Pagina 2 di 11 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 103

Discussione: UniversitÓ & Marina

  1. #11

    Predefinito

    Dopo aver assolto ai nostri doveri... ci dedicheremo allo studio! credo che un p˛ di tempo nell'arco della giornata lo troveremo... volere Ŕ potere!(forse!)

  2. #12

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LuColuccia Visualizza Messaggio
    Dopo aver assolto ai nostri doveri... ci dedicheremo allo studio! credo che un p˛ di tempo nell'arco della giornata lo troveremo... volere Ŕ potere!(forse!)
    Concordo pienamente

  3. #13

    Predefinito

    memumale me..

  4. #14

    Predefinito luColuccia

    tu anke hai intenzione di studiare?

  5. #15

    Predefinito

    Certamente... Dato la completa incertezza riguardo il futuro... Cosa far˛ dopo il VFP1 se la carriera militare dovesse fermarsi?? MEGLIO STUDIARE... finchŔ possibile!!

  6. #16

    Predefinito ..

    Citazione Originariamente Scritto da LuColuccia Visualizza Messaggio
    Certamente... Dato la completa incertezza riguardo il futuro... Cosa far˛ dopo il VFP1 se la carriera militare dovesse fermarsi?? MEGLIO STUDIARE... finchŔ possibile!!
    si infatti anche io far˛ cosi...Tu sei gia in marina?io se mi prendono faccio l arruolamento a ottobre!

  7. #17
    quantico
    Guest

    Predefinito

    I diritti si devono sposare con le esigenze della FF.AA. Personalmente, penso che non abbiate chiaro che vi state arruolando in una FF.AA. e non in un posto statale a 800 € mensili finalizzato a prendere 800 € netti (visto che il VFP1 ha l'obbligo di accasermamento/bordo e quindi ha diritto a pasti completi) e prendersi una Laurea.

    Se volete studiare, e non parlo della Laurea Magistrale che gli Mrs devono/vogliono prendere o dei Master degli Ufficiali, non arruolatevi e studiate a casa.

    E non Ŕ una chat. E' contro il regolamento.

  8. #18

    Predefinito

    Quantico.. nn ci siamo capiti.. il mio obbiettivo Ŕ "dare il meglio di me per avere una carriera militare"... adoro la M.M.... ma adoro anche SAPERE... e una cosa nn preclude l'altra! se io sono disposto a rinunciare ad un'ora di svago la sera pur di studiare(qualora fosse possibile)... nn capisco perchŔ nn posso farlo!

  9. #19

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LuColuccia Visualizza Messaggio
    Quantico.. nn ci siamo capiti.. il mio obbiettivo Ŕ "dare il meglio di me per avere una carriera militare"... adoro la M.M.... ma adoro anche SAPERE... e una cosa nn preclude l'altra! se io sono disposto a rinunciare ad un'ora di svago la sera pur di studiare(qualora fosse possibile)... nn capisco perchŔ nn posso farlo!
    Il massimo del rispetto... certo, se ti capita un bel 4 e 4 la vedo dura...
    E poi un'oretta mi sembra pochino...
    Un sogno per alcuni... Un incubo per altri...(Excalibur-1980)
    Confermo i miei atti e rido dei vostri giudizi. Ed ora condannatemi!

  10. #20
    Utente Expert Marina L'avatar di SANGRIA
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1,873

    Predefinito

    Vero, ma esistono i doveri. Se ti senti in grado di fre il to lavoro, semplice, banale, noioso e non certo particolarmente gratificante, trattandosi di vfp1 e studiare, nulla quaestio. MI preme solo dire che molte persone sono partiter con questo proposito ma alla fine non sono riusciti a fare bene nÚ l'uno nÚ l'altro. Ora, non so quanto spirito di abnegazione tu abbia ma posso dire che Ŕ molto difficile far conciliare le due cose.

    Circa il diritto allo studio, ha il diritto di studiare, e di dare esami, SALVO IMPRESCINDIILI ESIGENZE DI SERVIZIO. Il che si traduce:
    1) Se fosse imbarcato, che so, sul Libeccio, e questa partisse per una missione di tre mesi, potrebbe salutare i suoi esami
    2) Se finisse in una base dove i turni di guardia sono strettissimi, dove si fa costantemente 1-1, difficilmente avrebbe concessi i permessi, per le esigenze di cui sopra
    3) Se invece finisse in uno dei comandi "normali o se la sua nave facesse il prolungamento banchina per tutto il periodo di servizio, potrebbe tentare di farcela. ža patto che la mandino vicino ad un ateneo, quindi nonc erto Taranto o La Spezia benchÚ vi siano distaccamenti.


    Il mio consiglio Ŕ di studiare, studiare tanto, e laurearsi, e il VFP1, a mio avviso, Ŕ un tipo di lavoro che, benchÚ sulla carta consenta di studiare, alla prova dei fatti risulta difficile. Tenga presente queste norme di legge

    Art. 13 del D.P.R. 16.03.1999 N░ 255

    Diritto alla studio

    1. Ferme restando le disposizioni di cui all’art. 18 del D.P.R. 31.7.1995 n. 394, ove i corsi richiamati nel predetto articolo non siano attivati nella sede di servizio il diritto alle 150 ore da dedicare alla frequenza compete anche per i medesimi corsi svolti in altra localitÓ. In tal caso i giorni eventualmente necessari per il raggiungimento di tale localitÓ ed il rientro in sede sono conteggiati in ragione di 6 ore per ogni giorno impiegato, nelle 150 ore medesime.

    2. Le disposizioni del comma 1 si applicano anche al personale trasferito ad altra sede di servizio che abbia giÓ iniziato la frequenza dei corsi nella precedente sede di servizio.

    3. Non si applicano i commi 1 e 2 nel caso di iscrizione a corsi universitari o post - universitari fuori dalla sede di servizio e laddove nella sede di appartenenza siano attivati analoghi corsi, e pertanto il tempo necessario al raggiungimento di tali localitÓ ed il rientro in sede non pu˛ essere computato nelle 150 ore.

    4. Le disposizioni del comma 1 si applicano anche in caso di corsi organizzati dagli Enti pubblici territoriali.

    5. Per la preparazione ad esami universitari o post - universitari, nell’ambito delle 150 ore per il diritto allo studio, possono essere attribuite e conteggiate le tre giornate immediatamente precedenti agli esami sostenuti in ragione di 6 ore per ogni giorno.


    Il tutto trova fondamento nel DPR 782/85 all'art' 78
    Articolo 78
    Articolo 78. Diritto allo studio.
    L'amministrazione della pubblica sicurezza favorisce l'aspirazione del personale che intende conseguire un titolo di studio di scuola media superiore o universitario o partecipare a corsi di specializzazione postuniversitari o ad altri corsi istituiti presso le scuole pubbliche o parificate nella stessa sede di servizio. A tal fine, oltre ai normali periodi di congedo straordinario per esami, Ŕ concesso un periodo annuale complessivo di 150 ore da dedicare alla frequenza dei corsi stessi. Tale periodo viene detratto dall'orario normale di servizio, secondo le esigenze prospettate dall'interessato almeno due giorni prima al proprio capo ufficio, e la richiesta deve essere accolta ove non ostino impellenti ed inderogabili esigenze di servizio. L'interessato dovrÓ dimostrare, attraverso idonea documentazione, di avere frequentato il corso di studi per il quale ha richiesto il beneficio, che Ŕ suscettibile di revoca in caso di abuso, con decurtazione del periodo giÓ fruito dal congedo ordinario dell'anno in corso o dell'anno successivo.

    Quindi, ricapitolando

    - Ha diritto alle 150 ore annue per studiare, che comprendono il viaggio.
    - Bisogna frequentare i corsi presso al sede di servizio, se possibile. Se non Ŕ possibile, la sede pi¨ vicina
    - L'esperienza insegna che Ŕ difficle fare bee le due cose, e spesso non si riesce a fare bene nessuna delle due


    - Il mio parere personale Ŕ quello di andare a fare il vFP1 in aeronautica, da SODT, cosý avrÓ il tempo di studiare e nessuno la manderÓ mai nel golfo di Aden a pulire gabinetti o a fare caffÚ


    PS: sposto questa discussione nelal pagina principale.

Pagina 2 di 11 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •