Pagina 610 di 2271 PrimaPrima ... 11051056060060860961061161262066071011101610 ... UltimaUltima
Risultati da 6,091 a 6,100 di 22704

Discussione: LEGIONE STRANIERA - Informazioni e discussione generale

  1. #6091
    Utenti MF supporter L'avatar di kenshiro
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Salerno
    Messaggi
    302

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Blushield Visualizza Messaggio
    Kenshiro, ti dò un consiglio spassionato: lo so che ottenere la patente per la moto è una spesa, però il possesso di tale requisito viene richiesto sempre di più e utilizzato anche per "scremare" le domande. Se sei convinto di entrare in PL, io ti consiglio assolutamente di prenderla, questo ti da la possibilità di partecipare a più concorsi, anzi, direi a tutti. Una volta ottenuta, cioè una volta che tu sarai abilitato alla guida di qualsiasi "moto", sei apposto! Esegui l'esame per la guida delle moto con il cambio meccanico, questo di permetterà di guidare anche i cd. "monomarcia", non il contrario.
    Tieni presente che ormai quasi tutte le autoscuole hanno a disposizione moto a marce.
    In bocca al lupo!
    Caro Blushield innanzitutto grazie x le "dritte",cmq intendo entrare in PL ed è x questo che ho pensato di prendere la patente A,solo che non immaginavo ci fossero diversi tipi.é verissimo che attualmente molti concorsi banditi richedono come REQUISITO ESSNZIALE anche il possesso di detta patente e quindi sono costretto a prenderla,ora il mio dubbio era solo quello di sapere quale tipo poteva andare bene x la PL.Immaginavo ci volesse la A3 ma volevo ulteriore conferma da persone competenti di questo settore.Grazie ancora
    SEMPER FIDELIS


    VFA 2°/02 21° RGT artiglieria terrestre "TRIESTE" - 1^ BATTERIA -" BRIGATA CORAZZATA "PINEROLO" - Foggia

  2. #6092

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Nurrak Visualizza Messaggio
    Le guerre vanno e vengono, ma i soldati vivono in eterno. RIP
    bella frase,
    ma dillo a parenti e amici i chi non torna...

  3. #6093
    Maresciallo L'avatar di Nihil
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    640

    Predefinito

    Incollo qui la mail che mi è giunta tramite il gruppo della Legione:
    CE MARDI 13 AVRIL A 10H AURONT LIEU LES OBSÈQUES DE
    FRERE D'ARME ROBERT HUTNIK TOMBE AU CHAMP D'HONNEUR EN AFGHANISTAN LE 8 AVRIL.
    JE VOUS DEMANDERAI A TOUTES ET TOUS D'OBSERVER D'OBSERVER UNE MINUTE DE SILENCE A 10H PRÉCISES EN MÉMOIRE DE CE
    JEUNE LÉGIONNAIRE.
    MERCI DE FAIRE PASSER L'INFORMATION
    MORE MAJORUM.
    >-=Nihil=-<
    Si Vis Pacem Para Bellum

    _-="La sorpresa è metà battaglia!" "Molte cose sono metà battaglia, anche perdere è metà battaglia. Pensiamo a Vincere."=-_

  4. #6094
    Bannato
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    223

    Predefinito

    PerIl legionario Morto a Kabul...Che abbia finalmente la pace....Un altro Kepi`Blanc di guardia ai cancelli del paradiso.

  5. #6095
    Moderatore L'avatar di Orange
    Data Registrazione
    May 2009
    Località
    Francia - Orange
    Messaggi
    6,586

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Pinolito Visualizza Messaggio
    bella frase,
    ma dillo a parenti e amici i chi non torna...
    No Pinolito, non sono d'accordo nemmeno un pochino.
    Io non discuto e non critico assolutamente questo tipo di mentalità e questo modo di vedere le cose.
    Ma non portate questo tipo di discorsi in Legione né nei confronti dei legionari.
    Quando uno viene in Legione sa che viene per combattere ed in combattimento si muore. Punto e fine.
    I parenti, gli amici e tutto il resto non hanno niente a che vedere.
    Nessuno obbliga nessuno ad arruolarsi. Qui si viene perché si é volontari.
    E qui non é l'esercito regolare. Qui non ci sono orari di servizio. Qui non ci sono ore straordinarie. Qui non ci sono ore da recuperare. Qui non ci sono le licenze ed i diritti di vario genere. Qui non ci si puo' lamentare o dire cosa si vuole o cosa non si vuole. Qui si viene per servire e si viene volontariamente.
    Il lavoro che si viene a fare lo si conosce bene. Se uno vuole viene, se uno non vuole resta a casa. Ma ripeto, quando uno viene a fare il legionario, sa cosa viene a fare e siccome é grande e maggiorenne, di sicuro non é la Legione che deve spiegare niente a nessuno, né ai parenti né tanto meno agli amici.
    Di sicuro i nostri caduti ricevono tutti gli onori del caso, di sicuro il Paese si inchina davanti a loro, di sicuro le famiglie vengono accolte e prese in carico per la cerimonia e per il rimpatrio della salma (se queste sono le volontà del legionario), di sicuro tutto é fatto per aiutare e sostenere la famiglia.........
    Ma qui si é in Legione Straniera. Quando uno ci viene, conosce bene i termini del contratto. Avrà la paga, vitto, alloggio, assistenza medica gratuita, una serie di vantaggi di vario genere e in cambio dovrà fare il mestiere delle armi. Il vero mestiere delle armi ; né l'impiegato né il funzionario statale ma quello che dovrebbe essere "il soldato".
    Puo' sembrare un discorso duro o cinico, ma é solo la realtà.
    Quante volte sento discorsi del genere "ma é pericoloso....", "si rischia la vita" ecc ecc.
    Nella mentalità di oggi troppo spesso si dimentica che quando ci si arruola nelle Forze Armate o nelle Forze dell'Ordine, che sia in Italia o in Francia, si avrà certo un posto di lavoro sicuro, ma lo, scopo non puo' essere quello di avere la paga a fine mese.
    Ci si arruola per servire, e bisogna essere ben consapevoli che un giorno, purtroppo, potremmo essere chiamati a pagare il prezzo più alto : quello della nostra vita. E quando questo succede, non ci sono né angeli, né eroi, ma solo uomini che sono caduti facendo il loro lavoro con passione e con dignità.
    Ultima modifica di Orange; 13-04-10 alle 10: 16

  6. #6096
    Bannato
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    223

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Orange Visualizza Messaggio
    Per esempio, quando si parla di stage specifici, come Achille ed il suo stage di tiratore di precisione, attenzione a non dare informazioni dettagliate su armi e/o munizionamento, posti e siti di istruzione, a meno di parlare in generale e di posti conosciuti e riconosciuti come siti di addestramento, la Garrigue, Canjuers, ecc ecc
    Soprattutto per i camerati in servizio, attenzione a non cadere nellla trappola di dare, inavvertitamente, nomi veri allorché il camerata é sotto anonimato o viceversa, perché li' la cosa potrebbe andare lontano (come sapete bene).


    Pips, che seguo sempre da distante anche se lui non lo sa (non lo sapeva fino ad adesso), attualmente non puo' comunicare perché sta seguendo uno stage di......beh no, non ve lo dico (pronto soccorso).
    Salut' Orange...chiedo scusa ero Io che ho chiesto informazioni "techniche" ad Achille sullo stage TP e sulle armi in dotazione. Mi sono lasciato prendere la mano dalla curiosita`(curiosita' professionale comunque)ti ringrazio per avere doverosamente ricordato che certe informnazioni e' meglio non darle e/o chiederle anche se possono sembrare piccole cose. Un saluto a Pips e ricordagli che allo stage di pronto soccorso da bravo Legionario l'alcool si usa per disinfettare e non per bere...

  7. #6097
    Maresciallo
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    574

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Orange Visualizza Messaggio
    No Pinolito, non sono d'accordo nemmeno un pochino.
    Io non discuto e non critico assolutamente questo tipo di mentalità e questo modo di vedere le cose.
    Ma non portate questo tipo di discorsi in Legione né nei confronti dei legionari.
    Quando uno viene in Legione sa che viene per combattere ed in combattimento si muore. Punto e fine.
    I parenti, gli amici e tutto il resto non hanno niente a che vedere.
    Nessuno obbliga nessuno ad arruolarsi. Qui si viene perché si é volontari.
    E qui non é l'esercito regolare. Qui non ci sono orari di servizio. Qui non ci sono ore straordinarie. Qui non ci sono ore da recuperare. Qui non ci sono le licenze ed i diritti di vario genere. Qui non ci si puo' lamentare o dire cosa si vuole o cosa non si vuole. Qui si viene per servire e si viene volontariamente.
    Il lavoro che si viene a fare lo si conosce bene. Se uno vuole viene, se uno non vuole resta a casa. Ma ripeto, quando uno viene a fare il legionario, sa cosa viene a fare e siccome é grande e maggiorenne, di sicuro non é la Legione che deve spiegare niente a nessuno, né ai parenti né tanto meno agli amici.
    Di sicuro i nostri caduti ricevono tutti gli onori del caso, di sicuro il Paese si inchina davanti a loro, di sicuro le famiglie vengono accolte e prese in carico per la cerimonia e per il rimpatrio della salma (se queste sono le volontà del legionario), di sicuro tutto é fatto per aiutare e sostenere la famiglia.........
    Ma qui si é in Legione Straniera. Quando uno ci viene, conosce bene i termini del contratto. Avrà la paga, vitto, alloggio, assistenza medica gratuita, una serie di vantaggi di vario genere e in cambio dovrà fare il mestiere delle armi. Il vero mestiere delle armi ; né l'impiegato né il funzionario statale ma quello che dovrebbe essere "il soldato".
    Puo' sembrare un discorso duro o cinico, ma é solo la realtà.
    Quante volte sento discorsi del genere "ma é pericoloso....", "si rischia la vita" ecc ecc.
    Nella mentalità di oggi troppo spesso si dimentica che quando ci si arruola nelle Forze Armate o nelle Forze dell'Ordine, che sia in Italia o in Francia, si avrà certo un posto di lavoro sicuro, ma lo, scopo non puo' essere quello di avere la paga a fine mese.
    Ci si arruola per servire, e bisogna essere ben consapevoli che un giorno, purtroppo, potremmo essere chiamati a pagare il prezzo più alto : quello della nostra vita. E quando questo succede, non ci sono né angeli, né eroi, ma solo uomini che sono caduti facendo il loro lavoro con passione e con dignità.
    Anche io sono d'accordo con questo Orange..belle parole

  8. #6098
    Sergente L'avatar di MIRKETTO
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Nel fantastico mondo di Oz
    Messaggi
    163

    Predefinito

    Ma ora in Afghanistan che reparti della Legione ci sono?!

  9. #6099
    Caporale L'avatar di Lo Scala
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Venezia
    Messaggi
    159

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Orange Visualizza Messaggio
    Ma é soprattutto questo lo scopo dell'anonimato : devi sparire da quelli che ti conoscono !
    E quindi in linea teorica i contatti con amici e parenti dovrebbero essere vietati finchè si è sotto anonimato? ..te lo chiedo perchè Marco89 dice di avere tranquillamente contatti con fidanzata, amici e parenti.. è questo che non mi torna.
    Ultima modifica di Lo Scala; 13-04-10 alle 12: 43
    LA MIA PATRIA E' UN'IDEA

  10. #6100

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Orange Visualizza Messaggio
    No Pinolito, non sono d'accordo nemmeno un pochino........................
    Comprendo a pieno il tuo punto di vista, e lo condivdo anche, forse cio in Francia ha un senso! Decisamente qui in italia no (e per il momento penso ancora da italiano). Forse in Francia avete un governo che vi supporta, decisamnte qui no. E ogni volta che leggo frasi di questo tipo o vedo funerali di stato con una infinita serie di politici a fare finta di essere emozionati, mi monta la rabbia.
    Ripeto sarà perchè penso ancora da italiano.
    E' difficile spiegare cio che intendo quindi ti porto un esempio anche se è un piccolo OT:

    Nassiriya, attentato alla caserma dei carabinieri.

    Quelli sono dei morti che resteranno per sempre sulla coscienza della nostra classe politica, perchè si può discutere quanto vuoi sul mandare o meno in zona d'operazioni la gente, ma se la si manda gli devi dare la possibiltà di fare il loro lavoro. La base di Nassiriya, non è stata fortificata, altrimenti il nostro diventava un contingente di occupazione e non di liberazione...... Sono morti 19 italiani, per una scelta politica idiota presa da un civile che probabilmente quando doveva fare il servizio militare si anche imboscato. Quindi quando vedo quelli stessi civili che si commuovono ai funerali di stato mi girano i cosidetti, perchè tutto questo serve a dimenticare non a ricordare.

    Fine OT

    Secondo me tutte quella mentalità che cerca di portare alla memoria i caduti, ha solo la funzione di farli dimenticare prima di inserirli in quella che è la memoria a lungo termine e eliminarli da quella a breve termine facendoli cadere in un limbo di frasi fatte, con suono quasi religioso. Questo per aiutarti a fartene una ragione, non sono in bambino e nemmeno un cattolico e queste cose le lascio ai preti. Quando una persona muore, è morta e punto, e soltanto facendo si che tutti se ne rendano conto classe politica compresa, si può forse evitare che cio possa succere nuovamente con faciltà. E' facile per chi questo legionario non lo conosceva onorarlo per 10 min, e poi dimenticarsene, ma per qualcun'altro, non era un legionario, era un figlio, una fratello o un amico, e ti assicuro che non è altrettanto facile.

    p.s. Forse questa mentalità sarà sbagliata, ma sento il bisogno, i caduti, di vendicarli primi di ricordarli.

    In ogni caso, ONORE AI CADUTI.
    Ultima modifica di Pinolito; 13-04-10 alle 16: 08

Pagina 610 di 2271 PrimaPrima ... 11051056060060860961061161262066071011101610 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •