Pagina 22 di 25 PrimaPrima ... 122021222324 ... UltimaUltima
Risultati da 211 a 220 di 242

Discussione: Nonnismo

  1. #211
    Maggiore L'avatar di mib
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    3,996

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Voluntary Visualizza Messaggio
    4) Alla sveglia, in 15 minuti esatti, vestirsi, cubo e barba da scheda telefonica. Io ho una barba difficile, un quarto d'ora mi serve solo per ammorbidirla, e non posso certo radermi quotidianamente. Così venni messo a rapporto per questo motivo. Ti lascio immaginare cos'accadde quando nel candore dei miei vent'anni feci presente che in quarto d'ora riesco soltanto a svegliarmi, indossare la mimetica e rifare il cubo.
    5) "Presentazione della riga" prima di entrare in mensa, e consumazione del rancio nel tempo di 10 minuti esatti.
    6) Adunata per la libera uscita, e minuziosa verifica prima di uscire dalla caserma.
    C'è pure dell'altro, ma fortunatamente sono riuscito a dimenticare. Per questo, e per tutta una sfilza di motivi, preferii chiudere con quel mondo al termine dei dieci mesi di ferma obbligatoria.
    Gli [edit staff] li trovi ovunque
    Ultima modifica di Kojak; 25-05-17 alle 20: 54 Motivo: turpiloquio

  2. #212

    Predefinito

    Mi spiace essere considerato un furbetto perché non lo sono per niente.
    Ad onore del vero non volevo sfuggire all'obbligo di leva, anzi!, tuttavia, che che ne abbiate detto in molti, all'epoca la problematica del nonnismo era piuttosto considerevoli; purtroppo non ho conservato gli articoli, ma non potete ignorare che si verificarono episodi semplicemente inaccettabili, a maggior ragione perché verificatisi all'interno delle Forze Armate, cioè l'Istituzione più importante di ogni stato.
    Proprio per evitare qualcosa che non è mai stata nelle mie corde, fare l'obiettore, e tutelarmi dal rischio nonnismo, avevo valutato la possibilità di svolgere il servizio militare in PdS, nonostante sapessi già in partenza che sarebbero stati dodici mesi di sorveglianza obiettivi come massimo sbocco operativo, anche perché non intendevo raffermarmi.
    Però l'Avvocato mi spiegò che sarebbe stato rischioso perché se non avessi superato il concorso non è detto che il Giudice avrebbe accettato la nostra tesi per la quale, dichiarandomi ideologicamente contrario alla guerra, intendevo assolvere gli obblighi di leva in una sua amministrazione civile. Così amen papà paga multa e Avvocati e si chiude questo capitolo della mia vita, ancora oggi se capita di parlarne li considera fra i soldi meglio spesi della sua vita, io non tanto
    Non mi stancherò mai di ripeterlo: fu una scelta che feci a malincuore, ma piuttosto che fare l'obiettore in qualche parrocchia o che ne so preferii l'obiezione totale.
    Se può riabilitarmi ai vostri occhi, tornando indietro, m'impunterei per fare l'Agente Ausiliario in Polizia, pure 24 mesi, pure lontanissimo da casa, pure con le stesse centomila e rotte Lire che percepivano i Militari di leva (mi ricordo quante battute mio cugino su questo), ma furbetto no, mai!

  3. #213
    Sergente
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    293

    Predefinito

    Penso di ooter intuire ambo i punti di vista delle parti, anche se ignoro quale sia la realtà dei fatti e quindi mi astengo dal dire come è effettivamente: le pulizie e "tutta quella parte di cose apparentemente inutili" possono essere un'ottima escamotage per rendere chiaro a tutti diverse cose, tra le quali 'questo è un ordine, non mi interessa se questo ha per te senso o meno, ma è un ordine e DEVI rispettarlo, senza deroghe'. È oggettivamente non ammissibile che in una struttura militare vengano questionati gli ordini, altrimenti finirebbe nell'anarchia dopo una settimana, quindi si parte dalle piccole cose in un ambiente sicuro, dove se ti rendi conto di non riuscirti ad ambientare hai sempre tempo di tirartene fuori, perché poi in teatro se ti porti con te tutti questi dubbi di sicuro i tuoi compagni non ne beneficerebbero nel caso arrivasse 'il momento del bisogno'. Altra cosa è che tutta questa serie di 'stupidaggini' rendono disciplinati, la disciplina è fondamentale, sapersi gestire è fondamentale, rendono anche un disordinato morigerato, e tu vuoi insegnargli a esserlo dove o è così o muori, o dove o è così o male che vada hai conseguenze di tipo disciplinare? Quindi tutte queste 'attività inutili' sono ciò che forma il soldato, tutto ciò che sta intorno, se poi si aspira ad avere una maggiore libertà e il massimo del l'operatività, così da potersi mettere finalmente le mani in tasca, avete le selezioni per il comparto forze speciali, e allora li vedi che la disciplina te la insegnano in un altro modo in quei due anni, senza troppe pulizie; vogliate però essere più materiali e meno sognanti, non si può spendere milioni in addestramento per TUTTI i reparti, un uomo non può costare allo Stato 1milione perché ci si vuole addestrare come Incursori nell'anno di leva/P1, salvo poi non avere i loro obblighi. Se il mondo fosse fatto di arcobaleni e gnomi, i soldati sarebbero tutti dotati di HK416, Glock 17, avrebbero tutti qualifica TCL, sub, roccia, sci, SERE, JTAC e pure BLS militare, ma non è così, e l'anno di leva/P1 è per formare il carattere per vie trasverse, che non possono e non devono richiedere allo Stato miliardi e miliardi, sia perché non ci sono sia perché non serve.
    Se avete queste palle cubiche, ci sono le selezioni, ma per uno così probabilmente un annetto di 'scemenze' non crea questi GIGANTESCHI problemi insormontabili, magari qualche conseguenza disciplinare ogni tanto. D'altro canto ci sono di sicuro gli eccessi, nel senso che il rigore insegna, ma può diventare stupido al limite dell'eccesso quando viene 'dimenticato' quale sia il reale obiettivo di quel rigore, quando uno che ha problemi a farsi la barba viene etichettato come uno pigro 'perché non mi interessa la barba la devi fare lo stesso', o se ogni volta vai a vederw il granello di polvere 'perché si'. Quindi ok con il rigore, è formativo, ma limitando gli eccessi al minimo (magari un paio di volte trovi la scusa anche quando tutto è perfetto, ma senza aprofottarsene fino a rendere un ambiente professionale nemico, e anche un po' ridicolo). Quindi professionalità da ambo le parti, disciplina, ma anche comprensione dei quadri più alti dell'obiettivo da conseguire nell'attuazione di questo 'schema'. Almeno, leggendovi è quello che riesco a carpire, ho provato a prosarlo e interpretarlo secondo il mio modo di vedere le cose

  4. #214

    Predefinito

    @Baer trovo l'obbedienza cieca ancora più preoccupante dell'anarchia. Io rimango del mio parere. Oltretutto, da un punto di vista psicologico, se ti arruoli con l'idea che presto o tardi ti troverai in uno scontro a fuoco, ma invece passi tutto il tempo a ramazzare, si crea inevitabilmente un corto circuito. È vero come dici tu che i costi vanno pure contenuti, ma è altrettanto vero che la difesa è un settore vitale sul quale non si deve risparmiare. Non costerebbe certo miliardi impiegare l'orario addestrativo, nella preparazione fisica, nell'affinare i movimenti di pattuglia, familiarizzare con il proprio armamento e con lezioni teoriche in aula tenuti dagli stessi ufficiali comandanti, e in questo modo sì che in caso di attivazione si è in grado di affrontare la cosa nel migliore dei modi possibile. Siamo nel XXI° secolo, la tradizione va bene, ma bisogna modernizzarsi. E poi focalizzati su un punto: a causa di questo corollario di pulizie, merendine consumate con forchetta e coltello, rasature quotidiane e simili si perdono le risorse migliori. Certo mi si può obiettare che non ho neppure fatto il militare, ma a volte le iniziative migliori provengono dall'esterno.

  5. #215
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,958

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da GuerrieroVerde Visualizza Messaggio
    .....
    E poi focalizzati su un punto: a causa di questo corollario di pulizie, merendine consumate con forchetta e coltello, rasature quotidiane e simili si perdono le risorse migliori. Certo mi si può obiettare che non ho neppure fatto il militare, ma a volte le iniziative migliori provengono dall'esterno.
    Scusa, ma questa me la devi proprio spiegare.....
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  6. #216

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Kojak Visualizza Messaggio
    Scusa, ma questa me la devi proprio spiegare.....
    Hai ragione, non mi sono espresso adeguatamente. Quello che intendevo dire è che questo corollario di cubi, contrappelli e via dicendo non incoraggia certo i laureati più brillanti (ma non solo loro) a rimanere. Io ragiono da imprenditore, e ti posso dire che la vera ricchezza di un'azienda sono i dipendenti felici e soddisfatti. Per farti un esempio assurdo, un profilo alla Spencer Reid di Criminal Minds quanto pensi permarrebbe nelle FF.AA.? Fino alla pensione, oppure abbandonerebbe al primo giorno di tirocinio?

  7. #217
    Moderatore L'avatar di Kojak
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Padova
    Messaggi
    12,958

    Predefinito

    Guarda, io ritengo che alla base ci sia sempre e solo una precisa scelta di campo, indipendentemente dal titolo di studio. Se in Italia una persona desidera intraprendere la carriera nelle FF.AA. (e questo da P1 come da cadetto), sa benissimo che non si può applicare ad essa la visione "manageriale" del "dipendente felice e soddisfatto". Felicità e soddisfazione ti attendono alla fine di un percorso estremamente duro e selettivo, fatto di barbe e capelli rasati, di cubo al letto, di alzabandiera, di pulizie maniacali della propria camerata e dei relativi cessi, di "sbrandamenti" notturni, di notti in bianco e di tante altre cose che concorrono a formare quello che a mio avviso - e senza retorica - sta alla base di ogni buon soldato, indipendentemente dal suo grado: lo Spirito di Corpo.
    Ora, tu un tale ambiente non lo hai vissuto; hai fatto le tue scelte (che ognuno di noi rispetta), la tua strada ti ha portato a percorrere altre praterie.
    Ma che tu venga qui a pontificare su come dovrebbe essere la formazione di un militare applicando logiche totalmente astruse lo trovo al limite dell'offensivo per tutti coloro che hanno letteralmente sputato sangue per arrivare al traguardo della loro missione di vita.
    Per inciso, le logiche manageriali applicate alle FF.AA. hanno fatto (e stanno facendo) più danni della sifilide: te lo dice uno che veste un'Uniforme da quasi 5 lustri.
    Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato: uno stile di vita!!
    Componente di Staff www.cadutipolizia.it e gruppo FB "Polizianellastoria"
    Blog Polizianellastoria QUI
    -------------------
    Per i nuovi Utenti
    - Hai letto il Regolamento? Lo trovi QUI
    - Ti sei presentato alla community? Fallo QUI
    - Disciplina e sanzioni del Forum, QUI

  8. #218
    Maggiore L'avatar di mib
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    3,996

    Predefinito

    L'obbedienza cieca si basa sulla fiducia e sulla disciplina. La fiducia verso o i propri superiori, addestrati in accademie proprio a prender decisioni che facciano vincere guerre e battaglie e che evitino perdite umane, e disciplina nel sapere che qualsiasi decisione degli ufficiali, riguardo tattica e strategia, venga poi attuata.
    Non si puo pensare a una democrazia, in cui un generale decide di dispiegare un battaglione di carri armati in una deterinata zoma e sui procede alla votazione tra i carristi se andarci o meno. Il generale decide, sulla base delle sue esperienze e delle sue capacità, e i soldati eseguono, con la sicurezza che lo faranno davvero e che non staranno troppo a polemizzarci su.
    Quando ci fu un minimo di anarchia e di "indipendenza", come successe in Vietnam alle truppe americane, ci fu droga ovunque e uccisioni di superiori sul campo.
    Da ex-militare preferisco cubi, contrapelli e disciplina. Una forza armata non è un resort, ma una cosa serissima e tale disciplina che si impara sotto le armi sarà utilissima anche fuori (da qui il discorso sula leva obbligatoria cancellata è breve e si andrebbe Off-Topic).
    La proposta di Guerriero Verde è semplicemente ridicola, assurda, inattuabile e soprattutto deleteria. Se esistesse un problema dui personale, non si dovrebbe migliorare le condizioni di disciplina (tipo eliminare cubi e contrappello) ma facilitare i requisiti di arruolamento (ad esempio oggi in Italia sono assurdamente difficili, ma questo è un altro discorso, anch'esso Off-Topic)
    Ultima modifica di mib; 20-11-17 alle 12: 53

  9. #219
    Responsabile di Sezione L'avatar di Vinfer
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Ottaviano
    Messaggi
    484

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da GuerrieroVerde Visualizza Messaggio
    Hai ragione, non mi sono espresso adeguatamente. Quello che intendevo dire è che questo corollario di cubi, contrappelli e via dicendo non incoraggia certo i laureati più brillanti (ma non solo loro) a rimanere. Io ragiono da imprenditore, e ti posso dire che la vera ricchezza di un'azienda sono i dipendenti felici e soddisfatti. Per farti un esempio assurdo, un profilo alla Spencer Reid di Criminal Minds quanto pensi permarrebbe nelle FF.AA.? Fino alla pensione, oppure abbandonerebbe al primo giorno di tirocinio?
    Negativo, negativo, negativo.
    Le tue scelte di vita caro GV sono condivisibili e ti hanno portato a diventare un imprenditore con una vita sicuramente rispettabile e felice. Quindi archiviata ogni polemica sulle tue scelte, che non sono assolutamente in discussione, ti posso garantire che il ragionamento imprenditoriale nelle FFAA è destinato totalmente a FALLIRE.
    Questo già ti è stato sapientemente illustrato da Kojak, da MiB e te lo dico pure io, con una laurea magistrale in Informatica alle spalle, giusto perché hai nominato i laureati (anche se indubbiamente non rientro nella categoria dei brillanti).
    Se applichi la logica di Google alle FFAA succede quello che ha descritto MiB. E questo sai perché? Proprio perché non sei in un'azienda. Io in azienda ci ho lavorato, ne conosco bene le logiche. Un dipendente, vuoi o non vuoi, riga dritto. E se è felice tanto di guadagnato. Questo sai perché? Perché ha sulla capoccia la scure del licenziamento. In azienda si riga dritto. Punto. Poi se l'azienda è strutturata per ottimizzare le condizioni psicologiche del lavoratore, ancora meglio, perché indubbiamente lo stesso sarà più produttivo sempre nell'ottica di tenersi stretto il posto.
    Nelle FFAA questa politica porterebbe alla catastrofe ed al collasso della Forza Armata stessa: 1) perché in una FA vi è meno omogeneità di personale; 2) non vi è la scure del licenziamento e quindi l'essere umano è portato, dopo un po di libertà, a prendersene un altro pochino, poi ancora un pochino, poi ancora un po, fino a quella libertà che porterebbe lo stesso a mandare a fanculo un superiore per un nulla; 3) dirai, ok "le punizioni", benissimo, questa è un'extrema ratio che diventerebbe un'abitudine in un contesto come quello che tu descrivi perdendo anche il potere dissuasivo; 4) in una FFAA o in una FFPP tu esci e quando esci c'è una probabilità statistica più elevata di non tornare a casa rispetto al dipendente di Google. Devi avere personale formato. Non solo preparato, ma anche mentalmente formato. Ok, questa è una differenza fondamentale. Devi essere mentalmente formato. E questa formazione mentale non la inculchi con la politica di Google Inc. o studiando libri a tavolino e facendo palestra e maratone, ci vuole qualcos'altro che faccia abituare al sacrificio, sacrificio non fisico ma psicologico nel fare cose che a te sembrerebbero una palla micidiale ed di una inutilità estrema. E' questo che infonde la formazione che è una cosa che va a pari passo con la preparazione. E la macchina bellica funziona così dall'alba dei tempi. I legionari romani non erano solo soldati, erano anche operai, carpentieri, contadini, fabbri. Non esisteva il soldato unicamente combattente. Ognuno aveva dei compiti, compiti di manovalanza. Eppure erano eccellenti soldati che hanno conquistato l'Europa. Un esercito di fabbri, falegnami, carpentieri, zappatori, nel loro servizio militare sia chiaro (non quando erano civili), che si trasformavano nei migliori soldati del tempo.
    La politica imprenditoriale di Google non può essere applicata in una FFAA e, qualora applicata, renderebbe la stessa FFAA debole e prona alla capitolazione. Purtroppo tale politica alcune volte è applicata e puntualmente, ogni qualvolta, ha comportato la fine di un corpo. E ne abbiamo proprio un esempio in casa.
    Ultima modifica di Vinfer; 20-11-17 alle 17: 40

  10. #220
    Responsabile di Sezione L'avatar di bartok
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    3,106

    Predefinito

    GuerrieroVerde,
    Quello che intendevo dire è che questo corollario di cubi, contrappelli e via dicendo non incoraggia certo i laureati più brillanti (ma non solo loro) a rimanere. Io ragiono da imprenditore, e ti posso dire che la vera ricchezza di un'azienda sono i dipendenti felici e soddisfatti.
    scusa se mi permetto, ma tu non sai nemmeno di cosa si stia parlando. Non hai la minima cognizione degli argomenti e lo si vede non tanto da ciò che dici "concettualmente", ma proprio dal fatto che brancoli nel buio!

    Ma secondo te, i laureati (brillanti o no che siano) che entrano in una FA, fanno i cubi e i contrappelli?

    Ci sono 3 modi per entrare da laureati in una FA: O come "nomina diretta", O come "riserva selezionata" e in entrambi i casi si diventa subito Ufficiali, O come UFP, in cui si diventa Ufficiali dopo pochi mesi di corso.

    SE poi c'è qualche laureato come VFP1 (veramente pochi per la verità), sempre VFP1 rimangono. Pure nell'ambito aziendale, puoi essere laureato in Astrofisica, ma se rispondi agli annunci in cui cercano venditori porta-a-porta, poi fai il venditore porta-a-porta.

    Per farti un esempio assurdo, un profilo alla Spencer Reid di Criminal Minds quanto pensi permarrebbe nelle FF.AA.? Fino alla pensione, oppure abbandonerebbe al primo giorno di tirocinio?
    Ecco, visto che l'esempio è assurdo, cosa ne parli a fare? Io non so chi sia questa Spencer Reid, comunque è un personaggio di fanstasia.

    E poi, l'ambiente della FA è molto più umano di come lo si vorrebbe far passare, tutto "disciplina" e "cubi". Non è così. E ciò nel bene e nel male.

Pagina 22 di 25 PrimaPrima ... 122021222324 ... UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •