Pagina 53 di 1216 PrimaPrima ... 3435152535455631031535531053 ... UltimaUltima
Risultati da 521 a 530 di 12152

Discussione: Trasferimenti all' interno della Polizia di Stato.

  1. #521

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da _FALCON_ Visualizza Messaggio
    non ricordo una cosa magari qualcuno mi sa aiutare

    il trasferimento nella stessa provincia ad esempio da questura a commissariato è possibile, ma vale anche da specialità a questura o da specialità a specialità etc?

    l' anizianità di sede non si perde esatto?

    trasferiti intendo prima dei 4 anni che servono per fare domanda
    Non si perde l'anzianita' di sede su stessa provincia, sia in caso di trasferimento interno, sia per quello ministeriale, ed non occorrono 4 anni di sede. Io personalmente dopo 2 anni di questura ho avuto un trasferimento ministeriale su stessa provincia nella prima assegnazione, unico problema che successivamente ho dovuto far presente cio' alla FAP, perche' per loro errore avevano considerato come anzinita' il secondo!!! Rettificata poi immediatamente la mia posizione in graduatotia.

  2. #522
    39°corsoAS
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da abbandonati Visualizza Messaggio
    Avete il regolamento riguardante il congedo straordinario per trasferimento?

    1) Possono negartelo con qualche svariata giustificazione?

    2) C'e un tempo prestabilito entro il quale chiederlo? ( ESEMPIO: presa in forza il 5 Maggio ed io lo chiedo a Settembre)!!!

    Qualcuno mi ha detto che in passato il Questore ha negato (o abbassato da 20 giorni a 10 giorni) detto congedo, perche' il collega era accasermato e la moglie viveva nella propria citta', quindi il trasloco non era necessario.

    Visto che io mi trovo nella sua stessa situazione ( sposato e con piu' di 10 anni di servizio) non vorrei che mi succedesse una cosa del genere!!! anche se a dire il vero mi sembra moooooooooooolto strana questa situazione.......

    Cari colleghi delucidatemi in merito -GRAZIE-
    La questione è regolata da due circolari n. 333.A/9802.B.B.5.4 rispettivamente in data 13/02/1996 e 03/08/1996 della Direzione Centrale per le Risorse Umane - Servizio Ordinamento e Contenzioso che sono ancora oggi valide e non abrogate o modificate da successive disposizioni.

    Rispondo ai tuoi quesiti così come li hai posti:

    1) il congedo straordinario per "trasferimento" non può essere negato;

    2) può essere fruito all'atto del trasferimento, pure, in un secondo momento. La seconda circolare da me citata, infatti, recita testualmente: "si ritiene opportuno precisare che, poichè la "ratio" dell'istituto in argomento è quella di consentire al dipendente trasferito il disbrigo delle incombenze organizzative organizzative connesse al trasferimento stesso, la decorrenza del congedo non necessariamente deve coincidere con la data dell'avvenuto trasferimento"

    Per quanto riguarda il fatto di essere accasermato e di avere la moglie nella città cui si è destinati, ecc. ecc. nopn vuole dire niente.Il congedo straordinario per trasferimento ti spetta comunque.

    I giorni che ti spettano sono 20 (venti) e ti competono perchè (sempre come recita la prima circolare) hai 10 anni di servizio, la famiglia a carico e sei coniugato.
    Per avere diritto al beneficio bisogna avere almeno una di queste tre condizioni da me citate (non tutte assieme).
    Il Dirigente non può diminuire il numero di giorni (da 20 a 10 come nel caso da te citato) perchè la circolare non attribuisce alcun margine di discrezionalità in ordine ad una diversa durata del beneficio.

    Se non riesci a reperire le due disposizioni contattami per mp. Se posso aiutarti, volentieri.

  3. #523

    Predefinito

    Per rispondere sl collega abbandonati cito proprio alcune parti di una risposta del Dipartimento ad un quesito specifico: " Per quanto attiene ai criteri generali di concessione del beneficio del congedo straordinario per trasferimento, appare opportuno richiamare l’attenzione sulla circostanza che la “ratio” dell’istituto del congedo straordinario per trasferimento è quella di consentire, al dipendente destinatario del provvedimento di cui si tratta, il disbrigo delle incombenze connesse al trasferimento stesso..omissis..per le esigenze di trasloco e di riorganizzazione familiare presso la nuova sede di servizio;..omissis..un congedo che non deve essere concesso di diritto ai dipendenti, per la mera circostanza di essere destinatari di un provvedimento di trasferimento, bensì si configura come un beneficio accordato dall’Amministrazione, per consentire ai dipendenti di assentarsi dal lavoro, al fine di curare le varie attività e le pratiche burocratiche necessarie alla suddetta riorganizzazione. Tuttavia..omissis..la circostanza che il dipendente, a seguito del trasferimento, non abbia effettuato un trasloco o spostato il nucleo familiare, non va considerata preclusiva alla concessione del congedo."
    Questo quanto alla "ratio" del tipo di congedo; in parole povere si tratta di un istituto che non può essere negato "a fronte di una istanza che, come necessario, illustri le incombenze che, a seguito del trasferimento, sono a carico del dipendente". Per la tempistica va richiesto nei giorni successivi al trasferimento proprio per i motivi succitati ma per esigenze di servizio del nuovo uffficio può essere procrastinato, quindi il mio consiglio è inatanto vedi come sono state trattate analoghe istanze precedenti dal nuovo Questore, giusto per tastare il campo, e poi fai una dettagliata istanza.

  4. #524

    Predefinito

    GRAZIE delle risposte esaustive a 39°corsoAS, e a Sbirru!!!!!!!!!

  5. #525

    Predefinito

    Buongiorno a tutti, finalmente le assegnazioni e i trasferimenti sono arrivati e quasi tutti ci siamo sistemati nelle rispettive sedi di destinazione, chi con maggiore entusiasmo e chi con un poco di delusione, ma alla fine "dove vai il mondo è paese" citava un vecchio proverbio della mia regione pertanto occorre che tutti affrontiamo con grande tranquillità quello che le nuove città ci "offrono" sia sotto l'aspetto professionale che quello del vivere comune...insomma si apre una nuova parentesi della nostra vita!!!!!
    Vorrei porre una domanda a chi ne sa + di me: il viaggio per recarsi alla sede di prima assegnazione ( documentato con foglio di viaggio) è a nostro carico o ci dovrà essere rimborsato dall'amministrazione?
    Grazie
    Il saggio non è colui che sa, ma colui che sa di non Sapere.!

  6. #526
    Sergente
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    334

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Tonino Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti, finalmente le assegnazioni e i trasferimenti sono arrivati e quasi tutti ci siamo sistemati nelle rispettive sedi di destinazione, chi con maggiore entusiasmo e chi con un poco di delusione, ma alla fine "dove vai il mondo è paese" citava un vecchio proverbio della mia regione pertanto occorre che tutti affrontiamo con grande tranquillità quello che le nuove città ci "offrono" sia sotto l'aspetto professionale che quello del vivere comune...insomma si apre una nuova parentesi della nostra vita!!!!!
    Vorrei porre una domanda a chi ne sa + di me: il viaggio per recarsi alla sede di prima assegnazione ( documentato con foglio di viaggio) è a nostro carico o ci dovrà essere rimborsato dall'amministrazione?
    Grazie
    bravo, a mio avviso è questo lo spirito giusto.

    Cmq sta tranquillo che il viaggio ti sarà rimborsato nei prossimi mesi. Se hai usato la tua autovettura privata ti verrà rimborsato l'equivalente del biglietto ferroviario di 2nda classe della stessa tratta (o comunque nella stazione piu vicina nel caso ad es. di un distaccamento autostradale). Inoltre con 8 ore compiute di viaggio ti spetta 1 pasto rimborsato e con 12 ore e più di viaggio 2 pasti rimborsati.

    Anche tu finito nel calderone Milanese?

  7. #527

    Predefinito

    No....sono esattamente dalla parte opposta....mi trovo nella punta dello Stivale.....condivido quello che mi hai scritto, ma se l'uff. di segreteria mi ha detto che non mi spetta, difficilmente avvierà la pratica per il rimborso anche perchè avendo usato il mio mezzo di trasporto occorre completare l'autocertificazione allegando copia della carta di circolazione....e se questo non me lo hanno chiesto credo che non mi sarà mai rimborsato ...dove possiamo trovare la normativa a riguardo???? la normativa sulle missioni è molto ampia e onestmamente mi sono perso tra le varie leggi.......cie ne sa di + mi faccia sapere così risolviamo.....
    Il saggio non è colui che sa, ma colui che sa di non Sapere.!

  8. #528
    Maresciallo L'avatar di NickUSMC
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Località
    New York, NY
    Messaggi
    487

    Predefinito

    Non so se è il posto adatto o se andava aperto un nuovo topic....


    Quali sono le vostre prime impressioni sul trasferimento? Come vi trovate? Come ci si sente ad essere "operativi" ?
    Even tho I walk through the Valley of the Shadow of Death I will fear no evil for You are with me.

  9. #529
    Capitano L'avatar di Eli113
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    SICILIA
    Messaggi
    2,288

    Predefinito

    Nick operativi lo eravamo anche da aggregati veramente...
    Anzi eravamo piu' operativi liberi dal servizio...
    È sempre la storia di Socrate, di Cristo e di Colombo! Ed il mondo rimane sempre preda delle miserabili nullità che lo sanno ingannare. Giuseppe Garibaldi

  10. #530

    Predefinito Revoca trasferimento. Come fare?

    Salve a tutti, sono un Assistente della Polizia di Stato che è stato così "fortunato" da essere stato trasferito con decorrenza 5 Maggio dopo nemmeno 4 mesi dalla domanda (inoltrata a Gennaio).

    Il problema è questo: dopo 10 anni di Sottosezione autostradale ove dovevo fare 100 km al giorno per andare/tornare dal lavoro, a Gennaio, anche a causa di alcuni "problemi" col nuovo comandante mi decidevo a fare domanda per tornare a lavorare nella mia città, indicando la Sezione della Stradale e, ahimé, la Questura, dove peraltro avevo già fatto 2 anni da ausiliario.

    Purtroppo a febbraio mi sono rotto un dito durante un arresto e, mentre ero in CS mi è arrivato, del tutto inaspettato, il trasferimento, per la Questura (e non per la Stradale come credevo, avendo anche la Specialità). Nel frattempo, incredibilmente, il comandante si è "autoprepensionato" ed il nuovo sarebbe anche persona a me molto gradita (era il vice).

    A Giugno, finito il CS (ho avuto ed ho tutt'ora problemi con il dito... ma è un'altro discorso...) ho preso finalmente servizio nella nuova sede.

    Purtroppo la situazione qui è ALLUCINANTE e necessito realmente di tornare dov'ero (se è la strada più veloce...).

    Malgrado le mie esperienze di "volante" (in autostrada il lavoro è molto ma molto simile alla volante come tipologia di interventi... almeno da noi!) ed uno stato di servizio non male (una lode ed un encomio all'attivo...) sono stato "sbattuto" a fare gli stessi posti fissi che facevo da ausiliario (non scherzo!) e con me ci sono anche... Assistenti Capo!
    (come sarò io fra poco peraltro...).
    E sono tutti "depressi" dalla situazione, non scherzo...

    Ho fatto subito la domanda per l'UPGSP (non aspiro ad un Ufficio, sia ben chiaro...), dove mi sarei aspettato di essere assegnato fin dal mio arrivo - come avviene quasi dappertutto! - ma da colleghi ho saputo che si parla di attendere ANNI qui per il passaggio (ed il bello è che in Volante ci sono anche Agenti Scelti...!).

    Questa situazione - proveniendo da un reparto dove anche un giorno di servizio "fa anzianità"! - è per me del tutto insostenibile ed "umiliante" e necessito, realmente, solo di andarmene al più presto. Ne va della mia sanità mentale e della tranquillità familiare.

    Quindi vi chiedo:

    1) ho sentito che ci dovrebbe essere la possibilità di effettuare la richiesta di revoca del trasferimento entro 6 mesi dallo stesso.
    Mi sapete dire come fare e/o dare qualche dettaglio in più? Va fatta per forza per "incompatibilità ambientale" o ci sono altre possibilità?
    Alcuni dicono che questa possibilità non ci sia più... qualcuno sa qualcosa di più preciso?

    2) Nel caso la via 1) non sia percorribile, se io faccio domanda dalla Questura alla Stradale (medesima città ma trasferimento di competenza "ministeriale" se non erro) devo sempre attendere i "fatidici" 4 anni?

    Qualsiasi consiglio/dritta è bene accetto.

    In tutta sincerità, tutto mi sarei aspettato tranne che una situazione così assurda... sto meditando anche di lasciare l'Amministrazione se le cose non dovessero sistemarsi.
    Ultima modifica di enetec; 18-06-10 alle 11: 48

Pagina 53 di 1216 PrimaPrima ... 3435152535455631031535531053 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •