Pagina 3 di 10 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 91

Discussione: Servizio Antincendi Boschivo (A.I.B.)

  1. #21
    Utente Expert Corpo Forestale dello Stato
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    367

    Predefinito

    Anche in quel movimento mascherato sotto la voce del volontariato che invece aspira solo a riconoscimenti e finanziamenti pubblici. Comunque i lavativi sono ovunque ma forse il problema della mancanza di pattuglie sul territorio, più che a questo o a quel lavativo, lo imputerei proprio al fatto che pattuglie da tenere sul territorio non ce ne sono. Mi spiace non avere il tempo (e forse neanche posso...) di potervi spiegare i turni massacranti che vengono effettuati dai Forestali in estate e magari quella stessa pattuglia deve coprire il territorio di più di un Comando Stazione e quindi di 10-15 Comuni. In merito al volontariato volevo comunque precisare che lo sono stato anche io prima di essere un Forestale e quindi ho un profondo rispetto per questa categoria che anzi, come già detto all'inizio di questa discussione, ritengo debba essere impiegata diversamente in relazione al fenomeno degli incendi. A proposito, in TV, quando si parla di incendi, non i sembra proprio che il CFS sia messo al primo posto, e poi il lavoro dei volontari viene riconosciuto dalla stesso CFS nella predisposizione degli atti conseguenziali gli incendi. A presto.

  2. #22
    Moderatore L'avatar di Matty91
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Provincia di Torino
    Messaggi
    2,910

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da arat Visualizza Messaggio
    Anche in quel movimento mascherato sotto la voce del volontariato che invece aspira solo a riconoscimenti e finanziamenti pubblici. Comunque i lavativi sono ovunque ma forse il problema della mancanza di pattuglie sul territorio, più che a questo o a quel lavativo, lo imputerei proprio al fatto che pattuglie da tenere sul territorio non ce ne sono. Mi spiace non avere il tempo (e forse neanche posso...) di potervi spiegare i turni massacranti che vengono effettuati dai Forestali in estate e magari quella stessa pattuglia deve coprire il territorio di più di un Comando Stazione e quindi di 10-15 Comuni. In merito al volontariato volevo comunque precisare che lo sono stato anche io prima di essere un Forestale e quindi ho un profondo rispetto per questa categoria che anzi, come già detto all'inizio di questa discussione, ritengo debba essere impiegata diversamente in relazione al fenomeno degli incendi. A proposito, in TV, quando si parla di incendi, non i sembra proprio che il CFS sia messo al primo posto, e poi il lavoro dei volontari viene riconosciuto dalla stesso CFS nella predisposizione degli atti conseguenziali gli incendi. A presto.
    Hai ragione. Molto spesso è + la publicità fatta sul volontariato AIB che sul CFS (però forse xchè sull'incendio, a spegnere, si vedono di più i volontari) secondo me a causa dell'ignoranza dei giornalisti ke non sanno il lavoro che fa il CFS oltre alla lotta agli incendi. Basta vedere durante l'incendio (l'ultimo da me è durato 4 giorni) il culo che si fanno quelli del CFS a dirigere lo spegnimento (sono solo in 3 con un solo mezzo -scassato-) e i turni massacranti che si fanno in silenzio, senza farsi pubblicità e senza lamentarsi.

    "Impossibile è solo una parola pronunciata da piccoli uomini, che trovano piu' facile vivere nel modo che gli è stato dato, piuttosto che cercare di cambiarlo. Impossibile non è un dato di fatto.E' un' opnione. Impossibile non è una regola. E' una SFIDA. Impossibile non è uguale per tutti...Impossibile non è per sempre... Impossible is nothing."

    Regolamento Militari Forum

    Sei un nuovo utente? Posta una tua breve presentazione QUI

  3. #23

    Predefinito

    salve a tutti ,mi permetto di intervenire in quanto vorrei fare alcune precisazioni,nn so nelle altre regioni ma in liguria zona levante vedere un cfs con un flabello in mano o una manichetta è pura utopia.
    che questo sia dovuto al fatto che numericamente sono pochi è realtà quindi per logica se in un incendio boschivo si vedono i vvf è conseguenz ache sui giornali appaiano loro.
    vorrei altresi precisare che nn è compito dei vvf fare la bonifica ,visto che per gli incendi di bosco vengono investiti milioni di euro per il volonatriato ( tramite le regioni) il cfse le varie ditte di elicotteri,mentre i vvf sviluppano solo convenzioni stagionali con quattro soldi,soldi che servono a pagare il gasolio dei mezzi e il richiamo del personale dal turno libero(visto che per la,mole di interventi che facciamo siamo veramente pochi).
    inoltre la mia esperienza ,come già postato, ha sempre rielvato il seguente ordine di intervento,
    chiamata per incendio di bosco
    partono i vvf ,spesso allertati proprio dal cfs
    dopo circa 30 min arriva 1 o al max due cfs con panda senza mezzi antincendio
    dopo circa 1 2 ore arrivano i volontari.
    collegamenti radio tra vvf e cfs o volonatri? ZERO
    il problema ,ripeto la proposta, è lo spreco e la mancanza di coordinamento nn solo a livello di gestione d'intervento ma anche di gestione di mezzi emateriali ,a 1 km del nostro dist vvf cè una caserma aib del cfs con un paio di mezzi antincendio fermi che sugli interventi nn si sono mai visti,mentre i nostri hanno centinaia di migliaia di km sulle spalle.
    ripeto la mia idea:
    cfs controllo sorveglianza getsione del territorio
    vvf coordinamento e estinzione ,gestione volontariato e mezzi aerei in canadair e g222 o altri aerei in mano all'aereonautica.
    permettetemi di ricordare un'altra cosa i vvf nn si possono permettere di restare su un incendio a fare bonifica perchè hanno altre mille tipologie di intervento da svolgeree se cè un incidente stradale devono correre....

  4. #24
    Moderatore L'avatar di Matty91
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Provincia di Torino
    Messaggi
    2,910

    Predefinito

    Da me (Val di Susa, Piemonte): Viene chiamata la sala operativa (o chi per esso), essa avverte la stazione CFS più vicina al rogo che avverte i reperibili delle squadre volontarie AIB (che utilizzano quasi esclusivamente mezzi comprati tramite autofinanziamento -le divise sono comprate dalle regioni-). dopo 30 minuti dalla chiamata la squadra di volontari è già operativa (nella mia zona -montana- ogni comune ha la sua squadra di volontari AIB, ciascuna con uno o due mezzi -pick up con modulo o trasporto persone- e circa 20-30 volontari a disposizione). Ciò che non capisco è la comunicazione tra i varo corpi. Teoricamente il ruolo di DOS c'è l'ha il CFS. Da me, il CFS e il comando mobile dei volontari AIB si mettono in un luogo per decidere dove agire, i VVF si mettono in un altro facendo di testa loro e mandando i mezzi e le persone in posti dove magari ci sono già i volontari e lasciando scoperti posti dove non c'è nessuno. Inoltre ricordo che i VVF possono solo agire vicino alle abitazioni o strutture (se non sbaglio entro 200m -chiedo conferma a pompierino-).

    "Impossibile è solo una parola pronunciata da piccoli uomini, che trovano piu' facile vivere nel modo che gli è stato dato, piuttosto che cercare di cambiarlo. Impossibile non è un dato di fatto.E' un' opnione. Impossibile non è una regola. E' una SFIDA. Impossibile non è uguale per tutti...Impossibile non è per sempre... Impossible is nothing."

    Regolamento Militari Forum

    Sei un nuovo utente? Posta una tua breve presentazione QUI

  5. #25
    Utente Expert Corpo Forestale dello Stato
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    367

    Predefinito

    In merito all'attività vera e propria di spegnimento ricordo a tutti che il CFS, per legge, non ha il compito dello spegnimento diretto degli incendi, cosa che compete agli Enti pubblici delegati (cosa che fanno direttamente con loro uomini o, a ceconda della loro organizzazione locale, con volontari). Il CFS ha altri compiti (DOS, indagini di p.g., perimetrazione dell'area finalizzata alla redazione del catasto e altre migliaia di scartoffie che vanno poi redatte in ufficio). Il CFS, può occuparsi dello spegnimento con le cosiddette UOT (unità operative territoriaoli) che però attualmente non sono distribuite sul territorio in maniera capillare, anzi a dire la verità ce ne sono pochissime. Il primo personale CFS che interviene su un incendio ha l'incombenza fondamentale di valutare la situazione sia al fine di garantire il pronto impiego delle squadre a terra ed eventualmente di altri mezzi di supporto, e sia, cosa fondamentale, di valutare eventuali rischi per la pubblica incolumità allertanto eventualmente i VVf. La pattuglia CFS che interviene nell'immediatezza può ritenere opportuno spegnere le fiamme qualora se ne ravvisi la possibilità (non abbiamo strumenti per lo spegnimento) e la necessità (Es. Piccole fiamme che possono subito essere spente o pericolo immediato per persone, animali e cose) ma ripeto, il CFS ha altri compiti sugli incendi. Se usiamo il flabello non possiamo repertare eventuali ordigni, non possiamo cercare di risalire alle cause, non possiamo fare le ricognizioni della zona per verificare i rischi, e altro ancora.... Anche i Vigili del Fuoco hanno migliaia di cose da fare oltre agli incendi boschivi quindi ritengo giusto che intervengano a scongiurare pericoli per l'incolumità ma non gli si può chiedere di fare la bonifica visto che questa compete ad altri soggetti coinvolti.

  6. #26
    Soldato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bronte ( CT )
    Messaggi
    19

    Predefinito

    qui in sicilia, troverete personale del CFRS in divisa a spegnere incendi, trovere ispettori,commissari, che spengono gli incendi, utilizzano i mezzi ad acqua , i flabelli. anche loro rischiano molto ( e in famiglia abbiamo vissuto anche qualche momento parecchio brutto ). i VVF intervengono soltanto se ci sono abitazioni nelle vicinanza o se proprio tutti i mezzi del CFRS sono impegnati. pe ril resto l'attività di AIB è demandata al CFRS e al volontariato in supporto . ( se volete e se lo posso inserire, vi metto una notizia in merito ).

  7. #27
    Utente Expert Corpo Forestale dello Stato
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    367

    Predefinito

    Caro Wdoppia. il Corpo Forestale della Regione Sicilia ha delle funzioni diverse rispetto a quello dello Stato. Essendo un corpo che dipende direttamente dalla regione e quindi svolge anche attività amministrative per conto dello stesso Ente è quindi anche ovvio che svolga quelle attività che per normativa dello Stato, sono demandate alle Regioni. La Regione Sicilia utilizza quindi il suo Corpo Forestale per le attività ad essa demandate, quali lo spegnimento degli incendi. Nelle Regioni a Statuto Speciale, le Regioni devono dotarsi di loro mezzi e uomini per svolgere questo compito. Ecco che quindi demandano a Province, comunità Montane, Enti di Volontariato, e così via. Le stesse Regioni poi stipulano a volte delle convenzioni con il Corpo Forestale dello Stato per lo svolgimento delle attività di coordinamento dello spegnimento. Quindi, come puoi vedere, le attività del CFS a riguardo la direzione delle operazioni di spegnimento avvengono solo perchè ci sono convenzioni con gli Enti locali e non perchè di diretta competenza. A riguardo i rischi dello spegnimento, questi riguardano tutti gli operatori coninvolti, dalloperaio AIB al volontario, dal Forestale al Pilota di elicottero o canadair. Purtroppo i rischi ci sono, come tu stesso confermi parlando di un brutto momento passato in prima persona, ma credo che spesso l'opinione pubblica non si rende neanche conto di questo e se magari vede un operaio o volontario AIB (che nel corso della sua attività sugli incendi si fa il cosiddetto "mazzo" tanto) fermo a riposare un attimo, già comincia con i soliti commenti stupidi. Ma comunque lasciamo stare queste considerazioni che lasciano il tempo che trovano.

  8. #28
    Soldato L'avatar di Patriota_88
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Montefiascone (Viterbo)
    Messaggi
    2

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da arat Visualizza Messaggio
    In merito all'attività vera e propria di spegnimento ricordo a tutti che il CFS, per legge, non ha il compito dello spegnimento diretto degli incendi, cosa che compete agli Enti pubblici delegati (cosa che fanno direttamente con loro uomini o, a ceconda della loro organizzazione locale, con volontari). Il CFS ha altri compiti (DOS, indagini di p.g., perimetrazione dell'area finalizzata alla redazione del catasto e altre migliaia di scartoffie che vanno poi redatte in ufficio). Il CFS, può occuparsi dello spegnimento con le cosiddette UOT (unità operative territoriaoli) che però attualmente non sono distribuite sul territorio in maniera capillare, anzi a dire la verità ce ne sono pochissime. Il primo personale CFS che interviene su un incendio ha l'incombenza fondamentale di valutare la situazione sia al fine di garantire il pronto impiego delle squadre a terra ed eventualmente di altri mezzi di supporto, e sia, cosa fondamentale, di valutare eventuali rischi per la pubblica incolumità allertanto eventualmente i VVf. La pattuglia CFS che interviene nell'immediatezza può ritenere opportuno spegnere le fiamme qualora se ne ravvisi la possibilità (non abbiamo strumenti per lo spegnimento) e la necessità (Es. Piccole fiamme che possono subito essere spente o pericolo immediato per persone, animali e cose) ma ripeto, il CFS ha altri compiti sugli incendi. Se usiamo il flabello non possiamo repertare eventuali ordigni, non possiamo cercare di risalire alle cause, non possiamo fare le ricognizioni della zona per verificare i rischi, e altro ancora.... Anche i Vigili del Fuoco hanno migliaia di cose da fare oltre agli incendi boschivi quindi ritengo giusto che intervengano a scongiurare pericoli per l'incolumità ma non gli si può chiedere di fare la bonifica visto che questa compete ad altri soggetti coinvolti.
    In qualità di volontario e operatore AIB di protezione civile ho spesso e volentieri lavorato a fianco del CFS e dei VVF...Il CFS come hai giustamente scritto sull'incendio ha esclusivamente compiti dirigenziali,eccezion fatta per le squadre di operatori CFS che vengono impiegate apposta per lo spegnimeto...Quindi gestiscono e coordinano noi volontari per le operazioni AIB...Ovviamente sul boschivo spesso e volentieri ci stanno anche i VVF,anche se a mio avviso,visto che oramai la protezione civile sta espandendosi in termini di attrezzature e di preparazione,questi ultimi dovrebbero essere utilizzati per incendi di tipo industriale,o anche nell'AIB qualora vi sia la necessità di esigenze specifiche...Oltre che per tutti gli altri tipi di interventi che li interessano...
    Capua 17° Reggimento "Acqui"
    "Acquensem legionem time"...

    Sii fedele...Sino alla morte...

  9. #29
    Soldato L'avatar di CERBIATTA2008
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    in una casa!
    Messaggi
    76

    Predefinito

    Chi accende questi fuochi?Giusto per capire...

  10. #30
    Soldato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bronte ( CT )
    Messaggi
    19

    Predefinito

    i fuochi vengono accesi da gente che non ha nulla da fare durante il giorno, pastori, gente malata di testa.

    una volta, in una città, quando è stato innaugurato un distaccamento di VVF volontari in estate erano loro stessi che appiccavando gli incendi per poter poi intervenire e guadagnare i soldini. infatti non si spiegava cm facessero ad essere a conoscenza del tipo di incendio, dle luogo e ad arrivare immediatamente sul posto. alla fine sono stati scoperti dal Corpo Forestale attraverso dei servizi particolari e sono stati denunciati.

Pagina 3 di 10 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •