Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Stranieri non ebrei riservisti nell'IDF

  1. #1
    Tenente
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Localitā
    Firenze
    Messaggi
    1,162

    Predefinito Stranieri non ebrei riservisti nell'IDF

    Ho recentemente appreso che le forze di difesa israeliane hanno attivo un programma di arruolamenti come riservisti di personale volontario anche non di religione ebraica da immettere nelle loro forze di difesa anche se non necessariamente in posizione di prima linea.

    L'informazione č corretta?

  2. #2
    Caporale
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    189

    Predefinito

    non saprei, comunque interesserebbe anche a me, io contattai la legione Spagnola e dissero all'epoca 2012 mi pare, che era solo per ispanici, l'esercito del Belgio bisognava parlare gių francese o Olandese, e all'epoca era solo per ebrei l'Esercito Israeliano...

  3. #3
    Tenente
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Localitā
    Firenze
    Messaggi
    1,162

    Predefinito

    da wikipedia

    Overseas volunteers

    Non-immigrating foreign volunteers typically serve with the IDF in one of five ways:

    The Mahal program targets young non-Israeli Jews or Israeli citizens who grew up abroad (men younger than 24 and women younger than 21). The program consists typically of 18 months of IDF service, including a lengthy training for those in combat units or (for 18 months) one month of non-combat training and additional two months of learning Hebrew after enlisting, if necessary. There are two additional subcategories of Mahal, both geared solely for religious men: Mahal Nahal Haredi (18 months), and Mahal Hesder, which combines yeshiva study of 5 months with IDF service of 16 months, for a total of 21 months. Similar IDF programs exist for Israeli overseas residents. To be accepted as a Mahal Volunteer, one must be of Jewish descent (at least one Jewish grandparent).

    Sar-El, an organization subordinate to the Israeli Logistics Corps, provides a volunteer program for non-Israeli citizens who are 17 years or older (or 15 if accompanied by a parent). The program is also aimed at Israeli citizens, aged 30 years or older, living abroad who did not serve in the Israeli Army and who now wish to finalize their status with the military. The program usually consists of three weeks of volunteer service on different rear army bases, doing non-combative work.

    Garin Tzabar offers a program mainly for Israelis who emigrated with their parents to the United States at a young age. Although a basic knowledge of the Hebrew language is not mandatory, it is helpful. Of all the programs listed, only Garin Tzabar requires full-length service in the IDF. The program is set up in stages: first the participants go through five seminars in their country of origin, then have an absorption period in Israel at a kibbutz. Each delegation is adopted by a kibbutz in Israel and has living quarters designated for it. The delegation shares responsibilities in the kibbutz when on military leave. Participants start the program three months before being enlisted in the army at the beginning of August.

    Marva is short-term basic training for two months.

    Lev LaChayal is a program based at Yeshivat Lev Hatorah which takes a holistic approach to preparation for service. Being as ready as possible for integrating into Israeli culture, handling the physical challenges of the military, and maintaining religious values require a multi-pronged approach. The beit midrash learning, classes, physical training, and even the recreational activities are designed to allow for maximum readiness.
    Ultima modifica di Domenico; 26-06-18 alle 15: 32

  4. #4
    Moderatore L'avatar di gagliardi
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Localitā
    je suis partout
    Messaggi
    7,597

    Predefinito

    @Domenico,
    la fonte č di attendebilitā tendente a zero, in ogni caso i programmi riportati nel post sembrano riservati a ebrei residenti fuori Israele.
    Un mio conoscente italiano qualche anno fa, nell'ambito d'una vacanza in Israele, grazie a un programma diverso da quelli del tuo post, ha trascorso due settimane in una caserma come ausiliario volontario. Uniforme e orari comuni, attivitā differenziate, nessun contatto con le armi. Era una base logistica e ha passato il tempo, sotto la guida di personale IDF, a svolgere mansioni di trasloco e pulizia. Gli č piaciuto molto. Al termine gli hanno rilasciato un attestato in ebraico e inglese.
    Ultima modifica di gagliardi; 26-06-18 alle 18: 34
    Se sei un nuovo utente, Benvenuto! Ricordati di presentarti QUI

    Prima di aprire nuove discussioni e di postare messaggi, dai un'occhiata al REGOLAMENTO

  5. #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da gagliardi Visualizza Messaggio
    @Domenico,
    la fonte č di attendebilitā tendente a zero, in ogni caso i programmi riportati nel post sembrano riservati a ebrei residenti fuori Israele.
    Un mio conoscente italiano qualche anno fa, nell'ambito d'una vacanza in Israele, grazie a un programma diverso da quelli del tuo post, ha trascorso due settimane in una caserma come ausiliario volontario. Uniforme e orari comuni, attivitā differenziate, nessun contatto con le armi. Era una base logistica e ha passato il tempo, sotto la guida di personale IDF, a svolgere mansioni di trasloco e pulizia. Gli č piaciuto molto. Al termine gli hanno rilasciato un attestato in ebraico e inglese.
    E' il programma Sar-El. L'ho fatto anch'io: č un'esperienza veramente unica.
    Un appunto che ho appreso lā: per gli stranieri non residenti oltreoceano, il periodo minimo č di tre settimane, ma accorciabile con motivazioni anche blande. Per gli stranieri d'oltreoceano, invece, il periodo minimo sembra quasi raddoppiato: molti neozelandesi e australiani mi hanno detto che dovevano fare almeno 5 settimane.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •