Pagina 57 di 61 PrimaPrima ... 7475556575859 ... UltimaUltima
Risultati da 561 a 570 di 603

Discussione: ACISMOM : arruolamenti e informazioni

  1. #561

    Predefinito

    Grazie Alboy, te l'ho appena inviata

  2. #562
    Soldato L'avatar di spaccamonti
    Data Registrazione
    May 2016
    Località
    roma
    Messaggi
    9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da HammerMatt Visualizza Messaggio
    Grazie Alboy, te l'ho appena inviata
    Dai post sui forum, che si ripetono negli anni, mi par di capire che i tempi del Corpo Militare non sempre sono brevi.
    Non so se centralino, mail box e cassetta postale del Comando siano eternamente intasati da moltitudini che non fanno altro che scrivere, e chiedere di arruolarsi.
    Che Alboy intervenga in privato per assistere Hammermatt, va bene. Ma è normale che un problema ricorrente, che non dovrebbe neanche esistere, sia risolto con mezzi privati, piuttosto che dalla stessa organizzazione?
    Personalmente, trovo disdicevole il fatto che si chiami una direzione di un qualunque ente senza essere sicuri che ti sarà risposto al telefono; o spedire posta senza la sicurezza che sia evasa. Un centralino dovrebbe essere costantemente presidiato, almeno nelle ore d'ufficio, magari con una tolleranza per i momenti che l'addetto dedica ai bisogni corporali.
    Non parliamo poi di un ente la cui opera potrebbe essere utile in emergenze, che, come si sa, non sempre rispettano gli orari d'ufficio. Può darsi che le risorse non permettano neanche un addetto al centralino. Ma, se ciò si ripete nel lungo periodo, viene il dubbio che sia mai stato fatto qualcosa per risolvere il problema.

    Premesso che tutti siamo volontari, compresi coloro che sono stipendiati, il senso del volontariato è donare il proprio tempo, e magari la propria competenza: non rientra certo nella definizione e nei doveri del volontario affrontare spese consistenti, su imposizioni che gli organi direttivi pongono. Infatti, non si tratta di decisioni corali, ma trasmesse da quella parte che è stipendiata e spesata, senza che la componente volontaria non stipendiata possa interloquire, abbia dove dire la sua; in Crimil c'è il cocer, nel cm acismom mi pare di no.
    Alla fine: se ti va è così, altrimenti, stai a casa. Trovo che tutto ciò sia disdicevole e costituisca già una prima contraddizione.
    Poi, mi piacerebbe sapere se chi ha una responsabilità di comando - che è di direzione operativa, ma anche amministrativa, e di tutela del personale affidato - fa tutto ciò che è in suo potere per salvaguardare i propri uomini, come è dovere di un comandante.
    Le spese per visite sanitarie a carico dell'aspirante volontario sono non del tutto giustificabili in una organizzazione sanitaria, ausiliaria dell'E.I., e che per di più ha sede presso la Scuola di Sanità dell'Esercito. Io, aspirante volontario, potrei pagarmi il viaggio a Roma; ma perché porre a mio carico anche il resto? Specialmente se poi i tempi lunghi lo rendono carta straccia. Non ci si può proprio organizzare per sottoporre il volontario, a carico dell'ente, agli accertamenti ritenuti utili? Non si può proprio stipulare una convenzione con l'E.I., perché il volontario sia sottoposto a visita presso il più vicino presidio sanitario dell'E.I.? Magari, con il concorsi dei medici del Corpo, colà risiedenti e assegnati per la bisogna.
    Questo solo per il primo passo, che è l'arruolamento. Poi, vi è l'ordinarietà delle spese a carico; ma di questo sono sicuro si discuterà ancora.
    Ecco, a me questo aspetto dei corpi ausiliari è sempre sembrato poco serio. E' come se le porte fossero aperte solo a chi può permetterselo finanziariamente; lasciando fuori i più deboli finanziariamente, che poi quasi sempre sono i più giovani, le energie più fresche, più idealiste. Ma, anche per un normale padre di famiglia, non trovo carino che sia costretto a togliere risorse alla famiglia, oppure a rinunciare a dare il proprio contributo nel Corpo, dove magari potrebbe anche fare molto bene. Un ente militare non è una organizzazione per abbienti.
    Insomma: donare tempo sì; affrontare qualche spesuccia, anche. Ma, che un ente militare non si organizzi per dare il minimo sostegno ai propri volontari, lo trovo discutibile. Tanto più che nella vecchia convenzione mi sembra fosse previsto che le spese fossero a carico dell'ente, tranne le sole uniformi per gli ufficiali.
    Alla fine si tratterebbe veramente di spiccioli. Ad esempio, non credo che l'E.I. non sia mai stato in grado di mettere a disposizione poche centinaia di uniformi per la vestizione del personale; a favore di un Corpo che non ha più di 500 volontari, compresi gli ufficiali; e che essendo ordinariamente in congedo non usurarano l'uniforme nella stessa misura di chi è in spe. Ma, forse all'E.I. non è stata chiesta la vestizione. Oppure, forse, essa avrebbe obbligato ad una contropartita operativa da parte del Corpo. Non è una affermazione; non so come si sia ragionato, cosa sia veramente successo in passato. Ma è una domanda che ci si può porre lecitamente, un dubbio che può venire.
    Un problema può sussistere per un anno; due, tre, quattro, cinque: ma poi viene risolto.
    Non pensate?

    Nel precedente post riflettevo sui contributi che all'EI peserebbero ben poco. Per una Forza Armata che veste 100.000 volontari, vestirne, una tantum, altri 500 farebbe differenza? Forse, veramente bastava solo chiedere per ottenere.
    Ma il Corpo prima che EI è ACISMOM, un'associazione di signori tanto a modino.
    E allora mi chiedo: c'è un corpo militare che porta il tuo nome e ti appartiene; sei abbiente; e non senti il dovere e l'orgoglio di dotare questo corpo dei migliori equipaggiamenti? E chiedi al volontario di pagare tutto, anche i certificati medici che poi scadono non per colpa sua? Anche i 50 euro di un'uniforme mimetica?
    Mah!
    Ripenso a mia nonna, sana famiglia contadina, di quelle di una volta; senso pratico e del decoro. Diceva: se una cosa puoi farla, bene; la fai, e come si conviene. Se non puoi, ti metti l'animo in pace, una volta per tutte. Ma, noblesse oblige: le nozze con i fichi secchi no!
    Qualcuno (non mia nonna) ha pure detto: a chi più è dato, più sarà chiesto.

    Todos caballeros.
    Navigando su internet, mi imbatto in una interrogazione parlamentare di quasi 20 anni fa: il deputato interrogante chiedeva quali meriti eccezionali avessero giustificato la promozione ad ufficiale superiore, in mancanza dei titoli di studio prescritti, di un ufficiale in servizio presso il comando del Corpo; insomma, uno dei richiamati permanenti. Di quella interrogazione non riscontro in internet l'esito. Chissà se ancora succedono cose simili, cioè promozioni in carenza di titoli.
    Questione diversa è quella di alcuni cavalieri direttori, che in tempi rapidi ottengono le spalline da colonnello. Quanto valgano gradi acquisiti in così poco tempo, in un campo che richiede tecnicismo, anni di esperienza e un solido percorso formativo, non è dato sapere. Neanche gli eroi di guerra percorrevano carriere così veloci.
    Se fossi un volontario, mi porrei il problema di chi è a comandarmi. Un sottotenente ha il tempo per imparare; un colonnello no, e non si improvvisa.
    Critico la norma, anacronistica al giorno d'oggi, non i poveri cavalieri direttori, che approfittano solo di una possibilità. Forse lo farei anch'io; sebbene vincere facile, aggratisse, non mi piaccia. Sempre la mia nonna contadina (vedi post precedente), mi insegnava che una cosa guadagnata con poca fatica vale altrettanto poco.
    Poi, non sopporterei, avendo preso le spalline in quel modo, il rischio di essere trattato come un minus habens nel selettivo ambiente degli ufficiali superiori dell'EI.

    Trecento! Eran giovani e forti e son morti. Ma, tale cifra più che ai sodali di Pisacane, come riflesso condizionato, mi fa pensare ad altri trecento, i sudditi dell'Agiade, immolatisi alle "Porte calde", e protagonisti di un film di qualche anno fa, superficiale e pieno di luoghi comuni, ma l'unico dedicato ad una città tanto ammirata nella Grecia classica, e da nessuno imitata.
    Ma, ora desidero ringraziare i trecento che hanno visitato questo topic. Non sono pochi in meno di cinque giorni. Non pensavo che il cm acismom meritasse tanta attenzione.
    Peccato che nessuno abbia sentito di dire la sua. Chi tace acconsente?
    Ultima modifica di sasygrisù; 04-06-16 alle 16: 57
    Conta l'uomo, non l'arma

  3. #563
    Colonnello L'avatar di bacioch
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Lobbi(AL)
    Messaggi
    11,238

    Predefinito

    Se ci fosse un concorso spe,fidati che i 300 diventano 300mila ...
    Se sei un nuovo utente, Benvenuto! Ricordati di presentarti QUI

    Prima di aprire nuove discussioni e di postare messaggi, dai un'occhiata al REGOLAMENTO

  4. #564
    Soldato L'avatar di spaccamonti
    Data Registrazione
    May 2016
    Località
    roma
    Messaggi
    9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bacioch Visualizza Messaggio
    Se ci fosse un concorso spe,fidati che i 300 diventano 300mila ...
    Ne sono sicuro. Ma non si vive di solo pane

    Umm: immagino le visite frenetiche a questa discussione di alcuni "signori" con la coda di paglia. Tranquilli cari: non si vive di solo cm acismom, nel suo piccolo specchio di questa Repubblica.
    L'appuntamento per chi, pur silente, si è divertito, è per un mio ritorno d'interesse. Che volete, nomen omen, sarò pure uno spaccone, ma la verità è un mio punto debole: ogni tanto ci casco. Sarei stato promosso almeno caporale senza questo vizio; che dico caporale, sarei anche di più.
    Veramente - è solo un dettaglio pignolo ed eccentrico - il Nazareno esortò tutti ad amare la verità: "le vostre parole siano sì sì e no no". Straordinario, sovra umano. Successe proprio in occasione del discorso della montagna, quello delle otto beatitudini; che poi forse erano nove (tanto per attenersi alla verità). Ma ora non correte a mettere una punta in più sulla croce: gli esegeti dicono forse.

    Veritas liberabit
    Ultima modifica di sasygrisù; 04-06-16 alle 16: 58
    Conta l'uomo, non l'arma

  5. #565
    Soldato L'avatar di spaccamonti
    Data Registrazione
    May 2016
    Località
    roma
    Messaggi
    9

    Predefinito

    Cioè: "la verità libererà"
    Eccezionale, la lapidarietà e al contempo completezza della lingua degli avi romani.
    Che erano rigorosissimi nell'applicare la legge, anche contro figli e fratelli, se questi trasgredivano una norma, o non avevano titolo per ottenere un beneficio o una promozione.
    Mah. Forse gli antichi romani non sono gli avi di tutti gli italiani.
    Ci sarà ancora un giudice a Roma?
    Ultima modifica di spaccamonti; 07-06-16 alle 12: 53
    Conta l'uomo, non l'arma

  6. #566

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da spaccamonti Visualizza Messaggio
    Cioè: "la verità libererà"
    Eccezionale, la lapidarietà e al contempo completezza della lingua degli avi romani.
    Che erano rigorosissimi nell'applicare la legge, anche contro figli e fratelli, se questi trasgredivano una norma, o non avevano titolo per ottenere un beneficio o una promozione.
    Mah. Forse gli antichi romani non sono gli avi di tutti gli italiani.
    Ci sarà ancora un giudice a Roma?
    Spaccamonti, sinceramente non capisco tutta questa tua cripticità. Se hai delle critiche, muovile direttamente, tanto siamo su un forum anonimo. Non capisco dove vuoi andare a parare. E concordo con quello che dici comunque eh.

  7. #567
    Soldato L'avatar di spaccamonti
    Data Registrazione
    May 2016
    Località
    roma
    Messaggi
    9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Razgriz Visualizza Messaggio
    Spaccamonti, sinceramente non capisco tutta questa tua cripticità. Se hai delle critiche, muovile direttamente, tanto siamo su un forum anonimo. Non capisco dove vuoi andare a parare. E concordo con quello che dici comunque eh.
    Mi rincuora che concordi: su tutto?
    Tanti hanno visionato i post, e condividono, e privatamente si lamentano: ma partecipano poco al forum. Cosa temono? Esprimere un'opinione non è vietato.

    Credevo di essere stato chiaro, sebbene l'inserimento in questo forum abbia reso i post meno limpidi. Chiedevo a simpatizzanti e membri del Corpo una valutazione su:
    1) modifiche (peggiorative?) della tutela dei volontari nella nuova normativa.
    2) La creazione di due categorie separate di volontari: il personale in spe e quello in congedo. Mentre nella vecchia normativa tutti i volontari avevano uguali diritti e doveri (almeno in teoria); e compiti diversi: la norma assegnava al personale trattenuto in servizio (cd. in spe) compiti amministrativi.
    3) Chi ha elaborato la nuova normativa? Seguendo quale metodo? Perseguendo quali interessi?
    4) Più in generale, chiedevo se si ritiene che le regole siano applicate scrupolosamente, oppure se si conoscano episodi, come dire, "incresciosi".
    Infine, allargavo l'attenzione alla reale operatività del Corpo; se è ritenuta soddisfacente, o no.
    Le mie opinioni al riguardo mi sembrano chiare. Posto il tema, è nella discussione che si chiarisce e approfondisce una posizione. E si può anche cambiare idea.
    Conta l'uomo, non l'arma

  8. #568
    Caporale
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    120

    Predefinito

    Salve ponendo che sarei disposto a servire anche non remunerato, come posso arruolarmi in concreto in questo corpo? Non sono un fan sfegatato della chiesa sia chiaro, ma siccome con i concorsi pubblici non ho avuto fortuna vorrei almeno provarci... contando che ho 25 anni.

  9. #569

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da lolunix Visualizza Messaggio
    Salve ponendo che sarei disposto a servire anche non remunerato, come posso arruolarmi in concreto in questo corpo? Non sono un fan sfegatato della chiesa sia chiaro, ma siccome con i concorsi pubblici non ho avuto fortuna vorrei almeno provarci... contando che ho 25 anni.
    Salve, troverà i recapiti ufficiali del Corpo nelle discussioni precedenti o in alternativa sul sito web: http://www.ordinedimaltaitalia.org/corpo-militare

    Per quel che conosco il Corpo speciale volontario ausiliario dell'Esercito Italiano ACISMOM come dice la parola è formato da volontari i quali prestano la loro professionalità a titolo gratuito, pertanto se il Suo problema fosse quello di trovare un posto di lavoro all'interno di una Forza Armata l arruolamento presso il sopracitato Corpo Militare dubito sia una valida soluzione.

  10. #570

    Predefinito

    Buongiorno a tutti,

    ho letto con interesse le 57 pagine del thread. Volevo chiedere ai più esperti e agli utenti già arruolati se la situazione di cui si parlava poco sopra si è sbloccata e accettano nuovamente domande di arruolamenti. Personalmente, sto maturando la scelta di arruolarmi, ma ho il timore di essere scartato. Esiste qualche suggerimento per rendersi conto se si hanno possibilità di essere arruolati o meno?

    Grazie a tutti per l'attenzione.

Pagina 57 di 61 PrimaPrima ... 7475556575859 ... UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •