Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23

Discussione: Aggressione verbale e minaccie sia verbali che fisiche

  1. #1

    Predefinito Aggressione verbale e minaccie sia verbali che fisiche

    salve a tutti, mi sono registrato dopo aver trovato il foro in cerca di info al solo scopo di avere qualche dritta e/o rassicurazione in merito alla faccenda che vi esporrò di seguito. il tutto è successo nella città di potenza, in una palestra che frequento da qualche tempo. praticamente nel corso del normale allenamento, e in attesa di usare a mia volta l'attrezzo in questione, mi ritrovo davanti due tipi, maschio e femmina e fidanzati, (due enurgumeni, dopati entrambi sia lei che lui...) esattamente sto tra lei e uno specchio, ma ben attento a non intralciarle completamente la visuale, premetto che sono anni che frequento palestre e sono bene come ci si comporta in questi ambienti. mentre ero completamente assorto nei miei pensieri, il tipo mi urla, e non esagero, aò t vuò l'và da nanz ca fors gn dai fastidio, tradotto, levati davanti che gli dai fastidio. li sul momento, sopreso anche dal tono esagerato date le circostazne, prima di tutto non mi sposto, ma faccio notare al tipo che non è il caso di usare un simile linguaggio, e gli dico testuali parole: con chi credi di parlare, nel senso non sono ne un tuo amico ne un conoscente, cos'è tutta sta confidenza... il tipo borbotta un po lo vedo che parlotta con lei ma finisce li. questo è successo mercoledì scorso. ieri venerdì, più o meno stessa ora, mi ritrovo negli spogliatoi appena arrivato per cambiarmi, mi sbuca alla spalle il tipo e mi minaccia: è successo l'altra sera e non succeda mai più, io naturalmente gli rispondo: ancora con sta storia, lui mi fa notare la frase che vi ho scritto poco sopra, e mi chiede: ma fammi capire tu chi ***** sei? io sempre civilmente, al contrario di lui che ha ripreso a urlare e a parlare con gli occhi spiritati di sangue, guarda che intendevo semplicemente che non sono un tuo amico ne conoscente e che tanta confidenza io non me la permetto con il prossimo. e allora, sei uno ******* come tutti gli altri... nsomma fiato perso, non so se avete capito il soggetto, praticamente ogni cosa gli dicessi era materiale da rivoltarmi contro e intanto minacciarmi verbalmente e fisicamente, arrivati a un punto di non ritorno, vado a chiamare i gestori della palestra che accorrono negli spogliatoi e gli espongo i fatti. questo non si calma per niente, o meglio si calma nel senso che evita di mettermi le mani addosso, ma mi promette più volte e davanti a testimoni che me la farà vedere fuori... io allo stesso modo gli faccio notare che se aveva queste intenzioni avrei chiamato i carabinieri. preciso, che tra le tante cose che gli sono uscite dalla bocca, c'è anche una ammissione nell'essere stato già in galera, come a dire che anche se chiamavo qualcuno non gli cambiava niente. ora, io ho 33 anni, non sono un mingherlino, ma neanche uno avvezzo alle risse, ma sinceramente non stiamo più a scuola, e io che di risse ne ho fatte pochisisme anche a scuola, non vorrei certo ricominciare adesso, e poi a dirla tutta, questo soggetto potrebbe essere un tipo realmente pericoloso, chi mi dice che anche affrtontandolo da "uomo" non mi tira fuori un coltello... non sarebbe certo la prima volta che si sentono di queste storie nate per futili motivi dove ci scappa il morto. ora, per chi ha avuto la pazienza di leggere tutto, e lo spero perchè sono realmente preoccupato... cosa è il caso di fare se lunedì che mi ripresento in palestra me lo ritrovo davanti con la solita idea in testa di farmela pagare? farmela pagare per cosa poi? rendiamoci conto che questo se lè presa perchè ho "osato" tenergli testa davanti alla sua donna, è il tipico teppista o bullo di perifereria, e la storia che stavo davanti alla tipa è solamente una scusa, probabilmente a questo per motivi che sa solo lui gli da fastidio la mia faccia. ora, se l'altra sera avessi chiamato i carabinieri, se lo sarebbero trovato davanti nelle condizioni che vi ho descritto, da quanto ho visto nn è certo il tipo che si fa intimorire dalla divisa, poi certo sarebbe tutto da vedere, ma mi chiedevo io cosa posso fare? ci sono gli estremi per una denuncia o una diffida? mi devo rivolgere a un avvocato o basta fare denuncia in caserma? premetto che di questa storia non ho ancora avvisato mio padre per non far preoccupare mia madre soprattutto, ma se la cosa degenera sarà inevitabile. la mia paura è che di fronte a una denuncia, se questo non si intimorisce e non finisce dentro, la situazione per me potrebbe addirittura peggiorare... non è che prende informazioni su di me e me lo ritrovo sotto casa...nsomma, mi sembra di aver capito che qui rispondono gli stessi carabinieri, quindi mi affido a voi, grazie per i consigli.

  2. #2
    Soldato
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    Napoli
    Messaggi
    39

    Predefinito

    sicuramente se vai dai carabinieri non fai male....

    premetto, sono di un quartiere "poco bene" di napoli, il che già fa capire che non vivo tra gente "tranquilla", fossi in te mi rivolgerei ai carabinieri per quieto vivere, se poi lui fa ancora il "********" ci sono delle possibili opzioni:
    - cambi palestra e stai tranquillo
    - paghi qualcuno per farlo calmare (chi vuol capire, capisca)

    questi sono i consigli che mi sentirei di darti, poi dovrei capire bene la persona e le situazioni....

    PS. perchè aprire il topic qui?
    Ultima modifica di CRIOPE; 01-08-10 alle 02: 16 Motivo: messaggio contenente linguaggio inappropriato
    Aspirante VFP1 4° BLOCCO 2010 - Pt 9

  3. #3

    Predefinito

    intanto ti ringrazio per aver risposto e riguardo l'apertura del topic, essendo nuovo se ho sbagliato "zona" me ne scuso ma nn sapevo dove altro aprirlo. in caso che un mod sposti. allora la questione sulla persona è semplice. è il classico bullo, tipo ultrà da stadio sempre avvezzo alle risse e a far casino, ipertatuato, dice di essere stato pure dentro, dice, fa probabilmente uso di sostanze dopanti se non anche di droghe, ma nn saprei di sicuro su questo. tieni presente che abbiamo già frequentato insieme per mesi, un altra palestra, ma senza mai rivolegerci più di tanto ne sguardi ne tantomeno parole, e poi per chiusura estiva ci siamo ritrovati insieme pure in questa della storia. nel frattempo il tipo sè fatto la donna, tipo da anabolizzanti pure lei... ed evidentemente sai com'è, nella sua psiche già disturbata è scattata la "difesa del territorio", fare il grosso davanti a lei... che ***** ne posso sapere. lo sclero dell'altra sera è stato semplicemente esagerato e ingiustificato data la situazione. più di questo per spiegarti la sua "psicologia" nn saprei cos'altro dire. ora, di cambiare palestra sinceramente nn mi va, tu mi dirai, vuoi stare tranquillo ma al tempo stesso non dargliela vinta? in un certo senso è così, sinceramente passare da vigliacco o altro nn mi va. intanto la mia idea è di tornarci lunedì, e poi valutare la situazione, se dovesse ripetersi la storia che si fa avanti a minacciare o cmq a rompere i coglioni, beh a quel punto allora ne parlerò sicuramente con mio padre e valuteremo denuncia e/o intimidazione "privata". cosa di cui ripeto, farei volentieri a meno, uno per non farli preoccupare, due perchè rivolgermi a papà... mi scoccia, vivo solo. per ora sono state parole, molto grosse ma parole, anche quando eravamo soli e faccia a faccia, mi ha urlato ma non ha alzato un dito, e io penso che in fondo in un certo senso abbia timore di me, nn so come spiegare, probabilmente lui alza la voce nella speranza che basti quello a intimorire l'avversario di turno, sarebbe da verificare poi, se è capace di fare i fatti accettando un invito a vedersi "fuori", ma chi ne ha voglia? le risse da strada mi esaltano nei film, ma nella vita reale è un altra storia, nn credo ci si debba far giustizia da soli, si rischia secondo me di peggiorare ancora di più le situazioni.

  4. #4
    Utenti Storici L'avatar di CRIOPE
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Indefinibile
    Messaggi
    3,616

    Predefinito

    Buona sera Oniz.

    Premesso che questo, pur essendo punto di incontro tra aspiranti carabinieri o carabinieri in servizio, non è il luogo più adeguato per trattare un certo argomento, ti risponderò in egual maniera, dato che questo tipo di problematiche si ripropone credo alla maggiorparte dei lettori.

    Sono Carabiniere in servizio, quindi più che una opinione ti prospetto quelle che sono le tue facoltà di legge e ciò che esse portano.

    Intanto, i reati che si configurano in questo episodio sono: INGIURIA, MINACCIA, e nel caso in cui ti abbia sfiorato soltanto si aggiunge il reato di PERCOSSE. Nella fattispecie, considerando che il tipo si è riproposto in due episodi differenti e valutato che potrebbe voler riprendere la discussione è facile anche che si configurino gli ATTI PERSECUTORI. Tutto questo ti da la facoltà di presentare querela entro 3 mesi da quando si è verificato l'ultimo degli episodi delittuosi. Nel caso in cui il "galantuomo" in questione dovesse arrivare ad alzarti le mani, allora ti consiglio di farti refertare presso il pronto soccorso nell'immediatezza dei fatti e di presentarti presso un posto di polizia per formalizzare la querela per i reati sopra descritti ai quali si aggiungono le "LESIONI VOLONTARIE".

    Detto quanto sopra, va anche ricordato che la diffida non esiste più, almeno non quella formale che un tempo si faceva tramite arma o polizia. Non hanno alcun valore nemmeno le "segnalazioni verbali".
    Per quanto riguarda la giustizia fai da te: fai bene a non cedere alla provocazione. Dalla ragione passeresti al torto o quanto meno ti metteresti al livello di questo "balordo".

    Dalla mia esperienza personale ti posso dire che questi "bulli" della divisa "HANNO ASSOLUTO TIMORE" al contrario di quanto affermi. In genere questi tizi sono portati a far vedere di fronte al "popolo" che non temono nulla e nessuno, questo per continuare a mantenere il loro ruolo di capobranco e più forte della giungla. Mostrare di esser comuni mortali farebbe perdere loro qull'alone di invincibilità di cui si mascherano.

    In genere questi sono gli stessi che entrando in caserma abbassano le orecchie e recitano la parte dei cani bastonati, vittime incondizionate del sistema e della società.

    Quello che posso garantirti è che scegliere di sporgere denuncia nei confronti di una persona che ha manifestato apertamente la sua volontà di farti del male fisico e morale, è la decisione più saggia che possa adottare. Se mostri di avere paura di una determinata scelta, darai a lui ed alle persone com elui una sicurezza in più per continuare a comportarsi in tal modo con te e con le persone deboli. Se la gente fosse più intransigente e meno omertosa, credimi, di bulli così il mondo ne vedrebbe sempre meno.

    In questo caso l'arresto non è previsto, la reclusione si, ancor più se (come egli ha affermato) si tratta di un pregiudicato. Andrete sicuramente in dibattimento e sicuramente un giudice disporrà una sorta di diffida a seconda della quale quella persona non potrà più avvicinarsi a te. Di una cosa puoi esser certo, con una denuncia in atto il tizio difficilmente ti si avvicinerà nuovamente, figurati se devi temere che ti faccia del male. Una volta formalizzata una querela per questo tipo di reati sarebbe controindicativo per lui sfiorarti un capello, nel giro di 2 minuti si vedrebbe prelevato e tratto in arresto per la violazione delle disposizioni del giudice.

    La gente si fida troppo poco dei mezzi messi a disposizione dalla elgge... e soprattutto si riempie la bocca dei luoghi comuni e del comune pensiero che "andando dai carabinieri si hanno problemi peggiori" o che "poi succedono cose brutte" o "finchè non ti ammazzano loro non ti tutelano", specie se si vive nel Sud Italia. Non è così.

    Ti invito a riflettere bene su quanto da me detto e di valutare se ravvisi la necessità di procedere in merito... piuttosto che quella di cambiare palestra e far finta di nulla.

    Buona giornata.

    Criope
    Ultima modifica di CRIOPE; 01-08-10 alle 02: 53

    L’uomo diventa spesso ciò che crede di essere. Se continua a dire che non si riesce a fare una certa cosa, è possibile che alla fine si diventi realmente incapaci di farla. Al contrario, se ho fiducia di poterla fare, acquisterò sicuramente la capacità di farla, anche se, all’inizio, magari non ne sono in grado.

    Gandhi


    الجاهل عدو نفس

    كريستيان

    Hai fatto la leva militare e adesso cerchi commilitoni? Meetsoldier.it

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Point Man
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Great Plains of Lombardy
    Messaggi
    2,208

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Naples Visualizza Messaggio
    - paghi qualcuno per farlo calmare (chi vuol capire, capisca)
    Occhio...siamo in un forum "pubblico"...
    WE SUPPORT OUR TROOPS

    Regolamento Militari Forum

  6. #6
    Utenti Storici L'avatar di CRIOPE
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Indefinibile
    Messaggi
    3,616

    Predefinito

    Una frase del genere non la prende sul serio nessuno.

    L’uomo diventa spesso ciò che crede di essere. Se continua a dire che non si riesce a fare una certa cosa, è possibile che alla fine si diventi realmente incapaci di farla. Al contrario, se ho fiducia di poterla fare, acquisterò sicuramente la capacità di farla, anche se, all’inizio, magari non ne sono in grado.

    Gandhi


    الجاهل عدو نفس

    كريستيان

    Hai fatto la leva militare e adesso cerchi commilitoni? Meetsoldier.it

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Point Man
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Great Plains of Lombardy
    Messaggi
    2,208

    Predefinito

    Chiedo scusa per l'allarmismo..
    WE SUPPORT OUR TROOPS

    Regolamento Militari Forum

  8. #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Criope Visualizza Messaggio
    Buona sera Oniz.

    Premesso che questo, pur essendo punto di incontro tra aspiranti carabinieri o carabinieri in servizio, non è il luogo più adeguato per trattare un certo argomento, ti risponderò in egual maniera, dato che questo tipo di problematiche si ripropone credo alla maggiorparte dei lettori.

    Sono Carabiniere in servizio, quindi più che una opinione ti prospetto quelle che sono le tue facoltà di legge e ciò che esse portano.

    Intanto, i reati che si configurano in questo episodio sono: INGIURIA, MINACCIA, e nel caso in cui ti abbia sfiorato soltanto si aggiunge il reato di PERCOSSE. Nella fattispecie, considerando che il tipo si è riproposto in due episodi differenti e valutato che potrebbe voler riprendere la discussione è facile anche che si configurino gli ATTI PERSECUTORI. Tutto questo ti da la facoltà di presentare querela entro 3 mesi da quando si è verificato l'ultimo degli episodi delittuosi. Nel caso in cui il "galantuomo" in questione dovesse arrivare ad alzarti le mani, allora ti consiglio di farti refertare presso il pronto soccorso nell'immediatezza dei fatti e di presentarti presso un posto di polizia per formalizzare la querela per i reati sopra descritti ai quali si aggiungono le "LESIONI VOLONTARIE".

    Detto quanto sopra, va anche ricordato che la diffida non esiste più, almeno non quella formale che un tempo si faceva tramite arma o polizia. Non hanno alcun valore nemmeno le "segnalazioni verbali".
    Per quanto riguarda la giustizia fai da te: fai bene a non cedere alla provocazione. Dalla ragione passeresti al torto o quanto meno ti metteresti al livello di questo "balordo".

    Dalla mia esperienza personale ti posso dire che questi "bulli" della divisa "HANNO ASSOLUTO TIMORE" al contrario di quanto affermi. In genere questi tizi sono portati a far vedere di fronte al "popolo" che non temono nulla e nessuno, questo per continuare a mantenere il loro ruolo di capobranco e più forte della giungla. Mostrare di esser comuni mortali farebbe perdere loro qull'alone di invincibilità di cui si mascherano.

    In genere questi sono gli stessi che entrando in caserma abbassano le orecchie e recitano la parte dei cani bastonati, vittime incondizionate del sistema e della società.

    Quello che posso garantirti è che scegliere di sporgere denuncia nei confronti di una persona che ha manifestato apertamente la sua volontà di farti del male fisico e morale, è la decisione più saggia che possa adottare. Se mostri di avere paura di una determinata scelta, darai a lui ed alle persone com elui una sicurezza in più per continuare a comportarsi in tal modo con te e con le persone deboli. Se la gente fosse più intransigente e meno omertosa, credimi, di bulli così il mondo ne vedrebbe sempre meno.

    In questo caso l'arresto non è previsto, la reclusione si, ancor più se (come egli ha affermato) si tratta di un pregiudicato. Andrete sicuramente in dibattimento e sicuramente un giudice disporrà una sorta di diffida a seconda della quale quella persona non potrà più avvicinarsi a te. Di una cosa puoi esser certo, con una denuncia in atto il tizio difficilmente ti si avvicinerà nuovamente, figurati se devi temere che ti faccia del male. Una volta formalizzata una querela per questo tipo di reati sarebbe controindicativo per lui sfiorarti un capello, nel giro di 2 minuti si vedrebbe prelevato e tratto in arresto per la violazione delle disposizioni del giudice.

    La gente si fida troppo poco dei mezzi messi a disposizione dalla elgge... e soprattutto si riempie la bocca dei luoghi comuni e del comune pensiero che "andando dai carabinieri si hanno problemi peggiori" o che "poi succedono cose brutte" o "finchè non ti ammazzano loro non ti tutelano", specie se si vive nel Sud Italia. Non è così.

    Ti invito a riflettere bene su quanto da me detto e di valutare se ravvisi la necessità di procedere in merito... piuttosto che quella di cambiare palestra e far finta di nulla.

    Buona giornata.

    Criope
    Ottima riflessione e saggio consiglio.

  9. #9

    Predefinito

    ti ringrazio dal profondo del cuore per il tuo post, criope, è proprio quello che volevo sentirmi dire. il tipo di persona che hai descritto è esattamente l'identikit del soggetto in questione, ne più ne meno, immagino che voi dell'arma vi troviate spesso di fronte a queste situazioni, puoi immaginare invece che tra noi persone normali, eventi del genere siano rari e molto preoccupanti quando si verificano, non ho nessun problema a dirti che sono almeno tre notti che dormo maluccio... e sinceramente penso di aver perso un occasione l'altra sera non chiamando subito i carabinieri o non andandoci cmq di persona, dato che il tutto, parlo del secondo scontro, si è svolto in presenza di vari testimoni, tra cui i gestori stessi della palestra, che a dirla tutta sembravano intimoriti pure loro dalle escandescenze del tipo, altrimenti mi sarei aspettato una diversa gestione dell'accaduto. tipo metterlo immediatamente alla porta o chiamare loro stessi le forze dell'ordine, in quanto proprietari della palestra, luogo pubblico e atto all'attività fisica e non alle risse, e non farmi sentire solo e quasi come fossi io nella parte del torto. da entrambi arrivavano solo frasi tipo: stai tranquillo, stai tranquillo che nn succede niente, a me, a lui zero, non gli hanno rivolto quasi la parola lasciandogli dire tutto quello che gli passava per la testa.

    cmq, ripeto che al momento di questa storia a parte i presenti dell'altra sera e chi ha letto qui, non sa niente nessuno. probabilmente ho sbagliato non parlandone in famiglia, dato che mio padre conosce anche diverse persone tra forze di polizia e carabinieri, oltre a eventuali legali, ma l'ho fatto per non dargli preoccupazioni, preoccupazioni che però a quanto pare stanno diventando pesanti da tenermi dentro da solo. la mia idea è di andare domani in palestra, stessa ora, come niente fosse e vedere come butta, tieni presente che alla fine il "peggio" potrebbe essere passato dato che se non me lo sono trovato fuori dalla porta venerdì, non vedo perchè dovrebbe succedere domani, ma non si mai cmq con certi soggetti. resta il fatto che semplicemente a me risulterebbe pesante la sua presenza in sala a questo punto, la palestra è piccolina, non c'è nessun modo di allenarsi senza incrociarsi e con gli sguardi e fisicamente, nsomma una situazione molto particolare. considerando i precedenti e considerando quanto hai detto, se anche domani si dovessero ripetere, anche in minima parte, le identiche situazioni, provvederò primo ad avvisare mio padre dell'accaduto e secondo, insieme a sporgere regolare denucia, a questo punto sarebbe inevitabile. solo un ultima cosa e concludo. visto il comportamento dell'altra sera, se i presenti citati come testimoni, tra cui i gestori in prima persona, dovessero risultare omertosi, o cmq dovessero minimizzare l'accaduto, che preciso non ho assolutamente esasperato nel mio racconto del primo post, come si imposterebbe la faccenda?

  10. #10
    Maresciallo L'avatar di mattia580
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Lazio.
    Messaggi
    999

    Predefinito

    innanzitutto voglio fare i complimenti per le belle parole di Ciope
    Poi una risposta per l'utente che ha aperto il topic: Non abbassare le orecchie davanti a loro, se ne approfitteranno
    Se te decidi di non andare in palestra, dimostri di aver paura e magari lui la prossima volta se ne approfittera' (scusate la doppia parola) ancora in un modo piu' brusco.
    Dimostra di essere uno con le "palle" e di non avere paura di nessuno!! Fa il duro con te? Fai il duro con lui! (sempre senza passare dalla parte del torto)
    Abbi il coraggio di dirgli tutto quello che pensi in faccia!!!!
    Ciao e buona fortuna.... ricorda la famosa frase:
    Grande grosso e fregnone
    "SALUS REI PUBLICAE SUPREMA LEX ESTO"

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •