Pagina 3 di 132 PrimaPrima 123451353103 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 1312

Discussione: CM CRI: Arruolamento e informazioni

  1. #21
    Utenti Storici L'avatar di PANTERA 113
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    147

    Predefinito

    L' incompatibilità esiste e come. E' come se tu fossi ad esempio un vigile del fuoco e un poliziotto allo stesso tempo. In Polizia non è consentito neanche fare lavori (da civile) al di fuori dell' orario di servizio, l' unica cosa sono le attività di volontariato a condizione che non pregiudichino il servzio di polizia

  2. #22
    Caporale
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    152

    Predefinito

    Azz pardon pantera ricordavo male comunque sapevo di essermi rivolto alla persona giusta.Grazie per il tuo intervento

  3. #23
    Utenti Storici L'avatar di PANTERA 113
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    147

    Predefinito

    Non ero della Croce Rossa, facevo servizio in Croce Verde, quindi non ricordavi proprio malissimo...hihihi... Quando posso esservi d'aiuto sono qui!

  4. #24

    Predefinito

    Pantera senti, sapresti mica se esiste l'articolo di legge ke lo prevede, e sopratutto qual'è?

    La settimana scorsao inoltrato la richiesta di nulla osta al mio Questore, ed ora vediamo ke dirà......

  5. #25

    Predefinito

    Il discorso è che come un poliziotto può fare il volontario del soccorso in croce rossa, (volontario, quindi, senza retribuzioni) perkemmai non potrebbe fare altrettanto nel Corpo Militare, premesso che anche quest'ultimo non prevede una retribuzione?

  6. #26
    Caporale
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    152

    Predefinito

    Penso che una volta che si è richiamati nel Corpo Militare si acquisce lo status di militare (con relativi diritti e doveri)sia incompatibile con la posizione di agente di Polizia,comunque sul discorso polizia mi rimetto sempre al buon pantera

  7. #27
    Utenti Storici L'avatar di PANTERA 113
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    147

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pinkerton_ Visualizza Messaggio
    Il discorso è che come un poliziotto può fare il volontario del soccorso in croce rossa, (volontario, quindi, senza retribuzioni) perkemmai non potrebbe fare altrettanto nel Corpo Militare, premesso che anche quest'ultimo non prevede una retribuzione?
    caro Pinkerton il discorso non si ferma sul fatto che vi sia o meno una retribuzione, il discorso nasce si sviluppa in una sovraposizione di competenze che hanno i due enti, ma ti spiego meglio.
    In caso di calamità naturale (ad esempio) la Presidenza del Consiglio dei Ministri attraverso il Ministero dell' Interno mobilita tutti quegli enti predisposti istituzionalmente alla gestione dell'emergenza nelle sue diverse forme. Verranno chiamati ad intervenire quindi i VV.F., i CC, la PS, la Gdf, Forestale e Polizia Penitenziaria, oltre agli altri corpi armati dello stato (EI, AM e MM a seconda delle competenze). Il Corpo Militare della Croce Rossa viene allo stesso modo mobilitato richiamando in servizio tutto il proprio personale dipendente, che non può sottrarsi alla chiamata, per intervenire ove richiesto.
    Se una persona facesse parte della Polizia di Stato e del Corpo Militare della Croce Rossa mi spieghi come dovrebbe fare per essere in servizio in entrambi i posti? Diverso invece è il discorso per chi presta servizio in maniera volontaria (quindi non è obbligato ne vincolato a nessun titolo) e può andare a fare il servizio da volontario nel tempo libero, non pregiudicando il proprio servizio all' interno della Polizia.
    Tutto questo è gestito da appositi regolamenti di disciplina.

  8. #28
    Caporale
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    152

    Predefinito

    Scusa se mi permetto Pantera,vorrei aggiungere che il personale mobilitato non è solo quello dipendente ma anche quello VOLONTARIO e richiamato all'uopo per l'emergenza,ed essendo una chiamata fatta da un corpo militare non ci si può esimere dal rispondere
    Altrimenti si rischia di essere processati per diserzione

  9. #29

    Predefinito

    I Corpi Armati dello Stato sono:

    - Polizia di Stato (d'altra parte sono smilitarizzati);
    - Polizia Penitenziaria;
    - Corpo Forestale;

    Il CM CRI appartiene, essendo ausiliario delle Forze Armate, alla categoria Corpi Militari dello Stato come la GdF. (Vedasi Settori di sfilata durante il 2 Giugno). Lo SMOM, anch'esso Corpo Militare dello Stato, è ausiliario dell'Esercito.

    E.I. - M..M. - A.M. - C.C. appartengono alle Forze Armate dello Stato.

    Ciao, buonanotte

  10. #30
    Utenti Storici L'avatar di PANTERA 113
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    147

    Predefinito

    Il DPR 335 del 24.4.1982 prevede all' art.50 che il personale della Polizia di Stato che espleta funzioni di Polizia non può esercitare il commercio, l' industria, ne alcuna professione o mestiere o assumere impieghi pubblici (qual' è il Corpo Militare della Croce Rossa o il Volontario dei VVF anche se non retributito!)o privati o accettare cariche in società costituite a fine di lucro.
    In caso di inosservanza dei divieti e degli obblighi previsti e prescritti dall' art. 50 il DPR prescritto prevede una particolare procedura discliplinare che sfocia con la decadenza dall' impiego

    Invece per quanto riguarda l' attività di volontariato per gli appartenenti alla Polizia di Stato la materia della partecipazione alle associazioni di volontariato è disciplinata dal D.P.R. 8 febbraio 2001, n. 194, concernente il “regolamento recante nuova disciplina della partecipazione delle organizzazioni di volontariato alle attività di protezione civile”.

    L’art. 9 del citato Decreto prevede, per coloro che aderiscono alle associazioni di volontariato inserite nell’elenco dell’Agenzia di protezione civile, la possibilità di assentarsi dal lavoro per un periodo non superiore a trenta giorni continuativi e fino ad un massimo di novanta giorni nell’anno, se impiegati nell’attività di soccorso ed assistenza in vista o in occasione di calamità naturali, catastrofi o altri eventi, ovvero per un periodo di dieci giorni fino ad un massimo di trenta, laddove siano impegnati in attività di pianificazione, simulazione di emergenza e di formazione teorico-pratica, con mantenimento del posto e del relativo trattamento economico e previdenziale.

    Tale norma risulta applicabile, in via generale, anche agli appartenenti alla Polizia di Stato, in presenza dei requisiti richiesti, ossia che gli interessati siano aderenti ad associazioni di volontariato inserite nell’elenco predisposto, ai sensi della cennata normativa, presso l’Agenzia di protezione civile, che l’attività di soccorso ed assistenza sia espressamente autorizzata dal medesimo Dipartimento o dalla competente Prefettura, ed a condizione che l’impegno assunto sia svolto a titolo gratuito e siano fatte salve le esigenze di servizio che in nessuna ipotesi dovranno essere pregiudicate dall’attività di volontariato svolta dal dipendente.
    Corre l’obbligo precisare che la tipologia di assenza segnalata non rientra tra le ipotesi di assenza dal servizio decentrate ed espressamente indicate nella circolare 333-A/9807.F.4 del 30.3.1999, e pertanto le eventuali istanze volte a fruire dell’istituto in questione dovranno essere inviate, per le conseguenti autorizzazioni, ai competenti Servizi della Direzione Centrale per le Risorse Umane.
    Spero con questo di avervi colmato anche le lacune legislative in materia

Pagina 3 di 132 PrimaPrima 123451353103 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •