Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 53

Discussione: Carabiniere nei mitici anni 80

  1. #1
    39°corsoAS
    Guest

    Predefinito Carabiniere nei mitici anni 80

    Non penso possa ancora interessare a qualcuno la mia narrativa.
    Ultima modifica di 39°corsoAS; 28-06-11 alle 01: 45

  2. #2
    Capitano L'avatar di alpacinn
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    2,592

    Predefinito

    ho letto tutto quanto, sei stato bravissimo nel mantenere accesa l'attenzione e la curiosità...... beh, che dire! sti capperi che vita!!!!!! certe cose ti confesso che mi hanno fatto accaponare la pelle! però complimenti per la determinazione e la passione che ti hanno portato a resistere, ora di sicuro dopo tutti gli anni di servizio che hai sulle spalle e la carriera che hai fatto in seguito, ci confermerai che ne è valsa la pena di quel periodo di addestramento allucinante!
    agente scelto Polizia Penitenziaria

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Ippogrifo
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    5,384

    Predefinito

    Leggendoti mi hai riportato trent'anni indietro nel tempo!
    Ai primi periodi dell'addestramento,dove l'unico pensiero che avevi fisso in testa era:TIENI DURO!

    Settembre 1979,Caserma Piave,Scuola Allievi Carabinieri di Fossano.
    II Compagnia,1° Plotone,numero di Carabina 579

    Marciavamo in fila per nove, e sinchè non eravamo dritti come fusi,e non si sentiva il rumore degli anfibi come se fosse uno solo a marciare,si continuava!
    Eravamo talmente condizionati nell'obbedire agli ordini,che quando si andava ad Albenga ai tiri ed eravamo tutti sull'autobus,durante la sosta in autogrill scendeva solo il Brigadiere.Si accostò un autobus dell'esercito,e loro scesero tutti stiracchiandosi.Qualcuno notò che dentro il nostro autobus blu,nessuno si muoveva,ed eravamo tutti seduti in attesa di ripartire.
    Uno di loro si avvicinò alla porta aperta e ci chiese:"Ma voi perchè non scendete?"
    La risposta di tutti fu semplicemente"Perchè nessuno ci ha detto che possiamo farlo!"Oggi sembrerà ridicolo e un pò assurdo,ma a noi allora sembrava assolutamente normale.
    Come la carta passata sulla faccia quando eravamo in riga in attesa della libera uscita,e se questa faceva rumore...in camerata!
    Allora sembrava un inferno,ma oggi rimpiango quasi tutto di quel periodo!

    Grazie per aver ridestato questi ricordi.

    Ippogrifo

  4. #4
    Capitano L'avatar di alpacinn
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    2,592

    Predefinito

    ammiro molto la tempra di voi militari! io già sono più un tipo da Corpo ad ordinamento civile
    agente scelto Polizia Penitenziaria

  5. #5

    Predefinito

    Carissimo 39°,
    avevo già qualche aneddoto di zii nonni e cugini sulle modalità di frequenza della Scuola di quegli anni.... il tuo racconto ci dimostra ancora una volta che noi ragazzi di vent'anni d'oggi non abbiamo capito niente di niente.. la verità è che questi metodi duri forse potranno, ad oggi, sembrarci eccessivi, a noi che abbiamo le manine curate e la pappa la cucina mamma e abbiamo l'ipod per ascoltare la musica... forse sono metodi che rendono più duri, che induriscono il carattere e la persona.. eppure non posso fare a meno di pensare che abbiano fatto uscire dalla Scuola uomini solidi... chi non è resistito se ne è andato, chi ce l'ha fatta certamente ha imparato a sapersela cavare in ogni situazione contando sulle sue forze e sulla sua capacità di adattamento. E sono sicura, tra l'altro, che in situazioni di forte disagio e steress psicofisico come poteva essere allora si cementassero i rapporti tra colleghi.. unirsi per andare avanti, per sopportare e per arrivare in fondo...

    ora vorrei soddisfare una mia curiosità: cinque giorni passati a vedere cosa vi aspettava non ti hanno scoraggiato... perché? che cosa vi spingeva? In questo forum si parla tanto di passione, vorrei la testimonianza di un ragazzo che viveva tempi certamente più difficili e per cui, forse, la passione era un'astrazione più da Ufficiale Gentiluomo senza il problema della quotidianità che da ragazzo giovane e lavoratore. Non la prendere come una provocazione, è solo che si attaccano sempre i ragazzi che si arruolano per lo stipendio a fine mese e trovo difficile che la sola passione possa giustificare, stralciata dalla necessità, il subire trattamenti così brutali e lontani da casa (per molti).

    Ti ringrazio, se vorrai rispondermi.

    Lavinia.
    FA CHE IO POSSA ASSOLVERE CON SPIRITO DI FRATELLANZA E CARITA' IL COMPITO DI DIFENDERE CHI SI AFFIDA A ME

  6. #6
    ale66
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da 39°corso AS Visualizza Messaggio
    E’ anche vero che, diventare carabiniere o, comunque, militare in quegli anni, non ti faceva acquistare popolarità e considerazione tra parenti ed amici.
    Era considerata una professione di ripiego per chi non aveva voglia di impegnarsi nello studio o in un lavoro serio.
    Al nord, dove ho prestato servizio per molti anni (dall’85 al 96 con un intervallo a Velletri e Firenze) le ragazze ti snobbavano e le frasi, più o meno suonavano così: “…figurati se porto a casa dai miei un carabiniere o un terrone…” (spesso le due condizioni coincidevano#8230.
    .
    Verissimo, come cambiano i tempi

  7. #7
    Soldato L'avatar di TaiSabaki
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    21

    Predefinito

    Grazie per averlo "recuperato". E' stato molto piacevole ed interessante leggere il tuo racconto.

  8. #8

    Predefinito

    Nooo i tempi sono gli stessi il binomio carabiniere terrone che sorride a fianco alla figlia accanto all'altare è ancora l'incubo dei padri hehehehehe... Almeno del mio hihihihi

  9. #9
    39°corsoAS
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da lavinia Visualizza Messaggio
    Carissimo 39°,
    avevo già qualche aneddoto di zii nonni e cugini sulle modalità di frequenza della Scuola di quegli anni.... il tuo racconto ci dimostra ancora una volta che noi ragazzi di vent'anni d'oggi non abbiamo capito niente di niente.. la verità è che questi metodi duri forse potranno, ad oggi, sembrarci eccessivi, a noi che abbiamo le manine curate e la pappa la cucina mamma e abbiamo l'ipod per ascoltare la musica... forse sono metodi che rendono più duri, che induriscono il carattere e la persona.. eppure non posso fare a meno di pensare che abbiano fatto uscire dalla Scuola uomini solidi... chi non è resistito se ne è andato, chi ce l'ha fatta certamente ha imparato a sapersela cavare in ogni situazione contando sulle sue forze e sulla sua capacità di adattamento. E sono sicura, tra l'altro, che in situazioni di forte disagio e steress psicofisico come poteva essere allora si cementassero i rapporti tra colleghi.. unirsi per andare avanti, per sopportare e per arrivare in fondo...

    ora vorrei soddisfare una mia curiosità: cinque giorni passati a vedere cosa vi aspettava non ti hanno scoraggiato... perché? che cosa vi spingeva? In questo forum si parla tanto di passione, vorrei la testimonianza di un ragazzo che viveva tempi certamente più difficili e per cui, forse, la passione era un'astrazione più da Ufficiale Gentiluomo senza il problema della quotidianità che da ragazzo giovane e lavoratore. Non la prendere come una provocazione, è solo che si attaccano sempre i ragazzi che si arruolano per lo stipendio a fine mese e trovo difficile che la sola passione possa giustificare, stralciata dalla necessità, il subire trattamenti così brutali e lontani da casa (per molti).

    Ti ringrazio, se vorrai rispondermi.

    Lavinia.
    ................................
    Ultima modifica di 39°corsoAS; 28-06-11 alle 01: 40

  10. #10
    Capitano L'avatar di alpacinn
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    2,592

    Predefinito

    39corsoas......mi è venuta la pelle d'oca a leggerti in quest ultimo post ........ mi viene cmq da dire questa frase fatta che però è molto significativa: "si stava meglio quando si stava peggio"
    agente scelto Polizia Penitenziaria

Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •