Pagina 1 di 11 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 102

Discussione: Coltelli economici ma ammirevoli.

  1. #1

    Predefinito Coltelli economici ma ammirevoli.

    Qui si parlerà di ottimi coltelli che non pretendono mutui per essere comprati, anche grazie alla consulenza di Sinanju (e non solo).
    Il Sonno Della Ragione Genera Mostri.

  2. #2
    Sergente
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    293

    Predefinito

    Io avrei una domanda... L'unica cosa che adoro degli extrema più degli altri sono i foderi acquistabili a parte: esistono marche come fox, ka-bar, RUI ecc che hanno coltelli (sto parlando di quelli da combattimento) con foderi tattici come quello da caviglia o cosciale che voi sappiate?

  3. #3

    Predefinito

    In giornata inizio a postare un po' di roba: non ho avuto tempo questa sera, causa allenamenti.

  4. #4

    Predefinito

    Prima di inizare ad elencare coltelli, vorrei fare un paio di premesse, che per alcuni saranno cose scontate, per altri no.

    Tipi di acciaio:

    Per farla breve, li dividiamo in due gruppi principali: al carbonio e inox.

    L'acciaio al carbonio è quello che si è sempre e solo utilizzato fino a pochi decenni fa. Normalmente ha doti meccaniche migliori dell'inox, taglia di più e tiene meglio il filo. Di contro, si arrugginisce, soprattutto se non gli si dedicano alcune piccole attenzioni, come pulire la lama dopo averla usata e oliarla, soprattutto quando non lo si deve usare per un po'.
    L'acciao inox necessita di meno attenzioni, ma non è immune alla ruggine: se lo si tratta male, prima o poi arrugginirà anche lui. E' più indicato se il coltello è destinato ad entrare in contatto con alimenti. Tiene il filo un po' meno del carbonio, ma la cosa è meno drastica di come viene raccontata.

    Ci sono diversi acciai inox e diversi acciai al carbonio, di vari prezzi e di varie qualità. Ad esempio un inox 440c è più resistente di un 420. Oppure un carbonio 1095 è magari migliore di un C70.

    A fianco del tipo di acciaio, molto fa il trattamento termico (tempra e altre cose) a cui viene sottoposta una lama: un acciaio più economico ma temprato bene, darà un coltello migliore di un super acciaio ma temprato male.

    Altra cosa che va di pari passo con i fattori elencati sopra è la forma della lama e del bisello (praticamente la parte di lama che si stringe per andare poi a formare il filo). Ci sono acciai che per certe tipologie di lame sono ottimi e che in coltelli di altre forme, risultano fragili o comunque non ottimali come prestazioni.

    Un buon coltello è un buon compromesso di tutti questi fattori.

    Se si vuole un coltello grosso ma economico da usare per lavori gravosi, è consigliabile un acciaio al carbonio. Coltello che poi sarebbe bene abbinare ad un inox più piccolo. Se si hanno più soldi da spendere (dai 180 euro in sù) ci sono delle lame ottenute da un processo di laminazione, ossia strati di acciai diversi a seconda della zona della lama: ad esempio i lati saranno di un tipo di acciaio, mentre il tagliente di un altro. Il tutto per rendere il coltello più performante. Un tipo di lavorazione in tal senso è il San Mai. Ormai ci sono acciai inox con prestazioni che poco hanno da invidiare a quelli al carbonio. Idem ci sono degli acciai al carbonio, con doti di resistenza all'ossidazione migliori della maggioranza dei carboniosi, ad esempio l'acciao D2.

    Ma siccome in questo topic si parla di coltelli economici ma buoni, andremo a toccare solo margnalmente gli acciai "speciali".

    -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    Partendo davvero dalla base delle basi, è doveroso citare i coltelli di marca MORA.
    Si tratta di coltelli scandinavi con un rapporto qualità prezzo semplicemente strepitosi.
    Vanno dai 10 euro fino agli 80 per i modelli più costosi. Ma in base alla mia esperienza, un MORA da 15 euro è ottimo, un mora da 80 euro secondo me non ha caratteristiche molto diverse da giustificare un tale prezzo.
    Come MORA ho un modello 746, in acciaio inox sandvik 12c27, con lama lunga circa 11cm, spessore circa 2,5 mm fodero in plastica, manico in gomma grippantissimo e un costo di circa 15 euro. Il codolo scende in buona parte del manico. I MORA non hanno praticamente mai il codolo pieno, ma da modello a modello ci sono alcune differenze. il 746 e i suoi cugini, sono tra i MORA col codolo più lungo.



    Qui vedete com'è il codolo, che occupa buona parte del manico:
    http://s23.postimg.org/4rtjvfkob/DSC08315.jpg

  5. #5

    Predefinito

    Il secondo coltello che mi sento di consigliare è il Buck Bucklite Max (fisso, ma c'è anche pieghevole). La BUCK è una ditta americana famosa che fa coltelli da una vita, tra cui i famosi Buckmaster simili a quello di Rambo.

    Il Bucklite Max c'è in diverse misure, e la più grande ha la lama lunga 10cm e spessa 3mm. E' di acciaio inox 420 HC, in un certo senso "parente" dell'acciaio 12c27 dei Mora. E' un coltello ottimo per la caccia e per il bushcraft in generale. Non è troppo grande ed è comodo da portare nello zaino. Il fodero è di cordura con anima in plastica: da fuori sembra una ciofeca ma è un ottimo fodero. Il coltello viene prodotto sia col manico nero che arancione "safe orange". Il codolo è pieno, largo quasi come la lama, ma non visibile in quanto coperto dal manico. Si trova tra i 35 i 40 euro. A parer mio è già un coltellino serio e con rapporto qualità prezzo favoloso.

    Ultima modifica di Sinanju; 14-11-13 alle 16: 27

  6. #6

    Predefinito

    Un coltello molto simile (anche se preferisco il BUCK) è il Fox Black Fox Skinner. Black Fox è una sorta di linea economica della nota FOX, composta da coltelli un po' meno tattici a vedersi e di acciai meno costosi dell'N690 per esempio.
    Questo ha una lama da 8 cm, spessa 3mm in acciaio 440A. Si trova a 30 euro.


    La blackfox ha anche altri coltelli di questa fascia ma più da caccia come design, tipo il modello Spear Hunting. Lama di 10cm, spessa 3mm e fodero in cuoio carino. Preferisco anche in questo caso il Bucklite Max, anche in base a prove fatte e coltelli danneggiati da me e da conoscenti. Più o meno sui 35 euro anche questo.

  7. #7

    Predefinito

    Venendo a coltelli di tipo militare invece, è assolutamente doveroso citare il mitico coltello in dotazione all'esercito tedesco dagli anni 70 e che a quanto ho visto, veniva usato da molti militari italiani negli anni '80 (comprato privatamente o in piccoli lotti).
    Si tratta di un coltello basico, dalla forma semplice come piace a me. Lama lunga circa 14 cm, spessa 4mm, acciaio al carbonio. Fodero simile a quello delle baionette. Si trova quello originale usato o ancora nuovo di magazzino, a prezzi irrisori, tipo 20 euro. Ci sono fabbricanti tipo la Mil-tec che stanno tornando a farlo, ma non ne vale affatto la pena. Si possono trovare facilmente i pezzi fatti dalle ditte incaricate originariamente dei contratti, come la Solingen. Anni fa, una nota armeria di Milano li aveva a 30 euro. A volte da noi si trova con la dicitirua "coltello da assalto tedesco", anche se la traduzione non c'entra niente.


  8. #8

    Predefinito

    Glock Feldmesser 78. Il coltello progettato dalla Glock in collaborazione con le forze speciali austriach. Lama lunga 16,5 cm, spessore 5mm, acciao al carbonio 1050 con trattamento di fosfatazione. Si trova a circa 35 euro nei negozi o su internet, ma anche a meno in qualche mercatino militare.
    La guardia può essere usata come apribottiglie ed è predisposto (tramite un adattatore) ad essere la baionetta dello Steyr AUG. La lama quindi non è molto larga, il che lo rende magari meno indicato se lo si vuole usare di piatto per scavare o per martellare un paletto di legno nel terreno.

    Autocitandomi dall'altro thread: "E' massiccio, volendo c'è sia con o senza seghetta (Feldmesser 81, che sega per davvero almeno...), il fodero in plastica sembra una ciofeca ma è indistruttibile ed è di indiscusso design militare, per chi è proprio in fissa con questo fattore. Oltretutto adesso lo fanno anche beige e nero, non solo verde oliva.
    Per i miei gusti, c'è da snellire un pochino il filo (mi piacciono spessi, ma il filo del glock è un po' troppo largo). E non ultimo, se lo perdi non piangi per 2 anni come succederebbe per un Extrema Ratio".


  9. #9

    Predefinito

    M.o.D. Survival Knife britannico.
    In dotazione per molto tempo alla FFAA britanniche, in particolar modo ai Royal Marines dell'Artic Warfare Cadre.
    Massiccissimo, di acciaio al carbonio brunito e ha un bisello di tipo scandinavo, facilissimo da affilare perchè per trovare la giusta inclinazione basta che appoggi la lama sulla pietra spingengo col dito, come gli omini del subuteo. Lama lunga 18 e spessa circa 6mm. E un coltello da brutalizzare, è un chopper per vocazione: con 3 botte ci spacchi un ramo da 4 cm di diametro... E' anche vero che pesa circa 500g, cosa che aiuta nei citati usi, ma che è da tenere conto se si deve stare leggeri con lo zaino. E' uno di quei coltelli che va affiancato ad un modello più piccolo, inox e molto affilato.
    Si trova a partire da 40 euro, con fodero di pelle bruttino ma robusto e con guancette di legno o di plastica a seconda dell'epoca (non ne ho visti molti di legno comunque...). Il manico è piuttosto grosso, per cui non tutti si trovano bene. Alcuni lo snelliscono un po' carteggiandolo.
    E' uno di quei coltelli da avere... Se ti trovi davanti un cinghiale fai prima a prenderlo a mazzate col coltello di piatto piuttosto che a pugnalarlo ahah.
    Tempo fa un venditore di una nota fiera di coltelli, voleva vendermelo per 120 euro. Certa gente non ha vergogna.



    In questo filmato lo si può anche vedere in azione.

    http://www.youtube.com/watch?v=41QNuTmTUaM

  10. #10

    Predefinito

    Tornando a coltelli un po' più sportivi e meno tattici, ha destato il mio interesse il coltello SK Arctic della Camillus, disegnato da Les Stroud.
    Non è bello esteticamente, però è uno di quei coltelli che puoi portare in montagna senza sembrare un invasato, proprio perchè di militare non ha nulla.
    Ha una lama da 11 cm, spessa 4 in acciaio inox 440.
    Ha una serie di accessori nel fodero, tipo l'accarino, il fischietto, ecc. E' fratello del modello Mountain e del modello Desert, che sono differiscono solo per alcune caratteristiche.
    Si trova a partire dai 50/55 euro e secondo me ha un rapporto qualità prezzo migliore del Gerber Bear Grylls che costa 150 euro (se non di più).


Pagina 1 di 11 123 ... UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •