Pagina 3 di 105 PrimaPrima 123451353103 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 1043

Discussione: Riforme e futuro del CM CRI

  1. #21
    Sergente L'avatar di il_vecchio07
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Here... and there
    Messaggi
    418

    Predefinito

    Tanys e Soccorritore toccano punti interessanti e sicuramente ogni Paese ha ordinamenti specifici per gestire e la materia difesa e la materia Croce Rossa. Ma tutto questo è ampiamente previsto sia a termini di Convenzione che di Statuti; sarebbe bastato aver letto i Commentari, inclusi quelli di Jean Pictet, e forse il "malinteso" poteva esser evitato e magari il Presidente Kellenberger si risparmiava una calata su Roma.
    Tuttavia, ciò che fa pensare è che mentre il Ministero Difesa si è manifestato, abbiamo un comunicato ufficiale, da parte nostra non vi sono informazioni di sorta, fatta eccezione per un ultra sintetico commento del C.S. sulla sua pagina Facebook. Senza contare che il commento ufficiale e quello informale sembrano essere totalmente divergenti sui contenuti e sui risultati della missione a Roma.
    .... per i miei ragazzi: Tenente Joker!

  2. #22
    Caporale
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    135

    Predefinito

    Sono anni che si parla di sciogliere il CM-CRI e le IIVV, perchè un giorno viene chiesto da Ginevra, un giorno si prospetta una richiesta di riorganizzazione da parte del Commissario Straordinario CRI, altre volte viene sussurrato su indicazione delle altre componenti la stessa CRI... Si dimentica spesso che il CM-CRI è la componente più anziana della CRI in Italia, ma a mio modesto avviso credo che ci sia di fondo un problema essenzialmente economico, in periodo di "magra" sciogliendo una componente si potrebbe mantenere inalterata la quota di sovvenzione statuale alle componenti rimaste... senza contare sul mettere le mani su strutture, mezzi e strumenti appartenenti al CM-CRI.

    Per Tanys, il numero dei componenti del CM-SMOM è relativo, ti ricordo che sempre più spesso appartenenti al CM-CRI lasciano il Corpo e chiedono di entrare nello SMOM, perchè hanno scelto di fare il Volontario Militare e di essere orgogliosi di indossare l'Uniforme. Il numero potrebbe nel giro di poco tempo aumentare ed essere sufficiente, il problema sarebbe a mio avviso dato dalle "professionalità" che si perderebbero per strada. Uomini con un bagaglio tecnico e di esperienze che verrebbe meno, gente che si è davvero formata sul campo. Queste figure sarebbero davvero difficili da rimpiazzare ed il tempo per farle "rinascere" sarebbe lungo .
    E' questo a mio avviso il vero problema che tanto la Sanità Militare, ridotta oramai all'osso per fondi, mezzi ed uomini, alle cui carenze tanto noi quanto il CM-CRI cerchiamo di sopperire quotidianamente, quanto la Nazione tutta dovrebbe fare il conto in caso di scioglimento delle componenti ausiliarie delle FFAA della CRI.
    Ultima modifica di Donis; 19-06-11 alle 17: 26
    Secondo Reparto EI-ACISMOM

  3. #23
    Sergente L'avatar di il_vecchio07
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Here... and there
    Messaggi
    418

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Donis Visualizza Messaggio
    <SNIP> ma a mio modesto avviso credo che ci sia di fondo un problema essenzialmente economico, in periodo di "magra" sciogliendo una componente si potrebbe mantenere inalterata la quota di sovvenzione statuale alle componenti rimaste... senza contare sul mettere le mani su strutture, mezzi e strumenti appartenenti al CM-CRI. <SNIP>
    Se questo è il calcolo, ma personalmente non credo, è un calcolo errato dal momento che i fondi che la Difesa destina ai CCAA sono specificamente ad essi destinati per formazione, acquisto mezzi e materiali e per le esigenze legate alle attività di ausilio alle FFAA. Per parafrasare una nota e simpatica pubblicità: "No Corpi Ausiliari, no party". Quelli sono fondi che sicuramente non arriverebbero più o, nel migliore dei casi, arriverebbero ma in misura assai ridotta.
    .... per i miei ragazzi: Tenente Joker!

  4. #24
    Utente Expert
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    1,201

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da il_vecchio07 Visualizza Messaggio
    Se questo è il calcolo, ma personalmente non credo, è un calcolo errato dal momento che i fondi che la Difesa destina ai CCAA sono specificamente ad essi destinati per formazione, acquisto mezzi e materiali e per le esigenze legate alle attività di ausilio alle FFAA. Per parafrasare una nota e simpatica pubblicità: "No Corpi Ausiliari, no party". Quelli sono fondi che sicuramente non arriverebbero più o, nel migliore dei casi, arriverebbero ma in misura assai ridotta.
    Quoto in toto "il vecchio".

    Le forze armate hanno tutto l'interesse nel mantenere in vita il Corpo Militare CRI per una motivazione banale quanto importante, specie in questo periodo di tagli economici importanti.
    In effetti, ci pensate quanto costa allo Stato dover addestrare un medico o un logista?
    Sin dal tempo dell'Accademia, oltre a tutte le spese per vitto, alloggio, istruzione ed addestramento, gli deve passare stipendio e contributi.
    E (facciamo il caso del medico), una volta che lo ha foraggiato a vuoto per sei anni di laurea, quattro o cinque anni di specializzazione, costui è ancora professionalmente un pivello che poi dovrà farsi le ossa sul campo.
    Insomma, per i primi dieci anni, lo Stato deve rifondere a vuoto per stipendiare un militare che immediatamente, e solo quando necessità, può reperire nel Corpo Militare.
    E, una volta che non serve più, non ha nemmeno l'onere di doverlo mantenere in servizio......

    Insomma, mettiamola così, ma voi, se vi serve un avvocato per una causa, lo incaricate solo per quella consulenza o lo assumete come dipendente a tempo indeterminato?

    Naturalmente qualcuno adesso si potrebbe chiedere se lo stesso non si possa fare con un civile medico (o, ripeto, logista, farmacista, etc.).
    No, per la semplice ragione che le Forze Armate vogliono (e a ragione, visto il contesto in cui operano) personale militare, formato militarmente, con tutti i doveri (anche di gerarchia!) che cedono in capo ai militari.
    Quindi non è proprio pensabile che le mansioni del Corpo Militare possano essere svolte da una qualche componente civile.

    Credo bene che alla Difesa non pensano proprio di smembrare il Corpo Militare nè che si pensi di smilitarizzarlo!

    Anche secondo me, se mai la CRI veramente intedesse smilitarizzare il Corpo Militare o quello delle II.VV., sarebbe come dire che intende rinunciare ai generosi fondi che lo Stato e il Ministero Difesa eroga.

    Anche secondo me, come ben ha detto "il vecchio": no Corpi Ausiliari no party.
    Ultima modifica di VDG; 20-06-11 alle 00: 37
    Patria e Onore.
    Ferrum Ferro Acuitur.

  5. #25
    Tenente
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1,162

    Predefinito

    In effetti sembrerebbe che il CS farebbe volentieri a meno del CM CRI, ma non rinuncerebbe ai 10 milioni di euro che la Difesa versa annualmente alla CRI per i due Corpi Ausiliari.

    La Difesa ha risposto: non CM CRI, no finanziamento.

    Ma avere questi soldi non significa, ad oggi, che vengano spesi per le esigenze del CM CRI e delle II.VV. e, invece, stornati per coprire i "buchi" di bilancio.

    Negli ultimi sette anni sembrerebbe, infatti, che i soldi destinati alle due componenti ausiliari non siano stati spesi, se non in minima parte, per gli scopi per cui sono stati assegnati.

    Stessa sorte hanno seguito i soldi dati per la Missione Antica Babilonia: solo un 30% impiegato, mentre per il resto non si conosce la destinazione.

  6. #26
    Utente Expert
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    1,201

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Domenico Visualizza Messaggio
    In effetti sembrerebbe che il CS farebbe volentieri a meno del CM CRI, ma non rinuncerebbe ai 10 milioni di euro che la Difesa versa annualmente alla CRI per i due Corpi Ausiliari.

    La Difesa ha risposto: non CM CRI, no finanziamento.

    Ma avere questi soldi non significa, ad oggi, che vengano spesi per le esigenze del CM CRI e delle II.VV. e, invece, stornati per coprire i "buchi" di bilancio.

    Negli ultimi sette anni sembrerebbe, infatti, che i soldi destinati alle due componenti ausiliari non siano stati spesi, se non in minima parte, per gli scopi per cui sono stati assegnati.

    Stessa sorte hanno seguito i soldi dati per la Missione Antica Babilonia: solo un 30% impiegato, mentre per il resto non si conosce la destinazione.
    Certo sarebbe bello che la Difesa finalmente chiedesse di vincolare i finanziamenti ai soli scopi addestrativi del Corpo Militare (con tanto di sanzioni e denunce per chi distrae i soldi per impieghi "non previsti").
    Patria e Onore.
    Ferrum Ferro Acuitur.

  7. #27
    Caporale
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    135

    Predefinito

    Ed alla fine lo Qualcuno dovrebbe "commissariare" il CS... e poi non dimentichiamo che certe decisioni e certe nomine vengono effettuate nel quadro di uno scacchiere molto ampio e variegato.
    Ultima modifica di Donis; 20-06-11 alle 06: 32
    Secondo Reparto EI-ACISMOM

  8. #28
    Caporale
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    189

    Predefinito

    sembra che anche il Presidente del CICR non si sia studiato la storia della CRI che nasce in primis per il soccorso dei feriti in guerra.
    Pensano che perchè si portano le stellette ci si dimentichi delle Convenzioni di Ginevra?
    I conflitti hanno cambiato aspetto ma i feriti ci son come prima, chi mandiamo nelle zone operative i vds?... poi gli diamo un arma leggera per difendere i feriti stessi, le strutture e quanto prevedono le Convenzioni?
    Stiamo cadendo nel ridicolo.
    Pensare che il nostro comissario Rocca percepisce 250000 euro all'anno...... si potrebbero detrarre dal suo stipendio l'inutile spesa delle patacche sulla schiena,
    NON HANNO IDEA DI CIO' CHE DICONO.
    Caporale Leonardo Poli
    VI Centro

  9. #29

    Predefinito

    Se vogliono sciogliere i Corpi CRI ausiliari delle FF.AA. che lo facciano sapere al più presto, così molti di noi si risparmieranno l'acquisto di ulteriore vestiario per la divisa, anzie per LE divise, visto che faccio parte elle II.VV.

    Ma sì, togliamole queste II.VV., non sono più di moda, sanno di vecchio. Chi se ne frega della loro storia passata e del loro impegno presente............Certo, siamo una delle componenti che costano meno di tutte le altre e che sgobba più delle altre per prendersi il diploma e quindi entrare a farne parte. Ma alla CICR e al nostro beneamato Commissario Rocca che cosa importa??????
    Bè, se devono decidere che lo facciano una volta per tutte!!!!! Questo tira e molla e davvero umiliante per chi sacrifica tempo, denaro e famiglia, per il bene della comunità.
    NON SONO LE NOSTRE CAPACITA' A DIMOSTRARE CHI SIAMO, MA LE NOSTRE SCELTE

  10. #30

    Predefinito

    Anche io ho saputo di manovre per "chiudere" il C.M. della CRI. Cosa dire? Non ci sono parole!! Spero che questo "piano occulto" fallisca (ancora una volta)!!!!

Pagina 3 di 105 PrimaPrima 123451353103 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •