Pagina 1 di 62 1231151 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 613

Discussione: Guardia di Finanza (Informazioni generali)

  1. #1

    Predefinito Guardia di Finanza (Informazioni generali)

    edit dello staff---
    In costante aggiornamento...





    La Guardia di Finanza (GdF) è uno speciale corpo militare di polizia dello Stato italiano, dipende direttamente dal ministro dell'economia e delle finanze, è organizzato secondo un assetto militare e fa parte integrante delle Forze Armate dello Stato oltre che della Forza Pubblica.
    I compiti della Guardia di Finanza sono sanciti dalla legge di ordinamento del 23 aprile 1959, n. 189 e consistono nella prevenzione, ricerca e denunzia delle evasioni e delle violazioni finanziarie, nella vigilanza sull'osservanza delle disposizioni di interesse politico-economico e nella sorveglianza in mare per fini di polizia finanziaria.
    Inoltre, la Guardia di Finanza concorre al mantenimento dell'ordine e della sicurezza pubblica e la difesa politicomilitare delle frontiere.

    Il decreto legislativo 19 marzo 2001, n. 68 ha previsto, in attuazione dei principi direttivi della legge n. 78/2000:
    - la missione della Guardia di Finanza come Forza di polizia a competenza generale su tutta la materia economica e finanziaria;
    l'estensione delle facoltà e dei poteri riconosciuti per legge ai militari del Corpo in campo tributario a tutti i settori in cui si esplicano le proiezioni operative della polizia economica e finanziaria;
    - l'affermazione del ruolo esclusivo della Guardia di Finanza quale polizia economica e finanziaria in mare;
    - la legittimazione del Corpo a promuovere e sviluppare, come autorità competente nazionale, iniziative di cooperazione internazionale con gli organi collaterali esteri ai fini del contrasto degli illeciti economici e finanziari, avvalendosi anche di dodici ufficiali da distaccare in qualità di esperti presso le rappresentanze diplomatiche e gli uffici consolari.

    Per lo svolgimento dei compiti assegnati sono attribuite ai militari del Corpo le qualifiche di:

    - Ufficiali ed agenti di polizia giudiziaria;
    - Ufficiali ed agenti di polizia tributaria;
    - Agenti di pubblica sicurezza;


    In riferimento agli anzidetti compiti Istituzionali del Corpo della Guardia di Finanza, annualmente il Ministero dell'Economia e delle Finanze emana una Direttiva Generale per l'azione amministrativa e la gestione. Direttiva che individua le priorità politiche e gli obiettivi strategici che i Centri di Responsabilità Amministrativa di 1° livello, e quindi anche la Guardia di Finanza, debbono conseguire.
    Ad esempio, negli anni passati, specifici obiettivi hanno interessato i seguenti settori di servizio dell'Istituzione:
    - contrasto all'evasione ed elusione fiscale, attraverso un mirato programma dell'attività di verifica e controllo, e all'economia sommersa, nella sua duplice forma del sommerso "d'azienda" e "di lavoro";
    - contrasto al fenomeno del gioco illecito;
    - controlli sulla spesa pubblica, con particolare riferimento agli incentivi alle attività produttive, al settore delle uscite comunitarie e delle connesse risorse nazionali di cofinanziamento, nonché al comparto della spesa sanitaria;
    - contrasto alla contraffazione di marchi e alla pirateria audiovisiva, quale irrinunciabile attività a garanzia dello sviluppo economico del Paese;
    - vigilanza sul fenomeno del "carovita", in ordine al quale il Corpo è stato investito di specifiche incombenze, con specifico riferimento al rilevamento dei prezzi al consumo affinché, in presenza di consistenti dinamiche di aumento dei suddetti valori, si pervenga a un'eventuale modifica degli studi di settore.

    Oltre a svolgere funzioni di polizia giudiziaria e pubblica sicurezza comuni alle altre forze di polizia, la Guardia di Finanza possiede poteri speciali (ed esclusivi) di polizia tributaria. Data la sua doppia identità quale forza di polizia e corpo militare dello Stato, il corpo ha la particolarità di essere parte integrante delle forze armate dello Stato italiano, pur non essendo inquadrato nel Ministero della Difesa.

    Il Corpo rappresenta un unicum nel panorama delle forze di polizia del mondo, infatti altri organismi che hanno condiviso nascita e sviluppo paralleli e similari, anche in relazione ai diversi assetti istituzionali ed alla diversa tradizione dei paesi di appartenenza, hanno assunto caratteri molto differenti.

    Nato come componente di polizia dell'amministrazione doganale, secondo un modello di matrice francese (che subentrò all'inefficiente sistema combinato di affido ad agenti privati della riscossione dei dazi e a reparti militari del controllo delle frontiere in funzione anticontrabbando, tipico dello stato sabaudo) ha subìto una evoluzione del tutto peculiare, anche per la volontà governativa di privilegiare il potenziamento di una organizzazione preesistente alla creazione di nuovi organismi di controllo, mano a mano che si complicava il quadro del sistema tributario nazionale.

    A ciò non fu estranea la tradizionale impostazione cavouriana di parziale coesistenza e contrapposizione degli organi istituzionali, necessaria in uno stato ancora debole quale quello italiano di recente unificazione, non solo al fine di salvaguardane l'integrità, suddividendo competenze ed attribuzioni in modo che ogni ufficio dovesse appoggiarsi ad un altro per completare il proprio lavoro, di cui non risultava quale unico depositario, ma anche di amalgamare, per quanto possibile, le diverse estrazioni e tradizioni culturali dei componenti le burocrazie degli stati preunitari.

    Ancora oggi, infatti, il lavoro svolto in campo poliziesco è in tutto eguale a quello delle altre forze di polizia, si può però osservare, nel campo delle funzioni di polizia economico finanziaria, una linea di faglia tra il ruolo di organo segnalatore proprio della Guardia di Finanza e quello di organo di definizione ed accertamento tipico delle varie branche del Ministero dell'Economia delle Finanze, che si occupano di riesaminare l'attività di servizio del Corpo e di decidere sussistenza quantità e qualità delle sanzioni da irrogare.

    A differenza di quanto accaduto, ad esempio, in Francia, dove la guardia doganale rimase una branca specializzata dell'amministrazione omonima, fu deciso di dare un assetto autonomo ed unitario alla Guardia di finanza, che fu posta, e lo è ancora adesso, alle dipendenze dirette del capo del dicastero e non nell'ambito del ministero delle finanze stesso. Anche l'adozione di un inquadramento militare rispondeva all'esigenza di garantire l'indipendenza della compagine del Corpo dagli uffici a beneficio dei quali svolgeva l'attività ispettiva, aggiogando nel contempo i finanzieri ad un sistema disciplinare più pesante, che poteva assicurare una maggiore integrità morale dei componenti. Il carattere militare, inoltre, permetteva di conferire al Corpo quel carattere di guardia di frontiera ai confini di terra e di mare, che avvicinava l'istituzione ai modelli organizzativi degli stati del centro Europa, carattere affievolitosi solo negli ultimi anni, auspice anche il processo di unificazione europea, a favore di altri organismi quali le specialità polizia di frontiera della Polizia di Stato e guardia costiera, delle Capitanerie di Porto.

    In sostanza l'opzione scelta, quella di concentrare, nel tempo, più funzioni ispettive nella Guardia di Finanza a scapito degli uffici ai quali è stata affidata la prosecuzione amministrativa degli atti, anziché dare vita a più organismi, aveva la ragione pratica di contenere le spese necessarie a dare vita a nuovi improvvisati complessi, spesso estranei alle tradizioni delle amministrazioni peninsulari, salvaguardando i risultati, affidati ad un organo già collaudato.

    Ultimamente tale impostazione è stata in un certo qual modo persa di vista, anche in ragione della progressiva complicazione del quadro normativo di riferimento, e all'azione ispettiva del Corpo si è affiancata l'attività anche ispettiva di molteplici articolazioni investigative create in seno alle rinnovate authority ed agenzie, come quelle fiscali, in primis l'Agenzia delle Entrate, dei dicasteri che beneficiavano dei servizi svolti dalla Guardia di Finanza.

    La Guardia di Finanza ha il controllo delle frontiere terrestri ed assume ruolo prevalente nella difesa di quelle marittime.

    Il campo d'azione è detto a 360°, spazia dalla tutela degli interessi finanziari nazionali ed europei, attraverso il contrasto all'evasione impositiva, alla repressione dei reati tributari e delle frodi comunitarie, fra cui il contrabbando, dalla lotta alla criminalità organizzata all'attività di contrasto al riciclaggio dei capitali illecitamente conseguiti, dal reimpiego dei proventi dell'attività criminale, al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti. Il motivo per il quale il corpo della Guardia di Finanza risulta particolarmente eclettico ed operativo, quindi unico nelle realtà dei corpi speciali di polizia d'Europa e del mondo, lo si deve ricercare nei suoi compiti principali: l'economia e la finanza.

    Al giorno d'oggi, dato che l'economia e la finanza sono alla base di ogni genere di reato, ciò ha portato inevitabilmente il corpo della Guardia di Finanza ad occuparsi direttamente di:

    1. traffico d'armi
    2. contraffazione
    3. contrabbando
    4. traffico di stupefacenti
    5. contrasto all'immigrazione clandestina
    6. gioco d'azzardo
    7. prostituzione
    8. sequestri di persona
    9. furti
    10. appalti truccati
    11. traffico di scafi
    12. frodi agricole ai danni dell'Unione europea e dell'AGEA
    13. frodi telematiche
    14. usura
    15. abusivismo edilizio
    16. Estorsione
    17. Racket
    18. Mafia



    Il patrono della Guardia di Finanza è San Matteo apostolo ed evangelista, la cui festa liturgica cade il giorno 21 settembre. Il documento papale che attesta il riconosciuto patrocinio, reca la data del 10 aprile 1934 ed è firmato dal cardinale Eugenio Pacelli (futuro Papa Pio XII). Il Pontefice che accolse l'istanza avanzata dal Comandante Generale e sostenuta dall'Ordinario Militare del tempo era Pio XI.

    La sua memoria il 21 settembre è stabilita dal martirologio geronimiano (secolo VI). Il "Breve Pontificio" del 10 aprile 1934, nel dichiarare San Matteo Patrono della Guardia di Finanza auspica che tutti gli appartenenti al Corpo possano, sul suo esempio, unire l'esercizio fedele del dovere verso lo Stato con la fedele sequela di Cristo.

    Curiosità
    La vicenda umana di Matteo ha una sua notorietà, legata a quanto di lui si legge nell'omonima narrazione evangelica. Matteo, il pubblicano, detto anche Levi (Mc 2,14; Lc S,27) passò dal banco delle imposte alla sequela del Maestro che gli aveva detto: "Vieni e seguimi" (Mt 9,9).

    L'anniversario del corpo si festeggia il 22 Giugno





    Fonte: wikipedia.it




    Domande&Risposte

    - Che cos'è la Guardia di Finanza?
    La Guardia di Finanza è uno speciale corpo militare di polizia dello Stato italiano, dipende direttamente dal ministro dell'economia e delle finanze. Oltre a svolgere funzioni di polizia giudiziaria e pubblica sicurezza comuni alle altre forze di polizia, la Guardia di Finanza possiede poteri speciali (ed esclusivi) di polizia tributaria. Data la sua doppia identità quale forza di polizia e corpo militare dello Stato, il corpo ha la particolarità di essere parte integrante delle forze armate dello Stato italiano, pur non essendo inquadrato nel Ministero della Difesa.
    Potete vedere una descrizione completa leggendo le info sopra riportate.

    - Come faccio ad entrare in Guardia di Finanza?
    In Guardia di Finanza si può entrare tramite concorso pubblico:
    Ufficiali
    Sottufficiali
    Finanzieri

    CLICCA QUI PER VEDERE GLI ITER CONCORSUALI

    - Vorrei sapere se dopo il VFP1 con quanta frequenza escono i concorsi per allievi finanzieri e inoltre, come si sale di grado in Guardia di Finanza?
    Il concorso per AAFF esce mediamente una volta l'anno, solitamente in primavera, lo scatto di anzianità/grado varia appunto da grado a grado, nelle carriere iniziali dopo il corso si è finanziere a tutti gli effetti, dopo 5 anni dall'arruolamento si passa scelto, dopo 10 si diventa appuntato e dopo 15 appuntato scelto, questo è il grado apicale della categoria. Poi si può concorrere per Sovrintendenti o Ispettori, sono 2 concorsi separati e se vai a questo link http://www.militariforum.it/forum/sh...dia-di-Finanza puoi trovare tutte le possibilità di carriera da appartenenti.
    Diverso è l'avanzamento per i Marescialli, dopo 2 anni dall'arruolamento si diventa Marescialli, dopo 4 Maresciallo ordinario, dopo 7 Maresciallo capo e per Aiutante si va per anzianità e titoli fino ad arrivare al grado apicale di luogotenente ove si va solo per valutazione.


    - Per i concorsi Allievi Ufficiali e Allievi Marescialli è obbligatorio il VFP1?
    NO. Ai suddetti concorsi, si può partecipare liberamente da civili o militari. Il VFP1 è obbligatorio solo per le carriere iniziali della categoria appuntati/finanzieri. Si consiglia di dare uno sguardo a questa sezione: http://www.militariforum.it/forum/fo...zioni-generali per avere un'idea generale di quello che è il mondo dei concorsi.

    - Ma una volta diventati allievi finanzieri poi si puo diventare marescialli della gdf? si deve fare il concorso?
    Certo che lo puoi fare il passaggio da AAFF ad AAMM, requisiti permettendo. Se si prova il concorso interno bisogna avere almeno 7 anni di servizio, altrimenti se si prova quello riservato anche ai civili, ripeto, requisiti permettendo, non bisogna aspettare i 7 anni di servizio e si allunga l'età fino a 35 anni dei 26 previsti.



    Norme e decreti legislativi IMPORTANTI:
    - Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 12 maggio 1995, n. 199, in materia di nuovo inquadramento del personale non direttivo e non dirigente del Corpo della Guardia di finanza
    - Adeguamento dei compiti del Corpo della Guardia di finanza, a norma dell'articolo 4 della legge 31 marzo 2000, n. 78
    - Decreto legislativo 12 maggio 1995, n. 199 - Attuazione dell'art. 3 della legge 6 marzo 1992, n. 216, in materia di nuovo inquadramento del personale non direttivo e non dirigente del Corpo della Guardia di finanza


    Thread di rilievo:
    - Cause di NON idoneità alle visite mediche - discussione ufficiale
    - Sconti e agevolazioni ai militari della Guardia di Finanza
    - Unità cinofile nella Guardia di Finanza
    - Armi in dotazione alla Guardia di Finanza
    - Informazione ufficiale ruolo TLA
    - Categoria Ufficiali nella Guardia di Finanza
    - Categoria Ispettori e Sovrintendenti nella Guardia di Finanza
    - Categoria Appuntati e Finanzieri
    - Istituti di formazione e corsi della Guardia di Finanza
    - Sezione reparti della Guardia di Finanza
    - Sezione concorsi in atto ed in previsione nella Guardia di Finanza
    - Associazione Nazionale Finanzieri d'ITALIA




    Si invitano i gentili utenti ad utilizzare questa discussione per le FAQ generali, ove non ci sia alcun thread ufficiale già aperto.
    Chi volesse aggiungere/modificare qualsiasi cosa è pregato di contattare un membro dello staff (preferibilmente della sezione).
    La collaborazione tra tutti è molto importante, per rendere più efficace e produttiva la piattaforma Militari Forum
    Grazie a tutti
    Lo staff della sezione GdiF



    Come contattare la Guardia di Finanza
    Per informazioni:

    numero verde 800.66.96.66 (dal lunedì al giovedì: 10,00/13,00 - 14,00/17,00; il venerdì ed i prefestivi: 10,00/13,00);
    casella di posta elettronica urp@gdf.it;
    casella di posta elettronica certificata urp@pec.gdf.it;
    casella di posta elettronica per i concorsi infoconcorsi@gdf.it
    Uffici per le Relazioni con il Pubblico sul territorio ;
    Per presentare denunce, querele o segnalazioni:
    numero gratuito di pubblica utilità 117 attivo 24 ore su 24;
    reparto territoriale più vicino.



    buon giorno a tutti spero qualcuno di voi possa finalmente risolvere un dubbio che da un pò mi frulla in mente.ma la guardia di finanza si occupa anche di omicidi come carabinieri e polizia?se si in quali occasioni?in tv e nei telegiornali non ho mai sentito dire "la guardia di finanza indaga su tale omicidio"e' una cosa che rientra nei sui compiti?grazie per le info
    Ultima modifica di The Wizard; 24-10-11 alle 18: 42

  2. #2
    Militariforum.it
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1,239

    Predefinito

    La GdF è una Forza di Polizia a competenza specifica, seppur spazia in enormi campi, dal contrasto alle sostanze stupefacenti, al contrabbando, all'evasione e tutti i reati (e non) nel campo tributario e tanto altro, si occupa anche in -concorso ordinario- con Polizia e Carabinieri della pubblica sicurezza. Magari .. ipoteticamente e in linea molto teorica (ma siamo anche fuori dai compiti di istituto assegnati al Corpo, quindi...forse non è possibile manco in linea teorica...) potrebbe anche fare quello che dici, in quanto il personale del corpo ricopre in via permanente le qualifiche di ufficiale/agente di Polizia Giudiziaria come tutte le FF.PP. dello Stato, in pratica no, tali indagini sono sempre demandate ai colleghi di PS e CC in quanto forze di Polizia a competenza generale, si occupano sempre loro di questa fattispecie di reati (non so se sono mai capitati casi particolari, che io sappia però... non è mai successo...).
    ~ Se non hai tentato, non hai mai vissuto

  3. #3

    Predefinito

    Peccato,questo a mio avviso penalizza molto la gdf rispetto alla polizia e ai carabinieri che pur essendo un corpo di elite dello stato italiano non ha tale competenza...

  4. #4

    Predefinito

    Meglio essere a compartimenti stagni. Ognuno si specializza e lavora nel suo settore. Siamo tutti della G di F ma c'è chi fa soccorso alpino e chi investiga la camorra. Al contrario non vi sono ne squadre omicidi ne reparti di polizia scientifica. Al contrario di come la pensi tu, ma si tratta di un parere e non di una critica, io eviterei i doppioni tra forze di polizia che portano ad uno spreco di risorse. Che senso ha allestire laboratori di analisi sia per la Polizia e per i CC nelle stesse sedi? Non sarebbe meglio demandare il compito ad un solo reparto? Stessa cosa per scorte, indagini di livello, soccorsi in mare ed in montagna e via discorrendo.

  5. #5
    Bannato
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    Rome forever
    Messaggi
    1,475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SimoX Visualizza Messaggio
    Meglio essere a compartimenti stagni. Ognuno si specializza e lavora nel suo settore. Siamo tutti della G di F ma c'è chi fa soccorso alpino e chi investiga la camorra. Al contrario non vi sono ne squadre omicidi ne reparti di polizia scientifica. Al contrario di come la pensi tu, ma si tratta di un parere e non di una critica, io eviterei i doppioni tra forze di polizia che portano ad uno spreco di risorse. Che senso ha allestire laboratori di analisi sia per la Polizia e per i CC nelle stesse sedi? Non sarebbe meglio demandare il compito ad un solo reparto? Stessa cosa per scorte, indagini di livello, soccorsi in mare ed in montagna e via discorrendo.
    Non posso che quotare il tuo post

  6. #6
    Utenti Storici
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    6,704

    Predefinito

    Mi associo alla quotazione di Nefti sul post di SimoX

  7. #7
    Maresciallo L'avatar di bonovoxx
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    842

    Predefinito

    E visto che la gdf si occupa di molti ambiti (come detto appunto dalla tributaria, al narcotraffico all'evasione ecc)... Ogni finanziere può scegliere in che ambito lavorare oppure si finisce dove capita?

  8. #8
    Caporale
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    225

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SimoX Visualizza Messaggio
    Meglio essere a compartimenti stagni. Ognuno si specializza e lavora nel suo settore. Siamo tutti della G di F ma c'è chi fa soccorso alpino e chi investiga la camorra. Al contrario non vi sono ne squadre omicidi ne reparti di polizia scientifica. Al contrario di come la pensi tu, ma si tratta di un parere e non di una critica, io eviterei i doppioni tra forze di polizia che portano ad uno spreco di risorse. Che senso ha allestire laboratori di analisi sia per la Polizia e per i CC nelle stesse sedi? Non sarebbe meglio demandare il compito ad un solo reparto? Stessa cosa per scorte, indagini di livello, soccorsi in mare ed in montagna e via discorrendo.
    mi associo al parere che una ottimizzazione delle risorse sarebbe la scelta migliore

  9. #9
    Utenti Storici
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    6,704

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bonovoxx Visualizza Messaggio
    E visto che la gdf si occupa di molti ambiti (come detto appunto dalla tributaria, al narcotraffico all'evasione ecc)... Ogni finanziere può scegliere in che ambito lavorare oppure si finisce dove capita?
    L' incarico di ogni soingolo Militare viene dato dal Comandante di Reparto. Pian piano, poi passato un pò di tempo e dimostrate largamente capacità ed ambizioni individuali si può a gradimento e previa autorizzazione del predetto Comandante essere impiegati nel campo richiesto

  10. #10

    Predefinito

    Concordo con ELITE. Ovviamente puoi pilotare le tue ambizioni: se ti piace contrastare la criminalità organizzata non fare domanda per entrare nel soccorso alpino...

Pagina 1 di 62 1231151 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •