Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 38 di 38

Discussione: Compito strettamente istituzionale.

  1. #31
    Capitano L'avatar di altairV
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    2,279

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ippogrifo Visualizza Messaggio
    ..."soliti noti" direbbero "Ma come,con tutto il personale preposto e addestrato presente,perchè si è preso la libertà di fare una cosa che non gli compete?Non poteva lasciar fare il lavoro a qualcuno addestrato a farlo,così non si feriva nessuno?"

    Quindi,in buona sostanza,se la persona avesse un'emorragia e non ci fosse personale adatto,sono CERTO che caricherebbero l'interessato sulla barella e lo porterebbero velocemente verso il Pronto Soccorso, prendendosi dei rischi ma quando questi sono evitabili e inutili, i compiti devono essere svolti dal
    Ottima sintesi. Per chi volesse capire.

  2. #32
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,871

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Sergione Visualizza Messaggio
    Queste reazioni erano messe in conto. Ma la mia opinione non cambia. Nessuno vi dice di non rispettare le procedure...ma spingere una sedia a rotelle in un pronto soccorso vuoto senza pericoli per te, per altri o di fuga...non mi sembra la fine del mondo... Infatti non é successo nulla...a parte che il poliziotto, forse, si é sentito umiliato nel svolgere un compito che non era istituzionale.
    E poi queste ipotetiche catastrofi che potrebbero capitare se non si rispettano le procedure...fanno un po ridere.
    La chiudo qui perchè non volete capire. Saluti a tutti
    Gettiamo un po' di acqua sul fuoco, suvvia.
    Mi rendo perfettamente conto che far capire a un civile ciò che compete o no a un militare (o assimilato) è compito arduo. E non certo perchè il civile in questione sia un tonto. Solo che si tratta di procedure che esulano dal modo di pensare del cittadino comune.
    Ora, per tornare all'argomento-barella (o comunque alla gestione in ambito esterno di una persona affidata alla nostra tutela) non posso che quotare in modo assoluto i post di AltairV, Ippogrifo e Galmico. A ciascuno il suo! Il poliziotto farà il poliziotto, l'infermiere idem e così vale per qualunque altra figura professionale che a qualunque titolo entra nella gestione del soggetto. Perchè dalle mie parti si dice: "Quando va bene, bravo Michele; quando va male, in c**o a Pasquale!"

    E adesso, a proposito della frase
    non mi sembra la fine del mondo...
    è il momento della storiella.
    Questa è una storia vera, realmente accaduta non dirò dove nè quando.
    C'erano due giovani agenti che una notte furono comandati di servizio come posto fisso a vigilanza di un obiettivo sensibile. E' uno dei servizi più noiosi in assoluto, chi lo ha fatto lo sa. Di notte, poi, le cose si complicano maledettamente quando il nemico vero è Morfeo che a una certa ora ti viene a cullare con le sue manine avide e predaci.... Oggi ci sono gli I-Phone, i tablet, tutti gli artifizi possibili e immaginabili che ti consentono di passare la notte alla meno peggio.
    Ma quella notte c'erano solo i thermos di caffè e le due chiacchiere tra colleghi. I nostri due giovani arrivano con il loro furgoncino e iniziano il servizio. Passano le ore, si saranno detti: "Ascolta, io chiudo l'occhio due minuti, stai sveglio tu, poi facciamo a cambio..". Neanche a loro deve essere sembrata poi la fine del mondo.
    E invece lo fu. La fine (non certo del mondo ma di entrambi) arrivò verso le 5 di mattina a bordo di una vecchia "127": tre persone armate di pistole mitragliatrici che ridussero quel pullmino un colabrodo. Due colleghi morti ammazzati. La mattina li trovarono addirittura con un plaid di lana sulle gambe......
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  3. #33

    Predefinito

    State facendo esempi a caso che non centrano niente! Addormentarsi è una cosa, spingere una barella con un collega accanto in un pronto soccorso vuoto lungo un semplice corridoio...non era, non è e non sarà mai la fine del mondo! E neanche la vostra.
    Potete anche continuare con queste chiacchiere e racconti sulle conseguenze che hanno subito i poveri colleghi che si sono permessi di fare una virgola in più...io, da profano, da tonto, da quello che vi pare, continuerò a pensare che in alcune circostanze non muore nessuno...sta al buon senso vostro o del capo scorta gestire la situazione. Oppure, alcuni di voi, continueranno a non fare una virgola in piú nascondendosi dietro la giustificazione delle "procedure", altri invece, valuteranno per ogni singolo caso cosa fare e se...fare.
    Ciao

  4. #34
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,871

    Predefinito

    E invece gli esempi che facciamo c'entrano più di quanto credi, amico mio.
    Perchè dal momento in cui si travalicano le proprie mansioni o competenze sfociando così nella discrezionalità si rischia davvero di perdere il binario.
    Dai, spingiamo la barella, non sarà poi la fine del mondo!
    Dai, diamo un passaggio con l'auto di servizio a questa persona così simpatica e gentile, non sarà poi la fine del mondo!
    Dai, facciamoci una pennica di qualche minuto, sto cascando dal sonno! Non sarà poi la fine del mondo!

    Mi dici da un esempio all'altro cosa cambia, visto che tutto rientra nella sfera soggettiva e discrezionale? Allora tanto vale buttare nel cesso tutti i regolamenti di servizio!
    Se poi credi che il discorso delle "procedure" sia una giustificazione per sfaticati, per farti capire come funziona il meccanismo visto dalla nostra parte mi piacerebbe tanto invitarti a fare un turno di servizio con noi.... tanto, non sarà poi la fine del mondo!
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  5. #35

    Predefinito

    Vedi che esageri...se vuoi fare battute falle pure io rido con te. Fai esempi a caso..non ho detto che dovete fregarvene di tutte le procedure e dei regolamenti...far salire su un auto di servizio uno che vuole un passaggio è molto diverso dal spingere una barella...al posto di stargli accanto sia tu sia il tuo collega...tu spingi il tuo collega sta accanto...non muore nessuno....nel senso che non ti cascano le unghie e il lavoro viene fatto ugualmente. Non cera chi sa quale rischio. Poi, ripeto, un capo scorta con 30 anni di servizio avrà valutato la situazione, o pensi sia un incapace che se ne frega di tutto? Io non credo.

  6. #36
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,871

    Predefinito

    Non cera chi sa quale rischio.
    Chi lo dice? E chi dice invece che l'assenza momentanea di barellieri non fosse voluta proprio per distrarre uno della scorta e rendere il dispositivo maggiormente aggredibile da parte di complici del detenuto che volevano farlo evadere? Una moneta ha sempre due facce.....
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  7. #37

    Predefinito

    No per inteso eravamo tre colleghi di cui solo io del nucleo traduzioni di con mansione da autista e ti posso dire che senza esperienza al nucleo traduzione come il quel caso del caposcorta aveva già commesso vari errori tra cui lasciarlo senza manette per quasi tutto il tempo.. Il soggetto da piantonare che era lì era un noto albanese giovane e prestante.. Già con un precedente di tentata evasione e guarda caso in un ospedale di un altra città il quale aveva la stampella è un attimo gli la lanciata verso i colleghi e aveva tentato la fuga,non volevo dirlo peró!! Poi la prima diagnosi a vista del dottore diceva che non aveva nulla di rotto ne di contuso. Parecchi cittadini pensano che devono sempre ridire sulle forze dell'ordine e che secondo loro siamo dei ragazzi che non abbiamo molta voglia di lavorare oppure che di cose poco gloriose non vogliamo farle perché siamo superiori,ognuno la pensa come vuole! Io faccio il mio,già devo discutere spesso con i colleghi e detenuti per cercare di far andare avanti il servizio in modo ottimale e in sicurezza! P.s. Guarda più o meno tutte le tentate o evasioni il buon 70% avvengono in pronto soccorso e in ospedale!
    Ultima modifica di Galmico; 22-01-15 alle 12: 42
    Agente Polizia Penitenziaria al nucleo traduzione e piantonamenti

  8. #38
    forsesoldato
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Kojak Visualizza Messaggio
    Gettiamo un po' di acqua sul fuoco, suvvia.
    Mi rendo perfettamente conto che far capire a un civile ciò che compete o no a un militare (o assimilato) è compito arduo. E non certo perchè il civile in questione sia un tonto. Solo che si tratta di procedure che esulano dal modo di pensare del cittadino comune.
    Ora, per tornare all'argomento-barella (o comunque alla gestione in ambito esterno di una persona affidata alla nostra tutela) non posso che quotare in modo assoluto i post di AltairV, Ippogrifo e Galmico. A ciascuno il suo! Il poliziotto farà il poliziotto, l'infermiere idem e così vale per qualunque altra figura professionale che a qualunque titolo entra nella gestione del soggetto. Perchè dalle mie parti si dice: "Quando va bene, bravo Michele; quando va male, in c**o a Pasquale!"

    E adesso, a proposito della frase è il momento della storiella.
    Questa è una storia vera, realmente accaduta non dirò dove nè quando.
    C'erano due giovani agenti che una notte furono comandati di servizio come posto fisso a vigilanza di un obiettivo sensibile. E' uno dei servizi più noiosi in assoluto, chi lo ha fatto lo sa. Di notte, poi, le cose si complicano maledettamente quando il nemico vero è Morfeo che a una certa ora ti viene a cullare con le sue manine avide e predaci.... Oggi ci sono gli I-Phone, i tablet, tutti gli artifizi possibili e immaginabili che ti consentono di passare la notte alla meno peggio.
    Ma quella notte c'erano solo i thermos di caffè e le due chiacchiere tra colleghi. I nostri due giovani arrivano con il loro furgoncino e iniziano il servizio. Passano le ore, si saranno detti: "Ascolta, io chiudo l'occhio due minuti, stai sveglio tu, poi facciamo a cambio..". Neanche a loro deve essere sembrata poi la fine del mondo.
    E invece lo fu. La fine (non certo del mondo ma di entrambi) arrivò verso le 5 di mattina a bordo di una vecchia "127": tre persone armate di pistole mitragliatrici che ridussero quel pullmino un colabrodo. Due colleghi morti ammazzati. La mattina li trovarono addirittura con un plaid di lana sulle gambe......
    diavolacci storia tremenda ....

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •