Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 46

Discussione: I miei primi 9 mesi da Maresciallo

  1. #1
    Utenti Storici
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    143

    Predefinito I miei primi 9 mesi da Maresciallo

    Ricordo che quando partecipavo ai concorsi per entrare nell’Arma dei Carabinieri, una delle cose più belle e stimolanti era leggere le esperienze di chi ci era già passato, cercando di colmare quell’enorme curiosità che avevo di sapere come fosse e soprattutto cosa avrei provato semmai fossi riuscito ad accedere alla carriera dei miei sogni. Leggevo innumerevoli pagine riguardo la vita in caserma, le sensazioni degli allievi e tutte le sfide e soddisfazioni a cui andavano incontro.
    Anche se non sembra, ero immensamente grato a chi perdeva qualche minuto per scrivere quello che gli era successo e come era riuscito ad affrontare tutto; ma raramente ho letto qualche post su cosa si è provato dopo…forse perché il lavoro sul campo riduce moltissimo il tempo, forse perché il forum viene un po’ dimenticato o semplicemente perché quella paura di non riuscire a realizzare li proprio desidero ormai era svanita.

    Ecco perché vorrei raccontare quello che è successo dopo…dopo quella travolgente esperienza di vita che è il corso di formazione, in cui sei un carabiniere “nell’ampolla di vetro”, protetto ed addestrato per quando verrai lasciato uscire a scrivere la tua carriera…

    Spero di fare cosa gradita a voi che state partecipando al concorso oppure siete al corso…

    “ Nell’ottobre 2008 sono entrati 490 ragazzi, a luglio 2010 sono usciti 490 Marescialli”, con queste parole si chiudeva la cerimonia di fine corso del 13° biennale e tutti gli allievi, perché senza il decreto ancora si è allievi, potevano lasciare la caserma e recarsi a casa per le vacanze estive, in attesa della tanto attesa destinazione.
    Una delle prime cose fatte arrivato a casa è stato quello di sistemare l’enorme quantità di roba accumulata e di riposare… Anche se la testa si chiedeva: come farò ad abituarmi di nuovo? Senza alzabandiera, senza correre di qua e di là, senza fare adunate… era una sensazione strana.. la vita cambiava di nuovo.
    Quando tutto era al suo posto si poteva procedere a quella operazione così attesa e desiderata: piano piano si toglieva il nastrino dorato sul colletto delle giaccia, si svitavano le mostrine da A.M e si apponevano quelle due strisce così rincorse e si metteva la spilla del corso. Eccola: la nuova divisa, quella che ti accompagnerà per la carriera. Una soddisfazione immensa.
    Quando sei al corso non vedi l’ora che si concluda, ma quando arriva il fatidico momento la paura per l’ignoto sale e anche tanto, ci si comincia a domandare dove si finirà, quale sarà il mio Comandante e soprattutto se sarò in grado di applicare la teoria alla pratica.
    Pochi giorni prima di partire arriva la telefonata che mi comunica la destinazione. Non era la regione che volevo, era la seconda scelta, eppure dove mi stanno mandando è un posto fantastico, quindi sono al massimo della felicità, mi precipito a vedere sul portale chi saranno e miei nuovi colleghi e sono entusiasta e spaventato allo stesso tempo. Dopo una telefonata veloce in caserma per presentarmi, vengo a conoscenza dell’amaro destino: al mio arrivo sarò Comandante interinale… “Aiuto”…come farò adesso? E l’ansia cresce…
    I giorni prima di partire sono pieni di visite ai siti internet per vedere dove stai andando, quale sarà la tua giurisdizione e quale potrà essere l’attività operativa che si compierà…e l’ansia si mischia ad eccitazione, dato che il posto che mi hanno dato è bello e turistico!
    Mattina della partenza… macchina carica di tutto, straborda e tu, con questa nuova divisa indosso, ti guardi allo specchio e ti fa strano vedere quella nuova fiamma sul berretto, ora è dorata e non più argento e senti il peso che quel piccolo dettaglio rappresenta. Anche se sei giovane, inesperto, sei sempre un Maresciallo dell’Arma e tra pochissimo si comincerà a fare sul serio.
    Si parte… gli occhi scrutano ogni singolo particolare, l’ansia aumenta, la paura anche fino a che, ecco la mia nuova caserma…bellissima! Se dovrò vivere qui è già un punto a mio favore. Suono alla porta e mi accoglie un appuntato scelto molto più grande di me e penso che mi fa effetto essere più giovane di 18 anni ma di essere un Maresciallo, eppure devo farmene una ragione e capire il mio ruolo. Dopo aver visto la caserma il gentile collega mi chiama i due che erano in pattuglia, due Appuntati Scelti, anche loro più grandi di me, che mi accolgono con grande educazione.
    Ricordo che mi accompagnarono a mangiare al ristorare ed il capo pattuglia mi lasciò il posto davanti… E’ vero! Il più alto in grado siede davanti a destra e… non mi aspettavo fossi io… devo ancora capire cosa sta succedendo… Arrivo al ristorante e mi accoglie una persona simpatica che si presenta e mi siedo al tavolo. Mentre mangio quegli spaghetti al sugo comincio a rendermi conto che le persone sedute attorno a me mi guardano… Vero, sono in divisa e mi trovo in una località che non è la scuola, quindi vedere un Carabiniere giovane fa effetto.
    Grazie ad un Appuntato scelto che quel giorno comandava tutto andò bene e cominciai il mio lavoro, firmando il giorno dopo con “Il Comandante Interinale”…
    Questo è stato il mio primo giorno…ora vi riassumo cosa penso di questi primi 9 mesi da Maresciallo.
    Sei sempre sotto gli occhi di tutti, c’è un rispetto che non pensavo potessi ottenere così giovane, eppure le persone sono amanti della nostra Istituzione, ma bisogna stare attenti, perché dietro dei sorrisi amichevoli può celarsi un interesse verso quello che tu rappresenti. Quando si è fuori di pattuglia non puoi mai sapere cosa ti aspetterà; la giornata più tranquilla del mondo può trasformarsi in un vero e proprio inferno in pochissimi istanti.
    Il lavoro è qualcosa di assolutamente stimolante, in quanto ti permette di essere un pensatore; se desideri fare le cose per bene non c’è momento in cui non sia impegnato in qualche attività eccitante che mi fa sentire vivo. Ho sentito e visto tante storie difficili, tanta sofferenza, e sapere di poter aiutare anche quella singola persona indifesa mi fa sentire vero e puro. Un’esperienza indimenticabile è stata parlare ad una scuola elementare, con tutti quei bambini che ti ponevano le domande più assurde.
    L’Arma dei Carabinieri è veramente un’istituzione eccezionale, permette di essere vicino al cittadino, permette di fare la differenza se davvero un Carabiniere è intenzionato a dare una mano.
    I primi 9 mesi da Maresciallo sono stati incredibili; con tanta forza di volontà posso dire che ora sono in grado di reggere un minimo il ruolo che ricopro, credo si sapere quel minimo che serve per poter gestire un’indagine in autonomia, con la voglia di imparare sempre di più
    Voi che state lottando per entrare o siete al corso, fate il possibile per accrescere quella che la conoscenza del diritto e della procedura, cercate di avere uno spirito sereno per poter applicare la Legge in maniera giusta ed equa…
    Vi auguro di poter provare la gioia di essere qualcosa che durerà, in un modo o nell’altro, in eterno.

    Un Maresciallo del 13° corso.
    Ultima modifica di (Filippo); 06-04-11 alle 19: 14

  2. #2
    Maresciallo L'avatar di Lima83
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    514

    Predefinito

    Filippo una bellissima testimonianza....fra un anno spero di poter dire anche io cose così belle e piene di significato...grazie!!

  3. #3
    Tenente
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Puglia,Italia
    Messaggi
    397

    Predefinito

    Letto tutto d'un fiato,con l'ausipicio di farne parte tra qualche anno Grazie mille per la testimonianza.
    ‎Vince solo chi è convinto di poterlo fare [Virgilio]

  4. #4
    Utenti Storici L'avatar di *Max*
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    514

    Predefinito

    Complimenti a te da un coetaneo milanese

  5. #5
    Utenti Storici L'avatar di GIULIUS
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Gattinara (VC)
    Messaggi
    3,256

    Predefinito

    Bellissimo, ma veramente bellissimo, resoconto, o forse è meglio dire, racconto, mi si sono illuminati gli occhi.
    E' un lavoro di grande responsabilità, che richiede molti doti, dal tatto. al fiuto, al saper parlare con le persone, nel modo e nella maniera giusta.
    Tu, Filippo, penso che ne sarai capace, sei giovane, entusiasta e ben formato.
    Ti auguro tutto il bene possibile e una sfolgorante carriera, perchè te la meriti e non credere che sia una frase retorica........

  6. #6
    DIABOLO
    Guest

    Predefinito

    Beh....che dire.......condividendo appieno le emozioni iniziali da te descritte........posso affermare di aver avuto quasi la stessa esperienza, tranne in incidente stradale col morto il primo giorno che sono giunto al Reparto (da Comandante in Sede Vacante però) ed uno STAFF indigeno preesistente del quale è meglio non parlare. (ricordo ancora il Capitano che mi ribadiva e ricordava il mio ruolo, nonostante fosse il mio primo giorno di servizio). Comunque mi auguro che il tuo entusiasmo sia sempre così vivo. Io posso dire che, dopo appena 13 anni di servizio, mi hanno cadere un pochino le braccia. Però, per dignità e senso del dovere nei confronti dello Stato, sono sempre assiduo e tenace. Tanti in Bocca al Lupo Collè !!!!!

  7. #7
    Caporale
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    37

    Predefinito

    Grazie filippo x la tua testimonianza , sono un allievo mar del 16 corso e tra una settimana arrivano gli alamari, siamo tutti o quasi consapevoli che il difficile arriverà dopo il corso quando nn ci saranno piu i bordi d'oro e le scritte AM.

  8. #8
    Maresciallo L'avatar di anyone
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Losanna
    Messaggi
    574

    Predefinito

    Bellissima testimonianza. Grazie per il racconto e soprattutto in bocca al lupo.

  9. #9

    Predefinito

    Complimenti Phil, ti auguro sempre il meglio. Sai che sono sincera. Chissà magari nel mio girovagare troverò un giorno il te un degno 'avversario'.
    Un abbraccio
    Con affetto
    Lav

  10. #10
    Sergente L'avatar di Light
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    249

    Predefinito

    Grazie per la testimonianza Filippo, sapere che ciò per cui ambisco mi porterà a fare queste cose mi riempie di felicità! Non vedo l'ora di potermi dare da fare per essere d'aiuto agli altri

    Raccontaci, se ti va, un episodio che particolarmente ti ha colpito
    1° TRIENNALE A.C.A.M

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •