Pagina 1 di 131 1231151101 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 1308

Discussione: Operazione STRADE SICURE in Esercito Italiano - Thread ufficiale

  1. #1
    Soldato L'avatar di Mephisto
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Tana del Kobra
    Messaggi
    35

    Exclamation Operazione STRADE SICURE in Esercito Italiano - Thread ufficiale

    Sono impegnato da ormai 3 mesi a Roma nell'ambito dell'operazione strade sicure...vorrei sapere da voi altri impegnati anche in altre città, se si sa qualcosa delle retribuzioni che ci spettano, visto che ad oggi, ho visto solo 390euro di anticipo per il primo mese(agosto), "gentilmente concessi" dalle casse del mio reggimento...siccome non ci sono mai stati chiariti tutti gli aspetti amministrativi, volevo sapere da voi altri se le cose sono diverse, dato che non sappiamo:

    1)A quanto ammonta l'omnicomprensiva prevista per l'operazione;
    2)A noi ci hanno detto che non ci spetta la marcia in mensa e il foglio di viaggio;
    3)Se ci spetta la forfettaria;
    4)Se il conteggio delle ore equivale a quello di un turnista oppure è regolamentare come è sempre stato.

    Fatemi sapere

  2. #2
    Soldato
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    55

    Predefinito

    Innanzitutto bisogna vedere a che categoria appartieni Vsp o vfb/p4?
    1)omnicomprensiva intendi a quanto ammonta la forfettaria? Da quanto mi dicevano dei colleghi che sono stati impiegati, dovrebbero essere in CFG, decurtato del 30% se sei vfb/p4
    2)se sei in forfettaria automaticamente non c'è marcia e mensa, e i fogli di viaggio verranno liquidati per i tratti per arrivare al luogo di operazione e per tornare a fine servizio
    3)se sei impiegato in una operazione, a meno che tu non sia vfp1, ti spetta una qualche forma di retribuzione straordinaria.
    4)i turni vengono stabiliti dall'ordine di operazioni...in teoria se percepisci una forfettaria potresti essere impiegato anche h/24

    non ne so molto di piu...
    ciao

  3. #3

    Predefinito

    Ciao anke io sn impegnata nell operazione strade sicure..sn vfp4.volevo sapere qnt giorni si devono fare x ricevere il nastrino e quindi il punteggio??ce ki dice 30 ki 15 booo.e poi x la paga giornaliera qnt è???ancora nn sa nessuno niente.

  4. #4
    Utente Expert Marina L'avatar di SANGRIA
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1,872

    Predefinito

    L'operazione "Strade sicure" dovrebbe essere configurata come una operazione a carattere continuativo
    L'istituto del compenso forfetario di impiego (c.d.: "finestra operativa") trova il suo fondamento giuridico nel disposto di cui all'art. 3 della Legge 29 marzo 2001 n° 86 con il quale è stato sancito che il personale "impiegato in esercitazioni o operazioni militari caratterizzate da particolari condizioni di impiego prolungato e continuativo oltre il normale orario di lavoro, non è assoggettato, durante i predetti periodi di impiego, alle vigenti disposizioni in materia di orario di lavoro ed ai connessi istituti, a condizione che le predette attività si protraggano senza soluzione di continuità per almeno 48 ore (art. 3, comma 1)".
    Il personale può essere impiegato nelle predette attività fino ad un massimo di 120 giorni l'anno e per non più di 12 ore giornaliere, con garanzia di recupero delle energie psico-fisiche e di fruizione di "adeguati" turni di riposo (art. 3, comma 4).
    A detto personale è attribuita per i giorni di effettivo impiego una indennità sostitutiva del compenso per il lavoro straordinario e del recupero compensativo (art. 3, comma 5).
    La predetta indennità non è cumulabile con l'indennità di trasferimento (all'atto del rientro dall'estero) e con l'indennità di missione estera.

    2. EVOLUZIONE NORMATIVA ED ORGANIZZATIVA.

    In attuazione dell'art. 3 della 86/2001, il D.P.R. 13 giugno 2002 n° 163, all'art. 9, 6° comma ha fissato gli importi spettanti per il compenso in parola, suddivisi per fasce (gradi) e giorni di impiego (feriali e festivi).
    Con la circolare SMA 125/6992/F3-2/1.L del 5 maggio 2003 lo Stato Maggiore Aeronautica, nel dettare alcuni criteri di massima per l'applicazione del compenso in oggetto e nel definire una prima ripartizione delle risorse finanziarie disponibili, ha rappresentato la necessità di poter disporre, con la massima rapidità, degli elementi organizzativi di competenza, al fine di coordinare con le altre FF.AA. le attività così caratterizzate o svolte presso Enti Interforze.


    3. AMBITO DI APPLICAZIONE.

    L'istituto del compenso forfetario di impiego può quindi trovare applicazione ove siano verificate contestualmente le seguenti condizioni:

    - il personale deve essere impegnato in esercitazioni o in operazioni in ambito nazionale;
    - in condizioni di impiego prolungato e continuativo, oltre il normale orario di lavoro;
    - senza assoggettamento alle disposizioni in materia di orario di lavoro ed ai connessi istituti;
    - con operazioni/esercitazioni protratte senza soluzione di continuità per almeno 48 ore.

    4. LIMITI.

    L'impiego nelle predette attività:

    - può essere protratto entro il limite massimo di 120 giorni l'anno e per non più di 12 ore giornaliere (salvo inderogabili esigenze operative);
    - deve comunque garantire un adeguato periodo di riposo per recupero psico-fisico.

    Per ciò che attiene alle incompatibilità, si rileva che l'emolumento, erogato sulla base delle risorse finanziarie e sulla relativa ripartizione per Comandi/Enti, non è cumulabile con l'indennità di trasferimento (concessa al personale in servizio all'estero, all'atto del rientro in Italia) e con l'indennità di missione estera.

    5. DECORRENZA ED IMPORTI.

    Il compenso è istituito a decorrere dal 1° gennaio 2003 e i relativi importi sono stabiliti dalla Tabella 3 del D.P.R. 163/2002.

    6. LINEE GUIDA - SETTORI OPERATIVI INTERESSATI.

    Così come sancito dallo Stato Maggiore Aeronautica, l'obiettivo da conseguire consiste nell'espletamento, organico ed ordinato, di attività appositamente individuate effettuate oltre il contesto "ordinario" ed anche in vista di "scenari di emergenza".
    In tale contesto, tenuto conto delle risorse finanziarie a disposizione (cap. 3092 - E.F. 2003), rientrano:

    - le specifiche attività già programmate dal Comando Squadra Aerea per l'anno 2003 (attività addestrative/esercitative);
    - le esigenze da soddisfare derivanti dall'introduzione dell'altro istituto del "Compenso forfettario di Guardia", da destinare (sempre con decorrenza 1° gennaio 2003) al personale impiegato nei servizi, armati e non, di durata pari o superiore alle 24 ore che, per imprescindibili esigenze, non possa fruire dei recuperi compensativi (citato D.P.R. 163/2002, art. 9, 3°,4° e 5° comma e relativa Tabella 2);
    - infine, sempre per l'anno 2003, le attività afferenti ai seguenti settori operativi di seguito elencati:

    a. addestramento/operazioni di volo, compreso il supporto diretto; esempi: operazioni di volo sostenute con decollo da piste semi-preparate con velivoli da trasporto; addestramento specifico prolungato per i Reparti SAR, C/SAR ed incursori in zone isolate, impervie, desertiche o ostili (simulazioni in territorio nazionale); operazioni di volo sostenute per supporto all'attività SAR oceanica; addestramento in scenari complessi con unità dotate di U.A.V.; supporti diretti a tali attività;
    b. addestramento/operazioni di controllo del traffico aereo; esempi: attività di addestramento per il controllo e la gestione dello spazio aereo per la proiezione (simulata) in zone remote o ostili;
    c. addestramento/operazioni di difesa aerea; esempi: esercitazioni ed operazioni sostenute, anche con rischieramenti di unità missilistiche e contraeree per la difesa di punto e di area, a difesa di obiettivi sensibili; esercitazioni ed operazioni sostenute per l'attivazione delle procedure finalizzate all'incremento della Difesa Aerea (Esercitazioni "Giopolis", "G8", "Kremlin", ecc…);
    d. addestramento/operazioni relative al controllo ed al ripristino dello stato di efficienza dei sistemi d'arma; esempi: tutte le esercitazioni comprendenti le attività di controllo e ripristino dei sistemi d'arma a supporto delle attività di cui alle precedenti lettere;
    e. supporto nazionale ad operazioni fuori area; esempi: predisposizioni dei sistemi d'arma a supporto delle operazioni fuori area (es.: Esercitazioni per l'Operazione "Marco Polo", per l'Operazione "Babilonia", ecc…); addestramento ed attività sostenute per Air Refueling, in sede e fuori sede;
    f. addestramento/operazioni dei Reparti telecomunicazioni; esempi: attività addestrative finalizzate a migliorare l'integrazione e la capacità operativa e di comunicazione in ambiente campale e/o ostile, connesse alle attività di cui alle precedenti lettere;
    g. esercitazioni valutative/congiuntive/multinazionali; esempi: Valutazioni Tattiche (in ambito NATO), Valutazioni della Capacità Operativa (in ambito nazionale), congiunte e combinate tese al miglioramento della capacità operativa in qualsiasi ambiente.


    7. LINEE GUIDA - ELEMENTI ORGANIZZATIVI.

    In contesti "esercitativi/operativi" entro i quali trova applicazione l'istituto in parola, dovranno:

    a. essere pianificati con opportuni Ordini di Operazioni;
    b. tenere conto dei criteri e limiti di cui ai punti 3. e 4.;
    c. comprendere la predisposizione di una prova oggettiva di rilevazione delle presenze all'interno delle installazioni o degli "approntamenti", (a dimostrazione dell'espletamento di 12 ore giornaliere);
    d. prevedere una adeguata sistemazione logistica del personale all'interno delle aree militari interessate (fisse o mobili) o, in alternativa in caso di acclarata indisponibilità logistica, prevedere la predisposizione di un adeguato Piano di Reperibilità del personale preposto, comprensivo dell'elenco del personale in "stand by" (precettato) e del relativo Piano di Recupero.

    Quindi, a mio avviso, competono i CFI previsti in base ai turni effettuati

  5. #5

    Predefinito

    Questi soldati "professionisti" non mi sembrano dei militari ma.... tanti consulenti del lavoro impegnati a farsi i conti in tasca!

  6. #6
    Sergente L'avatar di WolfITA
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    un po' qua un po' la
    Messaggi
    335

    Predefinito

    sindacalisti

    scherzo

  7. #7
    Utente Expert Marina L'avatar di SANGRIA
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1,872

    Predefinito

    No, i militari professionisti, in quanto tali, da professionisti devono essere trattati e pagati, sopratutto deve essere chiaro quanto costa impiegare il personale e quanto costa essere impiegati. E' invece da dilettanti impiegare il personale e poi tergiversare quando questi va pagato. La leva è sospesa, i militari vengono impiegati in teatro operativo, quale esso sia, con meno remore e viene richiesto molto di più (giustamente sono volontari) ma poi va rispettato il "contratto" che lega l'amministrazione con il militare. Mi sembra giusto usare obbedir tacendo, ma è anche giusto che poi si percepisca quanto è giusto e doveroso, senza ovviamente farne unico o principale obiettivo professionale.
    Ultima modifica di SANGRIA; 31-10-08 alle 19: 32

  8. #8

    Predefinito

    visto ke siamo dei militari professionisti e nn piu di leva mi sembra giusto essere pagati da persone qualificate per quello ke facciamo,ke ti assicuro nn è facile.
    Ultima modifica di antonella; 31-10-08 alle 22: 01
    caporale vfp4

  9. #9

    Predefinito

    Ragà... io ho fatto le stesse cose che fate voi professionisti mentre ero di naja. Lo so che non è facile... ma di certo stare sempre a pensare al "recupero" od al soldo in più è assolutamente deprimente. Iniziate un pò a pensare a chi un lavoro non lo possiede e di certo vi passa la voglia di frignare, considerando che a voi uno stipendio CERTO e SICURO arriva ogni mese!

  10. #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Naja x tutti! Visualizza Messaggio
    Ragà... io ho fatto le stesse cose che fate voi professionisti mentre ero di naja. Lo so che non è facile... ma di certo stare sempre a pensare al "recupero" od al soldo in più è assolutamente deprimente. Iniziate un pò a pensare a chi un lavoro non lo possiede e di certo vi passa la voglia di frignare, considerando che a voi uno stipendio CERTO e SICURO arriva ogni mese!
    A mio avviso questo non è un discorso accettabile.
    E' vero che uno stipendio arriva ogni mese ma proprio perché si parla di volontari-professionisti è GIUSTO e sacrosanto che venga corrisposto il dovuto, nè più nè meno.

Pagina 1 di 131 1231151101 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •