Pagina 13 di 132 PrimaPrima ... 311121314152363113 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 1317

Discussione: CM CRI: Arruolamento e informazioni

  1. #121

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZannaBianca Visualizza Messaggio
    Io sono di un altro avviso: fare pulizia nei vari quadri e ruoli.
    Mi spiego meglio, sarebbe opportuno dare un limite di età od operativo ai nostri colleghi "vecchietti" e inserirli in una categoria tipo "riserva" da utilizzare solo in certe determinate emergenze; ciò permetterebbe di avere sempre graduati freschi e motivati, uno strumento di comando agile e con i giusti numeri per ciascun ruolo. Ovviamente la "riserva" non avrebbe nessun limite di graduati o ruoli.
    Non ricordo in quale articolo della 484 (mi sembra l'art.40) esiste già il transito nella riserva dopo una certa età.

  2. #122

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da micoga63 Visualizza Messaggio
    Non ricordo in quale articolo della 484 (mi sembra l'art.40) esiste già il transito nella riserva dopo una certa età.
    Affermativo, esiste un articolo a riguardo, ma se non erro questa Riserva tiene i nostri colleghi anziani in servizio attivo, di conseguenza non liberano i posti nei vari ruoli.
    La Riserva come la intendevo io era una sorta di "parcheggio" (scusatemi colleghi anziani, parcheggio è una bruttissima definizione......) dove si è inseriti dopo aver superato i limiti di età previsti per il servizio attivo. Tale Riserva potrà partecipare a cerimonie con il loro grado ed uniforme ma nn avrà funzioni di comando legate al grado. Qualora vi siano necessità straordinarie, potrebbero essere richiamati per un certo periodo, salvo accertamenti sanitari contrari.

    Insomma se si volessero risolvere i problemi interni CM CRI, si potrebbero creare delle commissioni e tentare di rimodernare un po' il sistema....
    un sistema valido e meritocratico darebbe indubbiamente uno slancio positivo a tutto il CM CRI.

    ....e ci trasformeremo da così ....a così....
    BASTA BATTUTE, DEVO ESSERE SERIO IN QUESTO FORUM !!

  3. #123
    Soldato L'avatar di capitanocri
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Foggia
    Messaggi
    80

    Predefinito

    Basterebbero delle prove ginnico-sportive annuali, tipo quelle che si facevano alle Scuole Militari o del tipo Deutsches Sport Abzeichen.
    Resta inteso che per il personale sanitario, in senso stretto, e ai Cappellani tali prove siano facoltative.
    Pura utopia...
    Saluti.
    INTER ARMA CARITAS

  4. #124
    Caporale L'avatar di tanys
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    245

    Predefinito

    Capisco tali prove nelle FFAA, ma in corpi,anche se militari, dove si entra con lo spirito di volontariato si dovessero applicare, allora credo che tra qualche anno il personale sarebbe quasi azzerato. Credo invece che la presenza e l'impegno siano da premiare, ovunque e comunque.
    Che t'importa il mio nome? Grida al vento: « Fante d' Italia ! », e dormirò contento !
    Chi non ha una spada venda il mantello e ne compri una - Luca 22,35-38

  5. #125
    Soldato L'avatar di capitanocri
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Foggia
    Messaggi
    80

    Predefinito

    Permettimi di dissentire…
    Quando scegli di arruolarti nel Corpo Militare della Croce Rossa Italiana – Ausiliario delle FF.AA. ti viene assegnata una qualifica, a prescindere che tutti gli appartenenti al Corpo sono comunque ritenuti personale sanitario.
    Nella mia piccola ventennale esperienza nel Corpo ho potuto vedere di tutto di più e ho sempre rispettato l’uomo prima di tutto e ho cercato di utilizzarlo per attività a lui confacenti.
    Ma credo che sia ormai improponibile avere dei Militari che non riescono nemmeno ad inginocchiarsi per effettuare il BLS, avere dei “portaferiti” che non riescono ad alzare una barella per caricarla su un VM o a spostarla per venti metri in una ZAE, che non riescono a salire tre piani a piedi.
    Con tutto il rispetto per le loro qualifiche professionali civili.
    Se l’intenzione è solo quella di fare rappresentanza, di fare raccolta fondi o di fare assistenza agli anziani, sarebbe opportuno che valutassero di fare i Soci Attivi nella Componente civile, se non già iscritti (bicomponente).
    Anche perché la loro presenza intasa i quadri e non permette la crescita gerarchica dei nostri Colleghi, probabilmente più motivati.
    Saluti.
    INTER ARMA CARITAS

  6. #126
    Sergente L'avatar di il_vecchio07
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Here... and there
    Messaggi
    418

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZannaBianca Visualizza Messaggio
    MA LA DOMANDA CHE MI PONGO SEMPRE PIU' IN QUESTI GIORNI E': ma qualcuno dei nostri capi/papaveri , legge questo forum?? dite che esistiamo anche noi, magari potranno trarre qualche spunto utile.....
    Leggono, leggono.....

    Quando, in passato, insistevo sul fatto che il Corpo avesse delle priorità da risolvere le avevo suddivise fra interventi in ambito di personale continuativo e di personale volontario. Avevo sinceramente sperato che il nuovo corso sarebbe andato nel senso di uno sfoltimento dei tanti, troppi, rami secchi. Avevo sperato che si andasse nella direzione di eliminare fancazzisti e sbracati. Avevo sperato che si puntasse sulla formazione specialistica, come ben accenna il nostro capitano black sheep. Speravo che si condizionasse l'ingresso nel Corpo alla verifica delle reali motivazioni. Speravo che termini come adesione ai Sette Principi e tratto militare divenissero veramente fondanti per il nuovo Corpo. Devo tuttavia constatare come, e l'avevo già scritto parlando della tematica "uniforme", tutto è stato propedeutico per snaturare il Corpo e farne una quidditas ben diversa dagli scopi per cui eravamo nati. Parrebbe che il passato sia passato e che la nuova parola d'ordine sia di guardare unicamente al futuro, al nuovo. Tutto giusto ma vorrei ricordare che il futuro si fonda sul passato. E il nostro passato, ricco e bello, costituisce la nostra Tradizione (qualcuno in alto perdoni questa parolaccia) e per un militare, giacchè noi siamo militari di Croce Rossa, la Tradizione significa Spirito di Corpo (mi si scusi l'ennesima parolaccia). Qualcuno ebbe a dire che la nuova uniforme, all'epoca si parlava di quella grigio-marrone, serviva a darci (o ridarci) una identità. Ripeto quel che scrissi all'epoca: la nostra identità l'abbiamo da 145 anni ed è un'identità che è fatta degli Ideali di Croce Rossa e del sacrificio e dell'impegno di coloro che ci hanno preceduti.
    Ultima modifica di Matty91; 22-12-09 alle 19: 56 Motivo: POST CONSECUTIVI
    .... per i miei ragazzi: Tenente Joker!

  7. #127

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da capitanocri Visualizza Messaggio
    Permettimi di dissentire…
    Quando scegli di arruolarti nel Corpo Militare della Croce Rossa Italiana – Ausiliario delle FF.AA. ti viene assegnata una qualifica, a prescindere che tutti gli appartenenti al Corpo sono comunque ritenuti personale sanitario.
    Nella mia piccola ventennale esperienza nel Corpo ho potuto vedere di tutto di più e ho sempre rispettato l’uomo prima di tutto e ho cercato di utilizzarlo per attività a lui confacenti.
    Ma credo che sia ormai improponibile avere dei Militari che non riescono nemmeno ad inginocchiarsi per effettuare il BLS, avere dei “portaferiti” che non riescono ad alzare una barella per caricarla su un VM o a spostarla per venti metri in una ZAE, che non riescono a salire tre piani a piedi.
    Con tutto il rispetto per le loro qualifiche professionali civili.
    Se l’intenzione è solo quella di fare rappresentanza, di fare raccolta fondi o di fare assistenza agli anziani, sarebbe opportuno che valutassero di fare i Soci Attivi nella Componente civile, se non già iscritti (bicomponente).
    Anche perché la loro presenza intasa i quadri e non permette la crescita gerarchica dei nostri Colleghi, probabilmente più motivati.
    Saluti.
    Sono in parte d'accordo con CapitanoCRi.
    In parte perchè facciamo parte di un corpo volontario militare part-time e come tale non abbiamo ne il tempo ne la voglia di tenerci sempre pronti fisicamente. Non è una scusante per avere ciccia e brufoli ma è un dato di fatto; molti di noi hanno un lavoro che impegna molto tempo e magari una famiglia che richiede tempo da dedicare.
    D'altra parte sono d'accordo per il fatto di mettere delle prove fisiche (ovviamente correlate all'età del personale), magari non molto impegnative ma che sicuramente garantiscano un minimo sindacale come descritto nel quote sopradescritto.
    Indubbiamente anche le prove fisiche contribuirebbero ad una crescita del sistema.
    Resta un dubbio: chi controllerà le prove?? eviteremo pasticci tra colleghi compiacenti??
    BASTA BATTUTE, DEVO ESSERE SERIO IN QUESTO FORUM !!

  8. #128
    Tenente
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1,162

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da capitanocri Visualizza Messaggio
    Basterebbero delle prove ginnico-sportive annuali, tipo quelle che si facevano alle Scuole Militari o del tipo Deutsches Sport Abzeichen.
    Resta inteso che per il personale sanitario, in senso stretto, e ai Cappellani tali prove siano facoltative.
    Pura utopia...
    Saluti.
    Mah,.... basta girare qualche reparto del nostro Esercito oppure frequentare la SME per rendersi conto che il problema del sovrappeso o dell'obesità dei nostri soldati è un problema reale e grave.

    Tant'è che , lo scorso anno,dallo SMD è stato pubblicato un volume dedicato alla preparazione fisica dei militari in servizio.

    Ora che sia divenuto un problema anche in CM CRi e per il personale in congedo...

  9. #129

    Predefinito

    Ciao a tutti, mi permetto di fare qualche domanda sull'arruolamento, se possibile.
    Premetto che non so molto del Corpo Militare della Croce Rossa;

    Da quanto ho capito nei precedenti Post, per arruolarmi devo:
    -recarmi presso il Centro di Mobilitazione più vicino;
    -seguire l'iter con visite mediche e documentazione;
    -se tutto è in regola vengo arruolato;
    -aspetto nomina.

    Dopo tutto ciò, sempre da quanto ho capito, divento con il grado stabilito all'arruolamento, un Volontario del Corpo Militare della Croce Rossa.
    Quindi come funziona nello specifico?
    Potrei essere richiamato in Servizio? Se sì, avrei un regolare stipendio e nel qual caso indennità di missione?

    Avrei degli obblighi verso il Corpo di qualsivoglia natura e/o genere?
    Sarei tenuto a seguire addestramenti periodici? Se sì, dove? Il più vicino a casa mia o presso Caserma/Ente abilitato?

    Potrei fare tutto quanto suddetto, anche se già facente parte del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in qualità di Vigile del Fuoco Volontario/Discontinuo (precario che può essere richiamato in servizio limitatamente ad alcuni specifici periodi dell'anno)?

    Grazie in anticipo a tutti quelli che vorranno aiutarmi rispondendo.

  10. #130

    Predefinito

    Mi ritrovo perfettamente nelle parole del sempre preciso IL VECCHIO. E' lecito chiedersi se chi sta in alto legge anche questo forum. Personalmente spero di si. Quel che noi scriviamo non può che essere fonte di riflessioni e spunti. Internet oggi ci offre anche la possibiltà di essere più uniti, più consapevoli da dove veniamo e dove possiamo andare. Non ultimo, è sicuramente il mezzo attraverso il quale il CM si fà conoscere. Io stesso mi arruolai dopo aver saputo dell'esistenza del CM CRI su internet.

Pagina 13 di 132 PrimaPrima ... 311121314152363113 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •