Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 39

Discussione: Guardie Giurate in azione poliziesca.

  1. #21

    Predefinito

    Grazie a tutti, in maniera particolare agli appartenenti delle FF.OO. con testimonianze dirette

  2. #22
    Maresciallo L'avatar di TuneUp
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    652

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fatality Visualizza Messaggio
    esempio di scuola? scuola di kamikaze forse...
    un pubblico ufficiale che facesse una richiesta del genere (sparare alle gomme di un'auto in fuga) andrebbe incontro a rischi giuridici di enorme portata. e coinvolgerebbe anche la guardia giurata (che bene farebbe a disattendere l'ordine) in questo tipo di situazione.

    come esempi di scuola, ma anzi io direi proprio esempi operativi perché vissuti direttamente svolgendo servizio di volante, posso fornire quello capitato proprio sullo scorso turno di notte: interveniamo per un furto in atto presso un plesso scolastico fornito anche del servizio di vigilanza privata ed alle guardie giurate li presenti sono stati impartite disposizioni riguardo il blocco delle porte allarmate ed inoltre grazie al contatto telefonico con la loro centrale che vedeva le immagini, siamo riusciti a prendere uno dei malfattori.
    la guardia giurata ed il suo istituto hanno collaborato alla grande, rendendo possibile l'arresto, pertanto due righe di ringraziamento e di segnalazione di comportamento altamente professionale al questore noi le abbiamo scritte.
    per quel poco che può servire.
    So bene che l'esempio è (volutamente) forte, ma cerchiamo di leggere tra le righe.
    Posto che crimil non ha ancora esperienza, si poneva il problema se le GPG fossero obbligate a far qualcosa in caso di richiesta da parte delle FF.OO: dando per scontato che la GPG deve fornire tutta la collaborazione possibile per quanto attiene ai propri "doveri d'ufficio" (come giustamente dicevi, assicurare ad esempio un efficace scambio informativo con la centrale operativa, fornire indicazioni utili, ecc.), ho inteso che il dubbio di crimil fosse orientato verso attività "straordinarie", non a caso parlava di emergenza e di GPG fuori servizio.
    Come è stato fatto notare, la GPG non ha alcun dovere di intervento al di fuori del servizio, ma in alcuni casi particolari un pubblico ufficiale può legittimamente richiedere l'assistenza di un qualsiasi privato (quindi anche una GPG) e quest'ultimo è tenuto a collaborare.
    Poi sia chiaro, è ovvio che nel mondo reale è estremamente improbabile che un PU sia costretto ad avvalersi dell'assistenza di un privato per compiere atti che in via ordinaria possono anche essere preclusi a quest'ultimo, ma l'esempio era appunto un caso di scuola. Per quanto remota, è comunque un'ipotesi possibile.

  3. #23
    Capitano
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    2,926

    Predefinito

    infatti dopo avere detto che a mio avviso quell'esempio non va bene, per trovare le risposte bisogna consultare la parte generale del codice penale.
    in particolare gli articoli 51 e 53.
    quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare,vi è un prezzo da pagare,ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare

  4. #24
    Maresciallo L'avatar di TuneUp
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    652

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fatality Visualizza Messaggio
    infatti dopo avere detto che a mio avviso quell'esempio non va bene, per trovare le risposte bisogna consultare la parte generale del codice penale.
    in particolare gli articoli 51 e 53.
    Pecco di immaginazione evidentemente, ma vista la tua esperienza puoi sicuramente fare un'ipotesi ex art. 53 comma 2 c.p. migliore della mia. Ai fini della discussione magari rileva poco, ma è per far capire che ci sono situazioni particolari in cui si può/deve agire in un certo modo se richiesto da un PU. Poi non si verificherà mai, ma è meglio saperlo.

    P.S.: Non partiamo ovviamente dall'assunto che sia pericoloso o non opportuno fare determinate cose in determinati frangenti, limitiamoci al contenuto della previsione normativa.

  5. #25
    Tenente L'avatar di Pol
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,594

    Predefinito

    Metto altra carne a cuocere, e butto nella mischia il 652 cp
    "chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" - P.Borsellino

  6. #26
    Maresciallo L'avatar di TuneUp
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    652

    Predefinito

    Condisci con il 380 c.p.p. e siamo a posto.

  7. #27

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da TuneUp Visualizza Messaggio
    So bene che l'esempio è (volutamente) forte, ma cerchiamo di leggere tra le righe.
    Posto che crimil non ha ancora esperienza, si poneva il problema se le GPG fossero obbligate a far qualcosa in caso di richiesta da parte delle FF.OO: dando per scontato che la GPG deve fornire tutta la collaborazione possibile per quanto attiene ai propri "doveri d'ufficio" (come giustamente dicevi, assicurare ad esempio un efficace scambio informativo con la centrale operativa, fornire indicazioni utili, ecc.), ho inteso che il dubbio di crimil fosse orientato verso attività "straordinarie", non a caso parlava di emergenza e di GPG fuori servizio.
    Come è stato fatto notare, la GPG non ha alcun dovere di intervento al di fuori del servizio, ma in alcuni casi particolari un pubblico ufficiale può legittimamente richiedere l'assistenza di un qualsiasi privato (quindi anche una GPG) e quest'ultimo è tenuto a collaborare.
    Poi sia chiaro, è ovvio che nel mondo reale è estremamente improbabile che un PU sia costretto ad avvalersi dell'assistenza di un privato per compiere atti che in via ordinaria possono anche essere preclusi a quest'ultimo, ma l'esempio era appunto un caso di scuola. Per quanto remota, è comunque un'ipotesi possibile.
    Esatto TuneUp, il mio dubbio era nel caso di GPG fuori servizio, ed è sempre esatto che non ho ancora esperienza in quanto attendo la chiamata in servizio da parte di un paio di IV, e spero che questa avvenga presto.
    Grazie della vostra disponibilità.

  8. #28

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da TuneUp Visualizza Messaggio
    So bene che l'esempio è (volutamente) forte, ma cerchiamo di leggere tra le righe.
    Posto che crimil non ha ancora esperienza, si poneva il problema se le GPG fossero obbligate a far qualcosa in caso di richiesta da parte delle FF.OO: dando per scontato che la GPG deve fornire tutta la collaborazione possibile per quanto attiene ai propri "doveri d'ufficio" (come giustamente dicevi, assicurare ad esempio un efficace scambio informativo con la centrale operativa, fornire indicazioni utili, ecc.), ho inteso che il dubbio di crimil fosse orientato verso attività "straordinarie", non a caso parlava di emergenza e di GPG fuori servizio.
    Come è stato fatto notare, la GPG non ha alcun dovere di intervento al di fuori del servizio, ma in alcuni casi particolari un pubblico ufficiale può legittimamente richiedere l'assistenza di un qualsiasi privato (quindi anche una GPG) e quest'ultimo è tenuto a collaborare.
    Poi sia chiaro, è ovvio che nel mondo reale è estremamente improbabile che un PU sia costretto ad avvalersi dell'assistenza di un privato per compiere atti che in via ordinaria possono anche essere preclusi a quest'ultimo, ma l'esempio era appunto un caso di scuola. Per quanto remota, è comunque un'ipotesi possibile.
    Non dimentichiamoci, oltre ai doveri del privato verso il PU, l'art. 139 del Tulps, norma di pubblica sicurezza chiamata in gergo " norma in bianco" in quanto permette all'agente di Ps o di PG richiedente ampia discrezionalità di azione.
    Vi dirò di più: La norma in questione, per le GpG non fa riferimento a limitazioni temporali in quanto non si parla di " agenti (di vigilanza)" senza specificare se solo in servizio o fuori servizio, pertanto se un CC mi riconosce e io sono in borghese e chiede aiuto, non mi tiro indietro, ribadisco, solo su diretta richiesta loro!
    Se doveste leggere l'articolo in questione, non date per scontato che si intenda " GpG in servizio", per esempio, sulla stessa linea interpretativa, gli appartenenti della PL decretati dal Prefetto, si considerano ( giustamente) agenti di PS 24 h perché nella loro norma ( art 5. L. 65/86 ) non c'è nessuna limitazione temporale, ma solo territoriale.

    Date sempre collaborazione se richiesta, non fate l'erroraccio di rifiutarvi in servizio o fuori con la classica frasetta " Questa azienda non è abbonata con noi ", vi ricordo che si applica la normativa speciale ovvero fino a due anni di arresto ( art 140 tulps)
    Ultima modifica di Alex1990; 16-04-15 alle 16: 07
    Agente di Polizia Locale

  9. #29
    Capitano
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    2,926

    Predefinito

    eccoti un esempio di scuola.

    due poliziotti con difficoltà cercano di ammanettare un ladro.
    è presente una gpg .
    il poliziotto chiede alla gpg di tenere fermi gli arti inferiori del ladro.
    quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare,vi è un prezzo da pagare,ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare

  10. #30
    Maresciallo L'avatar di TuneUp
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    652

    Predefinito

    Si per carità va bene, ma il 53 comma 2 c.p. dice anche altro. Ribadisco per l'ennesima volta, ipotesi estrema e quanto mai inverosimile, però c'è.

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •