Pagina 61 di 61 PrimaPrima ... 1151596061
Risultati da 601 a 608 di 608

Discussione: Tatuaggi & piercing discussione generale

  1. #601
    Moderatore L'avatar di gagliardi
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    je suis partout
    Messaggi
    7,560

    Predefinito

    Le disposizioni sui tatuaggi si trovano sui vari bandi di concorso. In sintesi: tatuaggi non visibili con l'uniforme estiva, in ogni caso non politici o offensivi. Ma soprattutto decide l'ufficiale medico all'atto della visita.
    Se sei un nuovo utente, Benvenuto! Ricordati di presentarti QUI

    Prima di aprire nuove discussioni e di postare messaggi, dai un'occhiata al REGOLAMENTO

  2. #602

    Predefinito

    Ciao ragazzi l'anno prossimo vorrei partecipare al concorso per diventare vfp1 ho dei tatuaggi: una croce piccola vicino al polso, una lettera piccola sotto l'orecchio, una parola piccola dietro al collo ed uno sulla gamba, Nessuno con un riferimento preciso. Secondo voi troverò problemi tali da escludermi? Grazie on anticipo

  3. #603
    Responsabile di Sezione
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    4,255

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da AlphaC Visualizza Messaggio
    Ciao ragazzi l'anno prossimo vorrei partecipare al concorso per diventare vfp1 ho dei tatuaggi: una croce piccola vicino al polso, una lettera piccola sotto l'orecchio, una parola piccola dietro al collo ed uno sulla gamba, Nessuno con un riferimento preciso. Secondo voi troverò problemi tali da escludermi? Grazie on anticipo
    A parte il fatto che il Moderatore Gagliardi ha dato una risposta esaustiva un post sopra il tuo...si, ti faranno problemi essendo tutti tatuaggi visibili con l'uniforme estiva.
    La vita comincia quando non si hanno più certezze

    Se sei un nuovo Utente, ricordati di presentarti nella sezione Benvenuto, Presentati!! e di leggere il Regolamento !

  4. #604

    Predefinito

    Ah grazie dell informazione, scusatemi non avevo fatto caso alla risposta già data.

  5. #605
    Moderatore L'avatar di gagliardi
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    je suis partout
    Messaggi
    7,560

    Predefinito

    Riprendo questa discussione. Primissimi anni '80, quando i tatuaggi in Italia erano ritenuti roba da marinai, carcerati, tossici. Londra, estate: arrivo alla stazione, cambio i soldi italiani, lo sportello del cambiavalute ha una grata con un piccolo spazio libero in fondo. Vedo solo due mani con avambracci tatuati.
    Un amico inglese, militare, a Londra in licenza, ha diversi tatuaggi. Gli chiedo se conosce un bravo tatuatore, mi scrive l'indirizzo su un foglietto. Il giorno seguente arrivo nelle vicinanze, cerco qualcuno a cui chiedere. Mi osserva, sull'altro lato della via, un bobby. Si avvicina, domanda se mi sono perso. Nel frattempo, dubbioso che possa giudicarmi male per il luogo che cerco, ho ripiegato la parte superiore del foglietto col nome del negozio, lasciando in vista solo l'indirizzo. Lo legge, sorride: "The tattoist!". Vedo che anche lui ha diversi tatuaggi sulle braccia. Dice che è un bravo professionista, mi ci accompagna. Dopo essersi simpaticamente assicurato che fossi nella sua zona per legittimi motivi, si dilegua.
    Per la cronaca, era veramente un bravo professionista.
    Ultima modifica di gagliardi; 19-06-19 alle 19: 44
    Se sei un nuovo utente, Benvenuto! Ricordati di presentarti QUI

    Prima di aprire nuove discussioni e di postare messaggi, dai un'occhiata al REGOLAMENTO

  6. #606

    Predefinito

    Mi sono rieletto quasi tutti i commenti fatti dal 2012 quando è uscita la normativa a oggi e devo dire che molti la vedono come e cioè il tatuaggio in se non puo' discriminare una persona,ma tralasciando questo,quando tu dici "Ma soprattutto decide l'ufficiale medico all'atto della visita" lasci intendere che è possibile che un medico magari più "permissivo" possa far passare una persona con tatuaggi in vista. E' una mia interpretazione errata o puo' capitare o è capitato ?

  7. #607
    Moderatore L'avatar di gagliardi
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    je suis partout
    Messaggi
    7,560

    Predefinito

    Negativo, @alvmar, intendevo che nessuno può sostituirsi al medico militare nel dare un giudizio d'idoneità. Su un forum si può eventualmente citare la normativa e formulare una non si sa quanto verisimile previsione. Che io sappia, legioni di aspiranti sono stati scartati per tatuaggi di varia natura, posizione, dimensione. L'attuale normativa è, a mio parere, eccessivamente restrittiva, per motivi non sempre fondati.
    Se sei un nuovo utente, Benvenuto! Ricordati di presentarti QUI

    Prima di aprire nuove discussioni e di postare messaggi, dai un'occhiata al REGOLAMENTO

  8. #608
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,541

    Predefinito

    In generale - e senza entrare nel merito - la concezione di tatuaggio è un fatto essenzialmente culturale: ci sono Paesi nei quali esso fa parte della normale evoluzione di ogni essere umano ed è quindi non solo accettato ma perfino incoraggiato; ci sono altri Paesi in cui viene apertamente osteggiato per motivi soprattutto religiosi. Qui da noi, vuoi per la presenza di Santa Romana Chiesa, vuoi perché siamo rimasti sotto certi aspetti ancorati al bigottismo degli anni Cinquanta, i tatuaggi rimangono causa di esclusione nei concorsi per l'accesso alle FF.AA. e FF.P.. Il motivo è sempre quello: "quando per la loro sede o natura, siano deturpanti o per il loro contenuto siano indice di personalità abnorme".
    Il TAR del Lazio ha ribadito che un tatuaggio in posizione visibile E' e RIMANE causa di esclusione anche qualora non sia sintomo di personalità abnorme. Ha peraltro ribadito che non è possibile escludere il candidato per la presenza della sola cicatrice conseguita per la rimozione del tatuaggio medesimo (Tar Lazio, sez I Quater, 25 febbraio 2019, n. 2548).
    L'esclusione del candidato da un concorso per la presenza di tatuaggi è da sempre stata correlata con l'incompatibilità degli stessi con l'uso della divisa (quando visibili) o con la personalità abnorme di chi li porta (quando non visibili). Questo discorso apre una panoramica di considerazioni che vale la pena di affrontare.

    1) quali sono le sanzioni previste per il candidato privo di tatuaggi che, una volta immesso in servizio, se ne faccia uno (o più di uno), anche visibile?
    2) cosa si intende per "personalità abnorme"?
    3) qual'è il livello di discrezionalità dell'ufficiale medico chiamato a valutare il singolo candidato?

    Solo a volersi fermare a queste tre domande, c'è da perdere il sonno perché:

    1) almeno per le FF.P. a ordinamento civile non esistono sanzioni disciplinari di alcun tipo
    2) se la personalità abnorme è SEMPRE causa di esclusione, la sua insorgenza dopo l'arruolamento dovrebbe comportare ope legis il collocamento in aspettativa del soggetto e la sua messa a disposizione delle competenti CMO per le valutazioni di ordine psichiatrico che potrebbero concludersi con la riforma
    3) discrezionalità non dovrebbe essercene, dal momento che essa comporterebbe giocoforza una disparità di trattamento tra più candidati visitati da commissioni diverse.
    Assistente Capo della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

Pagina 61 di 61 PrimaPrima ... 1151596061

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •