Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 34

Discussione: UNUCI, Associazioni d'Arma e uso uniforme

  1. #1
    Soldato
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    93

    Predefinito Anmcri

    Qualcuno ha info aggiornate e riferimenti (indirizzi, sito, ecc.) dell'Associazione Nazionale Militari in Congedo CRI?
    Tempo fa si era appreso che aveva in ballo la richiesta di riconoscimento come associazione d'arma da parte del Ministero della Difesa, e forse anche l'apertura di una propria sede "operativa" in Roma.

  2. #2
    Tenente
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1,162

    Predefinito

    L'Associazione Nazionale Militari CRI in congedo ha la sede nazionale a Roma ed è articolata in Delegazioni Regionali, Provinciali e Locali.

    Nasce nel 1994, ma - salvo che in Emilia Romagna, dove ha ancora un numero consistente di soci e ha dignità di riconoscimento presso il locale Comando Regionale ed ha sede propria in una caserma insieme alle altre Associazioni d'Arma - non ha un numero consistente di soci sparsi in tutta l'Italia.

    Aveva anche un sito web, ora non più funzionante.

    Altra regione cha aveva registrato un numero di soci interessate fu il Piemonte, una decina di anni or sono, ma ora lì non esiste più.

    Di altre realtà consistenti non conosco.

    L'associazione esiste ancora, ma, di fatto, non è operativa. Il Consiglio Nazionale non si riunisce da diversi anni.

    Poteva essere una bella realtà, ma gli stessi appartenenti al CM CRI in congedo non sembrano esservi interessati come, d'altronde, non sono interessati ad iscriversi all'Uninone Nazionale Ufficiali in congedo o all'Unione Nazionale Sottoufficiali d'Italia o all'Associazione Nazionale Sanità Militare dove saremmo accolti come soci.

    Il riconoscimento è stato richiesto più volte ma non si è approdato a nulla di concreto, poichè il Corpo Militare della CRI come il Corpo Militare dello Smom, anche se ausiliari delle Forze Armate, non hanno una esclusiva dipendenza dal Ministero della Difesa e questo parrebbe essere un freno al riconoscimento come Associazione d'Arma manifestatomi più volte dal competente ufficio di Mindifesa.

    Quale Delegato Regionale ANMCRI per la Toscana, se sei interessato , puoi fare riferimento a me.
    Ultima modifica di Domenico; 13-06-11 alle 20: 54

  3. #3
    Utente Expert
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    1,201

    Predefinito

    Si, in effetti non pare che ci sia un reale interesse in queste cose da parte del personale CM CRI.

    Ricordo che a giugno di quest'anno era stata ventilata l'ipotesi di un raduno, idea poi scartata per scarse adesioni.
    Patria e Onore.
    Ferrum Ferro Acuitur.

  4. #4
    Tenente
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1,162

    Predefinito

    Era ventilata una manifestazione nazionale il 25 giugno che è stato il giorno - 25 anni fa e Presidente del Consiglio Spadolini, il cui padre capitano contabile CRI morì sotto il bombardamento di Rifredi a Firenze - in cui fu consegnata la Bandiera di Guerra al CM CRI.

    Purtroppo, sembra non vi fosse un numero sufficiente di interessati all'evento.

    Sarebbe stato logico, se l'AMCRI avesse avuto il peso di Una Associazione d'Arm, organizzare un Raduno a Torino in occasione del 150° dell'Unità d'Italia in cui vedere sfilare le varie delegazioni italiane e palesare l'impegno del CM CRI nel processo unitario, nei 144 anni della sua esistenza sin dalla III Guerra d'Indipendenza.

    Il preannunciato Convegno Nazionale dei Medici della CRI a Torino, a metà ottobre, potrebbe essere l'occasione per far vedere cosa è e cosa fa il CM CRI.

  5. #5
    Utente Expert
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    1,201

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Domenico Visualizza Messaggio
    Era ventilata una manifestazione nazionale il 25 giugno che è stato il giorno - 25 anni fa e Presidente del Consiglio Spadolini, il cui padre capitano contabile CRI morì sotto il bombardamento di Rifredi a Firenze - in cui fu consegnata la Bandiera di Guerra al CM CRI.

    Purtroppo, sembra non vi fosse un numero sufficiente di interessati all'evento.

    Sarebbe stato logico, se l'AMCRI avesse avuto il peso di Una Associazione d'Arm, organizzare un Raduno a Torino in occasione del 150° dell'Unità d'Italia in cui vedere sfilare le varie delegazioni italiane e palesare l'impegno del CM CRI nel processo unitario, nei 144 anni della sua esistenza sin dalla III Guerra d'Indipendenza.

    Il preannunciato Convegno Nazionale dei Medici della CRI a Torino, a metà ottobre, potrebbe essere l'occasione per far vedere cosa è e cosa fa il CM CRI.
    Nutro dubbi che un convegno fatto per i medici possa attrarre anche le altre categorie del Corpo Militare.
    Patria e Onore.
    Ferrum Ferro Acuitur.

  6. #6
    Tenente
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1,162

    Predefinito UNUCI, Associazioni d'Arma e uso uniforme

    Apro questa discussione, che spero rimanga a sè stante e non inglobata in altre, perchè ritengo sia di interesse per gli appartenenti al CMV CRI e possa chiarire un aspetto della vita del personale militare CRI in congedo.

    Mi riferiscono all'indosso uniforme previsto dalla SMD-G-010 "Regolamento per la Disciplina delle Uniformi"al Capo II, Uso dell'Uniforme, Sezione VI, Militari della categorie in congedo (artt. dal 31 al 33).

    Ho notizia che i Comandanti di alcuni CdM, disconoscendo quanto normato, impongano al personale militare CRI in congedo - iscritto all'UNUCI e alle Associazioni d'Arma, nel caso dell'uso uniforme come previsto dai richiamati articoli ovvero con le proprie Associazioni - di richiedere a loro tale autorizzazione.

    Una prassi che viene "imposta" anche alle Associazioni d'Arma che se vogliono avere soci del CM CRI impegnati in uniforme in attività con l'Associazione, ad esempio nei gruppi bandiera, debbono farsi carico di richiedere nominalmente la loro partecipazione al CdM competente territorialmente.

    In più, in alcune situazione, viene imposto l'olbligo di rimuovere tutte le insegne del corpo (patch omerale e pettorale) in modo che non si comprenda che il militare in congedo appartiene al CM CRI.

    E' una difficoltà che riscontrate anche voi nei vostri ambiti?

    Una difficoltà tale che mi ha portato a rinunciare, quest'anno, alla mia presenza in uniforme alla Festa della Repubblica.
    Ultima modifica di Domenico; 28-05-13 alle 11: 15

  7. #7
    Caporale L'avatar di Pik
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    243

    Predefinito

    Ottima iniziativa questo thread, prego i moderatori di non incrociarlo con altri.

    Di seguito la normativa di riferimento (da un documento SMD del approvato nel 2012)

    "Uso dell’Uniforme da parte del personale in congedo

    Generalità (rif. SMD-G-010/2002, Art. 31)



    I militari delle categorie in congedo in temporanea attività di servizio sono da considerarsi, ai fini dell’ uso dell’uniforme e degli obblighi che ne derivano, in servizio attivo. E’ tuttavia consentito agli Ufficiali di Complemento o in Ferma Prefissata di non dotarsi delle Uniformi da Sera,Società e Gala.


    I militari delle categorie in congedo che sono autorizzati ad indossare l’uniforme sono tenuti all’osservanza delle relative norme in vigore per il personale in servizio.


    Partecipazione a manifestazioni a carattere militare (rif. SMD-G-010/2002,Artt. 32, 35 e 36)

    I militari delle categorie in congedo non in attività di servizio possono indossare l’uniforme, corredata obbligatoriamente del distintivo di appartenenza alla propria categoria,per partecipare a manifestazioni di carattere militare di particolare rilevanza nazionale e internazionale, nonché a :

    - visite a Reparti militari in occasione di esercitazioni in territorio nazionale e all’estero;

    - gare sportive e incontri tra delegazioni multinazionali in territorio nazionale e all’estero;

    - esercitazioni di protezione civile organizzate da Enti/Comandi militari e/o Pubbliche Amministrazioni;

    - raduni nazionali o internazionali delle Associazioni d’Arma o Combattentistiche munite di riconoscimento.


    L’Associazione deve inviare, con congruo anticipo, direttamente al Comando/Ente militare responsabile della manifestazione, l’elenco del personale partecipante indicandone il grado.


    Nel caso particolare di manifestazioni all’estero, qualora il militare in congedo sia invitato a parteciparvi e l’Autorità invitante abbia espresso il gradimento della partecipazione in uniforme, lo Stato Maggiore della Difesa interesserà per il “nulla osta” la Rappresentanza Militare Italiana nel Paese estero interessato.


    Le Associazioni d’Arma o Combattentistiche riconosciute, o le loro Sezioni, possono inviare gli elenchi delle persone interessate, comprensivi del grado.

    Allo scopo di consentire una agevole individuazione del personale in congedo è istituito apposito distintivo di appartenenza alla propria categoria, comprensivo dell’acronimo dell’Associazione (Figura 249, pag. 200). L’uso di tale distintivo costituisce obbligo. In caso di reiterata inottemperanza a tale

    obbligo, da comunicare direttamente allo Stato Maggiore della Difesa, sarà informato l’Ufficio di Gabinetto, e verranno adottati provvedimenti intesi a non estendere ulteriormente,al personale segnalato, gli inviti a manifestazioni militari.


    Qualora il personale in congedo che intende partecipare in uniforme agli eventi
    consentiti non sia inquadrato in alcuna Associazione, dovrà segnalare autonomamente la propria partecipazione al Comando/Ente militare responsabile della manifestazione ed indossare il prescritto distintivo, senza riportare alcuna sigla.

    Gli Ufficiali Generali o Colonnelli in congedo dovranno concordare la loro presenza in uniforme con il Comando/Ente responsabile della manifestazione, in considerazione al grado rivestito dalla massima Autorità in servizio di cui è prevista la presenza alla cerimonia.

    Partecipazione a manifestazioni di carattere religioso (rif. SMD-G-010/2002,Art. 33)

    I militari delle categorie in congedo possono indossare l’uniforme nelle cerimonie indicate ai punti 20, 24 e 25 della Tabella 2 (pag.10).

    20 Nelle cerimonie funebri
    24 Nelle cerimonie nuziali di militari
    25 Nelle cerimonie nuziali di civili

  8. #8

    Predefinito

    I militari delle categorie in congedo non in attività di servizio possono indossare l’uniforme, corredata obbligatoriamente del distintivo di appartenenza alla propria categoria,per partecipare a manifestazioni di carattere militare di particolare rilevanza nazionale e internazionale, nonché a :

    - visite a Reparti militari in occasione di esercitazioni in territorio nazionale e all’estero;

    - gare sportive e incontri tra delegazioni multinazionali in territorio nazionale e all’estero;

    - esercitazioni di protezione civile organizzate da Enti/Comandi militari e/o Pubbliche Amministrazioni;

    - raduni nazionali o internazionali delle Associazioni d’Arma o Combattentistiche munite di riconoscimento.
    Le giornate del 25 aprile, 2 giugno e 4 novembre in quale delle 4 categorie possono essere inserite? Alla luce di quanto scritto da Domenico per il CMV CRI non sono di carattere militare di particolare rilevanza nazionale.... a me però sembra che il 2 giugno sia "solo" il giorno della Repubblica, più rilevante di così.......

  9. #9
    Caporale L'avatar di Pik
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    243

    Predefinito

    Per la giornata odierna (2 Giugno) non ho ricevuto alcuna notizia dal mio Responsabile NAApro a riguardo della possibilità di poter partecipare a qualche cerimonia con la RAUU.

    Non credo che non ci sia nessuno che parteciperà ad una qualsiasi cerimonia nella mia Provincia

  10. #10

    Predefinito

    Di certo ad Asti in 2 hanno partecipato in uniforme (credo in S.A.I.2 sono di spalle e non sono ufficiali) ...se mi ricordo cerco la foto su FB e la pubblico.

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •