Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: La guerra: destino imposto da Dio o legge di natura?

  1. #1

    Predefinito La guerra: destino imposto da Dio o legge di natura?

    Giovanni Paolo II ha detto: “Ciascuno al proprio posto, il posto che la Provvidenza di Dio ci ha assegnato, deve cambiare il mondo, secondo le sue possibilità, e raccogliere una delle sfide più antiche, quella della pace”. Eppure, come scriveva Gunther Grass “La storia si presenta come un’obbligata alternanza di guerra e pace, pace e guerra, quasi che ciò fosse una legge di natura, quasi che non potesse essere diversamente, quasi che una forza ultraterrena avesse imposto tutto ciò come un destino, quasi che l’aggressività dovesse scaricarsi così e non altrimenti, quasi che la pace fosse condannata a restare soltanto il margine di tempo in cui l’uomo si prepara al prossimo caso d’emergenza […]”. Mi chiedo: la guerra è un destino imposto da Dio o semplicemente una legge di natura?
    Grazie.

    Bruna

  2. #2
    Maresciallo L'avatar di Zoppo
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Liguria
    Messaggi
    506

    Predefinito

    Secondo alcuni scienziati, gli esseri viventi sono in una lotta continua per far prevalere il proprio DNA, anche a costo di mangiarsi la madre (i ragni), i figli (i leoni), suicidarsi (i lemuri...) o devastare l'ecosistema e finire morendo di fame (capre e conigli).Estremo di questo processo distruttore è lo sterminio di massa tipico degli umani ma anche di altre specie come i primati, i delfini o i calabroni.
    Il problema è che l'uomo ha raggiunto un livello tecnologico e sprecologico tale che rischia di fare veramente tombola nell'arco di pochi decenni.
    Se vuoi più informazioni puoi leggere Il terzo scimpanzè di Jared Diamond (Bollati Boringhieri) che è l'autore tra l'altro di Armi, acciaio e malattie.

    Primo Levi, scriveva (credo ne I sommersi e i salvati) che coloro che hanno praticato lo sterminio di massa, come nel caso dei nazisti, non erano per forza dei pazzi criminali dotati di chissà quale potenza, bensì dei semplici burocrati, ciechi ma burocrati, il che dovrebbe farci stare in guardia maggiormente perchè può ricapitare sempre.
    Io non lampeggio per comunicare la presenza di posti di blocco.

  3. #3
    Wiseman
    Guest

    Predefinito

    Se non ci fossero state le guerre la Storia sarebbe solo un susseguirsi di pagine bianche.
    La guerra è la sola igiene del mondo.

    Si tratta di provocazioni intellettuali che racchiudono icasticamente una caratteristica forse più sociologia che antropologica, la definizione dei conflitti mediante il ricorso alle armi.

    Violenza ed aggressività innate? Occulti interessi? Genetico ricorso alla reciproca eliminazione?
    Pensate anche ai progressi che scienza e tecnologia hanno registrato dopo le guerre: non a caso "polemos pater panton".

    Zoppo: quelli che si suicidano sono i lemming, non i lemuri

  4. #4
    Responsabile di Sezione L'avatar di bartok
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    3,074

    Predefinito

    perché "destino imposto da Dio" e "legge di natura" dovrebbero essere in contraddizione?

    quasi che la pace fosse condannata a restare soltanto il margine di tempo in cui l’uomo si prepara al prossimo caso d’emergenza
    oppure...
    ... quasi che la guerra fosse destinata ad essere il margine di tempo in cui l'uomo si preparara alla prossima pace".

  5. #5
    Utenti Storici L'avatar di basilischio
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Lucca
    Messaggi
    8,861

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da semplicementeme Visualizza Messaggio
    .........Mi chiedo: la guerra è un destino imposto da Dio o semplicemente una legge di natura?
    Grazie.

    Bruna
    Nessuna imposizione viene da Dio, in quanto lui stesso lascia al genere unano la libertà di operare delle scelte.
    La guerra è cosa prettamente umana che deriva da tutti quei sentimenti, buoni o cattivi, che albergano in ciascuno di noi.
    Riferendomi alla Bibbia, la prima guerra è stata quella fra Caino ed Abele.
    Se ti fosse sfuggito
    Facile riempirsi la bocca di belle parole, il difficile è mettersi le mani in tasca e tirar fuori qualche euro.
    48.000 utenti di cui circa 500 costantemente colelgati e solo una ventina di donazioni.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •