PDA

Visualizza Versione Completa : Diventare autista del 118: che procedura è necessaria?



Axel
27-10-09, 12: 41
Chiedo scusa in anticipo se ho aperto un topic ke magari è gia stato trattato ma cercando sul forum non ho trovato nulla..volevo chiedere se qualcuno sa come si diventa autista di automedica..se si percepisce uno stipendio e se l'autista partecipa al soccorso o se si guida e basta..

Matty91
28-10-09, 16: 45
So che, nel caso della croce rossa, gli autisti delle auto mediche sono gli stessi autisti dell'autoambulanza. Ci possono essere stipendiati ma possono anche essere VDS (quindi volontari). Il compito principale dell'autista dell'automendica è guidare. Esso però collabora con il dottore e gli alri soccorritori durante l'intervento.

marcolino1989
20-11-09, 21: 08
da noi possiamo contare su 4 automedicali,una è guidata da personale stipendiato asl,una da personale stipendiato da una p.a,una guidata da medico o infermiere mentre l'ultima da personale volontario

GI@GIO
21-11-09, 12: 25
Axel, devi distinguere i casi: in alcune realtà l'automedica è gestita in toto dal 118 con proprio personale (ivi compreso quindi anche l'autista, che è la figura che ti interessa), in altre invece l'ASL delega alle Associazioni di volontariato la gestione "logistica" del mezzo (quindi autista di associazione ed eventualmente anche macchina associativa e non di proprietà ASL).

Nel primo caso l'autista è un Dipendente ASL quindi assunto con regolare concorso dall'Ente sanitario territoriale; nel secondo caso l'autista può essere o un Volontario, o un Dipendente dell'Associazione, quindi assunto da questa tramite procedure differenti (concorso pubblico o ricorso alle agenzie del lavoro p.es.).

Sul mansionario dell'autista non ti so essere d'aiuto perchè in Piemonte non abbiamo le automediche: ti posso dire che sui MSA autista e soccorritore collaborano con il personale sanitario sull'intervento, tenendo conto delle relative differenti funzioni ma coordinandosi per la perfetta (si spera) riuscita della prestazione.

Fonzie
24-11-09, 17: 45
Nella mia provincia abbiamo 3 automediche dislocate nei 3 ospedali...in caso di bisogno vengono utilizzate da un medico ed un infermiere del 118...quindi uno dei due guida...e viene affiancata un'ambulanza ;)

Domenico91
24-11-09, 18: 26
Nella mia provincia abbiamo 3 automediche dislocate nei 3 ospedali...in caso di bisogno vengono utilizzate da un medico ed un infermiere del 118...quindi uno dei due guida...e viene affiancata un'ambulanza ;)

Da quello che so, esistono tre tipologie di soccorso: ambulanza non medicalizzata con infermiere e autista per soccorsi di codici verdi e trasporto infermi; ambulanza di soccorso avanzato medicalizzata con medico del 118, infermiere e autista soccorritore per i codici gialli e rossi; e ambulanza rianimativa con rianimatore (anestesista), infermiere e autista soccorritore per codici rossi da intubare e rianimare.
Comunque l’autista oltre, la patente di guida cat. "K" (CERTIFICATO DÌ ABILITAZIONE PROFESSIONALE) B deve avere alcuni attestati di primo soccorso come il BLS, PTC, ALS e saper utilizzare il defibrillatore.

Fonzie
24-11-09, 19: 38
Ti ripeto, da noi (che è una piccola zona), per codici verdi esce solo l'ambulanza con i Volontari del Soccorso....in caso di codici gialli o rossi puo' andare in supporto all'ambulanza anche l'automedica con medico ed infermiere del 118
;)

per quanto riguarda gli autisti delle ambulanze, nelle Pubbliche Assistenze non serve avere la patente K...in Croce Rossa invece fanno fare un corso per diventare autista ;)

Tutto cio' sarà diverso rispetto a centri urbani più grandi, dove ci sarà una gestione delle risorse molto diversa rispetto alla mia zona ;)

leopoli
25-11-09, 21: 22
la patente cap (certificato abilitazione professionale) e non K, serve solo per la guida di ambulanze e mezzi di croci private che, in quanto tali, sono considerate nolleggio con conducente. Per gli autisti 118 Usl basta la patente B e 5 anni di esperienza come autista per accedere al concorso. Per la CRI serve la patente cri, per le associazioni basta la patente B.
In Romagna le automediche sono guidate da Inf.Prof. e hanno a bordo il medico.

FOLGORE693
15-12-09, 03: 09
Da quello che so, esistono tre tipologie di soccorso: ambulanza non medicalizzata con infermiere e autista per soccorsi di codici verdi e trasporto infermi; ambulanza di soccorso avanzato medicalizzata con medico del 118, infermiere e autista soccorritore per i codici gialli e rossi; e ambulanza rianimativa con rianimatore (anestesista), infermiere e autista soccorritore per codici rossi da intubare e rianimare.
Comunque l’autista oltre, la patente di guida cat. "K" (CERTIFICATO DÌ ABILITAZIONE PROFESSIONALE) B deve avere alcuni attestati di primo soccorso come il BLS, PTC, ALS e saper utilizzare il defibrillatore.

si..ed il brevetto di guida notturna su 2 ruote con impennata:)Io possiedo la 1-2-3-5 di crocerossa...autista abz (detta papale papale).. e non cè bisogno di corsi ptc o Blsd..e nemmeno della patente cap!l'autista è un membro dell'equipaggio un soccorritore non per forza specializzato.

leopoli
18-12-09, 18: 09
si..ed il brevetto di guida notturna su 2 ruote con impennata:)Io possiedo la 1-2-3-5 di crocerossa...autista abz (detta papale papale).. e non cè bisogno di corsi ptc o Blsd..e nemmeno della patente cap!l'autista è un membro dell'equipaggio un soccorritore non per forza specializzato.

Paese che vai usanza che trovi.... il 118 è normato da una legge quadro e demanda alle regioni il regolamento. quindi non in tutte le regioni è uguale. Da noi, a Forlì, i volontari, autisti e non che vogliono fare emergenza in convenzione con 118 debbono essere abilitati dopo valutazione di infermieri del 118, debbono avere il BLSD.
Comunque chiunque si può togliere la curiosità sulle patenti facendo il volontario in CRI o in altra associazione.

FOLGORE693
19-12-09, 01: 57
Caro amico...qui ti sbagli...
Confonder la CRI col 118..è vero che il 118 cambia di regione in regione perchè non altro che un azienda convenzionata con lo stato..da noi si chiama SISE ad es.
Ma La crocerossa...o perlomeno..lo statuto non obbliga nessun autista di un ambulanza con targa CRI ad esser abilitato nemmeno soccorritore.
In ogni caso..chi sale su di un abz non per forza è in servizio emergenza..potrebbe esser anche per semplice assistenza sanitaria o rappresentanza.Ad ogni modo su quasi 240 volontari di Catania sono pochissimi gli autisti ad avere tutte queste abilitazioni.il 90%di noi è Socc oltre ad esser autista ma non BLSD esecutor...anche perchè affinchè si possa esser abilitati per il BLSD è necessaria la presenza del defribillatore automatico nell'abz (e non tutte lo hanno) e deve esser usato sempre in presenza di un infermiere o di un medico.

leopoli
02-01-10, 09: 14
non mi sono spiegato.... la Sanità è materia demandata alle regioni e lo Stato ha fatto una legge quadro alla quale ogni regione ha dato applicazionbe come meglio credeva. Da noi, in Romagna il 118 è gestito dalle AUSL, la centrale è unica "Romagna Soccorso" alla AUSL di Ravenna e coordina Forlì, Rimini, Cesena e Ravenna. Gli operatori sono tutti Dipendenti USL. Cesena e Forlì (le uniche che hanno convenzioni con la CRI per l'emergenza) richiedono che i volontari, autisti e non che fanno emergenza abbiano determinati requisiti tra cui il BLS e debbono essere stati valutati da personale infermieristico dell'AUSL appartenenti al 118. Le automediche da noi sono solo delle USL.
Per questo.. a livello di 118 regione che vai usanza che trovi. Alcune Regioni hanno appaltato tutto, altre fanno tutto in proprio, in altre c'è un misto pubblico-privato ed ina altre ancora non ci si capisce un ....... Quello che occorrerebbe, secondo me, è un dipartimento dell'emergenza sanitaria a livello nazionale che dia lineee guida uguali per tutti. salutoni e buon anno

Dimenticavo, da noi ambulanza senza defibrillatore non può fare emergenza e riguardo al BLSD esecutore il DPR del 98 autorizza chi ha superato il corso al suo utilizzo (defib automatico) senza la presenza di personale sanitario. Da noi li hanno messi in tutti i buchi... ipermercati, macchina dei vigili urbani, colonnine in centro, nelle baite di montagna e si fanno corsi alla popolazione per il loro uso, proprio perchè, come sai, il loro uso è importante nei primi minuti altrimenti,,,,

Matty91
02-01-10, 14: 34
Da noi li hanno messi in tutti i buchi... ipermercati, macchina dei vigili urbani, colonnine in centro, nelle baite di montagna e si fanno corsi alla popolazione per il loro uso, proprio perchè, come sai, il loro uso è importante nei primi minuti altrimenti,,,,

Questa è una bella iniziativa che dovrebbe essere ampliata sull'intero territorio nazionale.

fasello
02-01-10, 19: 34
ATTENZIONE: Il C.A.P. o K di tipo B non è più richiesto per la guida di ambulanze o automediche con targa civile. Per i veicoli CRI è necessario conseguire la patente rilasciata dalla CRI stessa ai "soci" che ne facciano richiesta e ad ogni categoria consegue l'abilitazione alla conduzione di determinati veicoli. Per le ambulanze serve la 5 se presenti i dispositivi supplementari di allarme, la 4 per tutti gli altri veicoli guidabili con patente B civile

FOLGORE693
10-01-10, 12: 36
Leopoli..non posso che esser contento che esite una così bella realtà da voi.
e Mi duole molto..che qui da noi..il 118 è solo una valvola di sfogo per posti di lavoro alla rinfusa, a scapito di gente che in anni/decenni ha indossato la divisa da socc..autista o chichessia...e adesso si ritrova solo un abz per le emergenze a fronte di 250 o + volontari.

zIz
14-05-10, 19: 44
Salve a tutti: sono uno studente ed aspirante AAMM dell'esercito e sebbene il voto agli scritti sia positivo nell'ipotesi che il concorso non vada a buon fine volevo pensare a come utilizzare il mio tempo e magari cercare un impiego capace di ammortizzare le spese del vivere a 1000km da casa! Un amico mi ha detto che un suo conoscente è diventato autista per il 118. L'idea mi piace molto sinceramente per un motivo: un lavoro al 118, capace cioè di portare aiuto alla società, credo sia un ottimo punto di partenza.
volevo sapere quale fosse l'iter da seguire per presentare domanda, premettendo che non sono volontario ne lo sono mai stato. E' un requisito fondamentale? A parte il corso di primo soccorso e quello di autista quale è necessario?
Se aveste documenti o regolamenti da postare vi sarei grato!
saluti a tutti!

mattia580
14-05-10, 21: 04
Per me (credo io) potresti andare presso la tua sede locale di croce rossa italiana (CORPO VOLONTARI) e fare domanda.
Però dovrai fare un corso abbastanza lungo per entrare come AUTISTA SOCCORRITORE -- VOLONTARI DEL SOCCORSO

arcangeloBG
14-05-10, 23: 45
mi sembra di capire che tu lo voglia fare come lavoro... e non come volontario...
il percorso è sicuramente lungo... e c'è chi è più informato di me in materia...
se tu fossi volontario devi fare il corso base piu un altro corso di 120 e dopo sei soccorritore, poi dopo 2 anni puoi diventare soccorritore facendo il corso apposito e prendendo la patente di croce rossa con l abilitazione alla guida in emergenza! e a qual punti sei autista soccorritore

da dipendende il percorso penso sia lo stesso... di certo devi essere cmq un soccorritore certificato 118 e poi avere la patente cri se l automedica è cri o altrimenti la tua normale con l abilitazione e poi andare in un agenzia e poi sperare che ti chiamino per nomina diretta... ma per le assunzioni non sono molto ferrato...
per l anpas non so come funzioni da loro! ma credo piu o meno sia simile la cosa!
per concludere, non lo diventi in un mese
ciao!
comunque poi saresti dipendente della cri o di anpas o misericordia e non del 118 che lavora in convenzione con queste associzioni!
da me per lo meno funziona cosi!

orzocco
15-05-10, 06: 55
Secondo me dovresti fare regolare concorso per l'assunzione presso la AUSL dove avresti intenzione di lavorare, visto che chi lavora, e non fa il volontario, nelle aziende sanitarie locali è tutto personale di ruolo.

asics3
15-05-10, 10: 51
Questo è il bando di concorso per l'assunzione di 7 autisti aperto nel 2008 a Bari. Questo è solo un esempio, nota bene che i requisiti variano da provincia a provincia :)
(ad esempio a Trento stanno per bandirne uno in cui è richiesta solo la patente B, mentre qui sotto volevano la C)


Concorso pubblico per n. 7 posti di Autista di ambulanza.
Concorso pubblico per n. 7 posti di Autista di ambulanza.
IL DIRETTORE GENERALE
in esecuzione della delibera n. 843 del 23/07/2008
RENDE NOTO
che è indetto concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura, a tempo indeterminato, dei seguenti posti del Ruolo tecnico, presso la ASL provinciale BA:
N. 7 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO – AUTISTA DI AMBULANZA – CAT. B – LIVELLO ECONOMICO SUPER (BS).
Il trattamento economico è quello previsto dal vigente CCNL del personale del S.S.N. non dirigente, per la categoria “B” livello economico super (Bs) – posizione economica iniziale – oltre il salario accessorio, la tredicesima mensilità e l’assegno per il nucleo familiare, se dovuto.
L’ammissione al concorso e le modalità di espletamento del medesimo sono stabilite dal DPR 27.03.2001 n. 220;
Al presente concorso saranno applicate:
- le disposizioni di cui alla L.10.4.91 n.125, che garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro;
la disposizione di cui all’art.20 della L.104/92 sulla richiesta di ausili e di eventuali tempi aggiuntivi per le prove concorsuali da parte dei candidati portatori di handicap;
REQUISITI SPECIFICI DI AMMISSIONE:
A) Diploma di istruzione secondaria di primo grado o assolvimento dell’obbligo scolastico;
B) Cinque anni di esperienza professionale acquisita nel corrispondente profilo professionale presso pubbliche amministrazioni o imprese private;
C) Possesso della patente di guida – categoria C
REQUISITI GENERALI DI AMMISSIONE
Possono partecipare al concorso coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti, alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di concorso per la presentazione delle domande di ammissione:
a) Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione europea
b) Idoneità fisica all’impiego:
1) l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego – con l’osservanza delle norme in materia di categorie protette – è effettuato da una struttura pubblica del servizio sanitario nazionale, prima dell’immissione in servizio;
2) il personale dipendente da pubbliche amministrazioni ed il personale dipendente dagli istituti, ospedali ed enti, di cui agli artt. 25 e 26, comma 1 del DPR 20.12.79 n.761, è dispensato dalla visita medica.
Questa ASL si riserva di accertare d’ufficio l’idoneità dei vincitori prima di procedere alla stipulazione del contratto di lavoro
c) iscrizione all’albo professionale, ove richiesta, per l’esercizio professionale. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione ai concorsi, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo prima dell’assunzione in servizio.
d) Godimento dei diritti civili e politici;
e) Posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari;
f) Non avere riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione di rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;
g) Non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti dall’impiego;
MODALITA’ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA D’AMMISSIONE AL CONCORSO:
Gli aspiranti devono inviare, esclusivamente per posta a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, entro il trentesimo giorno successivo a quello dalla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, domanda redatta in carta semplice indirizzata al Sig. DIRETTORE GENERALE ASL BA – C/O OSPEDALE “DON TONINO BELLO” S.P. MOLFETTA/TERLIZZI N. 112 70056 MOLFETTA – completa delle seguenti indicazioni:
- nome e cognome;
- data e luogo di nascita , residenza;
- codice fiscale;
- il possesso della cittadinanza, tale requisito non è richiesto per i soggetti appartenenti alla unione europea, fatte salve le eccezioni di cui al DPCM 7.2.1994;
- indicazione del concorso;
- titoli di studio posseduti
- possesso della patente di guida – categoria C;
- iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione delle liste medesime;
- godimento dei diritti civili e politici;
- posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari;
- non avere riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione di rapporto di impiego con la pubblica amministrazione;
- non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti dall’impiego;
- idoneità fisica all’impiego;
- il possesso di eventuali titoli preferenziali o di precedenza alla nomina previsti dall’art. 5 del DPR 9.5.94 n. 487
- la lingua straniera conosciuta sulla quale intendono sostenere il colloquio, a scelta tra l’inglese ed il francese;
- conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
- indirizzo al quale deve essere inviata ogni necessaria comunicazione.
- consentire che i dati personali forniti siano raccolti presso l’ASL per le finalità di gestione del concorso e trattati presso archivi informatici e/o cartacei, anche successivamente alla conclusione del concorso stesso, per le medesime finalità;
- di aver preso visione di tutte le clausole di cui al presente bando di concorso
I candidati portatori di handicap dovranno specificare l’ausilio necessario in relazione al proprio handicap nonché segnalare l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi.
La domanda deve essere sottoscritta dal candidato. Ai sensi dell’art.39, comma 1, del DPR 28.12.2000 n. 445, non è richiesta l’autocertificazione della sottoscrizione.
Si rammenta che le dichiarazioni mendaci, le falsità negli atti e l’uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia.
Per le domande inoltrate a mezzo del servizio postale, la data di spedizione è comprovata dal timbro dell’Ufficio Postale accettante. Il termine per la presentazione della domanda, ove cada in giorno festivo, sarà prorogato di diritto al giorno seguente non festivo.
L’ASL non assume alcuna responsabilità per la mancata ricezione della domanda dovuta a disguidi postali o ad altre cause non imputabili all’ASL stessa.
La domanda di partecipazione dovrà essere inviata in busta chiusa.
Sulla busta di spedizione dovranno essere chiaramente riportati il cognome e nome del candidato e la descrizione del concorso a cui si intende partecipare.
DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA :
Alla domanda di partecipazione i concorrenti devono allegare:
a) tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito, ivi compreso un curriculum formativo e professionale, redatto su carta semplice, datato e firmato ed un elenco dei titoli allegati, redatto in triplice copia, su carta semplice anch’esso datato e firmato.
I titoli devono essere prodotti in originale o in copia legale o autenticata nei modi di legge, ovvero autocertificati nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente.
Quanto dichiarato nel curriculum sarà valutato solamente se supportato da formale documentazione o da dichiarazione sostitutiva.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa.
Agli atti e documenti, comprese le pubblicazioni, redatti in lingua straniera, deve essere allegata la traduzione in lingua italiana con certificazione che la stessa è conforme al testo straniero. I documenti in lingua straniera privi della traduzione o della predetta certificazioni non saranno valutati.
Non saranno tenuti in alcuna considerazione i documenti e titoli presentati oltre il termine di scadenza previsto per la presentazione delle domande.
AMMISSIONE DEI CANDIDATI
L’ammissione e l’esclusione dei candidati sono deliberate dal Direttore generale dell’Azienda.
PUNTEGGI
I punteggi per i titoli e per le prove di esame sono complessivamente 100, così ripartiti:
40 punti per i titoli
60 punti per le prove di esame
I punti per la valutazione dei titoli sono ripartiti tra le seguenti categorie:
a) titoli di carriera: punti 15
b) titoli accademici e di studio: punti 10
c) pubblicazioni e titoli scientifici: punti 5
d) curriculum formativo e professionale: punti 10
I punti per le prove di esame sono così ripartiti:
30 punti per la prova pratica
30 punti per la prova orale
PROVE DI ESAME:
I candidati sosterranno una prova pratica ed una prova orale.
PROVA PRATICA
La prova consisterà nella esecuzione di tecniche specifiche connesse alla qualificazione professionale richiesta enunciati nell’all.1 CCNL 1998-2001 e s.m.i.
PROVA ORALE
La prova orale si articolerà sulle materie oggetto del profilo a concorso, nonché su:
- Accertamento della conoscenza della lingua straniera scelta dal candidato (inglese o francese) ed indicata nella domanda di partecipazione.
- Verifica a carattere teorico-pratico e valutazione del livello di conoscenza dell’informatica di base, dei sistemi operativi del personal computer, conoscenza dei prodotti OFFICE, collegamento e navigazione internet, gestione della Posta Elettronica
Le date delle prove saranno comunicate ai candidati con lettera raccomandata a.r. almeno venti giorni prima della data fissata per sostenere le prove medesime.
Il superamento della prova pratica e della prova orale è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termine numerici di almeno 21/30.
GRADUATORIA – La graduatoria finale di merito sarà formulata dalla Commissione esaminatrice sulla base del punteggio finale dato dalla somma dei punti per titoli e dei voti attribuiti nelle prove di esame a ciascun candidato, con l’osservanza delle preferenze previste dall’art.5 del D.P.R. n.487/94.
E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove di esame, la prevista valutazione di sufficienza.
L’Azienda provvederà con proprio atto deliberativo – riconosciuta la regolarità degli atti relativi alla procedura concorsuale – all’approvazione della graduatoria ed alla nomina dei vincitori, tenendo conto delle riserve previste dalle vigenti disposizioni normative e dal presente bando.
La graduatoria finale degli idonei sarà pubblicata nel Bollettino ufficiale della Regione e rimane efficace per un termine di 24 mesi dalla data di pubblicazione per la copertura dei posti di cui al comma 7 dell’art.18 del DPR 220/2001.
NORMA FINALE – Per tutto quanto non previsto si fa riferimento alla normativa contrattuale ed a quella vigente in materia.
Con la partecipazione al presente concorso è implicita da parte dei concorrenti l’accettazione, senza riserve, di tutte le disposizioni contenute nel bando stesso, nonché delle disposizioni che disciplinano l’attribuzione dell’incarico di che trattasi.
I candidati dichiarati vincitori saranno invitati dalla ASL, ai fini della stipula del contratto individuale di lavoro, a presentare, entro gg.30, i documenti comprovanti il possesso di tutti i requisiti richiesti per la partecipazione al concorso.
Prima dell’assunzione in servizio, si accerterà, a mezzo del Servizio di Medicina Legale della ASL, se il lavoratore ha la idoneità fisica necessaria per poter esercitare utilmente le funzioni che è chiamato a svolgere, nonché la persistenza dello stato di disabilità dichiarato nella domanda.
L’accertamento del mancato possesso dei requisiti pregiudica l’assunzione.
L’assunzione in servizio resta subordinata al reperimento delle risorse finanziarie necessarie e al rispetto della normativa vigente in materia di assunzioni.
Il candidato dichiarato vincitore sarà invitato ad assumere servizio entro il termine prefissato. La mancata assunzione in servizio entro detto termine sarà considerato motivo di decadenza dal diritto all’assunzione.
Il candidato potrà chiedere la posticipazione della data di assunzione, per non oltre gg. 30, in caso di giusta causa o per motivi di forza maggiore.
La costituzione del rapporto di lavoro con il candidato dichiarato vincitore avverrà in base ad apposito contratto individuale sottoscritto dalle parti.
Al nominato sarà attribuito il trattamento economico previsto dal vigente contratto nazionale..
I candidati che non accetteranno la destinazione in servizio saranno dichiarati esclusi dalla graduatoria
L’Amministrazione si riserva la facoltà di modificare, prorogare, sospendere o revocare il presente bando, per legittimi ed insindacabili motivi, senza l’obbligo di comunicarli e senza che i concorrenti possano accampare pretese o diritti di sorta.
Per eventuali chiarimenti o informazioni, gli aspiranti potranno rivolgersi all’UFFICIO CONCORSI – AREA GESTIONE DEL PERSONALE DELLA ASL BA – nelle ore di ufficio (dalle h.12 alle h.13 di tutti i giorni feriali escluso il Sabato).
Per quanto non previsto dal presente bando, valgono le norme di legge.

zIz
15-05-10, 10: 59
grazie mille a tutti, vorrà dire che mi informerò presso la mia asl!
grazie ancora :)

leopoli
16-05-10, 07: 31
I requisiti non cambiano da provincia, sono regolatii dal CCNLL sanità pubblica :
5 anni di esperienza come autista (non contano gli anni di volontariato);
Patente B;
i corsi fanno punteggio.
Questo per le AUSL.
In CRI ci sono altri requisiti e comunque anche li si entra per concorso, la chiamata, a tempo determinato avviene solo se le graduatorie son finite o scadute.
io personalmente ho in CRI come Volontario per 8 anni, poi 6 anni in una Croce Privata, 4 anni di incarichi di 6 mesi presso varie Ausl e poi concorso di ruolo.
se non accetti di metterti in gioco con gli incarichi che dan punteggio, fatichi ad entrare di ruolo.

asics3
16-05-10, 11: 29
I requisiti non cambiano da provincia, sono regolatii dal CCNLL sanità pubblica :
5 anni di esperienza come autista (non contano gli anni di volontariato);
Patente B;
i corsi fanno punteggio.




Io vivo in una provincia Autonoma quindi le cose qui son diverse, nn sapendo da dove viene zIz ho aperto tutte le possibilità ; )
ad esempio a Milano bastano 2 anni di servizio

playboy
03-07-10, 23: 30
se il 118 è della croce bianca basta avere 21 anni la B e un po di esperienza

GI@GIO
04-07-10, 23: 33
Il 118 non è né della Croce Bianca, né della Rossa, né di qualsiasi altro colore: il 118 fa parte del Servizio Sanitario Regionale. Spesso poi le ASL affidano tramite apposite convenzioni il servizio alle associazioni: allora in quel caso puoi ambire a diventare dipendente dell'Associazione. Per esempio in provincia di Alessandria non esistono dipendenti dell'ASL con mansioni di autista soccorritore in quanto il servizio è svolto in convenzione dalle varie Croci (eccezion fatta ovviamente per medici e infermieri ma non ci interessa, ora)

deser
06-07-10, 20: 13
se il 118 è della croce bianca basta avere 21 anni la B e un po di esperienza

mi hai tolto le parole dalla tastiera!:am054
apparte gli scherzi, in giro per internet ci sono molte domande riguardanti la possibilità di diventare autista di ambulanze, alcuni scrivono che bisogna iscriversi ampas ecc. altri dicono che si viene assunti solo con agenzie interinali altri scrivono che bisogna avere oltre la B anche la KAP.. mha.. :confused:

CAPORALECRI
06-07-10, 22: 23
salve a tutti !!!!
per quanto mi riguarda io ho presentato domanda presso una cooperativa privata che svolge servizio presso un ospedale in provincia di treviso per(dimissioni e ricoveri,ecc..) allegandoci gli attestati della cri (b.e.p.s.- b.l.s.d) e la patente b,ed ora presto servizio in questa cooperativa come autista soccorritore,voi che dite e stata fortuna? comunque vi dico con sincerita' che gli attestati cri sono ben visti da tutti,nonostante a me in cri abbiano detto che sarebbero stati inutili al di fuori della cri ...mah!!! ciao ragazzi fatemi sapere che ne pensate ciao a tutti siete grandiiiiii

NickUSMC
07-07-10, 12: 12
Qui a Milano dove sono io, e nella mia associazione, per diventare autista di ambulanza devi fare questo iter:

-4° (40 ore)
-3° (restanti 80ore di corso)
-Capo Servizio (dopo qualche anno)
-Autista. (dopo qualche anno).


Nota che se diventi autista di ambulanza e la tua associazione lo prevede puoi diventare anche autista di Alpha (automedica) e stazionerai in ospedale e quando ci sarà una chiamata trasporterai medici/infermieri in giro per la città.

Comunque da quel che so io, almeno qui a Milano e penso in tutta la Lombardia, non ci sono BANDI per diventare autisti. Ci sono i Volontari. E se magari sei volontario da qualche anno e hai fatto l'iter delle 120ore puoi chiedere alla tua associazione se ti assume. Ma sarai assunto dalla tua associazione, non dal 118. Il 118 è un altra cosa... a meno che tu non sia infermiere o medico o pilota di elicotteri



NB!!! Potete essere assunti come autisti di ambulanza per trasporti a privati (da ospedale a casa, o che altro)... non farete EMERGENZA-URGENZA (AREU 118).
Bensì sarete stipendiati dalla associazione, però non soccorrirete nessuno, andrete in ospedale a prendere la persona e farete da "taxi". (nulla a screditare eh)

Se si può dire, c'è una vera e propria azienda che si chiama Croce Amica One Srl che fa questo tipo di mestiere.

leopoli
07-07-10, 15: 27
comunque paese che vai richieste che trovi.
Quello che è certo è che per divenire autisti 118 delle Ausl, sono richiesti patente B e 5 anni di esperienza come autista (non valgono gli anni di volontariato).
Questo è uguale per tutte le ausl d'Italia in quanto è ciò che prevede il Contratto Collettivo nazionale sanità.
Ho visto in questi giorni un bando dove la Asl chiede patente C, o la ausl ha dei mezzi oltre 35 quintali o qualcuno impugnerà il concorso come accadde quando veniva richiesta la patente DE.
Per quanto riguarda cooperative e Ditte Private (quindi non le croci di volontariato) è richiesto obbligatoriamente il KB essendo necessario che la ditta abbia la licenza di NCC. E' di questi giorni una sentenza ove si dice che gli autisti di ambulanza di ditte private devono essere iscritti anche nell'apposito albo autotrasportatore alla CCIA con superamento del relativo esame.
Son autista di ambulanza dal 1982 (prima come volontario, poi dal 1990 autista di una ditta privata di ambulanze ed infine dopo gli agognati 5 anni presso l'ausl di Forlì dopo concorso). quindi non racconto per sentito dire, ma per esperienza diretta.
Dimenticavo, per la CRI occorre apposita patente.

---------------------Aggiornamento----------------------------

...... l'elicottero ha il pilota, non l'autista

CAPORALECRI
07-07-10, 16: 07
per quanto mi riguarda almeno ho presentato i miei attestati ed a loro sono andati benissimo....riguardo alla patente kb non mi hanno detto niente ed e andato tutto a buon fine !!!!!!
infatti io presto la mia opera per dimmissioni e ricoveri ......riguardo alle ore di corso sono arruolato nella crimil da oltre 4 anni !!!! non so cosa mi abbia baciato se fortuna oppure c..o pero devo ammettere che ha loro non ha recato nessun problema,dunque suppongo sia una cosa fatibile con i corsi che o presentato,se no non credo siamo cosi stupidi da inquadrare le persone cm autisti soccorritori,per poi avere dei grattacapi....per quanto mi riguarda posseggo la patente cri di tipo 1-3-4-5-5b alla quale ho presentato solo la fotocopia.

NickUSMC
07-07-10, 16: 26
Piccola distrazione, ovviamente intendevo pilota d'elicottero.
PS: Parlo anche io per esperienza leopoli, nella mia associazione ci sono autisti stipendiati dalla associazione, i quali hanno la qualifica di autista-soccorritore, i quali, fanno servizio di emergenza-urgenza, anche con alpha. Ovviamente oltre ai volontari autisti.

leopoli
08-07-10, 13: 42
se è una coperativa sociale non hai problemi perchè è onlus ed equiparata a volontariato, se è coperativa e basta, prima o poi qualcuno si accorgerà che non ha la licenza ncc (spesso ditte private concorrenti) e farà la segnalazione. L'unica cosa che potrebbe preoccupare è che abbia la ncc e ti faccia guidare senza cap, in quel caso, rispondi direttamente per eventuali incidenti e l'assicurazione può fare rivalsa, oltre alle implicazioni legali.
cmq buon lavoro, fatti 5 anni e inizia a fare concorsi, prima o poi, da qualche parte entri.

CAPORALECRI
08-07-10, 14: 33
ciao leopoli riguardo alla licenza ncc non so se la abbiano pero mi informero subito onde evitare disgiudi e problemi,spero che tutto vada per il verso giusto...e sia tutto ok,poi mi voglio informare anche per il cap.....ti ringrazio per la collaborazione.......sai per caso se in una scuola guida possono abilitarti ad avere il cap???? grazie ancora vi seguo sempre...siete mitici

leopoli
18-07-10, 15: 22
quasi tutte le autoscuola possono. tieni presente che ti permetterà di guidare anche taxi, può sempre far comodo

Gnaffer
10-09-10, 14: 11
Ciao a tutti. Sono un ragazzo di 20 anni (21 a novembre) con la patente tipo B da aprile 2008.. è da un pò di tempo che pensavo di andare a guidare le ambulanze ma mi sorgono dei dubbi..

1) Lo si fa come volontariato o può essere un lavoro vero e proprio?
2) Per guidare ambulanze ci vogliono conoscenze mediche avanzate o bastano quelle basilari?
3) Sull'ambulanza l'autista è fisso o se io mi trovo dietro a caricare la barella (non sò è un esempio) chi è davanti inizia a guidare e io resto dietro (ricollegandoci alla domanda 2)?

Edit: dimenticavo.. abito in lombardia, in provincia di brescia :)

Mande
10-09-10, 15: 01
Io proporrei se c'è un autista che abbia voglia di "tenere una lezione" sulla guida di ambulanze e mezzi d'emergenza, così da poter farsi un'idea chi aspira a fare l'autista-soccorritore, da aiutare chi lo fa già e dare una mano a chi sta facendo i corsi di guida per chiarirgli delle cose che magari non ha capito..... cosa ne dite??

asics3
11-09-10, 00: 36
Io son autista soccorritore volontario per la CRI ma solo da pochi mesi, inoltre qui la trafila è totalmente diversa quindi lascerei la parola a qualcun'altro :)

kissidici
11-09-10, 19: 00
Ok.. aspettiamo ancora.. grazie :)

se sei assunto dal 118 diventa un lavoro...
se lo fai in un associazione di volontariato nn becchi una lira...
devi essere autista soccorritore...

PS sn della SICILIA

asics3
12-09-10, 01: 03
Ciao a tutti. Sono un ragazzo di 20 anni (21 a novembre) con la patente tipo B da aprile 2008.. è da un pò di tempo che pensavo di andare a guidare le ambulanze ma mi sorgono dei dubbi..

1) Lo si fa come volontariato o può essere un lavoro vero e proprio?
2) Per guidare ambulanze ci vogliono conoscenze mediche avanzate o bastano quelle basilari?
3) Sull'ambulanza l'autista è fisso o se io mi trovo dietro a caricare la barella (non sò è un esempio) chi è davanti inizia a guidare e io resto dietro (ricollegandoci alla domanda 2)?

Edit: dimenticavo.. abito in lombardia, in provincia di brescia :)

A questo punto ti rispondo alle domande, tralasciando cose più specifiche.
1) come ti han già detto puoi farlo sia di mestiere che come semplice volontario, la sostanza non cambia.
2) Dipende cosa intendi con conoscenza medica avanzata, in ogni caso *solitamente* l'automedica (guidata da persone che lo fanno di mestiere) è guidata da un infermiere che accompagna il medico appunto, quindi ha una conoscenza molto avanzata. Se vuoi diventare autista da volontario ad esempio in Croce Rossa bisogna avere il 2 step (ossia aver partecipato attivamente ad un corso approfondito di primo soccorso e assistenza sanitaria), essere volontario da... un anno? non ricordo....
Da dipendente, chiedono a volte 2 anni a volte 4 anni di esperienza di guida su mezzi d'emergenza anche solo da volontario ovviamente.
3) In questo caso la faccenda non cambia tra autista volontario e autista dipendente: se quel giorno esci (e quindi sei registrato) come autista tecnicamente dovresti fare l'autista tutto il giorno, salvo casi particolari in cui cause di natura maggiore ti impediscano di rimetterti alla guida del mezzo, in tal caso se altri nell'equipaggio han la patente per guidarla possono prendere il tuo posto. Aggiungo anche che l'autista non fa solo quello, è sempre un soccorritore che una volta piazzato il mezzo in maniera corretta si reca dal paziente e mette in pratica le proprie conoscenze seguendo le indicazioni del leader.
Nel tuo esempio, all'autista non è vietato di andar dietro a caricar la barella, ma poi dovrebbe tornare davanti e fare l'autista. E' come la divisione dei compiti: ci sono il leader, il suo secondo (o anche il terzo in alcuni casi) e l'autista, buona norma sarebbe che non si scambiassero i ruoli durante quella giornata :)

Questo è da me, magari le cose cambiano altrove quindi prendila con le pinze!!

memi
12-09-10, 07: 51
a napoli funziona che l'autista giuda l'ambulanza e dà anche un aiuto all'infermiere e al medico per quanto riguarda il soccorso e poi carica la barella.
nessun altro può guidare perché (da come ho capito) non hai esperienze mediche molto elevata.
più di questo non so nulla

deser
12-09-10, 09: 40
guarda qui:
http://www.militariforum.it/forum/showthread.php?18360-Diventare-autista-del-118-che-procedura-necessaria

Gnaffer
12-09-10, 11: 01
Grazie a tutti per le risposte... mi par di capire che non è una cosa proprio immediata.. corsi da 120 ore.. 5 anni di esperienza come autista (ma che tipo di autista?).... e per farlo diventare un lavoro bisogna che passi qualche tempo come volontariato gisuto?

2) Per conoscenza avanzata intendo una certa conoscenza medica.. io in queste cose mi ci perdo.. se mi trovo davanti un qualcuno che ha bisogno, a parte la respirazione bocca a bocca e bloccargli gli arti se ha una probabile frattura non sò cosa fare.. per quanto mi impegni sono un disastro.. per questo chiedevo se è richiesto una conoscenza medica o no.. perchè se in qualità di autista basta caricare la persona sulla barella e la barella sull'ambulanza e poi al volante ok.. ma se bisogna fare anche delle medicazioni o chessòalto.. purtroppo ci devo rinunciare prima ancora di iniziare.. mia mamma è infermiera quindi più o meno sò cosa vuol dire..

Cosa si intende con "da dipendente"? chi lo fa per lavoro?

Non la pensavo una cosa così complicata..:retard:

Wolf
12-09-10, 14: 04
ovviamente non è così immediato, l'autista è a tutti gli effetti un membro dell'equipaggio e deve sapere esattamente cosa fare, per questo viene richiesta una certa esperienza.
pensa a tutte quelle volte che si esce di base in 2, un autista e un soccorritore, è impensabile che l'autista stia lì ad aspettare di guidare senza far nulla...

sia che tu lo faccia per la CRI o per una ANPAS, dovrai fare il corso e il tirocinio, poi penso che le modalità di accesso alla qualifica di autista cambino in base all'associazione, in CRI come diceva Asics dev'essere almeno un anno di servizio.

allo stesso modo cambia la possibilità di farlo come lavoro, i dipendenti CRI entrano per concorso pubblico, e devi essere già stato autista per un tot di anni (non so quanti), il tipo di autista che chiedevi tu è ovviamente l'autista soccorritore.
nelle ANPAS la procedura è diversa, e credo che vari da un'associazione all'altra, quindi se sei interessato ti conviene informarti presso un'associazione della tua zona.

le conoscenze mediche di cui avrai bisogno, che non saranno certo avanzate, ti verranno insegnate nel corso.

comunque volevo dirti una cosa riguardo alla tua frase - basta caricare la persona sulla barella e la barella sull'ambulanza - non pensare che la cosa sia così semplice, i pazienti non sono sacchi di patate che si caricano e via... :am054
una parte molto importante del corso riguarda proprio la mobilizzazione del paziente.

Perry
12-09-10, 15: 45
Concordo pienamente con quello che hanno detto Wolf e Asics3. I regolamenti che disciplinano i corsi di formazione (emergenza), quelli di guida e tutto ciò che riguarda l' ambito del soccorso sanitario sono regionali, quindi cambiano da regione a regione, e gli attestati conseguiti in una regione non è detto che valgano in un'altra. Io sono un autista soccorritore volontario della croce bianca. La mia associazione aderisce all'ANPAS, per quanto riguarda gli autisti da noi, per legge, non serve nessun tipo di corso di formazione nè patente di servizio, è necessario avere almeno 21 anni e almeno tre anni di patente B. E' ovvio che sta poi all'associazione formare i propri aspiranti autisti con corsi di guida sicura e affiancamento ad autisti veterani. Fare l'autista non vuol dire fare il pilota di F1 in mezzo al traffico a sirene spiegate!!!!! L'autista è prima di tutto un SOCCORRITORE quindi è preparato come tutti gli altri a prestare soccorso, poi è anche responsabile di tutto ciò che sta sull'ambulanza ( il mezzo stesso, il paziente, il leader, eventuali barellieri, medici e infermieri) dipende dal mezzo se di base o avanzato. Il minimo sbaglio può costare la VITA a qualcuno per questo è molto importante un corso di formazione, sulle responsabilità verso i colleghi, verso il paziente e sulla conoscenza del mezzo. Nella nostra associazione di solito sull' MSB siamo in due, autista e leader raramente c'è il barelliere, questo significa che anche l'autista DEVE prestare soccorso e non limitarsi alla sola guida del mezzo. Per Gnaffer: se hai altre domande chiedi pure sarò felice di risponderti.

leopoli
13-09-10, 20: 10
io son dipendente della Asl di FOrli ed autista soccorritore al 118 dal 2000, prima lavoravo per una croce privata.
Per diventare dipendente delle Asl al 118 devi accedere al concorso che viene indetto alla bisogna.
Vengono richiesti:
Patente B;
5 anni di esperienza come autista;
Altri titoli aggiungon punteggio.
Si svolgono 2 prove, una scritta o pratica (le domande vanno dal codice della strada, ai comportamenti di guida, al soccorso di base, la prova pratica può essere di guida o di conoscenza dell'attrezzatura interna ma son poche le asl che la fanno) . Fatta la prova scritta, se superi il punteggio minimo accedi alla prova teorica, gli argomenti son gli stessi, se superi questa si sommano i tuoi punti e vai in graduatoria, dopo di che aspetti che ti chiamino. Possono chiamarti per incarichi ( 6-12 mesi) o per il ruolo ed allora entri fisso. Mio consiglio acettare gli incarichi (danno punteggi maggiori nei concorsi sucessivi e permettono di farsi conoscere). Io prima di passare di ruolo ho fatto 4 anni di incarico.

Wolf
13-09-10, 21: 23
tenendo presente che questi sono i requisiti che sono stati richiesti nel tuo bando, quindi si può dire che la asl di Forlì chiedeva queste cose, ma come sì è già detto i requisiti possono variare parecchio tra un concorso ed un altro.

leopoli
14-09-10, 19: 32
NOn è così, i rrquisiti sono disciplinati dal Contratto Nazionale di Lavoro e quindi le Asl (eccezzione per le regioni a statuto speciale) si devono adeguare ai requisiti previsati in questo contratto per quella figura professionale. Se fà richieste diverse è soggetta a ricorso al Tar (Ravenna insegna)

Wolf
14-09-10, 23: 54
bè il bando che puoi vedere in prima pagina è diverso...

leopoli
18-09-10, 18: 12
visto, ed infatti è passibile di ricorso al Tar a meno che l'Asl non abbia mezzi con portata superiore a 35 ql, cosa impossibile. Tempo fa, Negli anni 90, le asl richiedevano addirittura la D con il cap, un ricorso al tar e di seguito al Consiglio di Stato anullo qualche concorso e da allora viene richiesta la patente B. Quindi o ci son mezzi 118 con portata superiore a 35 ql o qualunque sindacato vi può assistere nel ricorso.

Gnaffer
20-09-10, 17: 36
Perdonate il mio ritardo nella risposta.... a questo punto (leggendo quindi i vari post) mi viene da andare a chiedere cosa è richiesto nella mia regione (Lombardia)... dove devo andare precisamente?

Wolf
20-09-10, 18: 41
so che ci sono diversi siti che pubblicano i bandi, ma non so quanto siano completi e aggiornati, comunque te ne metto un paio, ma basta cercare con google e ne trovi altri.

http://www.concorsi.it/

http://www.concorsipubblici.com/

ilfede
27-09-10, 17: 26
Buongiorno a tutti.....

molto interessante la lettura di questo post.


io sono volontario nel 118 e da 2 anni abilitato alla guida....ma senza nessuna patente particolare.

Nella mia provicia(e credo anche nella regione Liguria) NON esistono ambulanze della ASL...sono tutte P.A. e CRI...e quindi diventa impossibile(o quasi) diventare autista professionista....

l'unico mezzo della ASL è l'automedica....guidata da un autista stipendiato ASL...ma entrarci è peggio che vincere al superenalotto....e ora le assunzioni sono gestite da una scietà interinale....e sono bloccate anche se vi è carenza di autisti.

L'unico modo per fare il soccorritore di professione è adeguarsi al sistema...e fare domanda alle ditte private (vedi C.I.M.) che fanno solo servizio secondario e ti mandano a lavorare a Udine(che gli udinesi non me ne vogliano a male :) )

vedremo....ormai non so pi che fare....mi sembra sempre di aver scelto un sogno irrealizzabile

Wolf
27-09-10, 19: 12
intanto ti dico che dalle mie parti non ho ancora trovato autisti di ambulanze dipendenti dalle ASL, ma siccome il 118 si appoggia alle associazioni CRI e ANPAS, sono loro a gestire gli autisti ed eventualmente assumerli.
per farti un esempio nel mio comitato ci sono 2 dipendenti e nell'ANPAS più vicina addirittura 8.

ad ogni modo il 118 Piemonte è strutturato in modo diverso da quello Ligure, per esempio noi non abbiamo automediche ma ambulanze medicalizzate, che se non ricordo male in Liguria non ci sono.

però sarei incuriosito di sapere qualcosa in più sulle ditte private di cui parli... cosa sono, come funzionano e cosa intendi per servizio secondario?

ilfede
27-09-10, 20: 38
intanto ti dico che dalle mie parti non ho ancora trovato autisti di ambulanze dipendenti dalle ASL, ma siccome il 118 si appoggia alle associazioni CRI e ANPAS, sono loro a gestire gli autisti ed eventualmente assumerli.
per farti un esempio nel mio comitato ci sono 2 dipendenti e nell'ANPAS più vicina addirittura 8.

ad ogni modo il 118 Piemonte è strutturato in modo diverso da quello Ligure, per esempio noi non abbiamo automediche ma ambulanze medicalizzate, che se non ricordo male in Liguria non ci sono.

però sarei incuriosito di sapere qualcosa in più sulle ditte private di cui parli... cosa sono, come funzionano e cosa intendi per servizio secondario?

Beh ti spiego molto volentieri....


Come detto gia da te anche qui le varie associazioni (Pubbliche Assistenze e CRI) gestiscono in toto il servizio 118.Quindi per noi non esistono concorsi pubblici per lavorare sulle ambulanze della ASL che semplicemente non ci sono.

Da noi sulle ambulanze vi sono solo i soccorritori (dai 2 ai 4 soccorritori)....il medico ed infermiere sono inviati con automedica sui casi considerati più critici...che quasi nella totalità dei casi arriva sempre prima dell'ambulanza o leggermente dopo, in modo da non lasciare da soli i soccorritori. Ma è in fase di prova una ambulanza medicalizzata.

Noi con servizio secondario intendiamo tutto ciò che esula dall'urgenza saitaria del 118.

Servizi secondari sono le dimissioni, i ricoveri, le visite mediche le dialisi.

Poi vi è la categoria dei Secondari Urgenti, che sono i CMR, il trasporto sangue e organi.


Qui a spezia vi sono tre società che gestiscono il secondario, E sono lo Scudo Azzurro, La Croce Verde Cogema, e all'interno dell'ospedale nei trasferimenti da padiglione a padiglione c'è la Croce Italia Marche. Loro a differenza delle PA e della CRI lavorano solo con dipendenti.


Comunque anche le PA e la CRI gestiscono il secondario. e solo alle PA e alla CRI spetta il Secondario Urgente.


Anche qui da me le PA hanno dei dipendenti, chi più e chi meno....ma alcune li usano prevalentemente per il servizio di Onoranze Funebri (l'ambulanza non la vedi quasi mai)i...la altri i pochi che assumono li prendono fra le file dei loro volontari (giustamente)


entrare in CRI risulta diciamo....IMPOSSIBILE...sopratutto se vieni da una PA....


e l'autista di automedica...beh.....o sei figlio di qualcuno...o conosci....oppure....sogna!!!!


e quindi risulta impossibile diventare un soccorritore professionista qui :)

---------------------Aggiornamento----------------------------

Per farti capire meglio.....

La CIM(Croce Italia Marche) credo che la conosciate 1pò tutti....è una società di Fano...che lavora in parecchie zone del centro-nord italia (Fano, Rimini, Parma, La Spezia e Udine).Solo nel Riminese gestisce anche il 118, dalle altre parti fa solo secondario.

Poi la Cogema e lo Scudo Azzurro, sono società private che si sono attrezzate di ambulaze automediche e pulmini disabili, e gestiscono Solo i servizi secondari NON urgenti. I loro dipendenti sono dei soccorritori formati dal 118 che nell'80% dei casi fa il volontario presso le locali Pubbliche o CRI.

Wolf
27-09-10, 22: 41
ah ok... grazie per la spiegazione!
da me (intendo il comitato, magari negli altri sì...) non si usa il termine "secondario", per questo non avevo capito...
si tratta comunque di attività che vengono svolte quotidianamente anche da noi, anzi direi che guardando i numeri sono l'attività principale visto che si fanno più servizi di questo tipo che di 118.

tornando sulle assunzioni è naturale che le associazioni scelgano i dipendenti dai propri volontari, ma effettivamente questo riduce le possibilità di chi vuole farne un mestiere.
in pratica bisogna avere molta fortuna e spesso non basta perchè come dici tu, se sei parente di qualcuno...

ilfede
28-09-10, 00: 07
Beh si anche da noi ricoprono la maggior fetta del servizio svolto dalla PA.

Sono detti secondari o Programmati da noi!!!

Le assunzioni vedremo....forse per l'anno nuovo qualcosa dovrebbe succedere....vedremo :)