
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    726

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da niceva Visualizza Messaggio
    https://www.tecnicadellascuola.it/ma...i-forza-italia
    Che ne pensate? Secondo voi si farà? Servirà veramente a qualcosa o siete dell'idea che il classico vfp sia meglio?
    Boh, mi sembra qualcosa tipo "vivi le Forze Armate" del 2007-2010 che fece La Russa
    >>> Valerio <<<

Pagina 13 di 13 PrimaPrima ... 3111213

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •