Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 35 di 35

Discussione: Polizia Ambientale

  1. #31
    VxVendetta
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da IspGinko Visualizza Messaggio
    Potrebbe essere inteso anche come reato contro l'igiene?
    Direi proprio di no. Posto che "i reati contro l'igiene" non mi risultano esistere (ma posso sbagliare, non sono un guru nè conosco il codice a memoria), i delitti che hanno a che fare con l'igiene sono tutti quelli relativi ad eventuali contraffazioni di sostanze alimentari o mancanze nei requisiti igenici o nel trattamento di luoghi dove l'igiene degli ambienti è fondamentale: l'"orinare in pubblico" è una contravvenzione (il 726 appunto) mentre i reati di cui sto parlando ora sono delitti (438 e seguenti).

  2. #32
    IspGinko
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da VxVendetta Visualizza Messaggio
    Direi proprio di no. Posto che "i reati contro l'igiene" non mi risultano esistere (ma posso sbagliare, non sono un guru nè conosco il codice a memoria), i delitti che hanno a che fare con l'igiene sono tutti quelli relativi ad eventuali contraffazioni di sostanze alimentari o mancanze nei requisiti igenici o nel trattamento di luoghi dove l'igiene degli ambienti è fondamentale: l'"orinare in pubblico" è una contravvenzione (il 726 appunto) mentre i reati di cui sto parlando ora sono delitti (438 e seguenti).
    Ok, grazie. Spero solo che non sia andato OT postando qui la domanda.

  3. #33
    Tenente L'avatar di Pol
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,580

    Predefinito

    Una giornata con l'unità operativa di polizia ambientale di Napoli

    http://youmedia.fanpage.it/video/aa/UTBwb-Sw2CvvVbaC
    "chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" - P.Borsellino

  4. #34
    Maresciallo
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    514

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Blushield Visualizza Messaggio
    2) L'albero è sano e correttamente messo a dimora. Se una troba d'aria lo fa cadere, quì (putroppo per le vittime) si rientra in un evento eccezionale, non prevedibile; ossia la medesima tromba d'aria (quindi non un fortunale normale, ma una tromba d'aria) se si fosse abbattuta in altra zona avrebbe fatto cadere altri alberi.
    Questo è un paradosso in cui mi sono imbattuto diverse volte.
    Un albero di alto fusto, per quanto sano, è sempre un pericolo per case o strade nelle vicinanze.
    Puo resistere decenni o secoli e poi cadere rovisonamente quando meno ce lo si aspetta.

    Mi ricordo il caso di un abete che nei decenni era divenuto enorme in una posizione esposta al vento, fra strada statale trafficata e case.
    Faceva paura durante i temporali.

    I proprietario si era rivolto ad un agronomo della regione, il quale aveva scritto al sindaco suggerendogli l'ordinanza di abbattimento per il pericolo evidente.
    Il sindaco rispondeva che un albero sano, sia pure pericoloso, non poteva essere abbattuto.

  5. #35
    Tenente L'avatar di Pol
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,580

    Predefinito

    E' stato aggiunto il reato penale di combustione illecita di rifiuti, da 2 a 5 anni di reclusione.
    Un piccolo passettino, che tuttavia non basta !!!
    Per quanto si possa penalizzare la materia, a cosa può mai servire se i comuni delle aree della terra dei fuochi hanno il nucleo ambientale "mono agente" e il CFS inesistente in quanto a mezzi/uomini (come denunciato dallo stesso comandante) ?
    "chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" - P.Borsellino

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •